Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come vedere da quanto tempo segui una persona su Instagram

di

Tu e il tuo migliore amico vi siete trovati a parlare degli ultimi contenuti postati su Instagram dal vostro influencer preferito. Entrambi amate tutto ciò che questo personaggio pubblica quotidianamente sul suo account. Il tuo amico è convinto che sia stato proprio lui a farti conoscere l’influencer in questione e ritiene, dunque, che tu debba rendergli il merito di questa “scoperta”.

Dal canto tuo, invece, sei assolutamente certo che, in realtà, sia stato proprio tu il primo ad aver notato su questo social network l’utente suddetto e non il contrario. Per verificare chi di voi due abbia effettivamente ragione, avete quindi iniziato a sfogliare invano i vari menu di Instagram alla ricerca di un dettaglio che dimostrasse inconfutabilmente quando avete iniziato a seguire questo personaggio.

Non avendo trovato una soluzione, hai aperto il motore di ricerca digitando “come vedere da quanto tempo segui una persona su Instagram” ed eccoti dunque qui, su uno dei miei tutorial, in cerca di una soluzione. Se le cose stanno davvero così, il minimo che posso fare è aiutarti rispondendo a questo tuo interrogativo. Devi sapere che l’informazione che cerchi può essere ottenuta con un espediente. Quale? Continua a leggere e lo scoprirai.

Indice

Vedere da quanto tempo segui una persona su Instagram

Instagram logo

Non fai che chiederti come vedere da quanto tempo segui una persona su Instagram? Allora ti faccio sùbito presente che — almeno nel momento in cui scrivo — né l’app del social network (disponibile per Android, iPhone e PC Windows), né il suo sito Web prevedono tale possibilità in modo diretto.

Tuttavia, è possibile ritrovare tale informazione nei dati dell’attività relativi al proprio account, disponibili in ogni momento per il download. Devi sapere, infatti, che i server di Instagram “tengono traccia” di tutto ciò che fai con il tuo account sulla piattaforma (i commenti e i like che lasci sui post, gli account che seguono il tuo profilo, quelli che hai bloccato, le tue ricerche e così via) e che è possibile scaricare questi dati per consultarli: per sapere come, continua a leggere.

Scaricare i propri dati

Scaricare dati Instagram app

Il primo passaggio che devi compiere per scoprire da quanto tempo segui un utente su Instagram è scaricare i tuoi dati di utilizzo dal social network succitato. Puoi compiere quest’operazione sia dall’app di Instagram per dispositivi mobili e PC, sia dal sito Web della piattaforma.

Se vuoi procedere utilizzando l’applicazione per dispositivi mobili, avvia quest’ultima, premi sull’icona con la tua foto profilo situata in basso a destra e, successivamente, fai tap sul pulsante ☰ situato in alto a destra. Dal menu che ti viene mostrato, seleziona dunque la voce Impostazioni e procedi premendo sulla dicitura Sicurezza.

A questo punto, fai tap sulla voce Scarica i dati e digita quindi un indirizzo di posta elettronica al quale puoi avere accesso nell’unico campo della schermata successiva. Dopodiché, premi sul pulsante Richiedi il download, inserisci la password del tuo account (se non la ricordi, leggi questo mio tutorial) e, infine, fai tap sul pulsante Fine.

Ora non devi fare altro che attendere che i dati della tua attività su Instagram vengano elaborati in automatico e, non appena il processo sarà concluso (potrebbe essere necessario aspettare anche fino a 48 ore), riceverai un link di download all’indirizzo email che hai specificato.

Se non dovessi riuscire a trovare nella tua casella di posta elettronica l’email da parte di Instagram contenente il link in questione, controlla anche le cartelle Spam e Posta indesiderata. Ti faccio presente che potrai scaricare i tuoi dati entro un massimo di 4 giorni a partire dal momento in cui hai ricevuto il link.

Scaricare dati Instagram app Android

Se vuoi ripetere i passaggi che ti ho appena mostrato anche su computer, collegati alla home page del sito di Instagram con qualsiasi browser di navigazione Web oppure dalla sua applicazione per Windows. In entrambi i casi, una volta effettuato l’accesso al proprio account, i passaggi da seguire sono gli stessi.

Dunque, clicca sull’icona della tua foto profilo che trovi in alto a destra e seleziona la voce Impostazioni dal menu che ti viene proposto. Prosegui poi facendo clic sulla voce Privacy e sicurezza situata nell’elenco di sinistra e, da qui, scorri la pagina verso il basso e premi sulla dicitura Richiedi il download.

Ora indica l’indirizzo di posta elettronica sul quale desideri ricevere il link di download nell’apposito campo e specifica in quale formato (HTML o JSON) vuoi che siano resi disponibili i dati della tua attività. Infine, premi sul pulsante Avanti e digita la password del tuo profilo per dare conferma.

