Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per PDF

di

Stai cercando un software che possa permetterti di visualizzare i file PDF sul PC, magari con la possibilità di aggiungere firme, annotazioni, frecce e via discorrendo a questi ultimi? Avresti bisogno di uno strumento per trasformare i tuoi PDF da un formato all’altro ma non sai quale usare? Allora direi che sei capitato sulla guida giusta, al momento giusto.

Con questo tutorial, infatti, intendo indicarti quelli che, a mio modesto avviso, rappresentano i migliori programmi per PDF attualmente presenti sulla piazza e che sono in grado di soddisfare qualsiasi esigenza relativa all’apertura e all’editing dei file in quesitone.

Di software appartenenti alla categoria ce ne sono parecchi, sia gratis che a pagamento e compatibili con tutti i principali sistemi operativi (Windows, macOS e Linux). Molti di essi sono di semplicissimo utilizzo; altri, con funzionalità più avanzate, richiedono un po’ di studio in più. Insomma, la scelta non manca affatto e — pensa — ci sono addirittura delle soluzioni fruibili direttamente via Web, senza dover scaricare e installare nulla sul computer. Per saperne di più, continua a leggere.

Indice

Programmi per PDF: lettura

Iniziamo dai programmi per PDF che consentono la lettura della suddetta tipologia di documenti. Qui sotto, dunque, trovi segnalate quelle che ritengo essere le più interessanti soluzioni di questo tipo per Windows, macOS e Linux.

Adobe Acrobat Reader DC (Windows/macOS)

Adobe Acrobat Reader DC

Il primo tra i programmi per PDF che voglio suggerirti di usare è Adobe Acrobat Reader DC: il software per eccellenza di questa categoria. È stato creato da Adobe, l’azienda che ha sviluppato il formato PDF e consente anche di apportare varie modifiche ai documenti.

È disponibile per Windows e macOS e di base è gratis, ma alcune funzioni, come la possibilità di editare il testo esistente, sono riservate agli abbonati alla versione a pagamento, denominata Acrobat DC, che presenta prezzi a partire da 18,29 euro/mese (ma si può provare gratis per 7 giorni).

Per scaricare il programma sul tuo computer, visita il relativo sito Internet e fai clic sul bottone Scarica Acrobat Reader. Completato il download, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e fai clic sul pulsante nella finestra che vedi comparire sul desktop. Aspetta poi che il download dei componenti per far funzionare il programma venga portato a termine e premi sul bottone Termina.

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg ottenuto e fai doppio clic sul file .pkg che si trova nella finestra che ti viene mostrata. Dopo aver fatto ciò, premi sul pulsante Continua (per due volte consecutive), digita la password del tuo account utente su Mac, fai clic sul pulsante Installa software e concludi il setup premendo sul bottone Chiudi.

Una volta visualizzata la finestra di Adobe Acrobat Reader DC sullo schermo, decidi se impostare il software come lettore predefinito per i PDF oppure no, dopodiché vai nel menu File > Apri, in alto a sinistra, e seleziona il PDF che intendi visualizzare. Successivamente, ti verrà mostrato il documento nella parte centrale della finestra del software.

Serviti quindi dei pulsanti collocati sulla barra degli strumenti in alto per regolare la visualizzazione del file: quelli con i simboli (+) e (-) ti consentono di definire il livello di zoom, quello con la lente d’ingrandimento di cercare testi specifici nel documento, quelli con le frecce di scorrere tra le pagine del PDF ecc.

Ancora più in alto c’è la barra dei menu di cui sopra, tramite cui poter accedere ad altre funzionalità utili, mentre a sinistra c’è un’altra toolbar con i pulsanti per visualizzare le miniature delle pagine che compongono il PDF, per aggiungere e visualizzare i segnalibri e per vedere gli allegati. Maggiori info qui.

Sumatra PDF (Windows)

Sumatra PDF

Utilizzi Windows e cerchi un altro software capace di fungere da lettore PDF per il tuo computer? Allora prova Sumatra PDF. Si tratta di un programma a costo zero concepito per leggere eBook in formato ePub o MOBI, file XPS, fumetti digitali in formato CBZ o CBR e, ovviamente anche documenti PDF, altrimenti non starei neppure qui a segnalartelo. Da notare che è disponibile anche in versione no-install.

Per scaricare Sumatra PDF sul tuo PC, visita il relativo sito Web, fai clic sulla scheda Download presente in alto e poi sul collegamento SumatraPDF-x.x-x.zip che trovi accanto alla voce Portable version (sotto la dicitura 64-bit builds oppure sotto quella 32-bit builds, a seconda della versione di Windows che stai usando).

