Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come inviare modello AA9/12

di

La tua attività è cresciuta, diventando ormai professionale, quindi hai deciso di aprire la partita IVA: cosa che vorresti fare da solo e in autonomia, ma non sai ancora in che modo. Le cose stanno così, vero? Allora non preoccuparti, questa guida fa è qui proprio per aiutarti.

Nei prossimi capitoli, infatti, ti spiegherò come inviare modello AA9/12: il documento necessario per dichiarare l’avvio dell’attività, o eventualmente anche per modificarla o cessarla. Scoprirai che è possibile mandare dichiarazioni inerenti la partita IVA anche per via telematica, comodamente da casa, seguendo una determinata procedura.

Se sei pronto per sapere dove trovare questo modello AA9/12 e come fare a inviarlo, ritagliati qualche minuto di tempo libero e leggi quello che ho da dirti: vedrai che, alla fine, non è poi così difficile aprire la partita IVA da soli. Ti auguro una buona lettura e un in bocca al lupo per il tuo lavoro!

Indice

Che cos’è il modello AA9/12

Come inviare modello AA9 12 e di cosa si tratta

Ti hanno riferito che per aprire la partita IVA è necessario un certo documento, chiamato modello AA9/12, che puoi compilare e inviare anche da solo: la questione, però, non è molto chiara e ti stai solo domandando che cos’è il modello AA9/12.

Ebbene, il modello AA9/12 è un modulo che va obbligatoriamente compilato quando si decide di aprire, modificare o cessare una partita IVA di imprese individuali o lavoratori autonomi, altrimenti detti persone fisiche. Questi soggetti possono così dichiarare l’inizio attività, da svolgere regolarmente, pur non essendo tenuti a iscriversi al Registro delle Imprese o al Registro delle notizie economiche e amministrative (Rea). Coloro i quali, invece, non rientrano in questa descrizione devono utilizzare il modello AA7/10, destinato a chi ha una società.

Il modo più rapido che hai per ottenere il modello AA9/12 è scaricarlo dal sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate, ente preposto anche a ricevere la copia compilata. Se non sai come inviare il modello AA9/12 debitamente riempito, sappi che hai diverse possibilità: per via telematica attraverso canali come Fisconline e Agenzia delle Entrate (in completa autonomia), oppure attraverso un intermediario, ad esempio un CAF (Centro di Assistenza Fiscale) o un commercialista, figure che potranno utilizzare il sistema telematico Entratel.

In alternativa puoi presentarti di persona presso uno sportello fisico dell’Agenzia delle Entrate (oppure puoi delegare un’altra persona, sempre allegando due copie del modello) o inviare una copia del modulo AA9/12, corredata di copia fotostatica di un documento valido e identificativo, all’Agenzia delle Entrate tramite raccomandata.

Nel caso della presentazione del modello per via telematica, verrà considerata come data d’inizio attività quella della ricezione dello stesso da parte dell’Agenzia delle Entrate, mentre con la raccomandata farà fede il giorno di spedizione.

Oltre che per l’apertura della partita IVA, il modello AA9/12 va presentato, con le modalità appena descritte, anche in caso di modifica di una delle voci dichiarate all’apertura della partita IVA o se si ha intenzione di cessare l’attività individuale o la professione in forma autonoma, entro 30 giorni dall’avvenuta mutazione o termine del lavoro. Di questo, però, ti parlerò nei capitoli successivi della guida.

Piuttosto ti ricordo che, se per tre anni consecutivi non svolgerai nessuna prestazione con la tua partita IVA, dunque non dichiarerai nuovi guadagni, l’Agenzia delle Entrate ha la facoltà di chiuderla.

Il modello AA9/12, come anticipato, puoi scaricarlo in versione PDF dal sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate cliccando sulla voce Modello AA9/12 e relative istruzioni — pdf. Al suo interno troverai anche delle indicazioni per compilarlo e noterai diverse suddivisioni in aree, dette quadri. Tuttavia ti servirà un software di compilazione (descritto in seguito) per poi inviare il modello telematicamente in modo regolare.

