Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come riattivare il microfono

di

Non hai idea di come hai fatto, però questo lo sai per certo: in qualche modo, chissà come, hai disattivato il microfono dell’applicazione che usi abitualmente per effettuare chiamate e videochiamate. Ora, quando tenti di utilizzarla, nessuno sente quello che dici e non hai la più pallida idea di come fare per risolvere questo fastidioso problema.

Le cose stanno proprio così, vero? Allora sono felice di comunicarti che sei capitato all’interno del tutorial giusto! Continuando nella lettura di questa guida, infatti, ti mostrerò come riattivare il microfono, sia che tu l’abbia disattivato erroneamente sul PC sia che si tratti, invece, di un problema relativo a una delle tante applicazioni di videoconferenze e messaggistica istantanea che utilizzi su smartphone e tablet.

In qualunque caso, non preoccuparti, non è niente di difficile e il tutto può essere risolto seguendo delle semplici procedure, te lo garantisco. Come dici? Non vedi l’ora di iniziare per poter, finalmente, risolvere il problema? Allora prenditi cinque minuti di tempo libero, leggi attentamente quanto ho da dirti e prova a mettere in pratica i suggerimenti che ti fornirò. Nel giro di pochissimo tempo, il tuo microfono sarà di nuovo attivo e perfettamente funzionante, ci puoi scommettere. Detto questo, non mi resta che augurarti buona lettura e buona fortuna!

Indice

Come riattivare il microfono sul PC

Riattivare microfono PC

Hai disattivato il microfono sul tuo computer? Non c’è problema. Lo puoi riattivare velocemente utilizzando le Impostazioni del tuo PC Windows o le Preferenze di sistema presenti nel tuo Mac. In qualsiasi caso, si tratta di una procedura semplice che puoi trovare descritta nel corso dei prossimi paragrafi.

Windows

Riattivare microfono Windows

Se il microfono sul tuo PC Windows non funziona, potresti averlo disabilitato per errore tramite le Impostazioni del computer. Per controllare, quindi, premi sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) e clicca sull’icona Impostazioni (raffigurante un ingranaggio).

A questo punto, nella finestra che si è aperta, premi sulla voce Sistema e, dall’elenco presente sulla parte sinistra della pagina, clicca sulla voce Audio.

Ora, se sotto la dicitura Input c’è scritto Nessun dispositivo trovato, significa che il microfono è stato effettivamente disabilitato. Per riattivarlo, quindi, premi sulla voce Gestisci dispositivi audio (collocata poco più sotto) e, nella nuova finestra apertasi, pigia sulla voce Microfono. Clicca, infine, sul pulsante Abilita, per far sì che venga nuovamente impostato come dispositivo di input predefinito.

Per testare il funzionamento del microfono e controllare che tutto sia andato per il verso giusto, torna alla schermata precedente, premendo il pulsante con la freccia (collocato in alto a sinistra), e accertati che sotto la voce Prova il microfono, in presenza di suoni riprodotti dal microfono, la barra si illumini di colore azzurro.

Nel caso in cui il microfono non dovesse funzionare, puoi provare a fare clic sul tasto Risoluzione problemi per vedere se il tuo PC riscontra qualche anomalia nel microfono e se dispone degli strumenti necessari per risolvere in maniera automatica il problema. Se nemmeno così riesci a risolvere, prendi in considerazione l’idea di guasti hardware (magari prova fare dei test con un altro microfono per fugare ogni dubbio in merito).

macOS

Riattivare microfono macOS

Utilizzi un Mac e vuoi riattivare il microfono perché non funziona correttamente? Allora, probabilmente, hai impostato il livello di volume di ingresso sullo 0. Per rimediare e riattivare il microfono, puoi agire tramite le Preferenze di sistema.

Come prima cosa, quindi, premi sulla relativa icona presente sulla barra Dock (rappresentata da un ingranaggio grigio) e, nella nuova finestra apertasi, fai clic prima sull’opzione Suono (l’icona con l’altoparlante) e poi sulla scheda Ingresso.

Ora, seleziona il microfono che normalmente utilizzi (es. il Microfono interno, se non usi dispositivi di input audio esterni) e sposta il cursore accanto alla voce Volume di ingresso nel punto che desideri. In questo modo, abiliterai il microfono ed esso potrà riprodurre correttamente i rumori che provengono dall’ambiente.

Per testarne il funzionamento, emetti un suono (come un battito di mani) e controlla la barra accanto alla voce Livello di ingresso: se le tacche presenti in essa, in contemporanea al suono, si illuminano, significa che hai riattivato il microfono correttamente e che il Mac percepisce in maniera corretta i suoni.

In caso negativo, valuta la possibilità di guasti hardware. Ti coniglio di testare con un altro microfono, per fugare ogni dubbio in merito.

