Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come resettare NVRAM

di

Da qualche tempo, la retroilluminazione della tastiera del tuo Mac non funziona in modo corretto? Noti la comparsa di un’icona a forma di punto interrogativo prima dell’avvio del computer e proprio non riesci a capire perché ciò succeda? Probabilmente, la “colpa” di questi comportamenti strani è della NVRAM (o PRAM) del Mac, ossia della parte di memoria RAM adibita all’archiviazione di precise impostazioni di sistema. Nella maggior parte dei casi, è possibile far fronte alla cosa andando a ripristinare questo chip di memoria.

Se ho descritto perfettamente la tua situazione e, a questo punto, vorresti capire come resettare la NVRAM del Mac, sappi che ti trovi nel posto giusto, al momento giusto: in questo tutorial, infatti, sarà mia cura illustrarti l’effettiva funzione di questa porzione di memoria, insieme alle istruzioni per effettuarne il ripristino. Per completezza d’informazione, ti spiegherò anche come ripristinare il chip SMC del computer: altra importante parte dei Mac preposta alla gestione di alcuni controlli hardware.

Dunque, senza indugiare oltre, mettiti bello comodo e leggi con attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, una volta terminata la lettura di questa guida, avrai acquisito le competenze necessarie a riportare il tuo computer al suo funzionamento normale. Scommettiamo?

Indice

Informazioni preliminari

Come resettare la PRAM Mac

Prima ancora di spiegarti come resettare la NVRAM del Mac, lascia che ti fornisca qualche indicazione in più riguardo questo componente.

La NVRAM, o memoria ad accesso casuale non volatile, è una porzione di memoria che il Mac utilizza per archiviare alcune impostazioni impiegate di frequente, tra cui il volume dell’audio, la risoluzione dello schermo, le impostazioni relative al disco di avvio, il fuso orario e le informazioni relative ai recenti kernel panic, in modo da potervi accedere, al bisogno, in maniera rapida (senza doverle recuperare ogni volta dal disco).

La PRAM ha praticamente le stesse funzioni della NVRAM ed archivia pressappoco gli stessi dati: con questo nome, tuttavia, ci si riferisce alle zone di memoria non volatile presente sui vecchi Mac dotati di processore con architettura PowerPC (come quelli appartenenti alle linee Power Macintosh/Power Mac).

Il contenuto della NVRAM/PRAM varia sia in base al tipo di Mac in uso, sia ai dispositivi collegati allo stesso. Ecco alcune delle informazioni che, in linea di massima, vengono salvate in quest’area di memoria.

  • Disco di avvio predefinito.
  • Risoluzione, numero di colori e frequenza di refresh dello schermo.
  • Volume dell’audio.
  • Fuso orario.
  • Impostazioni di tastiera, mouse e trackpad.
  • Font di sistema predefinito.
  • Informazioni regionali sui DVD.
  • Informazioni presenti nella memoria RAM e nell’area di swap, se prevista.
  • Informazioni relative ai kernel panic recenti.

Dunque, un ripristino della PRAM/NVRAM può rivelarsi risolutore laddove si verifichi qualche problema con una delle summenzionate impostazioni, come per esempio: l’avvio da un disco diverso da quello selezionato; l’errata risoluzione dello schermo a ogni riavvio o la presenza di un’icona a forma di punto interrogativo, per alcuni secondi, prima dell’effettivo avvio di macOS.

Come resettare la PRAM Mac

Come resettare la PRAM Mac

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, è arrivato il momento di passare all’opera e di spiegarti, di fatto, come ripristinare la NVRAM/PRAM del Mac: i passaggi da seguire sono identici in entrambi i casi.

Per prima cosa, devi spegnere completamente il Mac: per fare ciò, apri il menu Apple, cliccando sul simbolo della mela morsicata posto in alto a sinistra, seleziona la voce Spegni… dal menu che si apre e conferma la volontà di procedere, pigiando sul pulsante Spegni collocato nella schermata d’avviso che ti viene proposta.

