Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come migliorare su Rocket League

di

Dopo che i tuoi amici te ne hanno parlato per lungo tempo, ti sei finalmente deciso a giocare a Rocket League, il popolare videogioco sportivo di Psyonix Studios. Hai quindi effettuato le prime partite e ti stai divertendo molto. In particolare, ti sei imbattuto nella modalità Competitiva e ti stai appassionando al gioco. Tuttavia, man mano che avanzi nella competizione, ti stai accorgendo che gli avversari si stanno facendo sempre più agguerriti e vorresti quindi qualche consiglio per migliorare le tue performance di gioco. Le cose stanno così, dico bene? Allora direi che sei arrivato nel posto giusto al momento giusto!

Nella guida di oggi, infatti, ti spiegherò nel dettaglio come migliorare su Rocket League. Nel caso te lo stessi chiedendo, andremo ad affrontare un po’ tutti i problemi che vengono riscontrati dai giocatori alle prime armi, ma ci sarà spazio anche per parlare di dinamiche conosciute perlopiù dai gamer professionisti. Il tutorial si concentrerà principalmente sulla modalità "calcistica" del titolo di Psyonix Studios, ovvero quella più giocata e diffusa, ma non mancherò anche di soffermarmi su alcune tecniche utili per quanto riguarda gli altri sport proposti dal gioco.

Che ne dici? Sei pronto per passare all’azione e imparare tutte le tattiche più utili per diventare un abile giocatore di Rocket League? Direi proprio di sì, visto che sei giunto fin qui e stai leggendo con interesse questo tutorial. Tutto quello che devi fare, dunque, è prenderti qualche minuto di tempo libero, metterti bello e comodo e seguire le rapide istruzioni che trovi qui sotto. Ti posso assicurare che esse ti permetteranno di raggiungere il tuo obiettivo in un lampo. Detto questo, a me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come funziona Rocket League

Schermata caricamento Rocket League

Prima di entrare nel dettaglio della procedura su come migliorare su Rocket League, ritengo possa interessarti saperne di più in merito a come funziona il titolo di Psyonix Studios.

Ebbene, stiamo parlando di un videogioco sportivo in cui gli utenti controllano delle macchine. L’obiettivo è quello di fare goal nella porta avversaria, ma durante la partita può succedere di tutto e i giocatori hanno a disposizione il turbo, la possibilità di salire sui muri e di saltare per cercare di colpire la palla.

In parole povere, potremmo quindi definire Rocket League come un gioco di calcio con le macchine al posto dei calciatori. Si tratta del seguito di Supersonic Acrobatic Rocket-Powered Battle-Cars: titolo uscito nel 2008 su PlayStation 3. L’anima del gioco di Psyonix Studios è il multiplayer, visto che le partite prevedono da 1 a 4 giocatori per squadra.

Le regole sono molto semplici: chi fa più goal, vince. Non ci sono falli, visto che le macchine dei giocatori possono addirittura essere temporaneamente distrutte. In caso di pareggio alla fine del tempo regolamentare, si ricorre alla regola del golden goal per la quale chi segna, vince. I giocatori possono ottenere il turbo passando sopra a degli appositi cerchi sparsi per il campo di gioco.

Altra cosa importante da sapere è che Rocket League prevede l’inserimento di bot nel caso in cui non ci siano abbastanza utenti online.

Modalità Rocket League

Il titolo prevede poi diverse modalità di gioco: Ca-R-lcio (calcio, partita normale), Snowday (hockey su ghiaccio), Hoops (pallacanestro), Rissa (modalità con poteri), Dropshot (bisogna far cadere il pallone fuori dalla mappa) e Competitiva (classifiche contro gli altri giocatori). Insomma, nonostante Rocket League sia conosciuto principalmente per la sua modalità "calcistica", in realtà implementa varie tipologie di sport.

Consigli per migliorare su Rocket League

Rocket League è un titolo particolarmente vario e complesso da padroneggiare. Per questo motivo, è molto importante attuare degli accorgimenti che permettono di migliorare sensibilmente le proprie prestazioni all’interno del gioco. Qui sotto trovi tutti i dettagli del caso.

Allenarsi nella modalità 1v1 e nei tutorial

1v1 Rocket League

Spesso, il metodo per migliorare in un titolo è proprio lì davanti agli occhi: allenarsi con i tutorial. Può sembrare un consiglio banale, ma ci sono alcuni giocatori che, spinti dalla voglia di giocare il prima possibile, saltano a piè pari i consigli proposti dal gioco stesso e "improvvisano": non c’è niente di più sbagliato da fare!