Come riattivare il microfono nelle app

Riattivare microfono app

Hai disabilitato il microfono in un’applicazione desktop oppure su un’app installata sul tuo smartphone? Non ti preoccupare, anche in queso caso, come in quelli visti in precedenza, si può rimediare al problema tramite una procedura molto semplice. Di seguito, infatti, trovi spiegati tutti i passaggi da seguire sulle app di questo genere più diffuse, per riattivare il microfono e utilizzare correttamente tutte le funzionalità ad esso correlate.

Come riattivare il microfono su Zoom

Riattivare microfono Zoom

Quando accedi a una riunione su Zoom dal tuo PC, tramite l’apposito Client Zoom per riunioni, non riesci a utilizzare il microfono? Allora può darsi che tu non abbia offerto le autorizzazioni necessarie per permettere al computer di accedere a questa funzionalità.

Per controllare e rimediare al problema su Windows, clicca sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) e, nel menu che si è aperto, premi sull’icona delle Impostazioni (quella a forma di ingranaggio, collocata sulla sinistra).

Nella nuova finestra apertasi, seleziona dunque la voce Privacy e, sotto la voce Autorizzazioni app, clicca sull’opzione Microfono. Ora non ti resta che controllare e scegliere quali applicazioni possono accedere al microfono; scorri l’elenco di tutte quelle presenti, trova la voce Consenti alle app desktop di accedere al microfono e sposta la levetta relativa a tale opzione su Attivato.

In questo modo Zoom Meetings, di cui puoi vedere l’icona in elenco, avrà l’autorizzazione necessaria per accedere al dispositivo audio e tu, nella prossima riunione, potrai utilizzare il microfono senza problemi.

La stessa operazione, su Mac, può essere eseguita tramite le Preferenze di sistema: clicca, quindi, sulla relativa icona (quella rappresentata da un ingranaggio) collocata nella barra Dock e poi, nella nuova finestra che si è aperta, premi sulla voce Sicurezza e Privacy.

A questo punto, nell’ulteriore finestra apertasi, clicca sulla scheda Privacy e seleziona dall’elenco (collocato sulla sinistra della pagina in questione) la voce Microfono. Dopodiché, scorri l’elenco delle applicazioni che utilizzano il microfono e spunta la casella accanto alla voce Zoom.

Utilizzi l’app di Zoom per Android (disponibile anche su store alternativi e iOS/iPadOS e hai riscontrato problemi col microfono? In tal caso, potresti non aver consentito all’app (o averle revocato) la possibilità di accedere al microfono del tuo dispositivo.

Per risolvere il problema e fornire l’autorizzazione necessaria si Android, accedi alle Impostazioni (l’icona dell’ingranaggio presente nella Home screen o nel drawer del device), premi sulla voce App e seleziona Zoom dalla lista delle applicazioni installate sul terminale. Nella nuova schermata apertasi, premi sulla voce Autorizzazioni e sposta la levetta su ON accanto alla voce Microfono. Il gioco è fatto!

Se utilizzi un iPhone, invece, sblocca il dispositivo, premi sull’icona Impostazioni presente nella schermata Home e scorri la pagina verso il basso, fino a che non trovi la voce Zoom, dopodiché fai tap su di essa. Nella nuova schermata che si è aperta, sposta la levetta su ON accanto alla voce Microfono. Facile, vero?

Come riattivare il microfono su Teams

Riattivare microfono Teams

Utilizzi Teams, la piattaforma di lavoro condiviso creata da Microsoft e non riesci più a eseguire chiamate e videochiamate perché chi è dall’altra parte non ti sente? Allora, anche in questo caso, potresti non aver autorizzato l’applicazione ad accedere al microfono del device in uso.

Per rimediare, puoi seguire le indicazioni che ti ho fornito nel paragrafo precedente dedicato a Zoom: le modalità di attivazione del microfono, infatti, sono le stesse. L’unica differenza, sui PC Windows, è che una volta seguito il percorso Privacy > Microfono, devi cercare la voce relativa a Microsoft Teams sotto all’elenco denominato Scegli le app di Microsoft Store che possono accedere al microfono.

Una volta trovata, poi, ti basterà spostare la levetta accanto al nome dell’applicazione, collocandola su Attivato, per far sì che il microfono sia autorizzato. Per quanto riguarda il Mac, invece, la procedura è identica a quella che ti ho indicato poco fa.

Per quanto riguarda l’app di Microsoft Teams per dispositivi Android (disponibile anche su store alternativi) e iOS/iPadOS, la procedura da seguire è la stessa che ti ho indicato nel capitolo precedente dedicato a Zoom.

Dovrai solamente cercare la voce relativa a Teams (anziché Zoom) all’interno delle Impostazioni del tuo dispositivo e abilitare il microfono, spostando l’apposita levetta su ON. Così facendo, durante l’utilizzo di Teams per chiamate e videoconferenze, non dovresti più avere problemi.

