Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come cambiare i DPI del mouse

di

Stai giocando il tuo titolo preferito su PC e stai notando che qualcosa non va: il mouse che utilizzi sembra non essere abbastanza sensibile e reattivo. Per riuscire a interagire in modo preciso e accurato con gli elementi che si muovono su schermo avresti bisogno che il tuo dispositivo rispondesse in modo diverso. Insomma, dovresti rivedere le impostazioni del tuo mouse, ma non sai bene in che modo.

Guardando in Rete, sei venuto così a conoscenza del parametro dei DPI che regola proprio la sensibilità dei mouse. La tua domanda, a questo punto, è la seguente: come cambiare i DPI del mouse? Vorresti sapere, soprattutto, se c’è un modo per impostare manualmente questo parametro direttamente dal pannello di controllo del sistema operativo del tuo PC, ma non hai ancora trovato istruzioni semplici sul da farsi.

Se le cose stanno veramente così, non temere: se vuoi, posso rispondere io ai tuoi interrogativi. Nel corso di questo tutorial, infatti, oltre a indicarti con esattezza cosa sono i DPI di un mouse, ti illustrerò come modificare questo parametro avvalendoti di alcuni software adatti allo scopo e ti spiegherò come modificare la sensibilità del mouse direttamente nei giochi. Se questa premessa ti sembra interessante, procedi pure con la lettura delle prossime righe: trovi spiegato tutto qui sotto.

Informazioni preliminari

Mouse

Prima di entrare nel vivo della guida, in caso tu abbia iniziato da poco a familiarizzare con il parametro dei DPI, credo sia utile fornirti qualche informazione in generale al riguardo.

Innanzitutto, cosa vuol dire DPI? Devi sapere, che l’acronimo in questione sta per Dots Per Inch, ossia punti per pollice. In sostanza, questo valore determina di quanto si muove il puntatore che si vede sullo schermo del PC (quello tipicamente rappresentato con la classica freccia e che si usa per cliccare su un punto, tanto per intenderci) in relazione a quanto si è mosso il mouse, fisicamente, su una superficie.

I DPI determinano, quindi, la sensibilità di questo strumento. Se, ad esempio muovi di 3 centimetri il tuo mouse su una generica superficie, il puntatore sullo schermo si muoverà analogamente coprendo una certa distanza in relazione ai DPI del tuo mouse. Se, successivamente, aumenti quest’ultimo parametro, noterai che, spostando ancora una volta il mouse di 3 centimetri, la distanza coperta dal puntatore su schermo sarà maggiore.

Va fatta, ad ogni modo, un’importante precisazione: come ti mostrerò in un apposito capitolo della guida, la sensibilità del mouse, intesa in senso generale, può essere impostato anche tramite software e non è riconducibile a parametri numerici. Al contrario, il parametro dei DPI è da considerare in relazione alla risoluzione dello schermo che stai utilizzando. Per farti un esempio pratico, un mouse impostato a 1600 DPI muove il puntatore di 1600 pixel per ogni pollice percorso sulla superficie fisica. Ciò vuol dire che i mouse con DPI alti sono adatti ai monitor con risoluzione particolarmente alta.

Ad oggi, gli standard più diffusi, per quanto riguarda i DPI dei mouse, sono 800, 1200, 1600, 1800, 2000, 2400, 2800, 3200, 4000, 5600 e 8200. Fatte queste precisazioni, va da sé che i contesti in cui il parametro dei DPI è rilevante sono tutti quelli in cui si ha necessità di selezionare elementi su schermo in modo accurato e preciso. In questa categoria rientrano idealmente moltissimi tipi di software diversi come, ad esempio, i programmi di grafica, i programmi di disegno e, soprattutto, i videogiochi.

Di solito, proprio i mouse da gaming hanno a disposizione la maggiore varietà di parametri di DPI impostabili. Generalmente, un mouse impostato con un valore di DPI molto alto può risultare scomodo alla maggior parte dei giocatori dal momento che muovendo il mouse, il puntatore coprirà una distanza eccessivamente lunga e il movimento risulterà, in definitiva, impreciso.

