Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
eBay Black Week
Migliaia di prodotti in promozione su eBay. Scopri le offerte migliori

Come scaricare Zoom

di

Per una serie di eventi, ti si è reso necessario lavorare da casa e comunicare con superiori e colleghi tramite videoconferenze online. Nella tua azienda, la gestione dei meeting online viene effettuata tramite Zoom, un noto software per le videoconferenze di cui tu, però, non conosci in alcun modo il funzionamento.

Le cose stanno così, vero? Allora non preoccuparti: se vuoi scoprire come scaricare Zoom, questo è proprio il posto giusto da cui iniziare. Nelle battute successive di questa guida, infatti, ti spiegherò come ottenere il programma in questione e come installarlo sia sul computer che su smartphone e tablet.

Non temere se non sei molto abile con la tecnologia, non ne hai motivo: i passaggi che mi accingo a mostrarti sono di facile applicazione e alla portata davvero di tutti! Dai: mettiti bello comodo e ritaglia un po’ di tempo libero da dedicare alla lettura di questa guida. Ti garantisco che, se seguirai con attenzione i miei suggerimenti e le mie istruzioni, riuscirai a installare Zoom in men che non si dica. Buona lettura e buona fortuna!

Indice

Requisiti minimi

Zoom

Zoom è un applicativo che non richiede un elevato utilizzo di risorse e, di conseguenza, può essere facilmente installato su computer anche di modeste prestazioni. Al momento in cui ti scrivo questa guida, il programma è disponibile per Windows, macOS e Linux e necessita dei seguenti requisiti minimi.

  • Sistema operativo – Windows XP SP3 o successivi; macOS 10.7 Lion o successivi; Ubuntu 12.04 e successivi, unitamente alle derivate e ad altre distribuzioni particolarmente popolari (Red Hat, Fedora, Arch Linux e così via).
  • Processore – single core da almeno 1 GHz di frequenza, ma, per un funzionamento ottimale, è raccomandata una CPU dual core da 2 GHz.
  • RAM – almeno 4 GB.

Zoom, inoltre, è disponibile sotto forma di app per dispositivi Android, iPhone e iPad; in questo caso, è sufficiente disporre di Android 5.0 o versioni successive, di iOS 8.0 o versioni successive oppure di iPadOS.

A prescindere dalla piattaforma scelta, trattandosi di un applicativo che basa il suo funzionamento sullo streaming in tempo reale, è necessario che la propria connessione a Internet risponda a precise caratteristiche: per gestire una conferenza singola, è necessaria una velocità in download di almeno 600 kbps; per le conferenze di gruppo, invece, il requisito minimo sale a 800 kbps; per partecipare con successo a conferenze in HD, infine, è richiesta una velocità pari a 1.2 Mpbs (meglio se 1.5 Mbps).

Per verificare se la tua connessione è adatta a reggere una conferenza Zoom, ti invito a effettuare uno speed test prima ancora di avviare la comunicazione; se non sai come fare, puoi dare uno sguardo al mio tutorial su come vedere la velocità di Internet, nel quale ti ho fornito tutti i dettagli del caso.

Come scaricare Zoom su PC

Dopo aver controllato che i dispositivi e la connessione da te in uso rispondano ai requisiti che ti ho indicato poc’anzi, sei finalmente pronto a scaricare Zoom sul PC. Di seguito ti spiego come fare su Windows e su macOS.

Come scaricare Zoom su Windows

Zoom

Ottenere il client di Zoom sui computer equipaggiati con il sistema operativo Windows è semplicissimo: tanto per cominciare, collegati al sito Internet del programma avvalendoti di qualsiasi browser tu preferisca e clicca sul pulsante Scarica relativo al Client Zoom per riunioni. Se il sito non è in italiano, seleziona la lingua dal menu a tendina collocato a fondo pagina, sulla destra.

A download ultimato, avvia il file .exe ottenuto e premi sul pulsante , per autorizzare il programma a scaricare e installare sul PC i file necessari al il funzionamento del client, in modo del tutto automatico. Puoi controllare l’avanzamento del setup mediante la barra situata sotto la voce Installing, che risiede nella finestra che compare su schermo.

Quando l’avanzamento raggiunge il 100%, l’installazione del programma è completa: se tutto è filato liscio, dovresti ora visualizzare la schermata principale di Zoom, che ti consente di unirti a una conferenza già avviata della quale possiedi il codice/link d’invito oppure di accedere al tuo account o, eventualmente, crearne uno nuovo (opzioni Accedi e Iscriviti gratuitamente, operazione indispensabile per creare una nuova conferenza o per partecipare a riunioni usando la propria identità).

Come scaricare Zoom su Mac

Come scaricare Zoom su Mac

Scaricare Zoom su Mac è altrettanto semplice: collegati innanzitutto alla pagina di download del software e clicca sul pulsante Scarica relativo al Client Zoom per riunioni. Se il sito non è in italiano, traducilo selezionando la lingua dal menu a tendina posto a fondo pagina.

