Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come entrare sul mio WhatsApp da un altro telefono

di

Da bravo smemorato quale sei, finisci per dimenticare molto spesso il cellulare a casa o in auto e, puntualmente, ti ritrovi nell’impossibilità di leggere i messaggi WhatsApp che ti arrivano nel lasso di tempo in cui non hai accesso al tuo smartphone. Per questa ragione, da qualche giorno, hai iniziato a porti la domanda “come entrare sul mio WhatsApp da un altro telefono?”, perché ritieni opportuno avere sempre accesso alle tue chat, anche quando non hai con te lo smartphone che sei solito usare (e smarrire!).

Se le cose stanno esattamente in questo modo, allora sappi che ti trovi nel posto giusto, al momento giusto! Nel corso di questa guida, infatti, ti illustrerò alcuni metodi per accedere all’app di messaggistica più usata al mondo usando un secondo telefono, sia esso un device Android oppure un iPhone, fornendoti i dovuti chiarimenti riguardo le condizioni in cui ciò può avvenire.

Dunque, senza esitare oltre, ritaglia qualche minuto di tempo libero per te, mettiti bello comodo e leggi con molta attenzione tutto quanto ho da dirti sull’argomento: ti garantisco che il risultato saprà soddisfarti appieno. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Informazioni preliminari

Come entrare sul mio WhatsApp da un altro telefono

Prima di entrare nel vivo della questione e di spiegarti come accedere a WhatsApp da un secondo telefono, ritengo doveroso farti una premessa molto importante: allo stato attuale delle cose, WhatsApp non consente l’accesso contemporaneo allo stesso account da dispositivi differenti.

Di conseguenza, se provassi a configurare una seconda copia di WhatsApp su un dispositivo diverso da quello che usi di solito, vedresti comparire un messaggio d’avviso relativo alla disconnessione dell’account sul telefono utilizzato in precedenza, con lo stesso numero che stai tentando di configurare.

Per questo motivo, non è possibile entrare sul proprio WhatsApp da un altro dispositivo semplicemente effettuando la configurazione iniziale dell’applicazione, ma bisogna usare un sistema in grado di “replicare” lo stato dell’app originale.

A tal proposito, è possibile usare WhatsApp Web, il servizio online che consente di utilizzare WhatsApp tramite browser connettendo quest’ultimo al telefono su cui l’app è stata installata in origine, oppure al client di WhatsApp per Windows e macOS, dal funzionamento analogo. Per fare ciò, un tempo era fondamentale che lo smartphone su cui risultava configurato WhatsApp fosse connesso a Internet ma, con l’avvento della funzione Multi-dispositivo, non bisogna più soddisfare questo requisito (e per fortuna direi!).

In alternativa, ci si può affidare a un’app di terze parti, in grado di “riprodurre” le notifiche di WhatsApp su più dispositivi contemporaneamente. Nei prossimi paragrafi di questo tutorial, ti mostrerò le procedure da seguire nel caso in cui tu sia in possesso di uno smartphone Android oppure di un iPhone.

Come entrare sul mio WhatsApp da un altro cellulare

Ora che hai ben chiare le condizioni con cui ciò puoi avvenire, scommetto che non vedi l’ora di capire come entrare su WhatsApp da un altro cellulare, in modo da essere sempre connesso, anche quando non hai con te il tuo smartphone primario.

È proprio così? Perfetto, allora continua a leggere. Nei paragrafi successivi di questa guida mi appresto a mostrarti come ottenere questo risultato usando due sistemi semplici ma efficaci: WhatsApp Web e un’app di terze parti per la duplicazione delle notifiche di WhatsApp.

WhatsApp Web

Come entrare sul mio WhatsApp da un altro telefono cellulare

Il primo metodo che voglio segnalarti per associare WhatsApp a un altro cellulare prevede l’utilizzo di WhatsApp Web, cioè del servizio che permette di accedere al proprio WhatsApp via browser, effettuando una “ripetizione” dell’app presente sullo smartphone.

