Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come ripristinare audio PC

di

Hai acceso il computer in camera per ascoltare un po’ di musica su Spotify o su YouTube, così da rilassarti dopo una giornata intensa e faticosa ma, proprio sul più bello, l’audio ha smesso di funzionare e non si sente più nulla dalle casse, tanto meno collegando un paio di cuffie tramite cavo? Riesci a sentire a malapena i suoni di sistema, ma dell’audio generato dai programmi non c’è neanche l’ombra?

Non preoccuparti, sei capitato proprio nel posto più adatto a risolvere il tuo problema: nelle righe a seguire, infatti, ti illustrerò alcune soluzioni che potrai utilizzare per rimettere rapidamente a posto il sistema audio del computer, ritornando ad ascoltare la tua musica preferita in men che non si dica.

In questa guida, dunque, ti mostrerò tutti i passaggi da seguire per ripristinare l’audio su PC sia che tu possieda un computer con sistema operativo Windows, sia nel caso tu abbia un Mac. Pronto per partire? Perfetto: prenditi giusto qualche minuto del tuo tempo e leggi con molta attenzione quanto ho da dirti sull’argomento. In questo modo, risparmierai ore e ore di tentativi casuali e, soprattutto, riuscirai a risolvere brillantemente il problema in totale autonomia, senza affidarti a un tecnico. Buona lettura e…   buon ascolto!

Indice

Come ripristinare l’audio del PC su Windows

In questa prima parte della guida, intendo mostrarti tutti i passaggi da effettuare per ripristinare l’audio del PC in presenza del sistema operativo Windows. Ho redatto questa guida prendendo come riferimento Windows 10, ma i passaggi descritti sono facilmente replicabili anche su Windows 8.1 e Windows 7, ossia i sistemi ancora supportati da Microsoft.

Controllare il livello del volume

Anche se può sembrarti banale, il primo consiglio che voglio darti è quello di controllare sempre il livello del volume per l’uscita audio che stai utilizzando, specie se senti solo una parte dell’audio generato dal computer (per esempio, se riesci a udire soltanto i suoni di sistema quando apri una cartella, oppure quando compare una finestra d’avviso).

Per procedere, fai clic destro sul simbolo del volume collocato in basso a destra, subito accanto all’orologio, quindi seleziona la voce Apri Mixer volume dal menu che si aère. Nella finestra che compare a schermo, assicurati che il volume delle applicazioni che ti interessano sia pari a quello generale; inoltre, controlla che nessun indicatore sia contrassegnato dal simbolo del volume barrato, segno evidente che l’applicazione è stata manualmente resa muta.

Ad ogni modo, provvedi a ripristinare il livello del volume corretto, intervenendo sull’apposita barra, o a togliere il muto dal programma in questione, cliccando sul pulsante a forma di volume barrato. Infine, e verifica che l’applicazione di tuo interesse abbia ripreso a generare audio e che la situazione sia tornata alla normalità.

Ripristinare le periferiche audio

Se la soluzione precedente non ti è stata d’aiuto e il volume non è tornato, potresti provare a effettuare un ripristino completo delle periferiche audio, così da far tornare allo stato le varie impostazioni relative ai suoni allo stato iniziale, cancellando dunque eventuali personalizzazioni. Questa soluzione può essere applicata soltanto su Windows 10.

Per procedere in tal senso, fai clic destro sull’icona del volume che hai già usato in precedenza, quindi pigia sulla voce Apri impostazioni audio collocata nel menu che va ad aprirsi a schermo. Successivamente, clicca sul pulsante Volume app e preferenze dispositivo, collocato nella sezione Opzioni audio avanzate, quindi pigia sul pulsante Reimposta collocato nella nuova finestra che si apre a schermo e verifica che il programma di tuo interesse abbia ripreso a funzionare correttamente.

Riavviare il servizio audio di Windows

Se il ripristino non va a buon fine o usi una versione di Windows precedente alla 10, puoi provare a riavviare completamente il servizio audio di Windows, così da escludere dalle cause eventuali problemi con il sistema operativo.

