Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come usare Zoom Meeting

di

Vorresti realizzare delle videoconferenze con i tuoi studenti, ma non sai a quale programma affidarti? Alcuni dei tuoi collaboratori lavorano in regime di smart working e vorresti trovare qualche soluzione per comunicare con loro a distanza? Allora credo che dovresti dare un’occhiata a Zoom Meeting.

Forse ne avrai già sentito parlare: si tratta di una piattaforma, di base gratuita, utilizzata prevalentemente in ambito aziendale e scolastico per tenere riunioni, lezioni a distanza e, più in generale, videoconferenze. A differenza di Skype, non richiede la creazione di una lista di contatti interni al programma: per iniziare una call è sufficiente condividere il link all’ambiente virtuale che la ospita e, utilizzandolo, chiunque potrà prendere parte alla videoconferenza usando l’app di Zoom su smartphone e tablet, il client di Zoom sul computer o la sua versione Web. Davvero comodo, vero?

Allora direi di non perdere ulteriore tempo in chiacchiere e vedere nel dettaglio come usare Zoom Meeting. Forza: mettiti ben comodo, concentrati sulla lettura dei prossimi paragrafi e, soprattutto, cerca di mettere in pratica le indicazioni che sto per darti. Scommetto che ti sarà molto utile!

Indice

Come funziona Zoom Meeting

Zoom

Prima di vedere in dettaglio come funziona Zoom Meeting, direi di analizzare i piani e i prezzi di listino per l’uso della piattaforma, che di base è gratuita.

  • Basic — permette di effettuare videochiamate illimitate verso un singolo utente e videochiamate di gruppo gratuite fino a un tempo massimo di 40 minuti. È gratis.
  • Pro — include tutti i vantaggi della versione Basic e in più offre la possibilità di effettuare videochiamate di gruppo illimitate fino a un massimo di 100 partecipanti + 1 GB di spazio per le registrazioni in cloud delle videoconferenze. Costa 13,99 euro/mese.
  • Business — comprende tutti i vantaggi inclusi nella versione Pro e in più estende il limite di partecipanti che possono partecipare alle videoconferenze a un massimo di 300. Costa 18,99 euro/mese.
  • Enterprise — include tutti i vantaggi della versione Business, estendendo la possibilità di effettuare videochiamate di gruppo illimitate a un massimo di 1000 persone. Costa 18,99 euro/mese.

Per maggiori informazioni circa i prezzi e le varie funzionalità incluse nei diversi piani di Zoom, ti esorto a visitare questa pagina presente sul sito ufficiale della piattaforma di videoconferenze.

Nota: nel momento in cui scrivo, Zoom estende temporaneamente i benefìci della versione Pro anche agli account Basic, ma soltanto a scuole e università delle zone interessate dall’emergenza di COVID-19, che purtroppo ha colpito l’Italia e diverse altre nazioni nel 2020.

Per quanto riguarda il funzionamento generale di Zoom, sappi che questa piattaforma, pur avendo l’interfaccia non ancora tradotta in italiano, è semplicissima da utilizzare. Come ti ho anticipato nell’introduzione, infatti, soltanto l’utente “chiamante” deve creare un account: i partecipanti alla call possono unirsi alla stessa mediante il link che viene inviato loro.

Detto questo, continua a leggere: più avanti trovi spiegato come riuscire a scaricare Zoom, avviare una videoconferenza e prendervi parte.

Come scaricare Zoom Meeting

La prima cosa che devi fare per poter utilizzare la piattaforma di Zoom è quella di scaricare la sua applicazione ufficiale, disponibile per Android, iOS/iPadOS e computer. Ecco, dunque, come scaricare Zoom Meeting.

Android

Zoom download Android

Per scaricare Zoom su Android, avvia il Play Store (l’icona del triangolo colorato situato nella schermata Home e/o nel drawer delle app), digita “zoom” nella barra di ricerca situata in alto e pigia sulla voce ZOOM Cloud Meetings (l’icona azzurra su cui è disegnata la cinepresa). In alternativa, se stai leggendo questo articolo direttamente dal dispositivo sul quale intendi installare l’app, fai tap su questo link, così da recarti direttamente sulla sua pagina di download.

Premi, poi, sul pulsante verde Installa, per avviare il download dell’app. Al termine della procedura, fai tap sul pulsante Apri per avviare Zoom. Se utilizzi un dispositivo senza servizi Google, ti comunico che puoi trovare Zoom anche su store alternativi.

iOS/iPadOS

Zoom download iOS

Hai un iPhone o un iPad? Beh, Zoom esiste anche come app per iOS/iPadOS: vediamo sùbito come installarla. Innanzitutto, apri l’App Store, facendo tap sulla “A” bianca stilizzata su sfondo azzurro, premi sul bottone Cerca (in basso a destra), digita “zoom” nella barra di ricerca che compare in alto e, nella schermata che si apre, fai tap sulla voce ZOOM Cloud Meetings (l’icona azzurra su cui è disegnata la cinepresa). Se stai leggendo l’articolo direttamente dal device sul quale intendi installare Zoom, fai tap su questo link, così da recarti direttamente sulla sua pagina di download.