Scaricare dati Instagram sito

Anche in questo caso dovrai attendere il messaggio da parte di Instagram in cui è contenuto il link che hai richiesto. Procedi, dunque, con la lettura del prossimo capitolo della guida per le istruzioni su come aprire il file che hai appena ottenuto.

Controllare il file con i propri dati

Scaricare dati Instagram email

Hai trovato l’email da parte di Instagram contenente il link ai tuoi dati di utilizzo? Bene, allora (sia da smartphone che da tablet e computer) aprila, poi premi sul pulsante Scarica informazioni e sarai reindirizzato alla pagina di login di Instagram tramite browser. Dovrai quindi inserire la password del tuo profilo nell’apposito campo ed effettuare l’accesso. Per procedere, premi poi sulla dicitura Scarica informazioni e attendi che il download sia ultimato.

A questo punto, avrai bisogno di un’applicazione per esplorare il contenuto della cartella compressa nel quale sono contenuti i dati che hai scaricato poc’anzi. Se utilizzi uno smartphone, il mio consiglio è quello di utilizzare WinZip.

Si tratta della versione app del celebre e “storico” programma di compressione e decompressione di file e cartelle disponibile per Windows e acOS. L’applicazione succitata è gratuita ma offre la possibilità di effettuare acquisti in-app (partire da 80 cent.) per sbloccare funzionalità aggiuntive e l’accesso ai servizi di archiviazione cloud.

Per installare WinZip su un dispositivo Android ti basta visitare questa pagina del Play Store (o cercarla sugli store alternativi, qualora il tuo smartphone o tablet non abbia accesso ai servizi Google) e premere sul pulsante Installa. Se vuoi, invece, installare l’applicazione su iPhone o iPad, apri questa sezione dell’App Store, premi sul pulsante Ottieni/Installa e, se necessario, verifica la tua identità con Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

Ti faccio presente, inoltre, che per aprire cartelle compresse puoi utilizzare anche i file manager Files di Google (su Android) e File (su iOS e iPadOS). Entrambi gli strumenti sono “di serie” sui rispettivi sistemi operativi; in caso non dovessi trovarli sul tuo smartphone o tablet, puoi comunque scaricarli nuovamente visitando i link che ti ho appena proposto e ripetendo i passaggi del paragrafo precedente.

Per quanto riguarda Files Di Google, tuttavia, l’applicazione ti inviterà necessariamente a estrarre l’intero contenuto della cartella compressa con i tuoi file (senza la possibilità di esplorarla “preventivamente”) e, dal momento che questi ultimi potrebbero essere molto numerosi, ti invito a fare attenzione in questo caso e valuta, dunque, se la cosa possa creare o meno “confusione” nella memoria del tuo dispositivo.

Se, piuttosto, vuoi aprire il file con i dati di utilizzo di Instagram su computer, puoi tranquillamente utilizzare WinZip che ti ho già consigliato o gli strumenti inclusi già nel tuo sistema operativo: il gestore di archivi compressi su Windows e Utility Compressione su macOS. Per tutti i dettagli al riguardo (e per altre alternative e soluzioni) ti rimando al mio tutorial su come aprire file ZIP gratis.

Una volta che hai scelto l’app o il programma da utilizzare, apri il file compresso [nome utente]_[codice numerico].zip: se agisci da smartphone e utilizzi WinZip, puoi trovare il file suddetto nella cartella relativa ai download e per aprirla ti basterà selezionarla facendo tap sulla sua anteprima.

All’interno della cartella compressa appena aperta, cerca la cartella chiamata followers_and_following e aprila premendo sulla sua anteprima. Il file contenente le informazioni che stai cercando è quello chiamato following.html (o following.json, a seconda della tua precedente scelta).

WinZip app Android

Accedendo a quest’ultimo (puoi aprirlo direttamente da WinZip facendo tap sul suo nome) potrai trovare elencati i nomi degli account che segui attualmente e, sotto di essi, la data e l’ora in cui ha iniziato a seguirli.

Se hai scelto di compiere la procedura da computer e il file con i dati succitati è in formato HTML, aprendo quest’ultimo dovresti essere reindirizzato automaticamente a una finestra del tuo browser predefinito. Per altri dettagli su come visionare contenuti in questo formato ti rimando al mio tutorial su come aprire i file HTML.

Seguiti Instagram browser

Come dici? Il file con le tue informazioni di utilizzo è in formato JSON? Allora dai pure un’occhiata al mio approfondimento sulle migliori soluzioni per aprire questo formato di file.

Prima di lasciarti, ti segnalo che aprendo i file blocked_accounts, followers e recent_follow_requests contenuti all’interno della cartella followers_and_following menzionata sopra, potrai controllare rispettivamente i profili che hai bloccato, i tuoi follower e le tue richieste di seguire account di altri utenti (per ogni singolo elemento sarà possibile anche visualizzare la relativa data, analogamente a quanto mostrato riguardo agli account seguiti).

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.