Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Migliori mouse per Mac: guida all’acquisto

di

È arrivato il momento di acquistare un mouse per il tuo Mac: forse hai preso questa decisione per motivi di comodità nell’uso quotidiano del computer, oppure hai bisogno di un mouse specifico per attività professionali, magari per la grafica e il disegno tecnico. Non essendo esperto in materia, però, vorresti dei consigli su come orientarti nella scelta del prodotto più adatto alle tue esigenze.

Se è così, nessun problema: sono qui proprio per darti una mano. In questa guida all’acquisto ti indicherò innanzitutto le caratteristiche tecniche da considerare prima di comprare un mouse e ti fornirò tutte le informazioni necessarie per fare la tua scelta con consapevolezza. Infine, ti proporrò alcuni dei migliori mouse per Mac, dai modelli per tutte le tasche a quelli di fascia alta, wireless e cablati, selezionati tra quelli disponibili sul mercato.

Prenditi alcuni minuti di tempo e dedicati in tranquillità alla lettura dei prossimi paragrafi. Sono sicuro che, dopo aver consultato questa guida, avrai una panoramica esaustiva delle opzioni di acquisto e troverai la soluzione che fa al caso tuo. Non mi resta che augurarti una buona lettura e buona scelta!

Indice

Come scegliere un mouse per Mac

Prima di entrare nel dettaglio dei modelli di mouse disponibili per l’acquisto, ritengo mio compito informarti sulle principali caratteristiche tecniche da considerare prima dell’acquisto. Comprare un mouse non è semplice come potrebbe sembrare: molti aspetti di questi dispositivi possono influenzare significativamente l’uso del computer, soprattutto se se ne fa uso per molte ore al giorno per lavoro. È importante scegliere con cura un mouse per Mac efficace sia nel contesto del sistema operativo macOS, che per le proprie personali esigenze.

Destinazione d’uso

Destinazione d'uso dei mouse per Mac

La prima domanda da porsi è a quale attività sarà principalmente destinato il mouse. Innanzitutto, assicurati della compatibilità con il sistema operativo macOS: tutti quelli che sto per elencare sono utilizzabili con i computer Apple e spesso dispongono di funzioni ottimizzate per l’uso con macOS, ma questo non vale per tutti i mouse in commercio. A tal proposito, prima di “lanciarti” nell’acquisto di un mouse, verifica bene nelle recensioni online e nelle schede tecniche se questi sono effettivamente utilizzabili con i Mac e, nello specifico, con la versione di macOS che usi.

Considera inoltre i compiti principali che svolgi al computer. Esistono mouse progettati specificamente per le attività di lavoro generali, maggiormente efficaci per lo scorrimento di documenti e delle pagine Web. Alcuni sono utilizzabili su più dispositivi contemporaneamente, pensati per chi fa uso di più schermi.

Alcuni dispositivi sono ideati appositamente per i professionisti, con un layout di tasti programmabili e ottimizzati per il designo tecnico, per la grafica o per la programmazione. Se sei alla ricerca di un mouse adatto al gaming (attività che però su Mac è alquanto limitato, al netto di poter installare Windows in dual-boot sui Mac Intel), ti consiglio la lettura della mia guida all’acquisto dedicata proprio ai migliori mouse da gioco.

Forma, dimensioni e peso

Forma, dimensione e peso del mouse per Mac

Un’altra caratteristica da considerare è quella della forma: ci sono mouse ergonomici studiati per l’uso con il braccio disteso per per ridurre la pressione sulle articolazioni durante l’uso prolungato e possono avere una presa verticale o orizzontale.

Anche le dimensioni e il peso del mouse possono influire sulla precisione: i mouse più piccoli e leggeri sono veloci ma meno precisi. Infine, se sei mancino, informati bene sull’adattabilità di un mouse all’utilizzo con la mano sinistra: il design di alcuni dispositivi è pensato esclusivamente per la mano destra, mentre altri sono ambidestri o offrono una versione specifica per i mancini.

Numero di tasti

Numero di tasti del mouse per Mac

Il numero dei tasti può cambiare significativamente l’uso di un mouse: non mancano mai clic destro, clic sinistro e rotellina di scorrimento, ma molti modelli dispongono di tasti aggiuntivi, laterali e frontali, che consentono di accedere ad altre funzioni programmabili tramite il software del mouse. Molti consentono di definire i propri comandi e associare le macro, ovvero una serie di operazioni che verranno compiute in sequenza tramite un solo tasto, particolarmente utile per alcuni professionisti.