Adesso, premi sul pulsante Ottieni situato in corrispondenza dell’app ZOOM Cloud Meetings e, se necessario, conferma lo scaricamento tramite Face ID, Touch ID o password del tuo account Apple.

PC

Zoom

Se desideri agire da PC e hai intenzione di scaricare Zoom, recati su questa pagina e poi clicca sul pulsante blu Scarica relativo al Client Zoom per riunioni. Se il sito non è in italiano, seleziona la lingua dal menu a tendina collocato a fondo pagina.

Al termine dello scaricamento, apri il pacchetto che hai ottenuto e segui la procedura guidata per portare a termine il setup. Se usi Windows, ad esempio, apri il file .exe che hai scaricato e clicca sul pulsante .

Se usi Mac, invece, apri il pacchetto .pkg, clicca sul pulsante Continua, concedi all’applicazione il permesso di accedere alla cartella Download, cliccando sul bottone OK presente nel riquadro comparso a schermo e il gioco è fatto.

Se non vuoi scaricare il client desktop di Zoom, sappi che la piattaforma è utilizzabile anche come servizio online su Chrome (non è supportata in nessun altro browser), oltre che come add-on per Chrome e anche per Firefox.

Come usare Zoom Meeting su smartphone e tablet

App Zoom

Ora è finalmente giunto il momento di vedere come usare Zoom Meeting su smartphone e tablet. Dopo aver installato e avviato l’app di Zoom sul tuo device, fai tap sulla voce Iscriviti situata in basso a sinistra, indica la tua data di nascita e compila il modulo che ti viene proposto con il tuo indirizzo email, nome e cognome; dopodiché premi sul pulsante Iscriviti.

Dopodiché accedi alla casella di posta elettronica che hai indicato in fase di registrazione e clicca sul pulsante Attiva account presente nel messaggio che ti è stato inviato dalla piattaforma, così da convalidare l’email e attivare il tuo account. Nella pagina Web apertasi, poi, inserisci la password che intendi impostare a protezione del tuo account nei campi PasswordConferma Password.

Recati nuovamente nell’app di Zoom, fai tap sulla voce Accedi che si trova in basso a destra della sua schermata principale e compila i campi Indirizzo email e Password con le tue informazioni di accesso e fai tap sul pulsante Accedi per eseguire il login. Ti segnalo, comunque, la possibilità di loggarti in modo più rapido utilizzando il tuo account Google, il tuo account Facebook o, ancora, tramite SSO (un dominio che è possibile acquistare, solo per utenti business).

Ad accesso effettuato, fai tap sul pulsante Nuova riunione posto in alto a sinistra; sposta (se necessario) su ON l’interruttore collocato accanto alla voce Video attivo e premi sul bottone Avvia una riunione. Se non ti era stato già chiesto di farlo, concedi all’app i permessi per accedere alla fotocamera e al microfono.

A questo punto, la conferenza è praticamente avviata. Per invitare altri utenti a parteciparvi, fai tap sul pulsante Partecipanti (se non lo vedi, fai tap su un punto qualsiasi dello schermo per far comparire il menu collocato in basso) e, nella schermata che si apre, pigia sul pulsante Invita situato in fondo.

Zoom

Nel riquadro apertosi, seleziona uno dei metodi di invio tra quelli disponibili (es. Messenger, Gmail, Outlook, etc.) oppure copia il link d’invito mediante il pulsante Copia link d’invito (l’ultima voce della lista) e invia il link come più preferisci (es. WhatsApp, Telegram, etc.).

Una volta invitati i partecipanti alla conferenza, dalla schermata Partecipanti in cui ti trovi in questo momento, puoi anche gestire il microfono e la fotocamera di questa ultimi, chattare con loro, rinominarli e così via: basta fare tap sul loro nome e selezionare una delle opzioni disponibili (es. Silenzia o Rinomina).

Nella schermata principale della videoconferenza, invece, mediante il menu situato in basso puoi chiudere il tuo microfono (Disattiva/Attiva l’audio) e la tua fotocamera (Disattiva/Attiva Video), condividere contenuti (Condividi), vedere la lista degli altri partecipanti (Partecipanti) e così via. Per chiudere una conferenza, invece, fai tap sul pulsante Termina situato in alto a destra e scegli se lasciare solo tu la conferenza o farla terminare per tutti.

