Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come spostare le mail in una cartella sul desktop

di

Vorresti salvare alcune mail in una cartella del tuo computer o su un disco esterno, in modo da aver una copia di backup di alcuni messaggi importanti? Beh, riuscirci non è affatto complicato: tutti i principali client mail (i programmi che permettono di gestire la posta elettronica) integrano delle funzioni utili per esportare intere caselle o singoli messaggi nei percorsi che l’utente desidera. Vuoi che te ne parli nel dettaglio? Ti accontento subito!

Nei prossimi paragrafi di questa guida, infatti, avrò modo di spiegarti in modo dettagliato come spostare le mail in una cartella sul desktop. Contrariamente a quanto tu possa pensare, portare a termine l’operazione in oggetto è tutt’altro che complicato: bisogna soltanto sapere “dove mettere le mani”.

Allora, si può sapere che ci fai ancora lì impalato? Forza e coraggio: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cerca di attuare le “dritte” che ti darò. Sono sicuro che, seguendo passo-passo le mie indicazioni, non avrai il benché minimo problema nel portare a termine la tua “impresa” odierna. Ti auguro buona lettura!

Indice

Informazioni preliminari

Email inglese

Prima di procedere e vedere nel dettaglio come spostare le mail in una cartella sul desktop del computer, mi sembra doveroso fornirti alcune informazioni preliminari circa la procedura in oggetto.

Per entrare nel merito della questione, mi sembra doveroso dirti che, per portare a termine l’esportazione di tutte le conversazioni (e non solo dei singoli messaggi), devi aver già configurato il tuo account di posta (o perlomeno quello dal quale intendi spostare le mail) in un client, cioè un programma che permette di gestire la posta elettronica.

Se non sai come configurare la posta elettronica in un client, ti consiglio di dare un’occhiata al tutorial che ti ho appena linkato, dove troverai indicati non solo i parametri di configurazione dei principali provider, ma soprattutto una spiegazione su come impostarli nei client di cui ti parlerò anche in questa guida: Posta di Windows 10, Microsoft Outlook, Mozilla Thunderbird e Apple Mail.

Un’altra operazione preliminare che devi necessariamente fare prima di passare all’esportazione delle mail riguarda la creazione della cartella in cui spostare i messaggi. Riuscirci è semplice: basta fare clic destro in un punto “vuoto” del desktop e selezionare le voci Nuovo > Cartella (su Windows) o Nuova cartella (su macOS). Fatte queste operazioni preliminari, possiamo effettivamente procedere!

Come spostare le mail di Posta di Windows 10 in una cartella sul desktop

Posta di Windows 10

Vuoi sapere come spostare le mail di Posta di Windows 10 in una cartella sul desktop? Se non l’hai ancora fatto, avvia il client incluso “di serie” in Windows 10 e segui le indicazioni che sto per darti, così da riuscire a portare a termine la procedura. Tieni conto, però, che Posta di Windows 10 non integra una funzione ad hoc per esportare più mail, ma solo singoli messaggi.

Per procedere, dopo aver avviato Posta di Windows 10, seleziona il messaggio di tuo interesse dalla barra centrale (posta verso sinistra), clicca sul pulsante (…) collocato in alto a destra, seleziona la voce Salva con nome dal menu che si apre e scegli la cartella di destinazione nella quale conservare il messaggio, che verrà salvato in formato EML.

Dopo aver indicato il nome da assegnare al file in questione e la posizione, premi sul bottone Salva, per portare a termine la procedura. Non ti resta, poi, che ripetere l’operazione anche per gli altri messaggi che intendi salvare e il gioco è fatto.

Come spostare le mail di Outlook in una cartella sul desktop

Outlook

Per spostare le mail di Outlook in una cartella sul desktop, devi avviare il programma in questione e individuare la casella nella quale sono presenti i messaggi da salvare. Dopodiché devi seguire i passaggi indicati di seguito.

Per spostare più messaggi, dopo aver avviato Outlook sul tuo computer, clicca sul pulsante File (in alto a sinistra), seleziona la voce Apri o Apri ed esporta (sulla sinistra) e, nella schermata che si apre, fai clic sul bottone Importa o Importa/esporta. Successivamente, seleziona la voce Esporta in un file nel menu apertosi, clicca sul pulsante Avanti, seleziona il formato File di dati di Outlook (PST) nel menu apertosi e clicca nuovamente su Avanti, per proseguire.

Ora, seleziona la casella che intendi esportare, metti eventualmente la spunta accanto alla dicitura Includi sottocartelle e clicca sul bottone Avanti. Successivamente, clicca sul bottone Sfoglia, seleziona il nome della cartella che avevi creato sul desktop, così da salvare il backup delle mail nella stessa e, quando sei pronto per farlo, clicca sul bottone Fine, per avviare la procedura di esportazione.