Per tentare questa soluzione, fai clic destro su un punto vuoto della barra delle applicazioni di Windows (quella su cui risiedono le icone dei programmi in esecuzione, tanto per capirci), quindi seleziona la voce Gestione attività dal menu che si apre. In alternativa, puoi ottenere lo stesso risultato pigiando la combinazione di tasti Ctrl+Maiusc/Shift+Esc.

Una volta avviato il gestore delle attività di Windows, clicca sul pulsante Più dettagli, se necessario; dopodiché portati sulla scheda Servizi e identifica il servizio Audio di Windows, chiamato anche Audiosrv. A questo punto, fai clic destro su di esso e seleziona la voce Riavvia dal menu contestuale proposto.

Attendi per qualche secondo che l’operazione venga portata a termine, chiudi Gestione Attività e prova nuovamente a riprodurre audio da qualsiasi programma multimediale: se tutto è filato liscio, il problema dovrebbe essersi risolto.

Utilizzare Risoluzione problemi Windows

Se neppure la soluzione precedente è riuscita a risolvere il problema, puoi ancora effettuare un tentativo senza passare alle “maniere forti”, utilizzando lo strumento di Risoluzione problemi di Windows: questo tool, incluso in Windows, permette di risolvere una serie di problematiche comuni nel giro di un paio di clic.

Dunque, se utilizzi Windows 10, apri il menu Start cliccando sull’icona a forma di bandierina collocata nell’angolo inferiore sinistro dello schermo, pigia sul pulsante e fai clic sull’icona Aggiornamento & Sicurezza collocata nella nuova schermata che compare.

Per avviare la risoluzione automatica dei problemi, clicca sulla sezione laterale Risoluzione dei problemi, poi sulla voce Riproduzione audio e segui le istruzioni fornite a schermo.

Per quanto riguarda Windows 8.1, apri la schermata Start cliccando sul pulsante a forma di bandierina, digita le parole risoluzione dei problemi e avvia il primo programma proposto tra i risultati di ricerca.

A questo punto, seleziona la voce Risolvere i problemi relativi alla riproduzione audio dalla finestra che compare a schermo e attieniti alla procedura illustrata (dovrebbe essere sufficiente cliccare più volte sul pulsante Avanti fino alla notifica di risoluzione del problema).

Su Windows 7, invece, apri il menu Start, seleziona la voce Pannello di controllo, quindi fai clic su Trova e risolvi problemi sotto la categoria Sistema e Sicurezza. Nell’elenco che compare, fai clic sulla voce Risolvere i problemi relativi alla riproduzione audio e clicca più volte sul pulsante Avanti per applicare la procedura di risoluzione dei problemi.

Reinstallare i driver

Hai seguito pedissequamente i passaggi che ti ho suggerito nelle precedenti sezioni, ma non sei riuscito comunque a risolvere il tuo problema e stai pensando di recarti presso il negozio di informatica più vicino? Non gettare ancora la spugna: puoi passare alle “maniere forti” forzando un ripristino completo dei driver.

Dunque, senza esitare oltre, clicca sul pulsante Start (l’icona della bandierina collocata nell’angolo in basso a sinistra dello schermo), digita la voce Pannello di controllo” nel menu che si apre e seleziona l’omonima applicazione dai risultati ricevuti. Fatto ciò, recati nella sezione Hardware e suoni > Gestisci dispositivi audio, seleziona il dispositivo correntemente in uso (altoparlanti o cuffie, se connesse) e fai clic sul pulsante Proprietà collocato in basso.

A questo punto, recati nella scheda Generale, fai nuovamente clic sul pulsante Proprietà e, se necessario, attiva le modifiche cliccando sul pulsante Cambia impostazioni. Per concludere, spostati nella scheda Driver e pigia sul pulsante Ripristina driver, rispondendo affermativamente agli eventuali messaggi di conferma che potrebbero comparire a schermo, riavvia il computer e accertati che il dispositivo abbia ricominciato a funzionare correttamente.

Se così non fosse, potresti provare a installare una nuova versione del driver audio: accedi nuovamente alla sezione Driver del dispositivo in uso, clicca questa volta sul pulsante Aggiorna Driver e seleziona la voce Cerca driver automaticamente per cercare una versione aggiornata dello stesso su Internet. In alternativa, puoi compiere l’operazione di aggiornamento driver servendoti di un apposito programma, così come ti ho mostrato nella mia guida su come aggiornare driver gratis.

