Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come monetizzare un sito

di

Dopo un avvio non proprio entusiasmante, il tuo sito Web sta cominciando ad attirare un discreto numero di visitatori e, mese dopo mese, le pagine visitate sono in costante aumento. Per ripagare tutti i tuoi sforzi, ti piacerebbe guadagnare qualcosa dal tuo sito Internet e vorresti conoscere le soluzioni per riuscire a mettere in tasca qualche soldo extra. Se le cose stanno effettivamente così, lasciati dire che sei arrivato nel posto giusto al momento giusto.

Con la guida di oggi, infatti, ti dirò come monetizzare un sito e quali sono gli strumenti a tua disposizione. Devi sapere, però, che guadagnare con un sito Web non è così semplice come sembra e per ottenere ottimi guadagni a lungo termine servono passione, costanza e, soprattutto, duro lavoro. Tuttavia, se ti accontenti di piccole entrate per arrotondare il tuo stipendio, non devi far altro che scegliere la soluzione di monetizzazione che ritieni più adatta al tuo sito Web, come i banner pubblicitari e i programmi di affiliazione, e implementarla nel modo giusto.

Fatta questa doverosa promessa, non perdiamo altro tempo in chiacchiere e passiamo subito al nocciolo della questione. Coraggio: prenditi cinque minuti di tempo libero, leggi con attenzione i prossimi paragrafi e prova a mettere in pratica le indicazioni che sto per darti. Se il tuo sito Web ha già un discreto traffico, ti assicuro che potrai vedere i primi guadagni in breve tempo. Non mi resta altro che augurarti buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Monetizzare un sito con banner pubblicitari

Tra le prime soluzioni per monetizzare un sito, ci sono sicuramente i banner pubblicitari, i quali permettono di avere i primi guadagni (seppur inizialmente minimi) già nei mesi successivi all’apertura di un sito Web. Affidandosi a determinati circuiti pubblicitari, è possibile monetizzare il proprio sito Internet in pochi minuti e con semplicità. Eccone alcuni tra i migliori.

Google AdSense

Uno degli strumenti più diffusi per la monetizzazione dei contenuti online è Google AdSense, il circuito pubblicitario di Google che mette in comunicazione gli inserzionisti con i gestori di siti Internet che vogliono guadagnare con i propri contenuti.

Tutto quello che devi fare per iniziare a inserire i banner di Google AdSense sul tuo sito Web, è registrarti al servizio, verificare la tua identità e attendere il collegamento del tuo sito Internet al circuito pubblicitario di Google. Infatti, a differenza di altri servizi di questo genere, per utilizzare Google AdSense non sono richiesti requisiti minimi in termini di visualizzazioni e chiunque può aprire un account e creare banner pubblicitari.

Per creare il tuo account su Google AdSense, collegati al sito Web del servizio, fai clic sul pulsante Registrati ora e, nella nuova pagina aperta, inserisci i tuoi dati nei campi URL del tuo sito e Indirizzo email, dopodiché apponi il segno di spunta accanto alla voce Sì, desidero ricevere la guida personalizzata e i suggerimenti per il rendimento per ricevere consigli e suggerimenti tramite email e pigia sul pulsante Salva e continua.

Adesso, fai clic sulla voce Seleziona presente sotto l’opzione Paese o Zona e indica il tuo paese di residenza, apponi il segno di spunta accanto alla voce Sì, ho letto e accettato il contratto e pigia sul pulsante Crea account per completare la registrazione.

Al primo accesso a Google AdSense, fai clic sul pulsante Inizia, inserisci i tuoi dati nei campi Indirizzo 1, Codice postale, Città, Provincia e Numero di telefono e pigia sul pulsante Invia. Apponi, quindi, il segno di spunta accanto a una delle voci tra Messaggio di testo (SMS)Chiamata vocale per ricevere il codice di verifica per confermare la tua identità e fai clic sul pulsante Genera codice di verifica, dopodiché inserisci il codice ricevuto nel campo Codice verifica e pigia sul pulsante Invia per attivare il tuo account.

Prima di poter creare i tuoi banner pubblicitari e iniziare a monetizzare, segui le indicazioni fornite nella pagina Collegamento del tuo sito ad AdSense: fai quindi clic sul pulsante Copia codice per copiare il codice visualizzato a schermo, inseriscilo sul tuo sito, apponi il segno di spunta accanto alla voce Ho incollato il codice nel mio sito e fai clic sul pulsante Fine per collegare AdSense al tuo sito Web. Potrebbe essere richiesto fino a un giorno di attesa affinché il collegamento vada a buon fine.

Dopo aver ricevuto l’email per il completamento del collegamento tra il tuo sito e AdSense, puoi inserire i banner sul tuo sito Web e iniziare a monetizzare. Per creare una nuova unità pubblicitaria, fai clic sulla voce I miei annunci presente nella barra laterale a sinistra, seleziona l’opzione Unità pubblicitarie e pigia sul pulsante Nuova unità pubblicitaria, dopodiché scegli il tipo di annuncio che vuoi creare tra Annunci di testo e display (i più comuni), Contenuti corrispondenti, Annunci InFeed e Annunci InArticle e fai clic sul pulsante Seleziona.

