Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come registrare schermo Mac

di

Hai appena visto la presentazione di un software per Mac in cui l’utente, oltre al desktop del proprio computer, filmava anche sé stesso, in un riquadro collocato in uno degli angoli dello schermo: davvero un bell’effetto, vero? E allora perché non provi a realizzare qualcosa di simile anche tu? Ti assicuro che è semplicissimo.

Ormai esistono diverse applicazioni, anche gratuite, per registrare schermo Mac e molte di esse permettono di riprendere contemporaneamente la scrivania di macOS e la webcam, creando quel simpatico effetto di cui parlavamo poc’anzi. Adesso te ne segnalo alcune fra le più interessanti disponibili attualmente “su piazza”, spiegandoti brevemente come usarle. Resterai sorpreso dalla qualità dei filmati che riuscirai ad ottenere e, soprattutto, dalla semplicità con cui riuscirai ad ottenerli.

Nota: quando avvii la registrazione dello schermo (oppure esporti delle registrazioni che hai già effettuato) il computer viene messo “sotto sforzo” e questo porta le ventole a girare in maniera più forte. Se, dunque, il tuo Mac diventa più rumoroso per qualche minuto, non ti preoccupare, si tratta di una cosa assolutamente normale: serve ad evitare che il computer si surriscaldi e vengano apportati dei danni ai componenti interni. Ovviamente ciò non vale per i modelli di MacBook fanless, che non hanno ventole al loro interno.

Indice

Come registrare schermo Mac gratis

Screenshot macOS

Se utilizzi macOS 10.14 (Mojave) o versioni successive, puoi registrare schermo Mac gratis con l’applicazione Screenshot, che è quella predefinita del sistema operativo di casa Apple per la cattura dello schermo.

Per richiamare Screeenshot, apri il Launchpad selezionando la relativa icona (quella con i quadrati colorati) che trovi sulla barra Dock, accedi alla cartella Altro e seleziona l’icona dell’applicazione (quella con la macchina fotografica all’interno del quadrato aperto sui lati).

Si aprirà quindi una barra degli strumenti con vari pulsanti. Quelli dedicati alla realizzazione dei video sono il quarto e il quinto: uno permette di catturare l’intero schermo del Mac, l’altro una porzione di esso da selezionare con il mouse.

Se vuoi registrare schermo Mac con audio proveniente dal microfono oppure per registrare schermo Mac con cuffie, fai prima clic sul pulsante Opzioni che trovi sempre sulla barra degli strumenti dell’applicazione, clicca sul menu Microfono e seleziona il nome del dispositivo di riferimento. Sempre dopo aver fatto clic sul pulsante Opzioni puoi anche scegliere di rendere visibili i clic del mouse, selezionando l’opzione Mostra clic del mouse dal menu Opzioni.

Dopo aver configurato il funzionamento di Screenshot, clicca sul pulsante Registra e realizza il tuo video. Al termine della registrazione, premi sul pulsante Stop comparso sulla toolbar di Screenshot o cliccando su quello che nel frattempo è stato aggiunto sulla barra dei menu di macOS e il filmato verrà salvato automaticamente nella posizione in cui vengono salvati anche gli screenshot (il desktop, per impostazione predefinita), in formato MOV.

Se vuoi, al termine della registrazione puoi tagliare il tuo video, condividerlo o cestinarlo cliccando sulla sua miniatura che compare nell’angolo in basso a destra dello schermo, scegliendo l’operazione che desideri compiere dalla finestra che si apre, usando la toolbar collocata in alto: l’icona con la pellicola e i due indicatori laterali permette di tagliare il video, quella con il quadrato con la freccia all’interno permette di condividerlo, mentre quella con il cestino di cancellarlo. Una volta apportate le modifiche desiderate, per salvare il video, clicca sul pulsante Fine.

