Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come salvare i preferiti di Chrome

di

Dopo aver provato per un po' di tempo Chrome, hai deciso di passare a un altro browser? Bene, ma che ne dici di rendere questo passaggio meno “traumatico” trasferendo i segnalibri che avevi salvato su questo browser nel tuo nuovo programma di navigazione? Sì, si può fare, ed è anche un gioco da ragazzi!

Anche se un po' nascosta rispetto ad altre opzioni di utilizzo comune, Chrome integra anche una funzione che permette di esportare tutti i siti salvati nei preferiti in un file HTML che poi può essere importato in altri browser. In questo modo si riescono ad avere tutti i segnalibri subito a portata di clic senza doverli reimpostare manualmente.

Vorresti sapere, con esattezza, quali sono con i passaggi che bisogna compiere per salvare i preferiti di Chrome? Allora continua a leggere, trovi spiegato tutto qui sotto. Adesso però non dilunghiamoci troppo in chiacchiere e concentriamoci sull'argomento principale di questo mio tutorial. Detto ciò, non mi resta che augurarti una buona lettura.

Indice

Come salvare i Preferiti di Chrome su PC

Se vuoi sapere come esportare Preferiti Chrome su altro PC, quello che devi fare è leggere con attenzione le indicazioni che ti fornirò nei prossimi capitoli, nei quali ti spiegherò come procedere sia con la sincronizzazione dell'account Google su Chrome, sia manualmente tramite file HTML o con i sistemi integrati su altri browser.

Come salvare i Preferiti di Chrome su account Google

Come salvare i Preferiti di Chrome su account Google

Un metodo facilissimo per salvare i Preferiti e le password di Chrome è quello che consiste nel collegare un account Gmail a questo browser in modo che tutti i dati siano salvati nel cloud di Google.

Per fare ciò, avvia Chrome sul tuo PC Windows, Mac o Linux e, nella schermata principale, fai clic sull'icona dell'omino in alto a destra. Nel riquadro che visualizzi, premi sul tasto Attiva la sincronizzazione e, nella nuova sezione che visualizzi, inserisci i dati di accesso al tuo account Google.

Adesso, premi sul tasto Sì accetto e il gioco è fatto. Per verificare che tutto stia andando nel verso giusto, premi sulla tua miniatura in alto a destra e fai poi clic sulla voce La sincronizzazione è attiva. A questo punto, premi sulla voce Gestisci i dati da sincronizzare e attiva la casella Sincronizza tutto oppure attiva quella denominata Personalizza sincronizzazione, attivando poi le voci Preferiti (e in caso anche Password).

Fatto ciò, automaticamente tutti i tuoi dati memorizzati nel browser (in questo caso i Preferiti e/o le password) verranno salvati nel cloud di Google e, collegando lo stesso account Gmail al browser Chrome su un altro PC o dispositivo mobile, potrai avere a disposizione tutti i tuoi dati. Maggiori info qui.

Come salvare i preferiti di Chrome offline

Come salvare i preferiti di Chrome offline

Se non vuoi collegare un account Google a Chrome per sincronizzare i tuoi dati in cloud e poi portarli in un'altra installazione del browser, puoi anche eseguire l'esportazione dei segnalibri in un file HTML, da poter eventualmente importare in altri browser.

Per esportare Preferiti su Google Chrome, avvia il browser e premi sull'icona ⁝ situata in alto a destra. Nel riquadro che visualizzi, premi sulle voci Preferiti > Gestione Preferiti, per accedere alla sezione di gestione dei segnalibri, premi sull'icona ⁝ in alto a destra e fai clic sulla voce Esporta preferiti nel riquadro che ti viene mostrato. A questo punto, scegli una cartella di destinazione sul tuo PC e premi sul tasto Salva per esportare tutti i segnalibri in un file HTML.

Arrivato a questo punto, puoi facilmente importare i segnalibri su un'altra installazione di Chrome o in qualsiasi altro browser. In che modo? Per quanto riguarda Google Chrome, fai clic sull'icona ⁝ e premi poi sulla voce Impostazioni.

