Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scegliere una Reflex

di

Ti stai avvicinando sempre di più al mondo della fotografia digitale, e così hai deciso di acquistare una nuova Reflex ma non essendo ancora un esperto del settore, non sai in base a quali parametri effettuare il tuo acquisto.

Di Reflex digitali ce ne sono tantissime, per tutti i gusti e tutte le tasche, ed è facile cadere in confusione acquistando una macchina con un cattivo rapporto qualità/prezzo o, al contrario, troppo elaborata e costosa per le proprie esigenze. Ecco allora il motivo per il quale oggi sono qui e voglio suggerirti come scegliere una Reflex in base ad alcune regole di buonsenso che dovrebbero aiutarti ad effettuare la scelta giusta per le tue attuali esigenze. Cominciamo subito!

Il primo consiglio su come scegliere una Reflex che posso darti, il più importante a mio avviso, è il seguente: non lasciarti incantare dalle pubblicità e dai numeri roboanti. Analizza senza condizionamenti di marketing le caratteristiche tecniche di ciascuna Reflex focalizzando in primis la tua attenzione su risoluzione e formato dei sensori.

La risoluzione dei sensori è quella che viene espressa in Megapixel e che spesso i produttori di macchine fotografiche mettono in primo piano per promuovere i propri dispositivi ma non giungere a conclusioni affrettate, maggior numero di Megapixel non significa sempre maggiore qualità della Reflex, anzi. A volerla dire tutta, allo stato attuale 6 Megapixel bastano e avanzano per la maggior parte degli utenti. Stiamo infatti parlando di una risoluzione pari a 6 milioni di pixel (3000×2000) che può andare bene sia ai semplici appassionati di fotografia sia ai fotografi professionisti che, per esempio, hanno bisogno di scattare foto per riviste in formato 20×25 cm a 300 punti. Ciò che importa sono la qualità dell’ottica e il formato del sensore.

Sono tre i formati di sensore attualmente disponibili sul mercato: il Full Frame che equivale al formato della pellicola 35mm ed assicura un rapporto di conversione 1:1; l’APS-c che è più piccolo rispetto al Full Frame ma assicura comunque un ottimo rapporto di conversione pari a 1,5:1 o 1,6:1 (a seconda delle macchine) e il formato Quattro terzi che ha un rapporto di conversione di 2:1 risultando dunque grande la metà rispetto al Full Frame. I sensori APS-csono quelli attualmente più diffusi sulle Reflex digitali e, considerando che con questo formato un 50mm equivale a 75/80mm, posso dire che si tratta della scelta migliore che si può effettuare. Lascia perdere il Quattro terzi che trasforma un 50mm in 100mm e i costosi sensori Full Frame che assicurano la perfezione del 50mm.

Una volta superato lo scoglio relativo al sensore, devi passare al secondo passo fondamentale per scegliere una Reflex, quello relativo alla grandezza e al prezzo della macchina fotografica da acquistare. Come già detto in precedenza, esistono tantissimi modelli diversi di Reflex di varie grandezze, prezzi e categorie di appartenenza.

Per quanto riguarda le categorie di appartenenza, le Reflex si suddividono principalmente in Consumer (più economiche ed adatte ad un pubblico senza troppe pretese), Semi-professionali (di buona qualità e con prezzi quasi sempre ragionevoli) e Professionali (quelle super-accessoriate ed ultra-resistenti destinate ai professionisti del settore). Le prime spesso sono quelle più maneggevoli ma purtroppo non sempre assicurano una buona qualità dell’immagine, mentre le ultime sono perfette per i grandi professionisti ma risultano decisamente troppo ingombranti e difficili da usare per il fotografo medio. Come avrai capito, dunque, la scelta migliore da fare è quella delle semi-professionali che assicurano un ottimo rapporto tra portabilità, funzioni e prezzo. Quanto allo zoom, stesso discorso: non avventurarti su un campo troppo professionale, gli zoom standard spesso assicurano un’ottima qualità ottica e non vale la pena spendere soldi per obiettivi di medio livello, i quali aggiungono poco o niente.

Fronte prezzi: le Reflex vanno da un minimo di 350 euro ad un massimo di 1.500/2.000 euro. Sta a te scegliere quella più adatta alle tue esigenze valutando con attenzione le tue disponibilità economiche e le caratteristiche tecniche che abbiamo visto insieme. Se vuoi un consiglio, anche se qualsiasi Reflex è migliore di una compatta, non fare acquisti affrettati: meglio aspettare un mese o due e fare un acquisto tecnicamente valido che buttarsi sulla prima macchina fotografica più appetitosa per le proprie tasche e poi pentirsi della scelta effettuata a causa della qualità degli scatti ottenuti.