In particolare, Rocket League mette a disposizione dell’utente una miriade di tutorial dedicati alle varie azioni che possono essere messe in atto durante una normale partita. Per accedere a questi contenuti, tutto quello che devi fare è selezionare la voce Allenamento dalla schermata principale del gioco e premere su Tutorial o su Allenamento personalizzato.

Tutorial Rocket League

Un altro consiglio da non sottovalutare è quello di allenarsi nella modalità 1v1. Quest’ultima potrebbe sembrare "noiosa" sotto certi punti di vista, ma ti posso assicurare che non avere compagni di squadra ti aiuterà a focalizzarti sul tuo obiettivo e a comprendere a fondo le tempistiche di attacco e difesa, che spesso vengono messe in secondo piano durante le partite con squadre più numerose.

Modificare le impostazioni di gioco

Opzioni telecamera Rocket League

Rocket League dispone, come ogni gioco multiplayer che si rispetti, di molte possibilità in termini di personalizzazione delle impostazioni di gioco. È quindi molto importante modificare le varie opzioni in base al proprio stile.

In particolare, mi sento di consigliarti di "mettere le mani" sulle impostazioni relative alla telecamera. I parametri da tenere in considerazione sono molteplici: Oscillazione, campo visivo della telecamera, distanza della telecamera, altezza della telecamera, angolo della telecamera, rigidità della telecamera, velocità della rotazione della telecamera, capovolgi la telecamera del campo, mantieni, indicatore ball cam e freccia della palla.

Qui non è possibile darti particolari consigli, visto che ogni giocatore deve ricercare lo stile che più si adatta alle proprie esigenze. Quello che devi fare, dunque, è "smanettare" con le opzioni e testarle in partita. Tuttavia, se proprio vuoi un’indicazione di base, solitamente i professionisti mantengono disabilitata l’oscillazione, utilizzano un campo visivo di 100/110 gradi, una distanza tra 260 e 300, un’altezza di 110, un’angolazione di -3 e una rigidità di 0.5. Queste opzioni vanno solitamente bene per molti ma, come detto in precedenza, dipende tutto dal proprio stile di gioco.

Per il resto, potresti pensare di cambiare l’assegnazione dei tasti in base alle tue esigenze. Ad esempio, se vedi che sei portato a premere un tasto piuttosto che un altro durante la partita, prova ad effettuare questo "switch". In ogni caso, ti ricordo che, per cambiare queste opzioni, devi solamente selezionare la voce Opzioni presente nella schermata iniziale del gioco e spostarti sulla scheda Telecamera, oppure su quella Comandi.

Posizionarsi correttamente in campo

Amici Rocket League

Il calcio ci ha sempre insegnato che ogni giocatore ha un ruolo. Ebbene, dimenticati questa regola: su Rocket League ogni utente fa tutto, dall’attaccante al portiere, passando per il centrocampista e per il difensore.

Infatti, il titolo di Psyonix Studios è molto frenetico e si passa in pochi secondi da una parte all’altra del campo, quindi darsi un ruolo è impensabile. Risulta dunque particolarmente importante posizionarsi correttamente in campo, trovando una giusta alchimia con i propri compagni di squadra.

Qui entra in gioco il concetto di "rotazione": in base a quanto avviene in gioco, ogni utente deve essere in grado di "sostituirsi" in modo rapido ai propri compagni. Faccio un esempio pratico: se un giocatore in difesa riesce a respingere un tiro dell’avversario, si troverà automaticamente in attacco. Sarà bene, quindi, che il compagno dell’utente torni in difesa, in modo da non lasciare la porta scoperta in caso di contropiede.

D’altronde, andare tutti insieme sulla palla non è una buona idea, visto che probabilmente i giocatori della stessa squadra si ostacolerebbero a vicenda. Insomma, devi saper concedere i giusti spazi ai tuoi compagni e cercare di essere il più versatile possibile. Mettendo in atto questa mentalità, ti posso assicurare che riuscirai a capire meglio cosa sta avvenendo sul campo di gioco.

Padroneggiare il freno a mano

Freno a mano Rocket League

Una delle tecniche più sottovalutate dai giocatori è l’utilizzo del freno a mano. Infatti, se sfruttato correttamente, questo strumento è in grado di ribaltare completamente le sorti di un’azione.

Il problema principale dei giocatori alle prime armi è quello di utilizzare solamente il classico freno (ad es. tasto L2 su PS4). Quest’ultimo risulta sì utile nella maggior parte dei casi, ma in alcuni contesti è di fondamentale importanza utilizzare il freno a mano (es. tasto quadrato su PS4).

Quest’ultimo permette, infatti, di modificare in modo piuttosto rapido il proprio posizionamento e colpire quindi correttamente la palla. Il mio consiglio è quello di allenarsi molto, magari con i bot offline, nell’utilizzo del freno a mano.