Nel caso contrario, qualora tu stessi utilizzando un mouse con DPI eccessivamente basso, sarai costretto a muovere il dispositivo oltre il dovuto sulla superficie per raggiungere il punto desiderato sullo schermo. Insomma, in definitiva, tutto si basa sul trovare il giusto equilibrio. Nei contesti in cui è necessario un particolare grado di accuratezza nei movimenti, come i titoli sparatutto, i DPI possono fare realmente la differenza permettendo di mirare in modo più immediato e preciso.

Come impostare i DPI del mouse

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, possiamo andare al sodo. Nel corso dei prossimi capitoli, ti spiegherò come cambiare i DPI del mouse e quali soluzioni i sistemi operativi Windows e macOS hanno a disposizione per impostare la sensibilità di questo tipo di dispositivi. Inoltre, in base al mouse che stai utilizzando, ti illustrerò alcuni programmi che potrebbero fare al caso tuo. Ecco tutti i dettagli.

Come impostare i DPI del mouse: Windows 10

Velocità puntatore mouse Windows

Partiamo da Windows 10. Devo informarti subito che il sistema operativo di casa Microsoft, purtroppo, non ha a disposizione funzioni integrate che permettano di impostare manualmente i DPI del mouse. Quello che Windows permette bensì di fare è modificare il parametro della velocità di scorrimento del puntatore. Ti consiglio di provare a compiere quest’operazione in modo da poter poi giudicare poi se noti miglioramenti durante l’utilizzo del tuo PC.

Per iniziare, ti basta digitare “pannello di controllo” nella barra di ricerca posta in basso a sinistra accanto al pulsante Start di Windows (quello con il simbolo della bandierina) o nel menu Start stesso e cliccare sul primo risultato in lista.

Fai quindi clic sulla voce Mouse e, nella finestra che si apre, clicca sulla scheda Opzioni puntatore. Per modificare il parametro, ti basta muovere il cursore sotto la voce Movimento. Fai diverse prove per selezionare quella che ritieni più adatta al tuo stile di utilizzo.

Ti consiglio, inoltre, di mettere la spunta sulla casella vicino la voce Aumenta precisione puntatore, per far sì che i movimenti siano precisi anche a velocità di scorrimento elevate. Una volta che hai trovato il giusto equilibrio, premi sul pulsante Applica e poi premi sul pulsante OK per salvare le modifiche.

Ora che ti ho parlato di questa funzionalità di Windows, se sei d’accordo, procederei a vedere nello specifico come regolare i DPI. Se stai utilizzando un mouse da gaming, è decisamente probabile che il tuo dispositivo abbia a disposizione dei tasti integrati (detti On-the-Fly DPI) che permettono di regolare in modo semplice i DPI del dispositivo.

Mouse DPI On-the-Fly

Questi tasti sono collocati solitamente vicino alla rotella di scorrimento che si utilizza per muovere verso l’alto o il basso le pagine visualizzate e sono particolarmente comodi, dato che permettono di modificare il parametro dei DPI perfino durante le sessioni di gioco in modo immediato. Verifica se sul tuo mouse sono presenti questi pulsanti e, qualora lo fossero, premili per trovare la tua configurazione ideale.

Al momento in cui ti scrivo, l’unica opzione (oltre ai tasti suddetti) per impostare manualmente i DPI del proprio mouse consiste nell’utilizzare i programmi messi a disposizione delle case produttrici di questi dispositivi. Questi programmi sono solitamente utilizzabili con i mouse da gaming. Per verificare se i produttori del tuo mouse hanno messo a punto e reso disponibili dei software per il tuo mouse digita su Google il nome del tuo modello e la marca.

Tra i primi risultati in lista dovresti trovare il sito ufficiale del dispositivo che stai utilizzando. Ti basta, dunque, aprire la pagina Web in questione e scorrerla fino a trovare una scheda o un campo chiamato generalmente Supporto. Aprendo questa scheda dovresti riuscire a trovare il software che puoi utilizzare per regolare i DPI del tuo mouse (se disponibile).

Avendo a disposizione un mouse Trust ti mostrerò ora il funzionamento del relativo software, mantenendomi comunque sul generico, per consentirti di replicare le indicazioni anche se hai un mouse di marca differente.

Trust mouse software

Il primo passo che devi compiere è ovviamente scaricare il programma che trovi nella pagina del mouse sul sito ufficiale del produttore, generalmente nella sezione Supporto.

