Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come vedere i DPI del mouse

di

I DPI (acronimo di Dots Per Inch, ovvero Punti per pollice) servono a determinare quanto lontano è possibile spostare il puntatore sullo schermo quando viene spostato il mouse di un pollice. I punti, dunque, equivalgono al numero di pixel sullo schermo. Riuscire a vedere i DPI del mouse e modificare la velocità del dispositivo secondo le proprie esigenze può essere molto utile quando si ha a che fare con software e giochi che necessitano di un’elevata sensibilità del mouse. Ma come fare? Domanda lecita, anzi di più. Allora lascia che ti aiuti.

Con questa mia guida di oggi, infatti, desidero giust’appunto spiegarti come compiere l’operazione in questione che, te lo anticipo subito, è fattibile in diversi modi. A prescindere dal sistema operativo impiegato, le operazioni da eseguire sono semplicissime e alla portata di chiunque, anche dei meno esperti in fatto di informatica e nuove tecnologie.

Allora? Posso sapere che cosa ci fai ancora lì impalato? Posizionati bello comodo, prenditi qualche minuto libero solo per te e comincia immediatamente a concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito. Sono sicuro che, alla fine, potrai dirti ben contento e soddisfatto di quanto appreso. Che ne dici, scommettiamo?

Indice

Vedere i DPI del mouse

Ti interessa capire come vedere i DPI del mouse ma non sai in che modo riuscirci? Allora segui le istruzioni che trovi qui sotto. Puoi ricavare l’informazione di cui hai bisogno consultando le specifiche tecniche del mouse, usando il software “companion” o, ancora, dando uno sguardo al display o agli indicatori luminosi eventualmente presenti sul dispositivo, a te la scelta.

In tutti i casi, tieni presente che i valori di DPI più comuni sono: 800, 1200, 1600, 1800, 2000, 2400, 2800, 3200, 4000, 5600 e 8200.

Specifiche del dispositivo

Come vedere i DPI del mouse

Come ti dicevo poc’anzi, il primo sistema che hai dalla tua per vedere i DPI del mouse in uso consiste nel consultare le specifiche tecniche del dispositivo, solitamente riportate sulla relativa confezione di vendita oppure nel libretto informativo presente all’interno della stessa. In tal caso, però, considera che il numero di DPI indicato  è quello massimo che è possibile raggiungere.

Se non hai più a disposizione la confezione di vendita del mouse o il relativo libretto informativo, puoi scoprire il numero di DPI del dispositivo recandoti direttamente sul sito Internet del produttore di riferimento, cercando su quest’ultimo la relativa scheda tecnica e ricavando l’informazione di cui hai bisogno da lì.

In alternativa, puoi fare una ricerca su Google, digitando parole chiave del tipo “[nome mouse] DPI” oppure “[nome mouse] scheda tecnica”, facendo clic sui risultati di tuo interesse e cercando, nella pagina visualizzata, l’informazione di cui hai bisogno.

Tieni comunque presente che i produttori non sono obbligati a dichiarare i DPI del dispositivo, motivo per cui, pur procedendo così come ti ho appena indicato, potresti non essere in grado di ottenere l’informazione in questione. In particolare, soprattutto per quanto riguarda  i mouse di fascia bassa, il valore dei DPI non viene quasi mai dichiarato.

Software del dispositivo

Come vedere i DPI del mouse

La maggior parte dei mouse di fascia medio-alta viene commercializzata con a corredo un software per la gestione avanzata del dispositivo. Grazie a questo programma, tra le altre cose, è possibile visualizzare e gestire i DPI del mouse. In genere, per installare software di questo tipo basta inserire nel lettore CD/DVD collegato al computer il dischetto apposito che viene fornito insieme alla confezione di vendita del mouse. Se il dischetto non è presente, l’installer del software può eventualmente essere scaricato dall’area dedicata all’assistenza del sito Web del produttore di riferimento.

Una volta installato il programma, recati quindi nella sezione dello stesso relativa alla gestione delle impostazioni, individua un possibile riferimento alla modifica dei DPI e seleziona pure l’opzione che preferisci tra quelle disponibili. Purtroppo non posso essere più preciso al riguardo, in quanto non conosco marca e modello esatti del tuo mouse e, in base a queste due variabili, i software per la gestione del dispositivo e le impostazioni presenti in esso possono differire.

Per fare un esempio pratico, se stai usando un mouse Logitech per il gaming (es. il Logitch G502 Hero, di cui ti ho parlato anche nella mia guida all’acquisto dedicata ai mouse da gioco) e sul tuo computer hai installato il relativo software (il Logitech Gaming Software), puoi avviare quest’ultimo, cliccare sull’icona dell’ingranaggio presente nella parte in basso a destra della finestra principale e, mediante la sezione Impostazioni puntatore mostrata subito dopo, apportare tutte le regolazioni del caso. Volendo, puoi anche impostare più profili. In caso di ripensamenti, invece, ti basta fare clic sul bottone Ripristina predefinite per annullare le modifiche.

