Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come guadagnare con AdSense

di

Google AdSense è uno degli strumenti più diffusi per la monetizzazione dei contenuti online. Per essere più precisi, si tratta di un circuito pubblicitario che mette in comunicazione gli inserzionisti e i publisher, cioè le aziende che hanno bisogno di pubblicità e i gestori di blog o siti Internet che vogliono monetizzare i propri contenuti, in maniera molto semplice.

Al contrario degli spot televisivi o delle pubblicità che appaiono sui giornali, che per ovvie ragioni non possono essere modificate in maniera dinamica, gli annunci di AdSense si adattano in maniera completamente automatica ai contenuti dei siti che li ospitano e ai gusti degli utenti che li visualizzano. Questo significa che su un blog di tecnologia verranno generati automaticamente dei banner che riguardano prodotti hi-tech mentre su un sito di cucina sarà più facile vedere banner riguardanti prodotti gastronomici, ristoranti e così via.

A fare da intermediario fra i publisher (cioè i gestori dei siti) e gli inserzionisti (cioè le aziende che pagano per la pubblicità) c’è Google che mette a nostra disposizione dei codici HTML da copiare e incollare nei nostri siti per attivare la visualizzazione dei banner. È tutto molto semplice, ma per essere accettati all’interno del circuito bisogna rispettare delle regole ben precise e superare una procedura di verifica iniziale. Vuoi saperne di più? Bene, trovi spiegato tutto in questa guida su come guadagnare con AdSense.

Come iscriversi a Google AdSense

Per inoltrare la tua richiesta di adesione al programma AdSense devi essere in possesso di un account Google. Ce l’hai? No? Allora rimedia subito andandoti a leggere il mio tutorial su come creare un account Google.

Successivamente, collegati al sito Internet di AdSense e pigia sul bottone Get started now. Imposta quindi la lingua italiana dal menu a tendina collocato in alto a destra, accertati che venga rilevato correttamente il tuo indirizzo Gmail e clicca sul pulsante .

Digita, a questo punto, l’indirizzo del tuo sito Web nell’apposito campo di testo, seleziona la lingua dei contenuti presenti in esso dal menu sottostante e pigia su Continua per passare allo step successivo.

Attenzione: puoi inserire solo domini di secondo livello (es. sito.it o sito.com). Non sono supportati i domini di terzo livello (es. sito.dominio.com), eccetto quelli appartenenti ai servizi partner di AdSense. Ad esempio, se hai creato un blog gratuito su Blogger puoi iscriverti ad AdSense ma devi seguire una procedura leggermente diversa rispetto a quella standard: devi collegarti al pannello di amministrazione di Blogger, pigiare sulla freccia collocata accanto al pulsante con la matita (vicino al titolo del tuo blog) e selezionare la voce Profitti dal menu che compare. Il resto del processo di registrazione sarà identico a quello che abbiamo appena visto insieme.

Per concludere, scegli se creare un account AdSense personale o professionale mettendo il segno di spunta su una delle due voci situate accanto alla scritta Tipo di account (scegli di creare un account professionale se vuoi intestarlo ad un’azienda) e compila il modulo che ti viene proposto fornendo tutti i dati richiesti: nome, indirizzo, città e numero di telefono.

Scegli quindi se ricevere le email promozionali da parte di Google rispondendo o No a tutte le domande presenti nella parte bassa della pagina e clicca sul pulsante Invia la mia domanda per inoltrare la tua richiesta di adesione al programma AdSense. L’iscrizione è completamente gratuita e priva di vincoli temporali.

Verifica e attivazione dell’account AdSense

L’attivazione degli account AdSense non è immediata. Dopo esserti iscritto al servizio, la tua richiesta verrà presa in carico da Google che entro 24 ore dovrebbe risponderti via email fornendoti le indicazioni circa le prossime mosse da compiere.

In caso di accettazione, dovrai collegarti al tuo account AdSense, accettare i termini d’uso del servizio (mettendo il segno di spunta accanto alla voce Sì, ho letto e accettato il Contratto e pigiando sul pulsante Continua nel mio account AdSense) e creare la tua prima unità pubblicitaria. Per compiere quest’operazione, dovrai selezionare la scheda I miei annunci di AdSense, pigiare sul pulsante Nuova unità pubblicitaria, scegliere un formato di annuncio fra quelli disponibili e incollare il codice HTML che ti verrà fornito sul tuo sito.