Non posso darti molte dritte in tal senso, visto che ogni giocatore ha il suo stile, ma ti posso assicurare che, una volta padroneggiato questo strumento, noterai un sensibile miglioramento delle tue prestazioni su Rocket League.

Imparare a usare i boost

Turbo Rocket League

I boost sono probabilmente una delle prime funzionalità che il giocatore alle prime armi di Rocket League scopre. Infatti, per utilizzarli, basta semplicemente passare sopra a uno dei cerchi presenti all’interno della mappa e premere il pulsante del turbo (es. cerchio su PS4).

Solitamente, i "pilastri" che ricaricano completamente la barra del turbo sono posti agli angoli della mappa, quindi ti consiglio di prendere questi strumenti quando l’azione si sposta da quelle parti. Per quanto riguarda l’utilizzo del turbo, il momento ideale per attivarlo è nelle azioni in contropiede o in aria, cercando di anticipare gli avversari.

Fai però attenzione a non utilizzare troppo il turbo, visto che nelle azioni più concitate potrebbe tornarti utile per salvare la partita. Il segreto, per quanto riguarda invece le azioni offensive, è quello di anticipare gli avversari, cogliendoli alla sprovvista e attivando il turbo quando meno se lo aspettano.

A mio modo di vedere, è molto importante esercitarsi a utilizzare i boost nelle partite offline, dove c’è modo di testare con relativa calma come funzionano e quanto in là possono spingersi. Tieni sempre d’occhio la barra del turbo, in modo da capire quanto tempo impiega per consumarsi.

Imparare a muoversi sui muri e "saltare"

Salto Rocket League

Durante le prime partite, i giocatori meno esperti di Rocket League hanno sempre "paura" di salire sui muri. Infatti, inizialmente può risultare ostico muovere correttamente la macchina e raggiungere la palla.

Nonostante questo, ti consiglio caldamente di non perderti d’animo e di allenarti, magari offline, a colpire la palla partendo dai muri. Infatti, dato che la maggior parte dei giocatori non è in grado di sfruttare questa possibilità, riuscire a cogliere di sprovvista l’avversario colpendo la palla a partire dal muro può risultare una tattica vincente.

Un altro aspetto molto importante è quello legato al salto (es. tasto X su PS4). Quest’ultimo è molto importante per colpire correttamente la palla quando essa è in aria e inoltre, se combinato correttamente con la salita sul muro, può risultare fondamentale per effettuare dei contropiedi con un goal quasi assicurato. Insomma, non sottovalutare il movimento in altezza.

Il passaggio e i "corner"

Muri Rocket League

Rocket League porta spesso a voler segnare a tutti i costi. Tuttavia, questa è una delle cose più sbagliate che si possano fare all’interno del gioco di Psyonix Studios, visto che spesso conduce al risultato opposto.

Il passaggio è di fondamentale importanza su Rocket League, dato che permette di prendere alla sprovvista gli avversari. Spesso, infatti, i giocatori si aspettano che l’utente tiri direttamente in porta, ma, facendo "smarcare" i propri compagni e servendoli, molte volte si riescono a segnare dei goal piuttosto semplici.

In particolare, un modo utilizzato dai professionisti per passare la passa ai propri compagni è quello di correre verso gli angoli ed effettuare un "cross" alto al centro dell’area, una sorta di "corner", in modo che arrivi qualcuno a saltare e fare goal. Utilizzando i muri, questa tecnica diventa ancora meno prevedibile e ti posso assicurare che spesso fa faville.

Guardare i professionisti

Professionisti Rocket League

Uno dei consigli più scontati, ma anche più importanti, che si danno sempre per quanto riguarda i giochi multiplayer è quello di osservare e imparare dai professionisti.

D’altronde, ormai piattaforme come Twitch e YouTube pullulano di veri e propri esperti, anche provenienti dal mondo eSport. Non posso, quindi, che invitarti a cercare su YouTubemigliorare su Rocket League”: in questo modo, troverai innumerevoli video tutorial che ti spiegheranno nel dettaglio le funzionalità del titolo di Psyonix Studios.

Per una lista dettagliata dei video consigliati, ti invito a consultare questa pagina di Reddit (in inglese), dove troverai una miriade di contenuti multimediali che ti spiegheranno da zero come diventare un vero professionista di Rocket League.

Nonostante i video siano spesso in lingua inglese, ti posso assicurare che sono veramente di facile comprensione e, inoltre, puoi sempre attivare i sottotitoli generati da YouTube. Se non sai come fare, ti invito a consultare la mia guida su come mettere i sottotitoli su YouTube.