Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come creare link chiamata WhatsApp

di

Da quando WhatsApp ha introdotto la funzione per effettuare chiamate e videochiamate, ne sei un felice utilizzatore, in quanto la ritieni molto pratica per contattare altre persone. Rispetto al suo esordio, la funzione in questione è stata migliorata sia in termini di stabilità che di funzionalità.

Tra le “chicche” che il team di WhatsApp ha aggiunto alla funzione per effettuare chiamate/videochiamate VoIP spicca quella mediante cui è possibile creare un link da inviare ad altre persone che possono prendere parte alla chiamata, il che potrebbe risultare estremamente comodo se a prendere parte alla conversazione sono decine di persone (ti ricordo che il limite massimo di partecipanti è di 32).

Se ti ho incuriosito e ora vuoi saperne di più su come creare link chiamata WhatsApp, sai già cosa fare: metterti bello comodo, concentrarti sulla lettura delle prossime righe e, soprattutto, seguire passo-passo tutte le indicazioni che ti darò. A me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come creare link chiamata WhatsApp su Android

Creare link chiamate WhatsApp su Android

Per procedere alla creazione di un link WhatsApp su Android, devi semplicemente recarti nella sezione dell'app dedicata alle chiamate e premere sulla funzione apposita.

Apri, quindi, l'app di WhatsApp, fai tap sulla scheda Chiamate posta nella parte superiore della stessa e pigia sulla dicitura Crea link alla chiamata. Fatto ciò, dall'apposito menu, seleziona il tipo di chiamata da effettuare (Videochiamata o Chiamata vocale) e decidi la modalità di invio del collegamento: Invia link tramite WhatsApp, per inoltrare il link direttamente ai tuoi contatti WhatsApp selezionando i nominativi degli stessi dalla schermata apertasi; Copia link, per copiare il link e incollarlo altrove o, ancora, Condividi link, per condividerlo su altre piattaforme di messaggistica istantanea o social network.

Una volta fatto ciò, basterà avviare la chiamata o la videochiamata e attendere che i contatti invitati vi prendano parte (per riuscirci, non dovranno fare altro che premere sul link che hai fornito loro e poi sul pulsante Partecipa).

Come creare link chiamata WhatsApp su iPhoneCreare link chiamate WhatsApp su Android

Creare link per chiamate WhatsApp su iPhone è semplice tanto quanto per Android, visto che la procedura è praticamente analoga a quella già descritta nel capitolo precedente. Lascia, comunque, che ti spieghi come agire anche sugli smartphone Apple.

Anche in questo caso la prima cosa che devi fare è aprire l'app di WhatsApp. Successivamente, premi sul bottone Chiamate collocato in basso a sinistra, seleziona la voce Crea link alla chiamata (in alto) e, dal menu Tipo di chiamata presente nella schermata apertasi, scegli la tipologia di chiamata che intendi fare (Videochiamata o Chiamata vocale).

Ora, decidi come inviare il link ai tuoi contatti: Condividi link, per condividerlo su WhatsApp o mediante altre piattaforme di messaggistica istantanea oppure Copia link, se intendi copiarlo e incollarlo in un messaggio, nel testo di una email, etc.

Effettuati i passaggi appena descritti, non dovrai fare altro che avviare la chiamata o la videochiamata e attendere che le persone invitate vi partecipino (per riuscirci dovranno semplicemente pigiare sul link che gli hai dato e premere sul bottone Partecipa).

Come creare link chiamata WhatsApp su computer

Link chiamate WhatsApp desktop

Sei giunto fino a questo punto dell'articolo sperando di poter creare link per chiamate WhatsApp su computer. Mi dispiace ma, almeno nel momento in cui scrivo, non è possibile né creare i link in questione né utilizzare quelli inviati per prendere parte a chiamate/videochiamate di cui si è ricevuto l'invito mediante link.

Se in futuro le cose cambieranno non mancherò di aggiornare l'articolo con tutte le istruzioni del caso.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.