Adesso, inserisci il nome da dare all’unità pubblicitaria nel campo Nome, scegline la dimensione (ti consiglio Dimensione automatica che si adatta a ogni tipo di schermo) e, se lo desideri, modificane lo stile nella sezione Tipo di annuncio. Pigia, quindi, sul pulsante Salva e ottieni codice, copia il codice visualizzato nel campo Codice dell’annuncio e incollalo nelle pagine del sito nelle quali vuoi che sia visualizzato il banner.

Da questo momento, il tuo sito sta monetizzando con i banner AdSense. Devi sapere che non ci sono limiti di banner da inserire sul proprio sito, tuttavia è sconsigliato inserire un numero elevato di banner.

Per monitorare l’andamento delle unità pubblicitarie, fai clic sulla voce Homepage presente nella barra laterale a sinistra per avere una panoramica dei tuoi guadagni, mentre selezionando l’opzione Rapporti sul rendimento puoi visualizzare i dati dei singoli banner, come le Impressioni, i Clic, le Visualizzazioni di pagina, le Entrate stimate e molto altro. Ti sarà utile sapere che Google paga il giorno 21 di ogni mese se i guadagni con Google AdSense hanno raggiunto la soglia minima di pagamento (70 euro). Per approfondire l’argomento, puoi leggere la mia guida su come guadagnare con AdSense.

Altri circuiti pubblicitari

Oltre a Google AdSense, devi sapere che esistono altri circuiti pubblicitari a cui poterti affidare per monetizzare il tuo sito Web. Purtroppo, però, molti di questi richiedono dei requisiti minimi per essere attivati. Tra le alternative ad AdSense che puoi prendere in considerazione ci sono BidVertiser, Criteo, Ligatus e Juice ADV.

Se, invece, sei ancora alle prime armi con la monetizzazione, hai un sito Web realizzato con WordPress e quest’ultimo non soddisfa i requisiti minimi richiesti dai circuiti pubblicitari menzionati in precedenza, puoi prendere in considerazione anche il circuito pubblicitario di WordAds.

Installando i plugin Jetpack e AdControl, puoi inserire sul tuo blog dei banner pubblicitari con semplicità e monitorare le entrate direttamente su WordPress. Purtroppo, però, nel momento in cui scrivo questa guida, non è possibile monitorare l’andamento dei banner in termini di clic e non è possibile capire l’andamento dei singoli banner. Il rendimento delle unità pubblicitarie, infatti, è mensile e mostra solo le Impressioni e il guadagno complessivo di tutti i banner WordAds inseriti sul proprio sito.

Vendita diretta di spazi pubblicitari

La vendita diretta di spazi pubblicitari è un’altra soluzione da prendere in considerazione per guadagnare con il proprio sito Internet. Questa pratica è consigliata per i siti Web che hanno già un buon traffico in termini di visualizzazioni e che sono conosciuti nel proprio settore. Per vendere i tuoi spazi in modo diretto, hai a disposizione due soluzioni.

  • Crea degli annunci visivi: inserisci degli annunci nelle posizioni che intendi “affittare” per avvisare il tuo pubblico di questa possibilità, indicando un contatto al quale rivolgersi per ottenere informazioni ed eventualmente un preventivo dei costi.
  • Fatti contattare: lascia che siano i diretti interessati a proporsi per l’acquisto dei tuoi spazi pubblicitari. Puoi creare una pagina del tuo sito Web dedicata alla pubblicità, nella quale indicare le informazioni base e i dati di contatto. In questo modo, potrai ottimizzare tutti gli spazi del tuo sito Web e monetizzare con altre soluzioni (ad esempio i banner di Google AdSense) anche quando nessuno è interessato all’acquisto di pubblicità diretta.

Devi sapere che puoi adottare questa soluzione anche se il tuo sito Web non ha un numero elevato di visualizzazioni. Se quest’ultimo è specializzato in un determinato settore e il suo nome è già conosciuto nell’ambiente, ti assicuro che puoi fare buoni guadagni con la vendita diretta di pubblicità.

Inoltre, adottando questa soluzione puoi avere dei banner in linea con l’argomento trattato dal tuo sito, a differenza di quanto può accadere con i banner dei circuiti pubblicitari proposti nei paragrafi se applicati su siti Web di nicchia e, quindi, con argomenti spesso non i linea tra di loro e poco funzionali alla causa.

Monetizzare un sito con le affiliazioni

Monetizzare un sito con le affiliazioni è un’altra valida soluzione per ottenere buoni guadagni. Con le affiliazioni, infatti, è possibile inserire sul proprio sito Web dei banner o dei link a prodotti e servizi (preferibilmente in linea con l’argomento trattato) e ottenere una commissione per ogni acquisto fatto dagli utenti tramite questi ultimi.

Programma di affiliazione Amazon

Il programma di affiliazione Amazon è tra i migliori di questo genere, poiché sul celebre sito di shopping online è possibile trovare migliaia di prodotti e, di conseguenza, quasi sicuramente in linea con l’argomento trattato dal proprio sito Web.