Come ti ho già accennato nelle battute iniziali di questa guida, poiché WhatsApp Web è una “replica” di WhatsApp per smartphone (e non un’applicazione indipendente), è indispensabile che l’app di messaggistica sia attiva e correttamente configurata sul telefono primario ma, a differenza di quanto avveniva in passato, lo smartphone non dev’essere necessariamente acceso e collegato a Internet.

Per associare WhatsApp Web sul secondo smartphone, comunque, è indispensabile avere sotto mano anche il telefono su cui è installata l’app originale. Tutto chiaro? OK, allora iniziamo sùbito!

Per avvalerti della funzione Multi-dispositivo su Android, per prima cosa devi aprire l’applicazione di WhatsApp, toccare sull’icona dei tre puntini verticali (in alto a destra) e, quindi, selezionare la voce Dispositivi collegati nel menu che si è aperto. Dopodiché premi sulla voce Multi-dispositivo (beta) nella nuova schermata apertasi, premi sul pulsante Usa la versione beta e poi fai tap sulla dicitura Avanti.

WhatsApp funzione multidispositivo beta su Android

Su iPhone, invece, dopo aver aperto l’app di WhatsApp, premi sul pulsante Impostazioni (in basso a destra), pigia sulla dicitura Dispositivi collegati e, dopo aver premuto eventualmente sul pulsante OK comparso a schermo, fai tap sulle voci Beta multi-dispositivo e Usa la versione beta (in fondo).

WhatsApp funzione multidispositivo beta su iPhone

Nota: se non vedi le diciture appena riportate è perché la funzione Multi-dispositivo non è più in fase di beta testing. Nel momento in cui scrivo questa guida sembra che alcuni utenti vedano ancora le indicazioni per aderire alla beta della feature in questione ed è per questo che ho incluso tali informazioni: se la versione di WhatsApp che usi permette di usare la funzione senza aderire al programma beta puoi passare direttamente ai passaggi seguenti.

Adesso, a prescindere dal sistema in uso, prendi il secondo dispositivo su cui intendi collegare il tuo account WhatsApp, visita la pagina di WhatsApp Web e scansiona il QR Code che vedi a schermo, avendo cura di recarti di nuovo nella schermata Dispositivi collegati di WhatsApp e di premere sul pulsante Collega un dispositivo, per poi inquadrare il QR Code presente sul secondo device.

A partire da questo momento, puoi usare WhatsApp sul dispositivo in questione, sia che il tuo smartphone sia acceso e collegato a Internet o meno. Se vuoi rendere più rapido l’accesso a WhatsApp Web, puoi crearne anche una scorciatoia in Home screen, attendendoti a questa semplice procedura.

  • Su Google Chrome — collegati a WhatsApp Web, pigia sul bottone (⋮) situato in alto a destra, seleziona la voce Aggiungi a schermata Home dal menu che si apre, digita il nome che vuoi assegnare al collegamento e, per concludere, premi sulla dicitura Aggiungi presente nel riquadro visibile a schermo.
  • Su Safari — collegati a WhatsApp Web, premi sul pulsante Condividi (l’icona della freccia all’interno del quadrato), seleziona la voce Aggiungi alla schermata Home dal menu che ti viene proposto e, dopo aver digitato il nome da assegnare alla scorciatoia nell’apposito campo di testo presente nel riquadro comparso a schermo, premi sulla voce Aggiungi e il gioco è fatto.

In caso di ripensamenti, invece, puoi disconnettere WhatsApp Web dal secondo telefono, in qualsiasi momento, attenendoti ai passaggi che ti illustro qui sotto (che devono essere eseguiti dal telefono su cui è presente l’app originale).

  • Android — apri l’app ufficiale di WhatsApp, tocca il pulsante (⋮) collocato in alto a destra e seleziona la voce Dispositivi collegati dal menu visualizzato. In seguito, fai tap sulla sessione da chiudere e, per eliminare l’associazione allo stesso, tocca il pulsante Disconnetti.
  • iOS — avvia l’applicazione di WhatsApp, tocca la scheda Impostazioni e recati nella sezione Dispositivi collegati. Per concludere, tocca sulla sessione da cui effettuare la disconnessione e sfiora la voce Disconnetti (per due volte di seguito).