Una volta terminato il download, apri il file eseguibile ottenuto e rispondi alla richiesta controllo utente di Windows (se richiesto). Nella finestra che si apre, premi sempre su Next/Avanti e poi su Finish per concludere il setup. Se richiesto, spunta anche le caselle relative alle condizioni d’uso del software.

A installazione completata, avvia il software relativo al tuo mouse e troverai, nell’interfaccia di quest’ultimo, i DPI impostati attualmente sotto la voce DPI Setting (o qualcosa del genere). Il software dovrebbe consentirti di impostare un range massimo: per farlo, premi sulle spunte nelle caselle poste sotto le file dei range che non vuoi includere, per deselezionarle.

Dopodiché, seleziona il range massimo, premendo sulla relativa casella, infine premi i pulsanti Apply e OK, per salvare le modifiche. Se vuoi invece tornare alle impostazioni di fabbrica del dispositivo, ti basta premere sul pulsante Default collocato sotto i vari range. Visto com’è facile?

Se utilizzi un mouse Razer, puoi scaricare Synapse 3, il programma per Windows sviluppato da Razer compatibile con i dispositivi prodotti di questa marca, aprendo la pagina ufficiale e premendo sulla voce Download Now (qui trovi la lista dei mouse supportati). Se, invece, il tuo è un mouse Logitech, puoi scaricare il programma G Hub (disponibile per Windows e macOS) premendo sul pulsante Download (seguito dal nome del tuo sistema operativo) che trovi in questa pagina.

Come dici? Il tuo è un mouse Corsair e vorresti sapere se c’è un software anche per il tuo dispositivo? Certo che sì! Si tratta di iCUE, un programma di semplice utilizzo disponibile sia per macOS sia per Windows. Puoi scaricarlo premendo sul pulsante Scarica ora che trovi sul sito Web ufficiale di Corsair. Potrai utilizzare questi software soltanto in accoppiata con i mouse che hanno lo stesso marchio del programma che intendi utilizzare.

Di solito, se non dovessi trovare al primo sguardo l’opzione per regolare i DPI quando apri l’interfaccia dei software in questione, prova a controllare in schede chiamate Performance o Settings, oppure ancora Impostazioni. Devi sapere, inoltre, che i DPI potrebbero anche essere indicati con la dicitura CPI (Counts Per Inch). Controlla quindi che nell’interfaccia del programma che utilizzi ci sia qualcosa al riguardo.

Rocket League

Per concludere questo discorso sui DPI ti ricordo che, qualora tu sia semplicemente interessato a modificare la sensibilità del mouse mentre giochi, puoi farlo direttamente nelle impostazioni del tuo titolo preferito, accedendo alla scheda Comandi (potrebbe anche chiamarsi Controlli o Controlli di gioco, oppure ancora Dispositivi di input).

Se, ad esempio, stai giocando a Rocket League, il popolare titolo automobilistico-calcistico di Psyonix ed Epic Games, per modificare la sensibilità del mouse ti basta premere sul pulsante Impostazioni che trovi nel menu generale del gioco. Dopodiché, devi cliccare sulla scheda Comandi e muovere a tuo piacimento il cursore accanto alla voce Sensibilità del mouse fino a trovare il tuo assetto ideale. Fai diverse prove per scoprirlo!

Come impostare i DPI del mouse: Mac

Velocità puntatore mouse macOS

Anche per quanto riguarda il sistema operativo dei computer di Apple, macOS, non è presente un’impostazione che consenta di regolare in modo diretto i DPI del mouse. Restano valide, pertanto, le soluzione che ti ho proposto nel capitolo precedente: alcuni dei software che ti ho consigliato possono essere installati anche su un Mac e utilizzandoli riuscirai senza dubbio a impostare i DPI come desideri.

Analogamente a Windows, macOS ti permette comunque di impostare la velocità del puntatore in modo semplice. Per fare quest’operazione, clicca sull’icona Preferenze di sistema che trovi sulla barra Dock. Dopodiché, nella finestra appena apertasi, clicca sulla voce Mouse e potrai dunque modificare a tuo piacimento la velocità del puntatore, spostando il cursore sotto la voce Velocità puntatore.

Davvero facile, non trovi? Per altri dettagli su questa procedura e sapere, in generale, come visualizzare i DPI del mouse, ti rimando al tutorial che ho scritto sull’argomento.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.