Cosa bisogna fare invece per accedere a una conferenza di un utente? Dopo aver installato e avviato l’app di Zoom, premi sul link che ti è stato inviato dall’host (ovvero dall’utente che ha creato la videoconferenza), inserisci il tuo nome nel campo di testo apposito e fai tap sul pulsante Continua.

Dopodiché accetta le condizioni d’uso della piattaforma e concedi all’app i permessi necessari per funzionare correttamente, nello specifico quelli relativi l’accesso alla fotocamera e al microfono (se non l’avevi già fatto).

Mediante i pulsanti situati in basso, come ti ho spiegato prima, puoi chiudere microfono e fotocamera, condividere contenuti, vedere la lista degli altri partecipanti e così via. Per abbandonare una conferenza, invece, fai tap sul pulsante apposito, situato in alto a destra, e dai conferma. Semplice, vero?

Come usare Zoom Meeting su PC

Zoom

Se sei interessato a usare Zoom Meeting su PC, dopo aver installato e avviato il client ufficiale del servizio, clicca sul pulsante Accedi e, se non sei ancora registrato, clicca sulla voce Iscriviti gratuitamente, in modo tale da registrarti con la tua email. I passaggi da seguire sono i medesimi che ti ho mostrato nel capitolo precedente.

Una volta effettuata la registrazione, accedi al tuo account compilando i campi di testo Inserisci la tua email e Inserisci la tua password e poi clicca sul pulsante Accedi, per loggarti (o, se preferisci, effettua il login con il tuo account Google o Facebook, cliccando sugli appositi pulsanti).

A login effettuato, clicca sul pulsante Continua, fai clic sul pulsante arancione Nuova riunione e concedi a Zoom i permessi per accedere alla webcam e al microfono del computer. A proposito di webcam e microfono, ti segnalo la possibilità di personalizzare alcune impostazioni relative a queste periferiche.

Se vuoi agire per quanto riguarda la webcam, clicca sulla tua foto profilo (in alto a destra della finestra principale di Zoom) e seleziona la voce Impostazioni dal menu che si apre. A questo punto, vai su Video, quindi su Camera, seleziona la webcam da utilizzare per le conferenze e regola aspect ratio, risoluzione ed effetti da usare. Dalla sezione dedicata alle Riunioni, invece, puoi indica se vuoi mostrare sempre il nome dei partecipanti nel video, se disattivare il tuo video quando partecipi a una riunione e così via.

Per quanto riguarda il microfono, invece, seleziona la voce Audio dalla barra laterale presente sulla sinistra della finestra delle Impostazioni aperta a schermo e, mediante il menu situato in corrispondenza della voce Microfono, seleziona il microfono da utilizzare.

Per testarlo, clicca sul pulsante di test, inizia a dire qualcosa e clicca sul pulsante di registrazione per stoppare la registrazione e poi sul pulsante di riproduzione per verificare la qualità audio in entrata. Qualora tu voglia regolare manualmente il livello del volume in entrata, togli la spunta dalla casella per regolare automaticamente il volume del microfono e serviti della barra di regolazione apposita per apportare le modifiche desiderate.

A questo punto, la videoconferenza è praticamente avviata. Per invitare dei partecipanti, clicca sul pulsante Invita. Nella finestra che si apre, seleziona la scheda Email e invia il link di invito alla videoconferenza con Gmail, Yahoo Mail o il client impostato di default (Default Email). Altrimenti, clicca sul pulsante Copia link d’invito (in basso a sinistra) e provvedi a inviare il link di invito alla videoconferenza come meglio credi (es. WhatsApp, Telegram, etc.).

Come ti ho già spiegato nel capitolo precedente, l’utente che riceverà il link, dovrà semplicemente cliccarci sopra e acconsentire ad aprire l’app di Zoom per smartphone e tablet o il suo client desktop (qualora agisse anche lui da PC).

Per gestire la videoconferenza, poi, puoi avvalerti dei pulsanti situati in basso: Disattiva/Attiva l’audio, per disattivare e attivare il microfono; Disattiva/Attiva Video, per disattivare e attivare la webcam; Invita, per inviare nuovi inviti; Partecipanti, per controllare i vari partecipanti alla call; Condividere lo schermo, per condividere lo schermo; Chattare, per inviare messaggi ai partecipanti della conferenza; Registrazione, per registrare la call e Reazioni per inviare delle reazioni. Per terminare la call, invece, clicca sul pulsante Termina e scegli se abbandonare la conversazione o terminare la conferenza per tutti.

Zoom PC

Ti ricordo che Zoom è disponibile anche come applicazione Web utilizzabile da Chrome: basta recarsi su questa pagina, cliccare sul pulsante Iscriviti, è gratis (se si vuole effettuare una chiamata) o sul pulsante Entra in una riunione (se si vuole partecipare a una call già avviata), seguendo più o meno le indicazioni che ti ho fornito precedentemente.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.