Se hai bisogno di ulteriori chiarimenti sull’utilizzo di WhatsApp Web, ti invito a consultare la guida specifica che ho dedicato all’argomento.

Join

Come entrare sul mio WhatsApp da un altro telefono cellulare

Un altro ottimo metodo per entrare su WhatsApp da un altro telefono, consiste nell’utilizzare Join: nella fattispecie, si tratta di un’app che, tramite la sincronizzazione cloud, consente di visualizzare e controllare lo stato dei dispositivi configurati.

In particolare, Join permette di visualizzare le notifiche ricevute su più dispositivi contemporaneamente: usando questa caratteristica, è possibile vedere le notifiche di WhatsApp da un secondo telefono e, se necessario, rispondere tramite quest’ultimo ai messaggi ricevuti.

Trattandosi, anche in questo caso, di una “replica” delle notifiche provenienti dall’app di WhatsApp, è indispensabile che la stessa sia attiva sul telefono primario (del quale avrai comunque bisogno, almeno per la prima configurazione di Join).

Al momento in cui ti scrivo questa guida, Join è un’app gratuita (con possibilità di acquisti in-app per lo sblocco di funzioni aggiuntive, non utili ai fini di questa guida) ed è disponibile per i soli terminali Android.

Come dici? Questa possibilità ti stuzzica e non vedi l’ora di metterla in pratica? Perfetto, vediamo subito come procedere. Per cominciare, scarica l’app di Join dal Play Store (vedi se c’è su store alternativi a quello di Google, qualora dovessi avere un terminale Android senza i servizi del colosso di Mountain View) e installala su tutti e due i telefoni: quello primario e quello su cui replicare le notifiche.

Come entrare sul mio WhatsApp da un altro telefono cellulare

Una volta ottenuta l’app, provvedi a configurarla su entrambi i dispositivi (l’ordine d’azione è indifferente): dopo aver avviato Join, fai dunque tap sul pulsante Accedi con Google, accetta i termini d’uso del servizio sfiorando il bottone Agree e, in seguito, scegli l’account Google tramite il quale iscriverti al servizio (dev’essere lo stesso su entrambi i telefoni).

Una volta effettuato il login su Google, tocca il pulsante Consenti, per autorizzare Join ad accedere al tuo profilo, fai tap sul pulsante Skip (in basso a sinistra) per saltare il tutorial di configurazione iniziale e, quando richiesto, tocca il pulsante Consenti, per autorizzare Join ad accedere ai contenuti multimediali e alla posizione del telefono.

Per concludere la fase di configurazione iniziale, tocca le icone Shared e Your Devices e, quando richiesto, rispondi No alla richiesta di aggiungere nuovi dispositivi a Join.

Dopo aver configurato Join su entrambi i device, torna sul telefono primario (cioè quello su cui hai installato l’app di WhatsApp), richiama il menu principale di Join, facendo tap sul pulsante ☰ (in alto a destra) e tocca la voce Impostazioni situata al suo interno.

Ora, recati nella sezione Notifiche, fai tap sul pulsante Accesso alle notifiche, sposta su ON la levetta relativa a Join e tocca il pulsante Consenti situato nella schermata d’avviso che compare successivamente. Ora, premi il tasto Indietro di Android e sposta su ON la levetta Send Notification, per abilitare l’invio delle notifiche ad altri dispositivi.

Come entrare sul mio WhatsApp da un altro telefono cellulare

Superato anche questo step, fai tap sulla voce Dispositivi notificati e apponi il segno di spunta sul nome del secondo cellulare (quello su cui ricevere le notifiche di WhatsApp); infine, tocca la voce Notifiche app, apponi il segno di spunta accanto alla voce WhatsApp e premi il pulsante OK, per confermare le modifiche effettuate.

Fatto! A partire da questo momento, hai la possibilità di vedere le notifiche di WhatsApp anche sul secondo telefono; se lo desideri, puoi rispondere ai messaggi toccando la voce Rispondi direttamente, annessa al messaggio di notifica visualizzato sul secondo dispositivo (toccando il fumetto di notifica, invece, verrai ricondotto alla pagina di download di WhatsApp). Contento?

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.