Come registrare schermo Mac: tasti

Tastiera Mac

Se prediligi l’uso delle combinazioni di tasti, puoi registrare schermo Mac anche in questo modo, senza dover necessariamente richiamare a “colpi di clic” l’utility predefinita di macOS di cui ti ho parlato nel passo precedente e le relative funzioni. Ecco le scorciatoie di tasti che hai a tua disposizione per riuscirci.

  • cmd+shift+5 – permette di richiamare l’applicazione Screenshot.
  • cmd+control+esc – permette di interrompere la registrazione dello schermo.

Come registrare schermo Mac con QuickTime

QuickTime Player

QuickTime Player non ha bisogno di presentazioni. Si tratta del player video incluso di default in macOS, ma forse non tutti sanno che può essere adoperato anche per realizzare degli screencast, eventualmente anche includendo l’audio proveniente dal microfono o da altro ingresso. Per registrare l’audio interno del Mac avrai bisogno, invece, delle applicazioni di supporto a cui accennavo nella intro: per tutti i dettagli leggi il tutorial che ti ho appena linkato.

Per cui, per registrare schermo Mac con QuickTime, richiama il programma, aprendo il Launchpad, accedendo alla cartella Altro e selezionando l’icona di Quick Time Player (quella con la “Q” e lo sfondo nero).

Successivamente, clicca sul menu File in alto a sinistra e seleziona la voce Nuova registrazione schermo da quest’ultimo. A questo punto, se stai usando di macOS 11.0 (Big Sur) o versioni successive, vedrai comparire gli stessi controlli di Screenshot, per cui puoi proseguire attenendoti alle medesime indicazioni che ti ho fornito nel passo a inizio guida.

Se, invece, stai usando di una versione di macOS precedente, ti verrà mostrata la finestra di QuickTime Player dedicata alla registrazione dello schermo. A questo punto, se vuoi che venga registrato anche l’audio, clicca sulla freccetta verso il basso e poi sulla voce Microfono integrato: microfono interno che trovi nel menu che compare.

Se lo ritieni necessario, puoi anche decidere di rendere visibili i clic effettuati con il mouse, seleziona anche la voce Mostra clic del mouse nella registrazione. Ora, per dare il via all’acquisizione dell’intera scrivania clicca in un punto qualsiasi dello schermo (o premi il pulsante Rec annesso alla schermata di QuickTime Player), mentre se vuoi registrare soltanto una porzione della stessa clicca in un punto definito dello schermo e tenendo premuto disegna un quadrato o un rettangolo sullo stesso.

Quando hai finito, clicca sul pulsante Stop che compare nella barra dei menu del Mac e attendi che il video acquisito risulti visibile. Per impostazione predefinita, il file viene salvato in formato MOV sulla scrivania di macOS.

Se vuoi, puoi anche prendere visione del video usando i pulsanti annessi al player, mentre se hai necessità di salvare il file in un formato diverso puoi farlo accedendo al menu File, quindi a quello Esporta come e facendo la tua scelta da lì.

Come registrare schermo Mac con OBS

OBS

Se gli strumenti predefiniti di macOS non ti hanno soddisfatto, ti consiglio di provare a registrare schermo Mac con OBS. Nel caso in cui non ne avessi mai sentito parlare, OBS (acronimo di Open Broadcaster Software) è un ottimo software gratuito e open source che permette di registrare (o trasmettere “live”) lo schermo del computer. Tra le sue caratteristiche principali, ci sono da annoverare l’estrema semplicità di utilizzo e la capacità di comprendere le riprese della webcam nelle registrazioni. Inoltre, lo si può usare per registrare schermo Mac con audio interno (a patto di installare precedentemente i programmi per registrare l’audio interno del Mac) e per registrare schermo Mac senza audio esterno.

Per servirti di OBS sul tuo Mac, collegati al relativo sito Internet ufficiale e poi segui le istruzioni su come scaricare, installare ed eseguire il primo setup del programma che ti ho fornito nella mia guida specifica sull’argomento.