In alternativa, puoi spegnere il Mac premendo la combinazione di tasti ctrl+alt+cmd+power (al posto del tasto power si può usare anche quello eject), oppure premendo i tasti ctrl+power e poi il tasto Invio della tastiera. Per maggiori informazioni su come spegnere il Mac, ti invito a dare un’occhiata alla guida che ho realizzato sull’argomento.

A spegnimento ultimato, accendi nuovamente il Mac e premi subito dopo i tasti cmd+alt+p+r contemporaneamente, tenendoli premuti fin quando il logo Apple non scompare e il Mac si riavvia nuovamente: puoi rilasciare i tasti dopo il secondo tono di avvio, se il tuo Mac lo prevede, oppure dopo che il logo di Apple scompare e compare per la seconda volta, se disponi di un Mac equipaggiato con chip di sicurezza Apple T2 (iMac Pro, Mac Pro introdotti a partire dal 2019, Mac mini introdotti nel 2018, MacBook Air e MacBook Pro introdotti a partire dal 2018).

Al bisogno, puoi rapidamente verificare se il Mac è dotato del chip Apple T2: apri il menu Apple, seleziona la voce Informazioni di sistema e clicca sulla voce Controller iBridge collocata nella barra laterale sinistra della finestra che si apre in seguito. Se, in corrispondenza della voce Nome modello è presente la scritta Apple T2 chip, significa che il Mac possiede il chip in questione.

Ad ogni modo, una volta completato l’avvio del sistema, non ti resta che modificare le impostazioni ripristinate (volume dell’audio, risoluzione dello schermo, fuso orario, disco d’avvio, ecc.) recandoti nelle Preferenze di Sistema (l’icona dell’ingranaggio situata nella barra Dock). Non temere se l’avvio successivo al ripristino di NVRAM/PRAM ti sembra più lento del solito: è del tutto normale.

Nota: se possiedi un Mac desktop e le impostazioni salvate nella NVRAM/PRAM si ripristinano ogni volta che spegni il computer e lo scolleghi dall’alimentazione elettrica, potresti dover sostituire la batteria integrata del Mac, che consente di conservare le impostazioni della NVRAM anche in assenza di elettricità. Puoi richiedere la sostituzione della batteria presso un centro assistenza autorizzato Apple.

Come resettare SMC

Come resettare SMC

Come avrai già capito, il ripristino della NVRAM del Mac è un’operazione che aiuta soltanto in caso si riscontrino problemi legati alle impostazioni salvati in tale porzioni di memoria.

Se, invece, il problema è strettamente collegato ad insolite condizioni che si verificano con l’hardware, potrebbe rivelarsi necessario resettare l’SMC del Mac, ossia il chip che gestisce le seguenti funzioni di basso livello dei computer prodotti da Apple.

  • Gestione termica.
  • Gestione della batteria.
  • Gestione del sensore di luminosità ambientale e della retroilluminazione della tastiera.
  • Gestione degli indicatori di stato e della batteria.
  • Risposta alla pressione del pulsante di accensione di tutti i computer Apple, e  all’apertura e alla chiusura del coperchio dei Mac portatili.
  • Selezione di una sorgente video esterna per i display di alcuni iMac.

Giacché l’operazione di ripristino dell’SMC del Mac è abbastanza “invasiva”, Apple consiglia di metterla in pratica soltanto in casi di reale necessità. Per esempio, il ripristino del chip potrebbe rivelarsi risolutore nelle seguente condizioni.

  • I sistemi di regolazione della luminosità del display o la retroilluminazione della tastiera non funzionano correttamente.
  • Le ventole girano sempre al massimo, anche se il computer non sta lavorando “a pieno carico”, né fa molto caldo.
  • Il Mac entra in stato di stop si spegne in modo imprevisto.
  • La batteria dei notebook Mac non si carica completamente.
  • I MacBook dotati di porta USB-C integrata non riconoscono i dispositivi esterni collegati alla stessa.
  • Il LED dell’alimentatore MagSafe (per i MacBook che ne sono provvisti) non indica correttamente l’attività di ricarica.