A download avvenuto, estrai l’archivio ZIP ottenuto in una posizione a piacere e avvia il file .exe contenuto al suo interno. Una volta visualizzata la finestra del software sul desktop, clicca sul collegamento Apri documento che si trova in alto a sinistra e seleziona il PDF di tuo interesse presente sul computer. Dopo aver fatto ciò, il documento verrà aperto e potrai finalmente visualizzarlo.

Ti segnalo poi che nella parte in alto della finestra del software è presente una barra degli strumenti con vari bottoni e funzioni per gestire la visualizzazione del documento: i pulsanti con le frecce ti consentono di scorrere tra le pagine del PDF, quelli con le lenti d’ingrandimento di regolare lo zoom, il campo di ricerca ti consente di cercare specifiche parole all’interno del documento ecc.

In alto a sinistra, invece, trovi il pulsante con le tre linee in orizzontale che consente di accedere ai menu del programma per regolare le impostazioni, gestire i preferiti ecc., mentre a sinistra c’è la sezione con i segnalibri.

Anteprima (macOS)

Anteprima PDF

Se stai cercando dei programmi per PDF Mac, sappi che puoi contare su Anteprima. Si tratta, infatti, dell’applicazione per la visualizzazione di immagini e documenti PDF inclusa “di serie” in macOS. Include anche alcuni strumenti per effettuare semplici operazioni di editing.

Per usare Anteprima per visualizzare i tuoi PDF, apri il file di tuo interesse facendoci doppio clic sopra. Se nel fare ciò non si apre Anteprima, per rimediare fai clic destro sull’icona del PDF, seleziona la voce Apri con dal menu contestuale e poi scegli la dicitura Anteprima. Successivamente, comparirà la finestra di Anteprima con all’interno il tuo PDF e potrai quindi scorrere tra le varie pagine che lo compongono.

Nella parte in alto della schermata, invece, c’è la barra degli strumenti con vari pulsanti: quelli con le lenti d’ingrandimento per regolare il livello di zoom, quello con il quadrato e la freccia verso l’alto per la condivisione, quello con la penna per evidenziare, quello con il quadrato e la freccia per ruotare il PDF e quello con la matita nel cerchio per apportare modifiche di vario tipo.

In alto a sinistra trovi poi il bottone con la finestra per definire il tipo di visualizzazione, mentre ancora più sopra è presente la barra dei menu con altri comandi utili.

Altri programmi per PDF: lettura

Foxit Reader

Nessuno dei lettori PDF che ti ho già suggerito ti ha convinto in maniera particolare e, dunque, ti piacerebbe che ti suggerissi qualche alternativa? Detto, fatto! Le trovi nell’elenco qui di seguito.

  • Foxit Reader (Windows/macOS/Linux) — programma gratuito, facilissimo da usare e multipiattaforma, il quale permette di leggere i file PDF (anche più documenti in simultanea), oltre che di aggiungere note ai documenti, compilarli e firmarli. Date le sue caratteristiche, viene considerato dai più come uno dei migliori programmi per PDF gratis.
  • SlimPDF Reader (Windows/macOS/Linux) — semplice software multipiattaforma che permette di leggere i documenti in formato PDF, ma anche di aggiungere commenti e annotazioni varie. Dispone altresì di una gradevole interfaccia utente ed è facilissimo da usare. È gratis.
  • Skim (macOS) — applicazione gratuita e specifica per macOS che consente di visualizzare i file in formato PDF e di effettuare varie altre operazioni, come ad esempio aggiungere annotazioni ai documenti, creare dei ritagli di testo, inserire segnalibri all’occorrenza ecc. Si integra con Spotlight ed è piuttosto leggero.

Programmi per PDF editabili

Passiamo adesso ai programmi per PDF che consentono di effettuare operazioni di editing sui documenti che gli vengono dati “in pasto”. Trovi segnalati qui sotto quelli che, a parer mio, rappresentano i più interessanti per Windows, macOS e Linux.

LibreOffice (Windows/macOS/Linux)

LibreOffice

Hai mai sentito parlare di LibreOffice? No? Nessun problema, rimediamo subito. Si tratta di una site per la produttività, totalmente gratuita e di natura open source, che va a porsi come diretta concorrente a costo zero di Microsoft Office. Include, infatti, applicazioni per redigere testi, elaborare fogli di calcolo, realizzare presentazioni ecc. Tra le sue funzioni c’è anche quella che consente di modificare i PDF, aggiungendovi testi personalizzati, modificando quelli già presenti (ove possibile) ed effettuando varie altre operazioni di editing, come inserire evidenziazioni, immagini ecc. È compatibile con Windows, macOS e Linux.

