Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come guadagnare con un blog

di

Anche tu hai deciso di tuffarti in un'avventura “internettiana” e aprire un tuo sito Web per mostrare a tutti quelle che sono le tue vere passioni. Il tuo sogno è quello di realizzare un blog famoso, trasformando il tuo talento in una vera e propria attività in grado di generare dei guadagni.

Se le cose stanno così, lasciamelo dire, hai sicuramente avuto una bella idea; ma come guadagnare con un blog? Realizzare un blog di successo che sia indipendente dal punto di vista economico richiede infatti tantissimo tempo e lavoro.

Detto questo, se vuoi sapere come generare degli introiti con un'attività di questo tipo — o almeno come tentare di farlo — non ti resta che metterti comodo e prenderti qualche minuto di tempo da dedicare completamente alla lettura di questa mia guida. Posso infatti provare a darti una mano e darti qualche consiglio, spero utile, sulle principali forme di monetizzazione che coinvolgono i blog. Se ci metterai tutto il tuo impegno e tutta la tua passione, con un po' di fortuna i frutti arriveranno. Ti auguro una buona lettura e ti faccio un grosso in bocca al lupo per tutto.

Indice

Come guadagnare con un blog: creare un blog di successo

soldi

Come anticipato nell'introduzione della guida, guadagnare con un blog non è affatto una cosa semplice e non esiste nemmeno una formula magica per riuscirci. Quello che posso offrirti in questa mia su come guadagnare con un blog è qualche consiglio pratico; non aspettarti, però, di poter fare soldi facili grazie a Internet. Potrai avere successo soltanto se offrirai ai tuoi lettori un sito Web con standard qualitativi molto elevati.

Detto questo, se vuoi aspirare ad avere delle rendite più o meno sostanziose, devi essere prima di tutto predisposto a investire per la creazione di un blog professionale. Non puoi infatti pensare di riuscire a diventare famoso e guadagnare con un blog, utilizzando un hosting gratuito. Per creare un blog di successo devi mettere in conto di spendere dei soldi nell'acquisto di prodotti e servizi digitali per il tuo blog. Quali? Te ne parlo nel dettaglio qui di seguito.

  • Acquista un nome di dominio — non puoi pensare di guadagnare con un blog se il tuo blog è amatoriale e non ha un nome di dominio personalizzato. Scegli il nome per il tuo sito Web e acquista un dominio. Se hai bisogno di maggiori informazioni su come comprare dominio Web, leggi la mia guida dedicata all'argomento.
  • Acquista un hosting di qualità — per creare un sito Web professionale e pensare di ottenere dei guadagni, devi acquistare un servizio di hosting ad hoc per le tue esigenze e che ti garantisca performance elevate.
  • Utilizza un CMS — il CMS è un po' come il cuore pulsante del tuo sito Web in quanto si tratta di un software per la creazione di un blog e per la sua configurazione. In pratica, se tu vuoi creare un sito, dovrai farlo su una base d'appoggio, la quale può essere un CMS come WordPress. Ti basta acquistare uno spazio presso un servizio di hosting e installarci sopra il content management system (CMS) quale WordPress e, da lì, sviluppare i contenuti e il blog in generale. In alternativa, puoi anche iniziare a creare direttamente il tuo sito acquistando spazio di hosting sul sito di WordPress, il quale fornisce anche questo servizio oltre il CMS stesso. Per maggiori dettagli su come usare WordPress e come installare WordPress, ti rimando alle mie guide dedicate; se vuoi imparare come guadagnare con un blog WordPress saranno un buon punto di partenza.
  • Scegli un tema e i plugin: il tema del sito Web costituisce la sua interfaccia grafica mentre i plugin sono strumenti aggiuntivi che ti permetteranno di personalizzare il tuo blog.
  • Individua il tuo pubblico — se vuoi guadagnare con un blog devi produrre contenuti di qualità. Per la produzione degli articoli devi però seguire un piano editoriale, ovvero una scaletta di contenuti da realizzare che realizzerai una volta che avrai individuato il tuo pubblico. Individuare il tuo pubblico è la prima cosa fare per creare un blog di successo. Scegli l'argomento che vuoi trattare e sii specifico: è meglio un blog monotematico che ha individuato la propria nicchia, piuttosto che un blog generalista che parla di tanti argomenti e non ha un target specifico.