Per ciò che riguarda le varie sezioni del modulo AA9/12, nel quadro A dovrai indicare l’oggetto per cui compili il modulo, cioè se si tratta dell’apertura della partita IVA, se intendi apportare delle modifiche a quanto dichiarato in origine o se vuoi chiudere la partita IVA. Nel quadro B vanno inseriti dati come il tipo di attività che intendi esercitare, la sede, il suo nome e dettagli più “tecnici”, come il codice ISTAT: se non sei sicuro, chiedi una mano a un professionista esperto in materia.

C’è, poi, il quadro C, in cui ti saranno chiesti i tuoi dati personali in quanto titolare dell’attività e il quadro D, dove inserire quelli di un’eventuale altra persona incaricata. Il quadro E è riservato alla dichiarazione di particolari trasformazioni avvenute nella tua attività, come la cessione o l’affitto d’azienda. Nel quadro F si chiede di specificare i luoghi di conservazione delle scritture fiscali, che, nel caso di una partita IVA a regime forfettario, può vedere l’esonero dall’obbligo di scritture contabili a favore della sola conservazione delle fatture.

Il quadro G prende in considerazione i codici ATECO, cioè dei formulari che identificano ogni determinata attività lavorativa: qui devi capire se la tua professione può appartenere a una sola di queste categorie o se, invece, devi essere rappresentato da più codici attività. Nel quadro H sarai tenuto a indicare se i beni acquistati, importati o prodotti non si trovano negli stessi luoghi dove svolgi la tua attività, o dove la svolgono i tuoi rappresentanti. Altre informazioni sono destinate al quadro I.

Perché, allora, dovresti aprire una partita IVA utilizzando il modello AA9/12? Ti ricordo, ad esempio, che per vendere su Internet da professionista, aprire un e-commerce e, anche, per vendere su piattaforme di terze parti potrebbe esserti richiesta proprio la partita IVA. A tal proposito, leggi le mie guide su come vendere online partendo da zero, su come creare un ecommerce con Shopify e su come aprire un negozio su Amazon.

Come inviare telematicamente il modello AA9/12

Come inviare modello AA9 12 Area riservata dell'Agenzia delle Entrate

Ora che hai in mano tutto ciò che ti serve per aprire la tua partita IVA, per apportare delle modifiche o chiuderla, non ti resta che capire come inviare telematicamente il modello AA9/12, il metodo più veloce per portare a termine la procedura.

Molto bene: dopo scaricato il modello AA9/12 e letto le istruzioni presenti al suo interno (leggi anche il capitolo precedente, per sapere dove reperirlo), per poterlo trasmettere all’Agenzia delle Entrate sarà necessario portare a termine una serie di passaggi: il primo di essi è effettuare la registrazione a Fisconline, la piattaforma dell’Agenzia delle Entrate che ti permetterà di comunicare con l’ente. Per farlo devi munirti di identità SPID, come ti ho spiegato nel tutorial appena linkato.

Ti ricordo che puoi accedere a Fisconline anche tramite l’app AgenziaEntrate, disponibile per dispositivi Android, su Google Play Store o store alternativi, e per dispositivi iOS/iPadOS, su App Store.

Una volta ottenuto lo SPID, raggiungi il sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate e clicca sulla voce Area riservata. Nella pagina che si aprirà, vai alla sezione Entratel/Fisconline e clicca sul pulsante Accedi, quindi, nella schermata successiva, recati nell’area Accedi al servizio ed esegui l’accesso con il tuo SPID (selezionando il provider con cui hai ottenuto la tua identità digitale).

Quando sarai riuscito a entrare alla tua Area riservata, potrai usare il menu collocato a sinistra, attraverso la voce Software, per fare uso dei programmi per la compilazione e il controllo del modulo AA9/12, così come utilizzare le voci Servizi per > Invio allo scopo di allegare il file con la dichiarazione.