Come riattivare il microfono su Meet

Riattivare microfono Meet

Ti sei affidato a Google Meet, la piattaforma online di Google dedicata alle riunioni. Quando provi ad accedere a una videoconferenza, però, ti accorgi che il microfono è bloccato e non sai come rimediare al problema.

Se la situazione è questa, la prima cosa che puoi fare è controllare il funzionamento del microfono del tuo PC Windows, seguendo le istruzioni che ti ho fornito nel capitolo iniziale della guida, o del tuo Mac, come ti ho illustrato sempre in precedenza.

Nel caso in cui fosse tutto a posto, probabilmente si tratta di un problema relativo alle autorizzazioni. Potresti, ad esempio, aver cliccato sul pulsante Non consentire nel messaggio del browser relativo alla richiesta di attivazione della videocamera e del microfono, nel momento immediatamente precedente all’avvio della riunione.

In tal caso, per riattivare il microfono, puoi avvalerti di diverse soluzioni in base al browser che utilizzi. Su Google Chrome, ad esempio, ti basta premere sull’icona del lucchetto nella barra degli indirizzi e, nella finestra che si è aperta, selezionare l’opzione Consenti accanto alla voce Microfono.

Fatto ciò, ricarica la pagina e, se eri già all’interno della riunione, premi nuovamente sul pulsante Partecipa (modificare le autorizzazioni, infatti, fa sì che tu debba per forza uscire dalla riunione in corso).

Se utilizzi Safari su Mac, invece, premi sulla voce Safari (in alto a sinistra) e seleziona dall’elenco proposto l’opzione Impostazioni per il sito Web. Ora, nella finestra che si è aperta, imposta su Consenti l’opzione relativa al Microfono e aggiorna la pagina Web rientrando, se necessario, all’interno della riunione tramite il pulsante Partecipa. Facile, vero?

Il problema relativo al microfono si verifica nell’app di Google Meet per Android (disponibile anche su store alternativi o iOS/iPadOS? Niente panico, probabilmente hai solo negato l’autorizzazione di accesso al microfono durante la configurazione iniziale o in un momento successivo, agendo tramite l’app Impostazioni.

Per abilitarlo nuovamente, quindi, puoi seguire la stessa procedura che ti ho indicato in precedenza, nel capitolo relativo all’app di Zoom. Ti basterà cercare la voce Meet nella sezione App delle Impostazioni del tuo dispositivo Android o, nel caso di un iPhone/iPad, nell’elenco di tutte le tue app presenti nelle Impostazioni e spostare la levetta relativa all’accesso al Microfono su ON. Fatto ciò, tutto tornerà a funzionare correttamente.

Per velocizzare la procedura, durante una riunione (se il microfono è disattivato), puoi premere sulla relativa icona e, successivamente, sulla voce Apri impostazioni/Impostazioni, all’interno del messaggio su schermo che si è aperto. In questo modo verrai rimandato immediatamente alla sezione delle Impostazioni del tuo dispositivo utile per riattivarlo.

Come riattivare il microfono su WhatsApp

Riattivare microfono WhatsApp

Hai provato a mandare un messaggio vocale su WhatsApp, la famosa app di messaggistica disponibile su Android (anche su store alternativi) e iPhone, ma ti sei reso conto che il microfono non è attivo? Allora, per riattivarlo, puoi utilizzare la stessa procedura che ti ho indicato nel capitolo dedicato a come riattivare il microfono su Zoom.

Trattandosi di un’app, infatti, il suo funzionamento è del tutto identico a quello delle altre trattate nei capitoli precedenti. Anche WhatsApp, quindi, ha bisogno dell’autorizzazione per poter accedere a componenti come il microfono, la videocamera e quant’altro.

Per quanto riguarda la versione PC di WhatsApp, disponibile per Windows e macOS, invece, puoi avvalerti dei suggerimenti che ti ho fornito nel capitolo relativo alla riattivazione del microfono su Zoom.

É necessario quindi, se non lo si è fatto in precedenza o se le impostazioni sono state modificate, autorizzare l’applicazione ad accedere al microfono. Su PC Windows puoi seguire il percorso Start > Impostazioni > Privacy >Microfono e cercare l’icona relativa a WhatsApp sotto alla voce Consenti alle app desktop di accedere al microfono, dopodiché impostare la levetta su ON.

Su Mac, invece, devi seguire il percorso Preferenze di sistema > Sicurezza e Privacy > Privacy > Microfono e poi spuntare la casella relativa all’applicazione di WhatsApp.

Vuoi sapere come riattivare il microfono su WhatsApp Web, il servizio online che permette di usare WhatsApp da browser? In tal caso, la procedura è la stessa che ti ho indicato nel capitolo su come riattivare il microfono su Meet.

Tutto quello che devi fare, infatti, è collegarti alla pagina principale del servizio e agire tramite il browser, selezionando l’opzione Consenti accanto alla voce Microfono, come ti ho spiegato in precedenza.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.