Per scaricare LibreOffice sul tuo computer, collegati al relativo sito Web e clicca sul pulsante Scaricate la versione xx presente al centro della pagina.

Completato il download, se stai usando Windows, apri il pacchetto d’installazione ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sul desktop, fai clic sul bottone Esegui. Successivamente, premi sul bottone Avanti, seleziona l’opzione Tipica e fai clic sui bottoni Avanti, Installa, e Fine.

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg ottenuto, sposta l’icona di LibreOffice nella cartella Applicazioni, facci clic destro sopra e scegli la voce Apri dal menu visualizzato. A questo punto, fai clic sul pulsante Apri nella finestra comparsa sullo schermo, così da avviare il programma andando ad aggirare le limitazioni di Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio). In seguito, chiudi il programma completamente usando la combinazione di tasti cmd+q.

Sempre su macOS, dopo aver eseguito i passaggi di cui sopra, recati nuovamente sul sito Internet di LibreOffice e fai clic sul pulsante Interfaccia utente tradotta, in modo da procurarti il pacchetto per tradurre il software in italiano (che su Windows invece è incluso nel pacchetto d’installazione base).

A scaricamento completato, apri il nuovo pacchetto .dmg ottenuto, fai clic destro sull’eseguibile LibreOffice Language Pack che si trova al suo interno, scegli la voce Apri dal menu che compare e premi sui pulsanti Apri e Installa. Adesso, seleziona la voce /Applications/LibreOffice.app dalla finestra che si apre e premi sul bottone Installa. Se nell’eseguire questi passaggi compare un avviso relativo ai permessi, per finalizzare il setup premi sul pulsante Sì, identificami, digita la password del tuo account utente e clicca sul bottone OK (per due volte).

A prescindere dal sistema operativo impiegato, una volta visualizzata la finestra di LibreOffice sullo schermo, apri il PDF sul quale andare ad agire, premendo sul pulsante Apri file sito in alto a sinistra. Fatto ciò, si avvierà Draw, l’editor di LibreOffice per modificare i PDF e creare documenti stampabili di vario tipo.

Dopo aver visualizzato l’interfaccia del programma, potrai cominciare a modificare il PDF servendoti dei vari pulsanti presenti sulla barra degli strumenti in alto: quello con il quadretto ti permette di inserire delle immagini, quello con la casella di testo di digitare testi a piacere, quello con le forme geometriche serve a far comparire la barra degli strumenti con le funzioni per il disegno ecc.

Ancora più in alto trovi la barra dei menu tramite cui poter accedere alle ulteriori funzionalità messe a disposizione dal software, mentre a destra trovi i menu mediante i quali si possono gestire tutte le proprietà dei vari elementi selezionati presenti sul documento, come il font e il colore dei testi, la luminosità e il contrasto delle immagini e via discorrendo.

Quando avrai terminato di apportare modifiche al documento, per salvare il file editato mantenendo il formato PDF, fai clic sul menu File collocato in alto a sinistra, seleziona l’opzione Esporta come e poi seleziona quella Esporta nel formato PDF, dopodiché regola le varie opzioni relative all’esportazione, premi sul bottone Esporta, indica il nome che vuoi assegnare al file di output e la posizione in cui desideri salvarlo e il gioco è fatto.

PDFill PDF Tools (Windows)

PDFill FREE PDF Tools

Quando si parla di programmi per PDF è impensabile non menzionare PDFill PDF Tools. Si tratta di un “must have” per tutti coloro che desiderano modificare i PDF senza spendere un soldo e che necessitano di uno strumento che funga da “coltellino svizzero”. Il software, infatti, consiste in una raccolta di strumenti gratuiti attraverso i quali si possono unire, dividere o tagliare PDF, cifrare o decifrare documenti, creare nuovi file in formato PDF partendo da immagini o da scansioni, aggiungere watermark, note a piè di pagina ai PDF e molto altro ancora. È solo per Windows, ragion per cui può essere etichettato anche come uno dei migliori programmi per PDF Windows 10, ed è totalmente gratis.

Per scaricare il software sul tuo computer, visita il sito Internet di PDFill FREE PDF Tools e clicca prima sul pulsante Download now collocato sotto la dicitura Get this tool only e poi su quello Download Now che si trova nella nuova pagina visualizzata.