La voce Ricevute, invece, ti servirà per verificare l’effettiva ricezione del modulo da parte dell’Agenzia delle Entrate. Tra l’altro non avrai bisogno d’installare sul computer il Desktop Telematico, un “contenitore” di applicazioni correlate all’Agenzia delle Entrate per effettuare l’autenticazione dei documenti e del quale parlerò più avanti in questo capitolo.

Quello appena descritto è senza dubbio il modo più pratico per l’invio modello AA9/12, tuttavia puoi procedere a scaricare e installare sul tuo PC il software di compilazione, anche senza SPID, CIE o CNS. Per riuscirsi, raggiungi la pagina dedicata e leggi le informazioni che ti vengono fornite: il software può essere utilizzato sia da chi desidera inviare il modello AA9/12 autonomamente, tramite il servizio Fisconline, oppure da chi vorrà procedere all’invio modello AA9/12 Entratel, cioè il servizio che utilizzano gli intermediari (ad esempio CAF e commercialisti) per la trasmissione dei documenti, se deciderai di rivolgerti a uno di loro.

Come inviare modello AA9 12 Software di controllo

Fatto ciò, recati nel box in basso denominato Servizi e seleziona la dicitura Software di compilazione, dunque, nella pagina che si aprirà, scegli la voce Software per utenti Windows oppure la voce Software per utenti Macintosh, secondo il tuo sistema operativo, ed espandi il menu relativo all’opzione, cliccando sulla freccia rivolta verso il basso.

Noterai che sono presenti tre diverse aree: una inerente la Dichiarazione d’inizio attività, una per la Variazione dati attività e una per la Cessazione attività, tutte dedicate alle imprese individuali e lavoratori autonomi. In ogni sezione sono presenti almeno un paio di link per scaricare il software, di cui uno alternativo e, nel caso di Windows è presente anche il link al file d’installazione .bat, necessario per la risoluzione di eventuali errori durante il procedimento di download.

Ora, prima di procedere con l’installazione del software di compilazione, scorri la pagina fino alla voce Operazioni preliminari: l’Agenzia delle Entrate avverte che, per poter eseguire il software, è necessario utilizzare la Java Virtual Machine dalla versione 1.6.0 e successive, così come essere in possesso di un programma in grado di visualizzare e, eventualmente, stampare i file PDF. Per saperne di più leggi le mie guide su come scaricare Java e sui programmi per PDF.

Come inviare modello AA9 12 Java Virtual Machine

Per prima cosa, quindi, dovrai controllare se hai già installato la Java Virtual Machine dalla versione 1.6.0 sul tuo PC, o se hai un software simile, oppure scaricarla da questo link fornito dall’Agenzia delle Entrate.

Dopo aver installato la Java Virtual Machine, torna al menu del Software di compilazione dedicato al tuo sistema operativo e clicca sul link che t’interessa, secondo l’operazione che devi svolgere con il modello AA9/12.

Avvia il file .exe e segui le indicazioni a monitor (Windows), oppure recati nella cartella download e clicca sul file .zip appena scaricato (Mac) e, di nuovo, segui le istruzioni. In caso di problemi, attua una verifica della firma del programma, come indicato a questo link.

Se tutto è andato per il verso giusto, dovresti cliccare sull’icona del file che identifica il modello AA9/12 (attribuzione, variazione o cancellazione partita IVA) aprendolo, poi selezionare la voce File, nella barra menu situata in alto e, quindi, scegliere la voce Nuova dichiarazione.

Adesso compila i quadri che ti riguardano, seguendo le indicazioni fornite anche nel capitolo precedente.

Il file della dichiarazione può essere salvato anche in versione provvisoria e modificato, fino al completamento definitivo. Quando sei sicuro dei dati inseriti, torna nel menu principale e clicca sulla voce Strumenti, poi scegli la voce Prepara file.