Una volta visualizzata la finestra principale del software, clicca sul pulsante Impostazioni situato in basso a destra, seleziona la voce Uscita dalla barra laterale e scegli dal menu a tendina Modalità di uscita la voce Semplice.

Indica poi la cartella in cui salvare le registrazioni, facendo clic sul pulsante Sfoglia accanto al campo Percorso di registrazione e imposta nel menu a tendina Qualità della registrazione l’opzione La stessa della diretta, dopodiché il formato del video della registrazione tramite il menu a tendina Formato di registrazione. Per salvare le modifiche premi sui pulsanti Applica e OK.

Preoccupati quindi di indicare al programma le fonti da usare per catturare i video, premendo sul pulsante (+) sotto il riquadro Fonti, scegliendo la voce Cattura lo schermo dal menu che compare e cliccando sul pulsante OK per due volte. In seguito, sposta e/o ridimensiona il riquadro con la scrivania nella finestra di OBS per includere la zona dello schermo che ti interessa.

Se alla registrazione dello schermo vuoi aggiungere anche quella della webcam clicca sul pulsante (+) che si trova sotto il campo Origini, seleziona la voce Dispositivo di cattura video dal menu che compare e premi sul tasto OK per due volte. Provvedi poi a modificare l’anteprima della schermata da catturare, spostando manualmente il riquadro della webcam nel punto che preferisci.

Se desideri registrare lo schermo un video dello schermo includendo anche l’audio, premi ancora sul pulsante(+) nel riquadro Fonti e scegli l’opzione Cattura l’audio in entrata oppure quella Cattura l’audio in uscita.

Quando lo vorrai, potrai avviare la registrazione dello schermo cliccando sul pulsante Avvia registrazione. Per interromperla, richiama nuovamente la schermata principale di OBS e premi sul pulsante Termina la registrazione. Per impostazione predefinita, OBS salva le registrazioni in formato MOV. Per maggiori dettagli, leggi il mio tutorial su come usare OBS.

Altre soluzioni per registrare schermo Mac

Registrare schermo Mac

Nessuna delle soluzioni per registrare schermo Mac che ti ho già segnalato ti ha convinto in modo particolare e ti piacerebbe che ti suggerissi altre soluzioni di questo tipo? Detto, fatto! Le trovi elencate qui sotto.

  • Screenflow – è una delle migliori applicazioni per registrare schermo Mac, nonché una delle più usate in tutto il mondo. Include anche un pratico editor che permette di modificare le registrazioni, aggiungere loro effetti speciali e montarle in maniera molto semplice. Il software è a pagamento (costa 129$), ma è disponibile in una versione di prova gratuita che non presenta limiti di tempo e imprime un watermark alle registrazioni.
  • Camtasia Studio – si tratta di un’applicazione che consente di registrare la scrivania di macOS, la webcam, l’audio del computer, l’audio del microfono e che integra anche degli strumenti per modificare le registrazioni realizzate. Insomma, è una soluzione davvero completa. È a pagamento (costa 303,44 euro), ma si può scaricare in una versione di prova gratuita della durata di 30 giorni. Per approfondimenti leggi il mio tutorial su come scaricare Camtasia Studio.
  • Screencast-o-matic – è un famosissimo servizio online per la registrazione del desktop. Funziona direttamente dal browser mediante l’utilizzo di una piccola app gratuita. È gratis, ma presenta alcune limitazioni: non consente di effettuare registrazioni più lunghe di 15 minuti, produce video con una risoluzione massima di 720p e imprime dei watermark alle registrazioni. Per rimuovere queste limitazioni e ottenere anche delle funzioni in più, molte delle quali dedicate all’editing dei video prodotti, bisogna sottoscrivere dei piani a pagamento (che partono da 4$/mese). Te ne ho parlato in dettaglio nella mia guida su come scaricare Screencast-o-matic.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.