Una volta che avrai aperto il tuo blog seguendo le linee guida che ti ho indicato, avrai senz'altro compiuto il primo passo per la creazione di un blog professionale. Vedrai che, se pubblicherai articoli di qualità con frequenza, analizzerai gli interessi del tuo pubblico e risponderai alle loro domande, riuscirai con il tempo ad avere successo.

Come guadagnare con un blog di viaggi

viaggi

Sei appassionato di viaggi? Allora sono certo che seguirai qualche blogger o qualche influencer in merito, il quale crea contenuti pazzeschi e sembra vivere la vita dei sogni. Per questa ragione, anche tu hai deciso di puntare su questa nicchia di pubblico e fare dei tuoi viaggi un lavoro. Bello, no?

Peccato che questo sia uno dei settori più inflazionati e dove, dunque, è più difficile avere successo, proprio per la mole incredibile di concorrenza già affermata. Insomma, se vuoi sfondare qui devi offrire qualcosa di speciale e fuori dall'ordinario, quindi preparati per bene.

Per prima cosa studia la concorrenza, vedi se c'è una nicchia emergente di viaggiatori che non è ancora largamente rappresentata da vari travel blogger, ad esempio viaggi ecosostenibili in luoghi ancora poco battuti dal turismo di massa, in grado di portare benessere a popolazioni locali e non alle mega catene.

Una volta che hai trovato un possibile “spazietto” dove inserirti, allora è arrivato il momento di scrivere e corredare gli articoli con foto delle tue esperienze; il tutto con la massima passione e trasparenza possibile. I blogger più amati e seguiti sono quelli che non “indorano” la pillola ma parlano delle cose come stanno realmente, con pro e contro del caso. Una volta c'era spazio per i bugiardi e quelli che facevano sembrare tutto perfetto ma, una volta saturatosi il mercato, il velo è fortuntamente caduto, quindi sii sincero e rispetta il lettore.

Una volta che avrai catturato il pubblico con i tuoi contenuti, potresti pensare a trovare dei prodotti da vendere tramite i tuoi canali. Questo significa che se tratti di viaggi avventura, vendere in affiliazione con Amazon (te ne parlerò meglio più avanti) degli zaini e altri accessori adatti al caso sarebbe una buona idea.

Oltre a questo, potresti reperire agenzie di viaggio che trattano quel tipo di turismo di cui scrivi e trovare un accordo con loro. Potrebbero fare pubblicità sul tuo sito o potresti proporre dei loro pacchetti viaggio ricevendo una percentuale su ogni acquisto.

Insomma, una volta trovato il pubblico devi essere tu a capire cosa si sposa alla perfezione con le esigenze del lettore, ovviamente il tutto puntando sulla qualità (devi vendere qualcosa che acquisteresti anche tu). Per maggiori dettagli ti lascio alla mia guida su come creare un blog di viaggi.

Come guadagnare con un blog di cucina

cucina

Perché andare a scrivere di luoghi lontani quando si può guadagnare preparando manicaretti nella propria cucina? Questo è quello che riescono a ottenere i food blogger, i quali monetizzano la passione per la buona cucina creando contenuti che vengono letti da moltissime persone.

Per diventare blogger in questo settore devi essere un asso o quantomeno un appassionato della cucina con idee originali. Non occorre, infatti, essere chef o pasticceri professionisti, ma l'inventiva e un certo talento non possono davvero mancare. Dovrai essere tu a realizzare piatti facili e difficili, dando una nuova prospettiva al palato degli utenti.

Inventa piatti, prova ricette, crea qualcosa di nuovo e poi riporta la tua esperienza negli articoli o, per lo meno, in alcuni di essi. In altri potresti spiegare come migliorare piatti già esistenti, quali prodotti scegliere, gli utensili da usare e molto altro ancora. Aiutati anche ad attirare traffico realizzando un canale YouTube dove prepari le pietanze o dai consigli vari.