Per escludere qualsiasi tipo di difformità nel documento, prima del suo invio, potresti dover utilizzare anche un software di controllo: quest’ultimo è messo a disposizione anche dall’Agenzia delle Entrate e dalle piattaforme Fisconline e Entratel ed è chiamato Desktop Telematico.

Per ottenere il Desktop Telematico, collegati al sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate, scorri la home page fino alla voce Tutti i servizi e cliccaci sopra: all’interno della successiva pagina che si aprirà, fai clic sul tasto Altri servizi e, poi, seleziona la voce Desktop Telematico.

Nella pagina seguente, individua e clicca sul bottone Scarica l’applicazione e, nella schermata che si aprirà, scegli il link di download corrispondente al tuo sistema operativo, dunque cliccaci sopra, avviando la procedura.

Anche in questo caso sarà necessario avere attiva la Java Virtual Machine, ma dovresti già aver risolto il problema all’atto di scaricare il software per la compilazione del modello AA9/12.

A questo punto, clicca sul file eseguibile presente sul tuo computer per procedere all’installazione del programma (maggiori info qui). Al primo accesso al Desktop Telematico dovrai poi configurare una sorta di “account”, inserendo dati come nome utente e password, che ti saranno richiesti al successivo Login.

Come inviare modello AA9 12 Desktop Telematico

Nella pagina di benvenuto che visualizzerai, seleziona poi la voce Applicazioni e, quindi, fai clic sulla voce Installa software: nel menu che si aprirà, scegli la voce Applicazione File Internet, se vuoi procedere con l’invio modello AA9/12 in autonomia, clicca sul tasto Avanti e, nella scheda successiva, fai clic sul bottone Fine.

Al termine della procedura potrebbe esserti richiesto di riavviare il Desktop Telematico. Quando riaprirai il programma dovresti trovare nel menu principale la voce Applicazioni e, selezionandola, aprire un altro menu a tendina da cui è possibile scegliere l’opzione File Internet.

Dopo averla scelta, dal menu collocato in alto, seleziona la voce Documenti, quindi clicca l’opzione Controlla file: verrà generato un file adatto alla trasmissione all’Agenzia delle Entrate, con estensione .dgn.

Sempre dall’applicazione File Internet sarà obbligatorio scegliere la voce Prepara file, dal menu Documenti, selezionare il file controllato dalla finestra di dialogo che si aprirà, inserire i dati richiesti, come il codice fiscale e il PIN precedentemente richiesto della piattaforma Fisconline, infine premere il tasto Prepara file e, nella schermata successiva, il pulsante Invia.

Attenzione: i file inviati all’Agenzia delle Entrate (in ultima battuta saranno in formato .ccf), o presso servizi ad essa collegati, risulteranno effettivamente presentati nel momento della ricezione: per questo sarà necessario verificare la presenza della ricevuta, un file che trovi sotto la voce Documenti, alla dicitura Visualizza esito.

Variazioni e chiusura partita IVA con modello AA9/12

Come inviare modulo AA9 12 per variazione dato o cessazione attività

Tra le altre procedure che si possono portare a termine utilizzando il modulo in oggetto, ci sono le variazioni e chiusura partita IVA con modello AA9/12.

Come già accennato all’interno di questa guida, lo stesso modello AA9/12 consente di apportare modifiche alla dichiarazione d’inizio attività, oppure di chiudere la partita IVA. In che modo questo è possibile? Semplicemente utilizzando la voce dedicata a una delle due casistiche, all’interno del software di compilazione. Ti rimando nel capitolo precedente per ulteriori dettagli.

Vorrei anche ricordarti che, nel caso dovessi avere problemi con il download dei software necessari all’invio corretto del modello AA9/12, troverai delle soluzioni all’interno delle stesse pagine dove sono presenti i link da scaricare, oppure potrebbe essere il tuo sistema operativo a suggerirti come agire o, ancora, puoi consultare l’assistenza online della piattaforma Fisconline, a questo link.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.