Display e indicatori luminosi

Come vedere i DPI del mouse

Se stai usando un mouse di fascia medio-alta, un altro sistema che hai dalla tua per riuscire a scoprire i DPI impostati sul dispositivo consiste nel dare uno sguardo al display LCD eventualmente presente sullo stesso, sulla parte frontale oppure su quella che poggia sulla superficie di scorrimento, con su riportate questa e altre informazioni, come ad esempio il livello di carica restante della batteria.

Altri modelli di mouse, invece, presentano degli indicatori luminosi posti in corrispondenza del numero di DPI impostati. Da notare che in tutti e due i casi, di solito, i DPI sono anche eventualmente regolabili pigiando l’apposito pulsante posto direttamente sul mouse.

Purtroppo, anche in tal caso, non posso essere più preciso in quanto non conosco marca e modello esatti del tuo mouse e, in base a queste due variabili, display, indicatori e pulsanti per la visualizzazione e la configurazione dei DPI potrebbero differire.

Vedere e modificare la velocità del mouse

Purtroppo né Windows  macOS, per impostazione predefinita, includono delle funzioni che consentono di vedere i DPI del mouse in maniera precisa. Quello che, però, è possibile fare su entrambi i sistemi operativi è visualizzare la velocità di scorrimento del puntatore. Se la cosa ti interessa, prosegui pure nella lettura: trovi spiegato tutto qui sotto.

Windows

Come vedere i DPI del mouse

Se quello che stai usando è un PC con su installato Windows, per visualizzare ed eventualmente anche modificare la velocità di scorrimento del mouse, il primo fondamentale passo che devi compiere è quello di fare clic sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) posto nella parte in fondo a sinistra della barra delle applicazioni, cercare il Pannello di controllo nel campo di ricerca che compare e fare clic sul risultato pertinente.

Nella finestra che a questo punto andrà ad aprirsi su schermo, clicca sulla voce Hardware e/o su quella Mouse (a seconda del tipo di visualizzazione impostata nell’apposito menu a tendina del Pannello di controllo). Nell’ulteriore finestra che si apre, seleziona la scheda Opzioni puntatore e, in corrispondenza della sezione Movimento, troverai la barra indicante la velocità del puntatore.

Spostando il cursore presente sulla barra, puoi aumentare (verso destra) o diminuire (verso sinistra) la velocità del puntatore in base a quelle che sono le tue effettive esigenze. A modifiche ultimate, fai clic sui pulsanti Applica e OK presenti in basso per confermare e applicare i cambiamenti.

Se poi vuoi un consiglio, verifica che ci sia il segno di spunta accanto alla voce Aumenta precisione puntatore, per fare in modo che i movimenti del puntatore rimangano precisi anche se sono più veloci. Se la spunta non è presente, apponila tu.

Oltre che così come ti ho appena indicato, se stai usando Windows 10, puoi accedere alle impostazioni relative al mouse procedendo nel seguente modo: fai clic sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) sulla taskbar, seleziona l’icona Impostazioni (quella con l’ingranaggio) nel menu che si apre e clicca sul pulsante Dispositivi nella finestra che vedi comparire sul desktop.

Successivamente, seleziona la voce Mouse dalla barra laterale posta a sinistra e fai clic sulla dicitura Opzioni aggiuntive per il mouse che trovi sotto in corrispondenza della sezione Impostazioni correlate. A questo punto, ti ritroverai al cospetto della medesima finestra di cui sopra per gestire le impostazioni del mouse. Puoi quindi procedere in maniera praticamente analoga a come ti ho indicato poc’anzi.

macOS

Come vedere i DPI del mouse

Similmente a Windows, anche macOS, come ti dicevo, consente di vedere e modificare la velocità del mouse. Come si fa? Te lo spiego subito. In primo luogo, fai clic sull’icona di Preferenze di Sistema (quella con l’ingranaggio) posta sulla barra Dock. Dopodiché pigia sulla voce Mouse nella finestra che si è aperta sulla scrivania.

A questo punto, potrai conoscere la velocità del puntatore osservando la posizione dell’indicatore posto sulla barra sottostante la dicitura Velocità puntatore che si trova in basso. Quanto più a destra risulta spostato l’indicatore, tanto maggiore sarà la velocità del puntatore del mouse.

Per apportare eventuali modifiche sposta, secondo le tue esigenze, l’indicatore presente sulla summenzionata barra. Tutti i cambiamenti saranno immediatamente applicati al sistema, senza necessità di riavviare macOS o di cliccare su appositi pulsanti.

Da notare che se al tuo Mac non è collegato alcun mouse e stai usando un trackpad, per visualizzare e modificare la velocità di scorrimento del puntatore, dovrai invece cliccare sulla voce Trackpad nella schermata principale delle Preferenze di Sistema. Il resto dei passaggi da compiere sono analoghi a quelli illustrati in precedenza.