Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come ottenere MVP su Rocket League

di

Dopo il suo passaggio al modello free-to-play, avvenuto a fine 2020, hai finalmente deciso di approcciarti a Rocket League, il videogioco sviluppato da Psyonix in cui si gioca a vari sport con delle auto. Ti sei dunque trovato dinanzi a delle sfide che ti chiedono di diventare l’MVP (Most Valuable Player), ma non hai ben capito come fare. Non preoccuparti: sei arrivato proprio nel posto giusto!

Infatti, in questo tutorial ti illustrerò nel dettaglio come ottenere l’MVP su Rocket League. Ovviamente, ci sarà anche modo di spiegare per bene in cosa consiste questo premio e quali sono le principali azioni che influenzano la scelta del miglior giocatore della partita. Per il resto, se sei un giocatore del titolo Psyonix, sicuramente troverai pane per i tuoi denti.

Che ne dici? Ha intenzione di comprende al meglio come funziona la questione dell’MVP? Secondo me non vedi l’ora di portare a termine quella sfida che il gioco ti ha posto dinanzi. Forza allora, tutto quello che devi fare è semplicemente seguire le rapide indicazioni presenti qui sotto. Detto questo, a me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Informazioni preliminari

Riassunto finale partita Rocket League

Prima di entrare nel dettaglio della procedura su come ottenere l’MVP su Rocket League, ritengo possa interessarti saperne di più in merito a questa possibilità.

Ebbene, la sigla MVP significa Most Valuable Player (giocatore con maggior valore) ed è molto diffusa in ambito gaming, nonché nel mondo sportivo (basti pensare al basket). Rocket League è un gioco che si basa per certi versi sullo sport, quindi è normale che gli sviluppatori abbiano deciso di “prendere in prestito” questo acronimo.

Nel titolo di Psyonix, il premio MVP viene assegnato alla fine di ogni partita e indica il giocatore che si è contraddistinto maggiormente tra quelli che hanno partecipato. Questo “trofeo” non può essere ottenuto nelle partite 1v1, ma è necessario giocare online a squadre (ad esempio, 2v2).

MVP Vittoria Rocket League

Il premio MVP viene assegnato al giocatore che ha “spostato le sorti” della partita, ad esempio segnando più goal ed effettuando più salvataggi. In genere l’MVP è praticamente sempre nella squadra vincente.

Questo premio è divenuto particolarmente ambito tra gli utenti di Rocket League a partire da settembre 2020, quando si è svolto l’evento Llama-Rama. Quest’ultimo ha reso gratuito il titolo di Psyonix e portato con sé delle Sfide evento.

Tra queste, una delle “challenge”, che consentivano agli utenti di ottenere anche degli elementi in-game legati a Fortnite (chi ha detto Bus Battaglia?), chiedeva proprio di vincere il premio MVP. Inoltre, altre sfide arrivate in seguito hanno chiesto agli utenti, ad esempio, di ottenere il titolo di MVP in 25 partite online.

Sfide Rocket League

Insomma, comprendo il motivo che ti spinge a voler ottenere questo premio e infatti questo tutorial è qui proprio per fornirti delle indicazioni utili a raggiungere il tuo obiettivo.

Come ottenere MVP su Rocket League

2v2 partita Rocket League

Come avrai intuito da quanto ho illustrato nel capitolo preliminare, non esiste una tecnica sicura al 100% per ottenere il trofeo MVP.

Tuttavia, ci sono alcuni accorgimenti che dovresti tenere bene a mente e che potrebbero aiutarti a raggiungere l’ambito premio. Innanzitutto, il mio consiglio è quello di giocare in 2v2 e non in 3v3, dato che più giocatori ci sono e meno chance hai di vincere il trofeo.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è il gioco in co-op. Puoi infatti farti affiancare da uno o più amici, in modo da coordinarvi durante le partite. Se hai degli amici particolarmente forti, potrebbero aiutarti a vincere l’MVP magari lasciandoti segnare qualche goal.

Goal Rocket League

Non sottovalutare, poi, i salvataggi: spesso gli utenti pensano che siano solamente i goal a indirizzare il premio MVP verso un determinato giocatore, ma in realtà anche riuscire a respingere la palla nella zona della porta può garantire buone soddisfazioni in tal senso. Altre azioni che forniscono punti sono assist e tiri in porta.

Insomma, stare sempre in attacco e non dare mai una mano in difesa, come fanno molti utenti, potrebbe rivelarsi controproducente e far vincere il trofeo a qualcun altro. C’è poi ovviamente la questione degli avversari: utilizzando il matchmaking online, potresti trovarti dinanzi sia avversari di un certo calibro che altri meno abili.

Il consiglio è, dunque, quello di pazientare un po’ se proprio non riesci a vincere il premio MVP, dato che potresti prima o poi trovare dei giocatori non esattamente forti e quindi ottenerlo in men che non si dica, magari dopo svariate partite non andate propriamente bene.

MVP vinto Rocket League

In generale, non bisogna mollare: Rocket League è fatto di partite frenetiche, che possono potenzialmente essere ribaltate nel giro di pochi secondi.

Se continui a giocare al titolo di Psyonix divertendoti, vedrai che prima o poi arriverà anche il tuo momento, proprio come è successo a svariati altri utenti che hanno smesso di pensare al premio MVP, per poi scoprire che bastava semplicemente giocare in modo spensierato per riuscirci con un po’ di calma in più.

Come migliorare su Rocket League

Migliorare su Rocket League

Qualora te lo stessi chiedendo: no, non esistono “trucchi” per ottenere un premio MVP rapidamente, ma dipende tutto dalle proprie abilità, com’è giusto che sia.

Per questo motivo, se vuoi migliorare su Rocket League, ti consiglio di allenarti spesso, magari entrando nei tutorial messi a disposizione dal gioco e imparando a gestire una a una le meccaniche avanzate di gioco.

Inoltre, può sempre aiutarti guardare i pro player su piattaforme come Twitch, cercando di carpire i loro “segreti”.

Questi sono solamente dei consigli di base che potrebbero risultarti utili per diventare più bravo nel titolo di Psyonix, ma se vuoi approfondire l’argomento puoi farlo mediante la mia guida su come migliorare su Rocket League, in cui ho spiegato nel dettaglio quali sono i principali aspetti da tenere in considerazione.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.