Esistono anche i touchpad, ovvero dei dispositivi che svolgono la funzione di mouse ma hanno una forma rettangolare, con un’ampia superficie per scorrere, fare tap e usare gesture specifiche. Nel caso dei Mac, l’opzione del trackpad di casa Apple è un’alternativa da considerare al tradizionale mouse se si preferisce la funzionalità touch ai tasti.

Risoluzione (DPI)

Mouse

La risoluzione di un mouse è valutata in DPI (punti per pollice) e corrisponde al numero di pixel di cui il puntatore si sposta per ogni pollice del movimento del mouse. Dunque, un mouse che ha una risoluzione di 1.000 DPI si sposta di 1.000 pixel sullo schermo per ogni pollice di cui il mouse si è spostato sulla scrivania.

Valuta quindi questo parametro rispetto alla risoluzione del tuo schermo, oppure se hai intenzione di utilizzare molto il mouse per il gaming, che può necessitare di un valore DPI più alto. Alcuni mouse consentono di regolare il numero di DPI, ma il valore in sé non è direttamente indicativo della precisione, che dipende invece molto dal sensore.

Sensore ottico o laser

Sensore ottico o laser per mouse Mac

La precisione di un mouse è determinata appunto dal sensore, che può essere ottico (a LED) oppure laser. I primi sono veloci e precisi, ma possono riscontrare difficoltà sulle superfici molto lisce o trasparenti; i secondi funzionano anche sul vetro a seconda del laser e vantano una maggiore precisione, ma possono essere suscettibili alla polvere. Tieni queste caratteristiche in considerazione prima di effettuare l’acquisto: l’alta precisione è essenziale per la grafica e il gaming, ma meno importante per le attività di navigazione più comuni.

Mouse con cavo o wireless

Mouse Mac con cavo o wireless

Questa è la caratteristica secondo cui ho diviso in due selezioni i mouse che ti sto per consigliare: la connettività wireless oppure tramite cavo. I mouse cablati hanno dalla loro parte la maggiore compatibilità, poiché sono collegabili al Mac tramite porta USB e utilizzabili immediatamente, oltre a non avere bisogno di essere ricaricati; in linea di massima sono più precisi di quelli wireless, ma la differenza tra le due opzioni è ormai sempre più sottile.

I mouse wireless sono più comodi per le attività quotidiane e più pratici, anche in viaggio. Possono essere basati su due tipi di tecnologie: quella Bluetooth o quella wireless a 2.4 GHz, con la differenza che i mouse Bluetooth non necessitano di ricevitori esterni e sono compatibili con tutti i dispositivi con Bluetooth, mentre quelli a 2.4GHz richiedono un ricevitore USB che deve essere collegato all’apposita porta del PC. Infine, necessitano di ricarica: possono essere alimentati da comuni pile o batterie ricaricabili come quelle degli smartphone e possono avere autonomia variabile.

Se ti è tutto chiaro, possiamo ora addentrarci nel dettaglio dei migliori mouse per Mac, wireless e cablati, disponibili per l’acquisto. Sei pronto? Cominciamo!

Migliori mouse wireless per Mac

I primi modelli di mouse per Mac che voglio consigliarti sono quelli wireless, che possono richiedere l’installazione di un software in dotazione, compatibile con macOS, per effettuare la configurazione iniziale prima di passare all’uso.

Apple Magic Mouse 2

Apple Magic Mouse 2

Il mouse per Mac per eccellenza è Magic Mouse 2, il modello ufficiale di Apple collegabile sia con cavo USB che tramite connettività Bluetooth. Il design lo contraddistingue dagli altri modelli: minimalista, leggero, ultra sottile e sofisticato, è privo della rotella fisica e ha una superficie liscia che consente l’interazione con le applicazioni per Mac tramite i controlli multi-touch.