Completato il download, avvia il file .exe ottenuto e premi sui pulsanti e Next annessi alla finestra che vedi comparire sul desktop. Successivamente, spunta la casella I accept the terms in the License Agreement, clicca nuovamente sul pulsante Next (per due volte di seguito) e concludi il setup premendo sui bottoni Install e Finish. Se durante il setup ti viene chiesto se vuoi installare anche i software Ghost Script e .NET Framework, acconsenti in quanto indispensabili per il corretto funzionamento di PDFill PDF Tools.

In seguito, avvia il programma, selezionando il relativo collegamento che è stato appena aggiunto al menu Start. Ora che visualizzi la finestra principale di PDFill PDF Tools sul desktop, fai clic sul pulsante corrispondente alla funzione che intendi usare. Ad esempio, cliccando sul pulsante Merge PDF files puoi accedere alla funzione per unire due o più file PDF in uno, facendo clic sul bottone Split or Reorder Pages puoi dividere un documento o riordinare le pagine presenti in esso, premendo sul pulsante Convert PDF to Images puoi convertire un PDF in una serie di immagini ecc.

Infine, scegli i documenti su cui è tua intenzione andare ad agire, regola le opzioni eventualmente disponibili, specifica dove desideri salvare i file di output ed è fatta.

Altri programmi per PDF: editabili

PDFelement

Nel caso in cui nessuno dei programmi per apportare modifiche ai PDF che ti ho già segnalato ti avesse convinto in modo particolare, puoi valutare di rivolgerti alle alternative che trovi nell’elenco qui sotto.

  • PDFelement (Windows/macOS) — è un software che consente di intervenire sui file in formato PDF, modificandoli, creandoli, convertendoli e anche visualizzandoli, tutto in maniera incredibilmente semplice. Di base è gratuito, ma imprime un watermark sui documenti di output e prevede altre limitazioni, le quali possono essere aggirate passando alla versione a pagamento (con prezzi a partire da 69 euro/anno).
  • PDF-XChange Editor (Windows) — software per soli sistemi operativi Windows che consente di visualizzare, creare, annotare e firmare digitalmente i PDF. Supporta anche l’uso della tecnologia OCR. Di base è gratis, ma per sbloccare tutte le funzioni occorre passare alla versione a pagamento (che costa 41 euro).
  • PDF Toolkit+ (macOS) — si tratta infatti di un piccolo (ma estremamente potente) software che permette di unire, dividere e ottimizzare i PDF in maniera semplicissima su Mac, motivo per cui viene considerato anche uno dei migliori programmi per PDF leggeri. È a pagamento, ma il suo prezzo è veramente irrisorio (costa 2,29 euro).

Tieni comunque presente che molti dei programmi per la lettura dei PDF che ti ho segnalato nella parte iniziale della guida offrono altresì funzioni per apportare modifiche varie ai documenti, quindi si prestano particolarmente bene anche come strumenti per l’editing.

Programmi per PDF online

iLovePDF

Non vuoi o non puoi scaricare nuovi software sul tuo computer e, dunque, ti piacerebbe sapere se esistono dei programmi per PDF funzionanti online? La risposta è affermativa! Trovi infatti segnalati nell’elenco qui di seguito quelli che, a mio avviso, faresti bene a prendere in considerazione. Si possono usare da qualsiasi browser e sistema operativo e non è richiesta l’installazione di alcun plug-in.

  • iLovePDF — è un servizio Web che mette a disposizione dei suoi utilizzatori vari strumenti per modificare i PDF in vari modi: convertendoli, dividendo le pagine in essi presenti, unendole ecc. È gratis e consente di elaborare un solo file alla volta avente una dimensione massima di 200 MB. Per aggirare queste limitazioni e sbloccare altre funzioni aggiuntive bisogna passare alla versione a pagamento (con costi a partire da 6 euro/mese). Sul fronte privacy, i documenti caricati sul servizio vengono rimossi dai server di quest’ultimo automaticamente dopo poche ore dall’upload.
  • Online2PDF — altro servizio online, gratuito e che non richiede la creazione di un account, il quale permette di modificare i file PDF convertendoli, dividendoli ecc. Ha dei limiti di upload piuttosto ampi: si possono caricare fino a 20 documenti alla volta per un peso complessivo di 150 MB (ma ogni file caricato non può superare i 100 MB) e tutela la privacy degli utenti cancellando tutti i file entro 24 ore dall’upload.
  • PDFzorro — si tratta di un ulteriore servizio Web per visualizzare e modificare i PDF, aggiungendovi scritte, forme geometriche e altri elementi. È facilissimo da usare e non obbliga alla creazione di un account, ma registrandosi è possibile salvare i propri documenti online. Inoltre, tutela la privacy degli utenti in quanto è possibile richiedere la cancellazione immediata dei file che vengono caricati sui server del servizio.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.