Per iscriverti al programma di affiliazione Amazon, collegati alla pagina principale del servizio e fai clic sul pulsante Accedi per accedere al tuo account Amazon. Se non ne hai ancora uno, puoi leggere la mia guida su come registrarsi su Amazon.

Adesso, pigia sul pulsante Iscriviti ora gratuitamente e procedi con l’inserimento dei dati richiesti: nella schermata Informazioni account, inserisci quindi i tuoi dati personali, mentre nella sezione I tuoi siti Web e app mobile inserisci le informazioni relative al tuo sito Web ed eventuali applicazioni associate. Completa la registrazione scegliendo un ID per identificare la tua affiliazione e indicando la tipologia di prodotti Amazon che intendi inserire sul tuo sito Web.

Creato il tuo account da affiliato Amazon, puoi iniziare a creare i link ai prodotti da inserire sul tuo sito Internet. Clicca, dunque, sulla voce Crea link prodotti presente nel menu in alto e seleziona una delle opzioni disponibili dal menu che compare: Link prodotti per creare un link a un prodotto specifico; Banner per ottenere banner promozionali standard o banner per promuovere i buoni regalo di Amazon o Link a qualsiasi pagina su Amazon.it per creare un link diretto a pagine specifiche di Amazon.

Dopo aver creato i link dei prodotti di tuo interesse o aver scelto i banner che fanno al caso tuo, non ti rimane altro che copiare il relativo codice HTML e incollarlo nella pagina o nella sezione del tuo sito Web nella quale vuoi far visualizzare i prodotti. Devi sapere che se hai un sito realizzato con WordPress, puoi creare link ai prodotti direttamente dal tuo sito con il plugin Amazon Associates Link Builder.

Nella pagina principale del programma affiliazione Amazon, accedendo con il tuo account, puoi monitorare i guadagni mensili tramite il box Riepilogo per questo mese presente nella barra laterale a destra. Per accedere al report completo e visualizzare il numero di clic, gli articoli ordinati, gli articoli spediti e i guadagni totali, fai clic sulla voce Report presente nel menu in alto Infine, ti sarà utile sapere che Amazon paga con cadenza mensile se viene raggiunta la quota di pagamento minima pari a 25 euro. Per approfondire l’argomento, ti lascio alla mia guida su come guadagnare con Amazon.

Altri programmi di affiliazione

Se il tuo sito è specializzato in un settore che esula dalle categorie di prodotti presenti su Amazon, puoi in prendere in considerazione altri programmi di affiliazione, come ad esempio Apple, TicketOneSkyscanner, eBay e molti altri.

Facciamo un esempio pratico: se il tuo sito Web è specializzato nel settore musicale o dedicato ad eventi, puoi iscriverti al programma di affiliazione di TicketOne, che permette di promuovere la vendita di biglietti di concerti, spettacoli, mostre ecc. e guadagnare una commissione per ogni utente che acquista uno o più biglietti dal proprio sito.

Per richiedere l’iscrizione al programma affiliazione di TicketOne, collegati al sito Web del servizio e fai clic sulla voce On line Partners presente infondo alla pagina. Adesso, scorri la pagina verso il basso e scegli se accedere al programma tramite Awin o TradeDoubler (due società di Web marketing che gestiscono il programma affiliazioni di TicketOne e di altre aziende) e compila il modulo di registrazione con i tuoi dati personali.

Conclusa la registrazione, segui la procedura di verifica del tuo sito Web copiando e incollando il codice mostrato a video nella pagina principale del tuo sito Internet, dopodiché fai clic sul pulsante Verifica ora il sito, inseriscine una descrizione e specificane la categoria e il gioco è fatto. Non ti rimane altro che scegliere la tipologia di affiliazione da inserire sul tuo sito Web (banner o link) e copiare i codici forniti nelle pagine del tuo sito.

Altre soluzioni per monetizzare un sito

Oltre alla monetizzazione tramite banner pubblicitari e tramite le affiliazioni che ti ho proposto nei paragrafi precedenti, devi sapere che esistono altre soluzioni per monetizzare un sito. Eccone una lista di quelle che ritengo più interessanti.

  • Post sponsorizzati: se il tuo sito Web è specializzato e conosciuto in un determinato settore, potresti essere contattato da aziende e lettori interessati a pagarti per recensire un prodotto o un servizio in linea con l’argomento trattato dal tuo sito.
  • Vendere prodotti e servizi: è un’atra soluzione da adottare se il tuo sito Web è famoso o considerato autorevole dal pubblico. Potresti, quindi, scegliere di dedicare una sezione del tuo sito per vendere gadget, libri, manuali in formato digitale e molto altro. In tal caso, ti lascio alle mie guide su come aprire un ecommerce e come utilizzare Facebook per vendere.
  • Realizzare corsi ed eventi: se ritieni di essere esperto su un determinato argomento o il tuo sito Web ha ottenuto un grande successo e vorresti condividere la tua esperienza con altre persone, puoi decidere di organizzare corsi di formazione ed eventi a pagamento, proprio come ho fatto io con il mio Aranzulla Day.