Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come rigenerare la batteria del portatile

di

Come tutti gli altri componenti di un computer, anche le batterie dei notebook diminuiscono le loro prestazioni con l’andar del tempo. Questo significa che, dopo mesi di utilizzo intenso, l’autonomia di un computer portatile alimentato a batteria non è quasi mai identica a quella dei suoi primi giorni di vita… ma non per questo bisogna disperarsi e gettarsi nella rassegnazione più assoluta.

Mettendo infatti in pratica una procedura ad hoc, un po’ lunga ma comunque tutt’altro che complicata, puoi infatti riuscire a rigenerare la batteria del portatile e potresti dunque riuscire a far fronte alla cosa. Non occorre metter mano al borsellino e non bisogna essere dei grandi esperti in fatto di informatica per portarla a termine, questo è poco ma sicuro.

Chiaramente, qualora neppure così riuscissi a rimettere in carreggiata la batteria dovrai per forza di cose sostituire quella attuale con una nuova o, in alternativa, portare il tuo computer in assistenza, una strada questa che ti consiglio caldamente di percorrere se il tuo portatile è dotato di batteria non removibile e se non hai la minima voglia di cimentati nell’avvitare e nello svitare questo o quell’altro pezzo con l’eventuale rischio di far danni. Ad ogni modo, non temere, cercherò di esserti utile il più possibile. Buona lettura e buon lavoro.

Indice

Procedura per rigenerare la batteria

Come ti dicevo, per rigenerare la batteria del portatile nella stragrande maggioranza dei casi è sufficiente mettere in pratica un procedimento ad hoc, quello che sto per spiegarti. Puoi effettuare i passaggi che trovi indicati qui di seguito con qualsiasi portatile, MacBook inclusi.

Innanzitutto accendi il computer e lascialo in funzione senza alimentazione in modo tale da far esaurire completamente la carica della batteria. Ignora qualsiasi messaggio d’avviso riguardante il fatto che la carica disponibile sta per esaurirsi e lascia che il tuo portatile vada prima in stand-by e che successivamente si spenga del tutto.

Una volta completato questo primo e semplicissimo step puoi passare all’azione andando a mettere in pratica la procedura per la rigenerazione vera e propria. Tanto per cominciare metti nuovamente in corrente la presa dell’alimentazione del portatile ed attendi che la batteria si carichi completamente sino a raggiungere il 100%. Dopodiché lascia ancora per qualche ora il portatile in carica e ripeti tutti i passaggi che ti ho appena indicato per altre tre o quattro volte di seguito.

Come rigenerare la batteria del portatile

A procedura completata, riprendi ad utilizzare il tuo laptopt così come hai sempre fatto, dovresti finalmente notare un aumento dell’autonomia della batteria o quantomeno non dovrebbero più verificarsi situazioni di consumo anomalo della stessa.

Attenzione: Se il metodo che ti ho appena indicato non si rivela efficace, non cercare di rigenerare la batteria del tuo portatile mettendo in atto soluzioni alquanto improbabili. In rete, ad esempio, si legge spesso che mettere la batteria del computer nel freezer o aprirla e sistemarla con strumentazioni fai da te può essere utile ma in realtà rischieresti soltanto di farti male e di compromettere irrimediabilmente il funzionamento non solo della batteria stessa ma anche quello del computer. Per cui… occhio!

Buoni consigli per risparmiare batteria

Hai visto? Alla fine rigenerare la batteria del portatile non era per niente complicato. Considerando la buona riuscita dell’operazione voglio però fornirti anche qualche piccolo suggerimento riguardo l’uso del PC per permetterti di ottimizzare il più possibile la durata della carica della batteria ed in linea ben più generale l’utilizzo dell’intero sistema.

Evitare multitasking troppo impegnativi

La prima ma fondamentale “dritta” che voglio darti per evitare che il tuo computer consumi in maniera troppo rapida l’intera carica della batteria è quello di evitare di prodigarti in operazioni di multitasking particolarmente impegnative. Detta in altri termini, se mentre navighi in rete guardi anche un film, scarichi file con uTorrent, carichi documenti su Dropbox, effettui anche una scansione antivirus e, perché no, utilizzi anche qualche altro programma, è abbastanza normale che la batteria del tuo portatile finirà per consumarsi in un battibaleno.

Foto che mostra aun utente che usa un MacBook

Cerca dunque di effettuare in contemporanea solo ed esclusivamente quelle che ritieni siano operazioni strettamente necessarie, senza strafare. In questo modo vedrai, la carica della batteria durerà senz’altro più a lungo e non ti ritroverai improvvisamente ed inesorabilmente “a certo di energie”. Intesi?

Limitare gli effetti grafici

Ridurre l’esecuzione degli effetti grafici che caratterizzano l’interfaccia del sistema operativo può essere di grande aiuto per aggirare consumi inattesi della batteria. Si tratta di una piccola rinuncia che può però essere molto significativa.

Se utilizzi un PC Windows, puoi fare ciò accedendo all’Esplora File (l’icona della cartella gialla collocata in basso a sinistra sulla barra delle applicazioni), facendo clic destro sull’icona Computer/Questo PC che si trova nella barra laterale di sinistra della finestra visualizzata sul desktop e selezionando la voce Proprietà dal menu che vedi apparire.