Ha 1.300 DPI, non ha batterie ed è ricaricabile tramite porta Lightning, lo standard usato anche da iPhone e altri prodotti Apple. È anche per ambidestri e può essere la scelta più adatta per chi desidera mantenere i propri dispositivi all’interno dell’ecosistema Apple e non ne fa un uso estensivo. Le gesture si possono personalizzare oltre quelle di sistema, definendone di personali, con software di terze parti come BetterTouchTool, incluso nell’abbonamento Setapp, il quale per un piccolo abbonamento mensile dopo 7 giorni di prova gratis permette di accedere a tantissime applicazioni a pagamento per Mac (in stile Netflix, ma per le app!). Maggiori informazioni qui.

Apple Magic Trackpad 2

Apple Magic Trackpad 2

Non si tratta di un vero e proprio mouse, ma il Magic Trackpad 2 di Apple è una soluzione comoda per gli utenti di macOS che preferiscono l’interazione con le superfici touch e un design pulito e semplicissimo.

Il trackpad ha un’ampia superficie di 16 x 11,5 cm con 4 sensori di pressione che rilevano l’intensità del tocco sulla superficie in vetro, per consentire l’accesso alle funzioni del Mac con gesture specifiche, tap e scorrimento con multi-touch. Si connette al computer attraverso Bluetooth, ed è ricaricabile tramite porta Lightning con circa 1 mese di autonomia. L’ideale per avere la massima integrazione con il sistema operativo Apple. Le gesture si possono personalizzare, anche in questo caso, con software come BetterTouchTool.

Magic Trackpad 2 - Grigio Siderale
Vedi offerta su Amazon

Logitech MX Master 3

Logitech MX Master 3

Da uno dei maggiori produttori di mouse e tastiere al mondo, Logitech MX Master 3 è un mouse top di gamma disponibile anche in un’apposita versione per Mac. Funziona sia in modalità wireless tramite Bluetooth che tramite USB e supporta l’utilizzo di tre dispositivi contemporaneamente. La presa ergonomica e i numerosi tasti frontali e posteriori, personalizzabili per accedere facilmente alle applicazioni più utilizzate, lo rendono comodo e funzionale, oltre che preciso: dispone infatti di un sensore laser da 4.000 DPI e del sistema di scorrimento MagSpeed che consente di focalizzarsi anche su un singolo pixel, oppure scorrere 1000 righe al secondo in silenzio.

Non sorprende dunque che sia stato ideato soprattutto per il lavoro, in particolare per progettisti e programmatori. È ricaricabile rapidamente via USB-C, con un’autonomia di circa 70 giorni. Da sottolineare anche le tante funzioni software di cui dispone, ottimizzate anche per macOS, con la suddetta possibilità di “switchare” al volo e comandare più computer contemporaneamente, con la possibilità di passare file e clipboard da un dispositivo all’altro (Logitech Flow).

Logitech MX Master 3 – Mouse Wireless Avanzato per Mac, Scorrimento Ra...
Vedi offerta su Amazon

CadMouse Pro Wireless

CadMouse Pro Wireless

3DConnexion CadMouse Pro Wireless è uno dei migliori mouse per Mac, e non solo: offre delle caratteristiche di alta qualità soprattutto per le attività lavorative, in particolare per il disegno tecnico, per cui è specificamente progettato. Ottimo per Adobe Illustrator e i software CAD.

Ha tre tasti più la rotella e una forma ergonomica molto comoda in due versioni, una per destrorsi e una per mancini; inoltre, ha una tripla connessione Bluetooth, tecnologia wireless a 2,4 GHz e cavo micro-USB e batteria ricaricabile con 3 mesi di autonomia. Completa il quadro un sensore ottico ad alta risoluzione, da 7.200 DPI.

3Dconnexion CadMouse Pro Wireless (mouse ergonomico, senza fili, per d...
Vedi offerta su Amazon

Logitech M590

Logitech M590

Logitech M590 è un mouse wireless silenzioso, con connettività Bluetooth o 2,4 GHz e ‎riduzione del rumore del 90% che rende i 2 pulsanti principali e i 7 programmabili utilizzabili in piena tranquillità, anche su due computer contemporaneamente.

Ha una forma ergonomica, ed è alimentato da batteria con fino a un anno di autonomia. Dispone inoltre di una funzionalità di scorrimento veloce per la produttività e di sensore ottico da 1.000 DPI.

Logitech M590 Mouse Wireless Silenzioso, Multidispositivo, Bluetooth o...
Vedi offerta su Amazon

Logitech M185

Logitech M185

Tra i mouse wireless compatibili con macOS, uno dei più economici è il modello Logictech M185, un dispositivo accessibile, con compatibilità universale, dal design semplice ed ergonomico e anatomico, adatto anche per i mancini.