Qui infatti si possono ottenere una quantità elevatissima di visualizzazioni e follower se si creano buoni contenuti. Un buon sistema di lavoro potrebbe essere creare un video dove spieghi una ricetta, caricarlo e poi trasformare tali consigli in un articolo di blog. In questo modo ti basterà fare una volta le cose e utilizzarle più volte per generare contenuti e, di conseguenza, traffico.

Da YouTube poi, le persone, finirebbero anche con l'atterrare sul tuo sito, oppure viceversa. Questi sono due elementi complementari che, se usati insieme, possono davvero portare a essere facilmente scoperto e apprezzato, a patto ovviamente di avere contenuti di qualità. Addirittura, per chi ha molte visualizzazioni, YouTube diventa una fonte di guadagno non indifferente poiché la piattaforma paga per visualizzazioni e gli sponsor sono sempre attirati da un canale ben avviato. Per saperne di più, ti lascio qualche consiglio su come diventare youtuber.

Per passare alla monetizzazione c'è solo l'imbarazzo della scelta: potresti vendere i prodotti e gli utensili che consigli o, meglio ancora, creare un corso di cucina a pagamento. Non è nel tuo stile? Potresti allora pensare di creare un eBook di ricette. Tutto questo ovviamente implica una certa capacità di fare marketing dei propri prodotti, oltre che fare foto e video che catturino l'utente. Per maggiori dettagli ti lascio alla mia guida su come aprire un blog di cucina.

Come guadagnare con un blog di fotografia

foto

Niente cucina o viaggi? Se hai un buon occhio fotografico, allora un bel blog su questo argomento potrebbe essere la soluzione adatta a te. Magari potresti anche riuscire a sconfinare in altri campi, cose come guadagnare con un blog Instagram visto che, con buoni contenuti visivi, anche i social network sarebbero più facili da gestire (e Instagram è quello più importante quando si parla di foto e video).

Come procedere per creare un blog sul tema della fotografia? Beh, più o meno allo stesso modo che con gli altri, parlando in modo diretto e onesto delle cose. Se hai una reflex e questo è il tuo campo, allora parla dei migliori obiettivi, di come usarli, di come scegliere una buona macchina fotografica.

Se invece parti da uno smartphone e vuoi dedicarti a una fotografia più “casual”, allora parla dei migliori camera phone e delle app per fare foto grazie alle quali migliorare i propri scatti. Anche qui la libertà è massima, tu sei la persona che deve decidere il taglio, quindi vedi cosa si sposa meglio con il tuo stile.

Come monetizzare? Vendi sul tuo sito prodotti affiliandoti con altri negozi, proponi siti per stampare foto che ti riconosceranno una percentuale sui clienti, crea un corso e vendilo. Non è tanto importante il tema del blog, alla fine la monetizzazione si fa più o meno allo stesso modo per tutti. Di seguito un tutorial su come creare un portfolio fotografico per presentarti al meglio.

Come guadagnare con un blog: guadagni diretti

Quando il tuo blog si sarà avviato e avrai ottenuto l'interesse del tuo pubblico, potrai cominciare a pensare a come guadagnare. Guadagnare con un blog non sarà semplice, ma hai a disposizione più di uno strumento che ti permetterà di ottenere degli introiti.

Sul Web, infatti, e in particolar modo con i blog, i guadagni si ottengono attraverso strumenti che permetto guadagni diretti e indiretti. I guadagni diretti sono quelli attivi, per esempio i banner pubblicitari e le affiliazioni. Ti spiego tutto nel dettaglio nelle righe che seguono.

Google AdSense

google adsense

Come facilmente intuibile, tra gli metodi più efficaci per guadagnare con un blog vi è l'inserimento di pubblicità in esso. Questo non significa che devi contattare delle aziende chiedendo loro di investire sul tuo sito, ma che devi registrarti a uno dei tanti sistemi pubblicitari disponibili su Internet. Questi sistemi ti forniscono un codice HTML da inserire nel tuo blog, il quale analizza il contenuto del sito e mostra in maniera intelligente messaggi pubblicitari a tema.