Ad ogni modo, prima di effettuare il ripristino, ti consiglio di effettuare alcune operazioni che potrebbero risolvere in tutto o in parte i problemi di cui sopra, le quali vanno ad agire in maniera più “soft” sulla configurazione del computer.

  • Spegnere il Mac, recandoti nel menu Apple > Spegni o, se il sistema non risponde più ai comandi, premendo e tenendo premuto il tasto di accensione fino allo spegnimento dello schermo.
  • Scollegare il Mac dall’alimentazione per alcuni secondi e poi ricollegarlo di nuovo.
  • Mettere il Mac in stato di stop oppure riavviarlo, selezionando l’apposita voce del menu Apple.

Se neppure in seguito a queste operazioni la situazione dovesse tornare alla normalità, allora attieniti a una delle procedure seguenti per effettuare il ripristino dell’SMC.

  • iMac (non Pro) – spegni completamente il computer (accedendo a menu Apple > Spegni), scollega l’alimentatore dal computer e attendi 15 secondi. In seguito, ricollega il cavo di alimentazione al Mac, attendi altri 5 secondi e accendi il computer.
  • iMac Pro – spegni del tutto il computer, premi e tieni premuto il tasto di accensione per 8 secondi, quindi rilascialo, attendi qualche secondo e premilo nuovamente per accendere il computer.
  • MacBook con chip Apple T2 (MacBook Air e MacBook Pro introdotti a partire dal 2018) oppure MacBook con batteria non rimovibile (tutti i MacBook Air, i MacBook e i MacBook Pro introdotti a partire da metà 2009, escluso il MacBook a 13″ introdotto a metà 2009): dopo aver spento il Mac, premi e tieni premuti i tasti ctrl+alt+shift per 7 secondi, dopodiché premi anche il tasto power. Ora, continua a tenere premuti tutti e quattro i tasti per altri 7 secondi, quindi rilasciali e, dopo qualche secondo, accendi il computer premendo il tasto power.
  • MacBook senza chip Apple T2 e con batteria removibile (MacBook e MacBook Pro introdotti prima dell’inizio del 2009 e MacBook 13″ introdotto a metà 2009): dopo aver spento il Mac, rimuovi la batteria e tieni premuto il tasto power per 5 secondi. In seguito, installa nuovamente la batteria e premi il tasto power per accendere il computer.

Per maggiori informazioni in merito ai passaggi appena spiegati, ti invito a consultare la mia guida su come resettare l’SMC del Mac.

In caso di dubbi o problemi

Come resettare NVRAM

Qualora il ripristino della NVRAM/PRAM e del chip SMC non fosse riuscito a risolvere i problemi da te riscontrato, ti consiglio di effettuare un’accurata pulizia del disco del Mac, andando a eliminare i programmi superflui e file inutili: ti ho spiegato come fare nella mia guida su come pulire il Mac.

Come misura aggiuntiva, ti consiglio altresì di verificare che sul computer non siano presenti software nocivi o dannosi: se non sai come fare, puoi attenerti alle istruzioni che ti ho fornito nella mia guida su come pulire il Mac dai virus.

Se la situazione non dovesse ancora risolversi o se, per qualche motivo, non fossi riuscito a ripristinare con successo la NVRAM/PRAM o l’SMC del Mac, ti invito caldamente a contattare l’assistenza Apple: per farlo, collegati a questo sito Internet, scegli l’icona relativa al Mac e clicca sulla voce Avvio o alimentazione annessa alla schermata che si apre.

Fatto ciò, scegli se chiamare il supporto Apple (opzione disponibile soltanto nei giorni feriali, in orari d’ufficio), se pianificare una chiamata con il servizio di assistenza o se portare il computer con te per la riparazione presso il centro Apple autorizzato più vicino.

Ad ogni modo, prima di procedere, ti verrà chiesto l’inserimento delle credenziali del tuo ID Apple e/o del numero di serie del prodotto a cui fai riferimento, in modo da verificare la validità o meno della garanzia Apple: per saperne di più, consulta pure i miei tutorial su come verificare la garanzia sui prodotti Apple e come contattare Apple.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.