Seleziona poi la voce Impostazioni di sistema avanzate dalla barra laterale di sinistra nella finestra che si è aperta e clicca sul pulsante Impostazioni relativo alla sezione Prestazioni. Spunta poi la voce Regola in modo da ottenere le prestazioni migliori e clicca su Applica.

Se invece utilizzi un Mac, clicca sull’icona di Preferenze di sistema (la ruota di ingranaggio) annessa al Dock, clicca sull’icona Accessibilità e seleziona la voce Monitor dalla barra laterale sulla sinistra. Per concludere, spunta le voci Riduci movimento e Riduci la trasparenza.

Ridurre i programmi impostati per l’avvio automatico

Un’altra operazione che ti consiglio vivamente di compiere per evitare che la batteria del tuo PC si consumi troppo rapidamente è quella di ridurre il numero di software impostati per l’avvio automatico, vale a dire quelli che vengono eseguiti automaticamente all’accensione del computer.

Su Windows 10/8.x puoi effettuare questa operazione facendo clic destro sulla barra delle applicazioni, selezionando la voce Gestione attività dal menu che compare, cliccando sulla voce Più dettagli nella finestra che si apre, selezionando la scheda Avvio e disattivando poi i software superflui facendo clic sui loro nomi e pigiando sul pulsante Disabilita in basso a destra.

Su Windows 7 e versioni precedenti del sistema devi invece utilizzare la combinazione di tasti Win+R sulla tastiera del PC per richiamare il pannello Esegui…, devi digitare poi il comando msconfig all’interno di quest’ultimo e devi poi schiacciare Invio sempre sulla tastiera. Nella finestra che successivamente vedi apparire, seleziona la scheda Avvio, togli il segno di spunta dai nomi dei componenti che vuoi disattivare e clicca sui pulsanti Applica e OK per salvare i cambiamenti.

Se invece quello che stai usando è un Mac, accedi alle Preferenze di sistema, clicca sull’icona Utenti e gruppi e seleziona il tuo nome utente dalla barra laterale di sinistra. Spostati poi sulla scheda Elementi login, seleziona gli elementi che vuoi rimuovere dall’avvio automatico e clicca sul bottone [-] in basso a sinistra.

Sostituire la batteria

Le indicazioni che ti ho suggerito di mettere in pratica nelle righe precedenti non hanno sortito l’effetto sperato e stai dunque valutando l’acquisto di una nuova batteria per il tuo computer portatile? Beh, mi sembra la scelta migliore considerando che, in virtù delle prove fatte, i problemi riscontarti durante l’uso della batteria non possono essere risolti con una semplice rigenerazione.

Acquistare una nuova batteria

Tornando al nocciolo della questione, puoi acquistare una nuova batteria per il tuo computer portatile nelle catene e nei negozi di elettronica oltre che sui vari store online, come ad esempio su Amazon. In tutti i casi, i prezzi sono generalmente compresi tra i 10 e i 150 euro a seconda della marca e del modello del tuo portatile oltre che della marca e del modello della batteria da acquistare.

Come rigenerare la batteria del portatile

Prima di fare spese però mi raccomando, accertati di acquistare una batteria adatta al tuo laptop. Come si fa? È molto più semplice di quel che tu possa pensare: prendi nota del nome del modello e della marca del tuo portatile e controlla la potenza (espressa in mAh) della batteria leggendo sull’etichetta riportata su quella attualmente in uso o sul foglietto illustrativo del computer. Assicurati poi che tra le specifiche e le caratteristiche della nuova batteria che intendi acquistare venga esplicitamente riportato che può essere utilizzata con la marca e con il modello di computer da te impiegato. Verifica anche che sia della medesima capacità della precedente.

Rivolgersi ai centri assistenza o ai negozi specializzati

Se poi il tuo computer è dotato di batteria interna e se, come immagino che sia, non si esattamente un esperto del settore, per sostituirla ti consiglio di rivolgerti al sevizio assistenza del tuo computer o quanto meno ad un negozio specializzato nell’effettuare questo tipo di operazioni.

Per quel che concerne il servizio assistenza, qui di seguito trovi elencate le pagine Web di riferimento presenti sui siti Internet di alcuni tra i principali produttori di computer portatili. Magari possono esserti utili per capire con chi metterti in contatto o comunque sia come fare per avviare la tua richiesta di sostituzione/riparazione.

Come rigenerare la batteria del portatile

Se invece preferisci rivolgerti ad un negozio specializzato, puoi individuare facilmente quelli che sono presenti nella tua zona e che effettuano questo tipo di operazioni facendo una semplice ricerca su Google.

Come rigenerare la batteria del portatile

Digita dunque nella barra di ricerca di big G una keyword del tipo riparazione batteria portatile [tua città] oppure scrivi negozi cambio batteria portatile [tua città] dopodiché schiaccia il tasto Invio sulla tastiera, analizza i vari risultati di ricerca e seleziona quello che ritieni possa fare maggiormente al caso tuo. Individua quindi l’indirizzo del centro di assistenza scelto e recati sul posto oppure mettiti prima in contato con quest’ultimo per aver maggiori informano riguardo tempistiche, costi e modalità.