La connettività wireless è basata su tecnologia 2.4 GHz e con ricevitore USB e dispone di un sensore ottico da 1.000 DPI. È alimentato da una batteria AA con autonomia fino ad 1 anno, con una funzione di sospensione intelligente e un indicatore luminoso che permette di visualizzare lo stato di carica.

Logitech M185 Mouse Wireless, 2.4 GHz con Mini Ricevitore USB, Durata ...
Vedi offerta su Amazon

Migliori mouse con filo per Mac

Trattandosi di mouse cablati, questi dispositivi non hanno bisogno di alcun driver specifico per macOS per funzionare: puoi semplicemente collegarli alla porta USB e cominciare a usarli immediatamente. Può fare però la differenze il software di supporto fornito dal produttore, per ampliarne le funzionalità. Ad ogni modo, eccone alcuni dei migliori.

Logitech M500

Logitech M500

Il mouse con cavo Logitech M500 ha un design sagomato, ottimizzato per garantire un maggiore supporto alla mano durante l’uso prolungato, anche grazie alle impugnature laterali in gomma.

Ha 7 pulsanti programmabili per le scelte rapide efficienti e attività specifiche, più scorrimento iperveloce e risoluzione regolabile con DPI da 400-4000.

Logitech M500s Mouse con cavo con scorrimento iperveloce avanzato e in...
Vedi offerta su Amazon

Logitech M90

Logitech M90

Economico, durevole ed efficiente, il modello di mouse cablato Logitech M90 ha un design ambidestro per un comodo utilizzo con entrambe le mani, e i classici due tasti più rotella.

Ha una risoluzione di 1.000 DPI e un sensore ottico che ne garantisce la precisione del tracciamento anche senza tappetino. Un mouse classico, che svolge il suo dovere con efficienza anche su Mac.

Logitech M90 Mouse USB Cablato, 1000 DPI, Mouse Ambidestro, Compatibil...
Vedi offerta su Amazon

Tecknet Pro S2

TeckNet Pro S2

Tecknet Pro S2 è un mouse cablato con design ergonomico e 6 pulsanti, sia frontali che laterali. La risoluzione è regolabile, da 1.000 o 2.000 DPI; dispone inoltre di un sensore ottico per il tracciamento che ne garantisce i movimenti accurati su diverse superfici.

TeckNet PRO S2 Mouse Wired, Mouse USB Ottico con Cavo, 2000 DPI e 6 Pu...
Vedi offerta su Amazon

INPHIC Mouse USB

INPHIC

Un mouse cablato resistente e conveniente, questo dispositivo INPHIC ha 3 pulsanti silenziosi adatti anche per l’uso in pubblico e in ambienti tranquilli. Ambidestro ed ergonomico, ha un design particolare e una risoluzione di 1.200 DPI più sensore ottico per il tracciamento.

Inphic Mouse USB cablato, clic silenzioso e tracciamento ottico, 1200 ...
Vedi offerta su Amazon

ECHTPower Mouse Verticale

ECHTPower Mouse Verticale

Alcuni nuovi mouse, come questo modello ECHTPower, propongono una forma verticale che favorisce il posizionamento naturale della mano, per ridurre l’attività muscolare e ridurre l’affaticamento. Ha 6 tasti, frontali e laterali, di cui uno è dedicato alla personalizzazione della risoluzione, da 800, 1.200, 2.000 oppure 3.200 DPI.

Il design è complimentato da un LED in quattro colori che indicano l’opzione di DPI selezionata e dispone di un sensore ottico ad alta precisione. Se sei particolarmente interessato a questa forma e ritieni che possa essere più comoda per te, ti consiglio di consultare anche la mia guida acquisto sui migliori mouse verticali.

ECHTPower Mouse Portatile, Mouse Verticale, Mouse Wireless, Design Erg...
Vedi offerta su Amazon

Se desideri ulteriori consigli, ti invito alla lettura della mia guida sul miglior mouse, oppure, se sei interessato ai modelli wireless, di questa apposita guida all’acquisto dei migliori mouse wireless, in cui ci sono anche tanti mouse compatibili con Mac (verificane, comunque, la compatibilità caso per caso).

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.