A questo punto, premi sulla scheda Tu e Google sulla barra laterale, fai clic sulla voce Importa preferiti e impostazioni e, nel menu a tendina del riquadro a schermo, seleziona l'opzione File HTML preferiti. Premi poi sul tasto Scegli file, individua il file HTML precedentemente esportato e poi fai clic sul tasto Apri per concludere l'operazione.

Come esportare Preferiti da Chrome a Firefox

Come esportare Preferiti da Chrome a Firefox

Se vuoi esportare i segnalibri da Chrome per importarli in Firefox (o qualsiasi altro browser), la prima cosa che devi fare è ottenere il file HTML dei preferiti del browser di Google, così come ti ho spiegato nel capitolo precedente.

Una volta ottenuto il file HTML dei segnalibri, avvia Firefox e premi sull'icona del menu in alto a destra. A questo punto, seleziona le voci Segnalibri > Gestisci segnalibri per aprire la schermata di gestione dei segnalibri di Firefox.

A questo punto, premi sulle voci Importa e salva > Importa segnalibri da HTML, individua il file HTML esportato precedentemente da Chrome e fai clic sul tasto Apri, per completare il processo d'importazione dei dati.

In alternativa, puoi effettuare la procedura automatica d'importazione dei segnalibri di Firefox: fai clic sull'icona del menu in alto a destra, seleziona le voci Segnalibri > Gestisci segnalibri e, nel riquadro che visualizzi, premi sulle voci Importa e salva > Importa dati da un altro browser. Scegli dunque Chrome dall'elenco, premi sul tasto Avanti, attiva la casella Segnalibri e premi su Avanti per concludere.

Se, invece, il tuo scopo è mantenere sincronizzati i segnalibri tra Chrome e Firefox (o qualsiasi altro browser), devi sapere che purtroppo non c'è modo di farlo. L'unica cosa che ti posso consigliare è usare un servizio esterno, come Randrop.io, che consente di salvare pagine Web e altri contenuti (un po' proprio come i segnalibri) e accedervi da qualsiasi browser e dispositivo. La versione gratuita ha alcune limitazioni relativamente alla quantità di dati che puoi esportare: trovi tutti i dettagli in questa pagina.

Come salvare i Preferiti di Chrome su Android

Come salvare i Preferiti di Chrome su Android

Se vuoi salvare i Preferiti di Chrome su Android, la procedura che puoi impiegare è quella relativa alla sincronizzazione dei dati con il tuo account Google, in modo simile a quanto già visto su PC.

Pertanto, avvia l'app di Chrome sul tuo smartphone o tablet Android, fai tap sull'icona ⁝ in alto a destra e premi sulla voce Impostazioni nel riquadro che visualizzi. Adesso, premi sulla voce Attiva la sincronizzazione (se non hai collegato un account Google), seleziona l'account già configurato su Android o premi sul tasto Aggiungi un account al dispositivo per associarne uno nuovo. Fatto ciò, premi sul tasto Sì accetto, per abilitare la sincronizzazione dei dati sul tuo account Google.

Adesso, nella schermata delle impostazioni di Chrome, fai tap sull'account Google configurato, premi sulla voce Sincronizzazione ON e scegli quali dati abilitare alla sincronizzazione in cloud. Puoi spostare la levetta su ON alla voce Sincronizza tutto oppure assicurarti che sia attiva la casella a fianco della voce Preferiti.

Come salvare i Preferiti di Chrome su iPhone e iPad

Come salvare i Preferiti di Chrome su iPhone e iPad

Per salvare i Preferiti di Chrome su iPhone o iPad, la procedura da seguire è molto semplice e non differisce da quanto ti ho già indicato nelle precedenti righe riguardo ai device Android.

Devi sapere, infatti, che le funzionalità di Chrome su iPhone/iPad sono molto simili a quelle delle versione per Android e, nello specifico, le operazioni da effettuare per abilitare la sincronizzazione dell'account Google su questo browser per dispositivi mobili sono identiche a quelle che ti ho già illustrato nel precedente capitolo.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.