Uno dei più famosi servizi pubblicitari disponibili su Internet è quello offerto da Google Adsense che senza alcun costo di attivazione o vincolo particolare ti può permettere di guadagnare dei soldi per ogni visualizzazione o clic fatto sugli annunci e sui banner che inserirai sul blog. Per usare il servizio, non devi far altro che collegarti al sito Internet di Google Adsense; accedi con il tuo account Google (o crearne uno, se non l'hai ancora) e compila il modulo che ti viene proposto con i dati del tuo sito.

Esistono tanti altri circuiti pubblicitari alternativi a Google Adsense che permettono di guadagnare inserendo delle pubblicità nel proprio sito/blog (Tradedoubler e Bidvertiser, ad esempio). Purtroppo però, a differenza di Google Adsense, moltissimi altri circuiti pubblicitari richiedono dei requisiti minimi in termini di visualizzazioni per poter essere attivati su un sito Web. In ogni caso puoi trovare tutti i termini di utilizzo e le informazioni su questi due servizi sulle rispettive home page.

Una volta inserite le pubblicità sul blog, per guadagnare c'è bisogno che qualcuno veda e faccia clic sui banner pubblicati nelle sue pagine. Proprio per questo motivo, come ti ho spiegato, non esiste una formula magica che ti permetta di avere successo e di guadagnare con un blog: devi semplicemente proporre dei contenuti interessanti e cercare di far conoscere il tuo sito Web in giro per la Rete. Se vuoi saperne di più, i mie tutorial su come guadagnare con AdSense e con Google fanno al caso tuo.

Vendita di spazi pubblicitari

pubblicità

Il tuo blog è aperto ormai da un po' di tempo e hai raggiunto dei discreti volumi di traffico? Prendi in considerazione l'idea di vendere alcuni degli spazi pubblicitari del tuo sito Web a un costo mensile. Se il tuo blog è diventato famoso, lascia quindi degli spazi pubblicitari vuoti e avvisa il tuo pubblico che sei intenzionato a vendere quello spazio: coloro che hanno un blog come il tuo e sono interessati a farsi conoscere, sfruttando le visite del tuo sito Web potrebbero contattarti per chiederti informazioni.

Una volta ottenuto il successo, potrebbero essere anche direttamente le aziende a contattarti: vendere il tuo spazio pubblicitario sarà un'ulteriore fonte di guadagnano. Questo metodo è per chi ha un blog a uno stato più avanzato (generalmente) rispetto all'uso di AdSense.

Questo perché, per trovare qualcuno che paghi appositamente uno spazio a una tariffa probabilmente superiore a quella offerta da Google, devi avere un pubblico molto attivo e settorializzato. Se riuscirai a raggiungere questo livello, allora le pubblicità sul tuo sito inizieranno davvero a rendere parecchio.

Guadagnare tramite affiliazioni

pc

Un altro strumento che ti permetterà di guadagnare con un blog è la proposta di prodotti e/o servizi tramite i programmi di affiliazione. Tali programmi ti permetteranno infatti di ottenere una percentuale sull'acquisto di prodotti e servizi che proporrai sul tuo blog.

Come funziona? Una volta che ti sei registrato al programma di affiliazione di Amazon o chi per esso, potrai inserire link sul tuo sito che rimandano a prodotti. Chi atterra sulla pagina dell'e-commerce e compra quel prodotto o qualunque altro durante la navigazione generata dal tuo link, ti farà guadagnare.

Questo perché l'e-commerce in questione ti riconoscerà una percentuale sulla vendita, la quale per Amazon raggiunge anche il 20% sul prezzo del prodotto. Certo, generalmente si parla di cifre più basse, ma non si può ignorare la bontà del generare una rendita passiva tramite gli articoli.

Scrivi oggi i 10 migliori PC portatili con i link di affiliazione, pubblichi l'articolo e guadagni per ogni persona che compra. Se hai una bella mole di traffico, arrivare a fare dei bei soldini non è affatto difficile. Attento però, se proponi merce scandente per il mero profitto perderai pubblico, quindi sii corretto.