Google provvederà a effettuare una nuova verifica sul tuo account e, nel giro di 2 o 3 giorni, ti comunicherà via email l’esito dell’operazione. In caso di accettazione potrai cominciare a guadagnare con AdSense pubblicando liberamente annunci pubblicitari sul tuo sito, altrimenti dovrai seguire le indicazioni fornite da “big G” e risolvere i problemi riscontrati durante il processo di verifica del tuo account. Maggiori info qui.

Nota: durante la verifica iniziale dell’account (quella che dura 2 o 3 giorni) gli annunci che inserirai sul tuo sito non saranno visualizzabili, appariranno come degli spazi vuoti, e non ti porteranno guadagni.

Regole di AdSense

Per superare la verifica di AdSense, e successivamente per mantenere il proprio account attivo, bisogna seguire delle regole ben precise.

I siti che intendono pubblicare gli annunci del circuito AdSense non possono ospitare contenuti espliciti (per soli adulti), contenuti correlati ai giochi d’azzardo, contenuti che incitano all’odio e non devono violare le norme relative al copyright. Maggiori info qui.

Inoltre è vietato manomettere il codice degli annunci (devi inserire il codice HTML nel tuo sito così come te lo fornisce Google), non è possibile cliccare su banner presenti sul proprio sito e non si possono invitare esplicitamente i visitatori a cliccare sugli annunci. Maggiori info qui.

Formato degli annunci AdSense

Esistono molti formati di annunci AdSense. Quelli più diffusi (e redditizi) sono quelli che combinano immagini e testi, ma è possibile optare anche per annunci composti solo da testi o solo da contenuti grafici (anche video, ma sono abbastanza rari).

Le forme e le dimensioni sono altresì molto varie: ci sono gli annunci che si ridimensionano automaticamente in base al layout del sito (ideale per i siti dotati di un design responsivo, cioè che si adatta automaticamente in base al dispositivo da cui avvengono le visualizzazioni e alle dimensioni della finestra del browser); i banner orizzontali in formato Leaderboard 728×90; quelli verticali in formato Skyscraper grande 300×600 e la lista potrebbe andare avanti a lungo.

Non esiste un formato di banner migliore, in termini assoluti, rispetto a un altro. Sta alla bravura del gestore di ogni sito capire quali annunci utilizzare e dove posizionarli per farli rendere al massimo. Maggiori info qui.

L’inserimento dei banner, come già accennato in precedenza, è facilissimo. Basta copiare il codice HTML fornito da AdSense e incollarlo nella parte del sito in cui si desidera far visualizzare gli annunci. Per modificare il codice HTML del tuo sito puoi usare qualsiasi editor adatto allo scopo oppure, se hai un blog, puoi affidarti agli strumenti di modifica del codice disponibili nel pannello di amministrazione del tuo CMS (WordPress, Blogger ecc).

Pagamenti di AdSense

Gli annunci di AdSense generano dei guadagni quando gli utenti fanno click su di essi. Solo alcune campagne – a dire il vero molto rare – prevedono un compenso per l’impressione, cioè per la sola visualizzazione dei banner da parte dei visitatori. I guadagni per click o per impressione sono pari a pochi centesimi, quindi per avere un ritorno significativo occorre avere molte visite.

I pagamenti vengono effettuati a mezzo bonifico bancario, tramite assegno o Trasferimento elettronico dei fondi (EFT) tra il giorno 21 e il giorno 26 del mese al superamento della soglia minima di 70 euro. Chi lo desidera, può richiedere la posticipazione del pagamento e sommare i guadagni di due o più mesi per incassare una somma più cospicua in un’unica soluzione (si fa tutto nel pannello Visualizza pagamenti > Impostazioni pagamento di AdSense).

Altre informazioni utili

  • Inserimento delle informazioni fiscali – al raggiungimento dei primi 10 euro di guadagni, AdSense richiede l’aggiornamento dei propri dati fiscali. È bene fornire con cura tali informazioni, perché in caso di mancata verificabilità delle stesse si va inevitabilmente incontro alla sospensione dell’account.
  • Aggiunta di altri siti – è possibile utilizzare gli annunci di AdSense in più di un sito senza creare un nuovo account Google. Per scoprire come si fa, leggi le indicazioni contenute nella guida ufficiale del servizio. Non è invece possibile gestire più account AdSense con lo stesso nome del beneficiario.
  • Per qualsiasi altro dubbio – consulta la guida ufficiale di AdSense e cerca forum e/o gruppi Facebook che si occupano di monetizzazione dei contenuti online.