A download ultimato, lancia il file ottenuto (ad es. Zoom.pkg) e completane il setup, cliccando sul pulsante Continua per due volte consecutive e poi su Installa. Quando richiesto, immetti la password del Mac nell’apposito campo di testo, premi il pulsante Installa software e, a procedura conclusa, clicca sul pulsante Chiudi e Sposta, per avviare il programma.

Anche in questo caso, mediante la schermata principale di Zoom, hai la possibilità di unirti a una conferenza già esistente, cliccando sul bottone per Entrare in un meeting, oppure di creare un nuovo account/accedere con un profilo Zoom già esistente, premendo invece il pulsante Accedi.

Come scaricare Zoom su smartphone e tablet

Preferisci usare Zoom direttamente dallo smartphone o dal tablet? In tal caso, sappi che puoi agire mediante le apposite app disponibili per Android, iOS e iPadOS. Di seguito ti spiego come aggiungerle al tuo dispositivo.

Come scaricare Zoom su Android

Come scaricare Zoom su Android

Se possiedi un telefono o un tablet equipaggiato con il sistema operativo Android, avvia per prima cosa il Play Store, facendo tap sul pulsante raffigurante un triangolo colorato situato nella schermata Home di Android oppure nel drawer (ossia l’area in cui risiedono tutte le app installate nel sistema).

Una volta avviato il “market” di Android, fai tap sulla barra di ricerca che sta in alto, digita la parola zoom al suo interno, sfiora il pulsante Invio della tastiera virtuale e, in seguito, fai tap sul risultato di ricerca relativo a ZOOM Cloud Meetings, per accedere all’apposita pagina dello store.

In alternativa, se stai leggendo questa guida direttamente dal dispositivo sul quale intendi installare Zoom, puoi aprire direttamente la pagina di download dell’app recandoti su questo link.

Il gioco è praticamente fatto: per ultimare il setup dell’applicazione, fai tap sul pulsante Installa e, se necessario, conferma la volontà di procedere, rispondendo affermativamente alla schermata d’avviso successiva. Al termine della procedura d’installazione, fai tap sul pulsante Apri o seleziona l’icona di Zoom in home screen o nel drawer per avviare l’app.

Come scaricare Zoom su iPad e iPhone

Come scaricare Zoom

I passaggi per scaricare Zoom su iPad e iPhone sono pressoché identici a quelli visti per Android: per iniziare, avvia l’App Store di Apple, sfiorando l’icona della “A” stilizzata bianca su sfondo azzurro che si trova nella schermata Home del device, sfiora il pulsante Cerca che risiede in basso a destra e digita la parola zoom all’interno del campo di ricerca che compare in alto.

Ora, sfiora la voce ZOOM Cloud Meetings e premi il pulsante Ottieni per avviare il download e l’installazione dell’app, che dovrebbe concludersi entro pochi secondi; se richiesto, conferma la volontà di procedere autenticandoti tramite Face ID, Touch ID o la password del tuo account Apple.

Nota: se stai leggendo questa guida dal dispositivo sul quale vuoi installare Zoom, puoi recarti su questo link per accedere in maniera diretta all’apposita pagina di download.

Come usare Zoom

Zoom

A prescindere dal dispositivo sul quale hai deciso di installare Zoom, la schermata principale del software ti proporrà due possibili opzioni: entrare in un meeting già esistente, anche senza effettuare alcuna registrazione, oppure creare un nuovo account Zoom e/o effettuare l’accesso con un profilo già esistente (opzione Accedi).

Nel primo caso, ti verrà chiesto di indicare il link o il codice d’accesso per la videoconferenza, che dovrebbe esserti stato preventivamente comunicato da chi l’ha creata, unitamente alla password da usare per accedervi (se necessaria).

Nel secondo caso, potrai invece effettuare una nuova registrazione (Iscriviti gratuitamente) tramite email, indicando le informazioni richieste nell’apposito modulo, oppure potrai effettuare il login tramite account Googleaccount Facebook o mediante un account Zoom già esistente (pulsante Accedi).

Ad accesso effettuato, puoi creare subito una nuova conferenza premendo il pulsante Nuova riunione: in questa fase, ti verrà chiesto di specificare se avviare una conferenza con o senza video, di utilizzare o meno un codice d’accesso e/o una password e, infine, di concedere al software i permessi necessari per l’utilizzo di fotocamera e microfono.

Una volta avviata la nuova conferenza, potrai invitare altri utenti a parteciparvi premendo sul bottone Partecipanti e poi sul pulsante Invita, che compare subito dopo. Se ti interessa approfondire ulteriormente le modalità d’uso di Zoom, ti consiglio di leggere con attenzione la mia guida all’uso di Zoom Meeting, nella quale ho trattato l’argomento con dovizia di particolari.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.