Per guadagnare tramite affiliazioni il mio consiglio è quindi di registrarti ai principali programmi di affiliazione (Amazon, ad esempio) e proporre poi prodotti in linea con i tuoi contenuti. Guadagnare tramite affiliazione non sarà facile, ma il trucco consiste nell'imparare ad analizzare i bisogni del tuo pubblico e proporre proprio ciò di cui ha bisogno. Per maggiori dettagli, ti lascio alla mia guida su come guadagnare con Amazon.

Post sponsorizzati

soldi

Una volta creata una base solida di visitatori, guadagnare con un blog diventerà pressoché naturale. Ci saranno anche delle aziende che ti contatteranno per pubblicare dei post sponsorizzati o delle recensioni sui propri prodotti dietro ricompensa (in denaro o in prodotti), ma in quel caso sarà a tua discrezione scegliere se sfruttare o meno questa possibilità, anche in base al tuo rapporto con i lettori.

Perché qualcuno dovrebbe trarre benefici dal pubblicare sul tuo blog? Prendiamo come esempio il mio. Se io scrivo che un'azienda fa buoni prodotti, il traffico che genero diventa immediatamente pubblicità per loro. Questo lo trasforma in una forma di marketing efficacissima, a patto che sia fatta seguendo determinate regole.

Per prima cosa io, come titolare del blog, devo credere che quel prodotto è buono e che l'azienda è seria, altrimenti la faccia la perderemo entrambi. Seconda cosa non ha senso proporre post sponsorizzati di aziende che fanno mobili se il blog è di tecnologia, il pubblico non sta cercando questo. Rispetta queste regole e vedrai che avrai successo.

Realizzare corsi di formazione

corso

Aprire un blog ti ha permesso di avere uno spazio in cui parlare di quelle che sono le tue passioni. Se però hai un talento particolare e, nel tempo, hai acquisito delle vaste conoscenze su un determinato argomento, potresti pensare di realizzare corsi di formazione.

Attraverso il tuo blog puoi veicolare alcune delle tue conoscenze e offrirne altre a pagamento, sotto forma di corsi di formazione. Se grazie al tuo blog sei diventato una persona popolare, vedrai che le persone pagheranno per conoscere i “segreti del mestiere”: formare altre persone, parlando di quelle che sono le tue passioni e vendendo ad altri tue stesse competenze, sarà un lavoro ben retribuito.

A questo proposito, non pensare soltanto alla formazione da offrire come un oneroso corso in aula. Al giorno d'oggi la formazione può essere fatta anche online, tramite una tra le numerose applicazioni per videochiamate, ad esempio. In questo modo, potrai fare formazione stando comodamente seduto davanti al PC e azzererai eventuali costi per gli spostamenti e il noleggio di una sala, richiesti per una tradizionale formazione in aula.

Altra soluzione è quella di creare videocorsi, in questo modo dovrai solo registrarli una volta e poi ti basterà un buon marketing per continuare a venderli. Per maggiori dettagli, ti lascio alle mie guide per creare corsi online e su come fare lezione online.

Guadagnare con un blog: guadagni indiretti

soldi

Non pensare al tuo blog soltanto come una fonte di guadagno diretto e pensa anche alle possibilità di creare un blog con uno scopo più a lungo termine: ovvero quello di ottenere guadagni indiretti.

Una volta che avrai creato un blog di successo, infatti, il tuo sito Web diventerà il tuo biglietto da visita e questo potrebbe portare indirettamente a guadagnare, aiutandoti a trovare un lavoro. Se offri contenuti di qualità e sei riuscito a farti notare, non è da escludere che un'azienda possa contattarti e, avendo apprezzato il tuo sito Web, potrebbe offrirti un lavoro in linea con le tue competenze. Per maggiori dettagli, ti lascio al mio articolo su come trovare lavoro su Internet.

Ricordati poi di crearti una presenza forte sui social network e investire sponsorizzando su Facebook e Instagram i tuoi contenuti per aumentare l'interesse verso i tuoi progetti; questo ti porterà dapprima a investire una certa somma, ma poi, nel tempo, a guadagnare di più (almeno si spera) grazie ai nuovi follower/clienti ottenuti con la pubblicità.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.