Qualora non fossero disponibili aggiornamenti, oppure se la procedura non dovesse sortire effetto, puoi tentare l’ultima spiaggia disinstallando completamente il driver, per “costringere” Windows a ripristinarlo in automatico: portati nuovamente nella sezione Driver di cui ti ho parlato poco fa, clicca sul pulsante Disinstalla dispositivo e, completata la procedura, riavvia il sistema per far sì che Windows reinstalli nuovamente il driver più adatto. Infine, prova nuovamente a riprodurre l’audio dal computer: in molti casi, questa soluzione risulta efficace!

Come ripristinare l’audio del Mac

Non hai tratto beneficio dalle soluzioni illustrate poc’anzi, poiché possiedi un Mac? Non preoccuparti, in questa parte della guida intendo mostrarti una serie di tecniche utili a ripristinare l’audio non funzionante sui computer targati Apple.

Controllare il livello del volume

Esattamente come già visto su Windows, è sempre conveniente controllare se il volume del Mac sia a un livello accettabile, specie per i singoli programmi che intendi utilizzare. Per procedere, clicca sull’icona del volume collocata in alto a desta e controlla che la barra indicatrice riporti un livello sufficientemente alto; inoltre, assicurati che, nell’apposita sezione, sia selezionata la giusta uscita audio.

Se il problema non dovesse risolversi, sempre dal menu relativo al volume, fai clic sulla voce Preferenze suono e, nella nuova finestra, assicurati che la barra del volume sia al massimo e che non sia presente il segno di spunta nel riquadro Muto.Se così fosse, toglilo tu.

Come ulteriore soluzione, puoi sfruttare il tool relativo alle Configurazioni MIDI Audio: per accedervi, avvia il Launchpad (l’icona a forma di razzo collocata nella barra Dock) e cerca l’applicazione servendoti dell’apposito campo di ricerca.

Una volta avviato lo strumento di gestione, seleziona la corretta uscita audio, assicurati che le barre del volume siano a un livello adeguato e che, nella colonna Disattiva audio, non sia presente alcun segno di spunta. Se così fosse, provvedi a rimuoverle manualmente, chiudi l’applicazione e prova nuovamente a riprodurre suoni dal tuo Mac.

Riavviare il driver audio

Non sei riuscito a risolvere il problema? Non disperare, hai ancora un paio di cartucce da sparare. La prima consiste nel forzare manualmente la disattivazione e la successiva riattivazione del modulo audio di macOS, il tutto intervenendo tramite il Terminale.

Per procedere, avvia il Launchpad, digita la parola terminale” nel campo di ricerca e avvia il primo risultato ricevuto. Una volta aperto il Terminale, inserisci innanzitutto il comando sudo kextunload /System/Library/Extensions/AppleHDA.kext seguito dalla pressione del tasto Invio e digita, quando richiesto, la password di amministrazione di macOS (quella che solitamente utilizzi per accedere). In questo modo, il modulo relativo al sistema audio viene disattivato.

Per ricaricarlo, sempre nel Terminale, digita il comando sudo kextload /System/Library/Extensions/AppleHDA.kext seguito dalla pressione del tasto Invio e, se necessario, digita nuovamente la password amministrativa. Dopo qualche secondo, l’audio del tuo Mac dovrebbe tornare a funzionare: se tutto è andato per il verso giusto, dovresti essere riuscito a risolvere brillantemente il problema che ti aveva disturbato!

Ripristinare la PRAM

Neppure l’intervento sui file kext è riuscito a risolvere il problema? Come ultimo tentativo, potresti provare a ripristinare la NVRAM, conosciuta anche come PRAM, ossia una piccola memoria non volatile che viene utilizzata per conservare informazioni preziose sull’hardware del Mac (la risoluzione dello schermo, il volume degli altoparlanti, la velocità del doppio clic, e così via).

Per informazioni dettagliate su come ripristinare questo file, ti consiglio di leggere con molta attenzione la mia guida su come resettare NVRAM, in cui ho avuto modo di spiegarti per filo e per segno le operazioni necessarie per portare a termine questa procedura, che potrebbe risolvere definitivamente i problemi con l’audio che tormentano il tuo Mac.