Per spostare singoli messaggi, invece, dopo aver aperto la mail di tuo interesse, clicca nuovamente sul pulsante File (in alto a sinistra), seleziona l’opzione Salva con nome dal menu apertosi, scegli la tua cartella dove intendi spostare il messaggio e, dopo aver assegnato un nome a quest’ultimo e aver selezionato il formato in cui esportarlo (es. Formato messaggio di Outlook) tramite l’apposito menu, clicca sul pulsante Salva.

Come spostare le mail di Thunderbird in una cartella sul desktop

Thunderbird

Sul tuo computer hai installato Thunderbird, il celeberrimo client mail gratuito e open source compatibile con Windows, macOS e Linux? Beh, allora lascia che ti spieghi come adoperarlo per lo scopo in oggetto, sfruttando un’estensione ad hoc.

Dopo aver installato e avviato Thunderbird sul tuo computer, per esportare i messaggi presenti su una casella di posta impostata nel client, devi installare un add-on gratuito. Per riuscirci, recati su questa pagina e clicca sul pulsante Scarica ora, in modo tale da effettuare il download del componente aggiuntivo ImportExportTools NG.

Successivamente, fai clic sul pulsante (≡) situato in alto a destra, seleziona la voce Componenti aggiuntivi dal menu che si apre, clicca nuovamente sulla voce Componenti aggiuntivi e poi fai clic sull’icona Estensioni posta sulla sidebar a sinistra. Premi, dunque, sul simbolo dell’ingranaggio che si trova in alto a destra, seleziona la voce Installa componente aggiuntivo da file dal menu apertosi e scegli il file .xpi che hai ottenuto poc’anzi. In conclusione di questa procedura, clicca sulle voci Aggiungi e Riavvia adesso.

Dopo aver installato l’add-on, sei pronto per esportare i messaggi sulla cartella che hai creato sul desktop del computer. Per riuscirci, fai clic destro su una delle cartelle che trovi nella barra laterale di sinistra e, nel menu contestuale, seleziona le voci ImportExportTools NG > Esporta i messaggi della cartella > come file EML, se hai intenzione di salvare tutti i singoli messaggi nel formato EML o, se preferisci, seleziona le opzioni ImportExportTools NG > Esporta cartella remota, per scaricare la cartella contenete tutti i messaggi in un file unico, in formato MBOX.

Una volta che hai scelto come procedere, non ti resta che selezionare il nome della cartella che hai salvato sul desktop del computer e confermare l’esportazione dei messaggi di posta nella stessa. Hai visto com’è stato semplice spostare le mail con Thunderbird?

Come spostare le mail di Apple Mail in una cartella sul desktop

Esportare messaggi di posta Apple Mail

Hai un Mac e sei solito adoperare Apple Mail, il client di posta incluso “di serie” nei computer della “mela morsicata”? Beh, anche in questo caso è possibile spostare le mail in una cartella sulla scrivania in modo decisamente semplice.

Per prima cosa, avvia il programma, cliccando sul simbolo del francobollo raffigurante l’aquila alata che si trova sulla barra Dock o nel Launchpad. Successivamente, per esportare i messaggi presenti in una casella di posta elettronica, fai clic destro sul nome della casella di tuo interesse e seleziona la voce Esporta casella di posta dal menu apertosi.

Nella finestra che ti viene proposta, seleziona la voce Scrivania nella barra laterale posta sulla sinistra e poi seleziona la cartella dove intendi esportare i messaggi: se non l’avevi ancora creata, clicca sul pulsante Nuova cartella e, dopo averle assegnato un nome, fai clic sul bottone Crea, per portare a termine la procedura.

Per concludere l’operazione, dopo aver selezionato la cartella in cui esportare le mail, clicca sul pulsante Scegli e attendi che la procedura venga portata a termine. I messaggi verranno salvati nel formato .mbox e potranno essere importati e letti nei principali client di posta. Maggiori info qui.

Per salvare singole mail, invece, seleziona il messaggio di tuo interesse, facendo clic sinistro sulla sua anteprima, apri il menu File, seleziona la voce Salva con nome da quest’ultimo e scegli la cartella presente sulla scrivania dove hai intenzione di salvare il messaggio in questione. Se non riesci a individuare la cartella in questione, espandi il menu Situato in e clicca sulla voce Scrivania.

Successivamente, fai clic sul pulsante (⌵) posto in corrispondenza del menu Situato in e, tramite il riquadro apertosi, fai clic sul nome della cartella di tuo interesse. Se vuoi creare una nuova cartella in cui salvare le mail, clicca sull’apposito pulsante e, dopo aver assegnato il nome alla cartella di tuo interesse, clicca sul bottone Crea, per portare a termine la procedura.

Tramite il menu Formato posto in fondo alla finestra, poi, seleziona il formato in cui esportare le mail (es. RTF, Solo testo, etc.) e clicca sul pulsante Salva. Non ti resta che ripetere la procedura per tutti gli altri messaggi che vuoi salvare nella cartella che hai creato sulla scrivania e il gioco è fatto.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.