Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Scopri le migliori offerte sul canale Telegram ufficiale. Guarda su Telegram

Come verificare PEC

di

Ti sono stati forniti alcuni indirizzi di posta certificata e, prima di utilizzarli, vorresti verificare la loro validità? Nessun problema. Se gli indirizzi in questione fanno capo ad aziende, professionisti o enti della Pubblica Amministrazione, puoi rivolgerti ad alcuni siti che permettono di risalire agli intestatari degli indirizzi PEC attingendo a dei database pubblici.

Se invece hai bisogno di verificare gli indirizzi PEC di alcuni privati cittadini, mi spiace dirtelo, ma le cose si fanno più complicate. Per gli indirizzi PEC dei privati, infatti, non esistono dei database pubblici (non ne esistono di liberamente consultabili da tutti, almeno) e, quindi, se si vuole risalire agli intestatari di questi ultimi bisogna andare un po’ per tentativi sfruttando motori di ricerca e social network.

Fin qui tutto chiaro? Bene, allora se vuoi approfondire l’argomento e vuoi scoprire come verificare PEC, continua a leggere. Qui sotto dovresti riuscire a trovare tutte le informazioni di cui hai bisogno. Vedremo come risalire agli intestatari delle PEC aziendali, professionali e della Pubblica Amministrazione; inoltre vedremo come cercare gli intestatari degli indirizzi PEC privati… o almeno come tentare una ricerca che abbia una minima possibilità di successo. Buona lettura e buona ricerca!

Indice

Come verificare PEC Registro Imprese

verificare pec registro imprese

Se vuoi verificare PEC impresa puoi rivolgerti al sito del Registro delle Imprese, che utilizza i dati ufficiali delle Camere di Commercio e dunque include non solo nomi e indirizzi delle aziende, ma anche la loro PEC ufficiali (che vanno iscritte obbligatoriamente a quest’ultimo).

Per iniziare a usufruire del servizio, recati sul sito ufficiale e compila i campi richiesti per far partire la ricerca. Devi quindi inserire nella barra di ricerca che vedi in alto il nome dell’impresa o dell’attività e, cliccando sul menu a tendina sulla destra, sotto la dicitura Provincia, selezionare quest’ultima. In caso tu non sappia di preciso la locazione dell’azienda puoi comunque lasciare il selettore sulla voce Tutta Italia.

Dopo aver inserito i dati, fai clic sul pulsante Cerca, il sistema effettuerà la sua ricerca e visualizzerai in seguito una pagina con la lista di tutte le aziende che corrispondono al nome inserito. Per verificare l’indirizzo PEC devi cliccare su quella di tuo interesse e passare alla pagina dettagliata dell’attività, che include tutte le informazioni del caso.

Nella lista di dettagli, alla voce Domicilio digitale/PEC, troverai il pulsante Mostra, clicca su questo per far apparire in un box separato l’indirizzo PEC. Confrontalo con quello in tuo possesso per avere la conferma dell’identità dell’azienda da cui hai eventualmente ricevuto comunicazione.

verificare PEC inps

Se hai ricevuto una e-mail che sembra provenire dall’INPS e vuoi avere la certezza che si tratti di un indirizzo legittimo, allora ti indico sùbito il metodo migliore per procedere in tal senso. Per verificare PEC INPS puoi molto semplicemente usare il portale dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, nel quale sono registrati gli indirizzi PEC di tutte le sedi e gli uffici centrali dell’istituto.

Recati, dunque, sulla pagina dei contatti di INPS: non essendoci un sistema di ricerca interno dovrai cliccare sui link presenti per visualizzare gli elenchi delle PEC registrate. Per esempio, per verificare l’elenco PEC delle sedi INPS, clicca su Elenco PEC Sedi, poi su Indirizzi PEC sotto la voce Elenchi e visualizzerai la pagina di tutte le PEC regionali. Per comodità puoi raggiungere questo elenco specifico cliccando sul link che ti ho appena fornito.

Poiché l’elenco conta centinaia di indirizzi, qualora tu abbia la PEC puoi effettuare una ricerca all’interno del browser. Non sai come fare? Nessun problema, il mio tutorial su come cercare una parola in una pagina ti aiuterà a eseguire la procedura.

Come sapere PEC di una persona

verificare PEC INIPEC

Per verificare la PEC di una persona bisogna innanzitutto stabilire se questa sia un professionista o un privato cittadino. Nel primo caso, infatti, è possibile risalire facilmente all’intestatario di una PEC; nel secondo, invece, come ti ho già accennato in apertura, le cose si fanno un po’ più difficili.

Se vuoi verificare PEC professionisti, puoi utilizzare il portale INI PEC, ovvero un sito patrocinato dal Ministero per lo Sviluppo Economico che permette di cercare gli indirizzi PEC di professionisti e imprese, nonché di verificare questi ultimi risalendo ai rispettivi intestatari.

Per risalire all’intestatario di un indirizzo PEC (e quindi verificare la sua autenticità), collegati alla pagina principale di INI PEC e clicca su Cerca indirizzo PEC in basso a sinistra. Nella pagina successiva, seleziona la scheda Professionisti (o Imprese, a seconda del tipo di indirizzo che intendi verificare).

A questo punto, nella sezione apposita, ovvero dove trovi la scritta Indirizzo PEC, digita la PEC di cui desideri scoprire l’intestatario, metti la spunta alla voce Non sono un robot del reCAPTCHA e poi fai partire la ricerca cliccando sul pulsante Cerca PEC

Se l’indirizzo PEC da te digitato è valido, vedrai una pagina con tutti i dati relativi al suo intestatario: codice fiscale, categoria professionale di appartenenza, Provincia di provenienza, numero di iscrizione all’ordine e così via. Se invece l’indirizzo non è valido e non è presente nel database, vedrai un messaggio di errore.

Qualora l’indirizzo PEC non risultasse valido, se conosci il nome della persona o dell’impresa a cui questo dovrebbe essere intestato, puoi provare a recuperare il recapito corretto sfruttando gli altri campi di ricerca di INI PEC.

Torna quindi nella scheda Professionisti e compila i campi relativi a nome e cognome (nel caso dei professionisti) o alla denominazione (nel caso delle imprese) per trovare l’indirizzo PEC di tuo interesse.

pec privati cittadini

Passando invece alla verifica PEC di un privato cittadino, è molto più complesso che verificare quella di un’impresa o un professionista. Questo perché i privati cittadini non sono obbligati a registrare i propri recapiti di posta certificata e non esistono degli elenchi pubblici per reperire questi ultimi. Per essere precisi, un elenco degli indirizzi PEC dovrebbe essere contenuto nell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente, ma riguarderà solo coloro che hanno indicato un indirizzo PEC come proprio domicilio digitale e sarà accessibile solo da parte di pubbliche amministrazioni, gestori ed esercenti di pubblici servizi.

Per risalire all’intestatario di un indirizzo PEC privato, dunque, bisogna industriarsi un po’ e usare i (pochi) mezzi che si hanno a disposizione, vale a dire motori di ricerca e social network. Il primo suggerimento che mi sento di darti in tal senso, per quanto banale possa apparire, è andare su Google e cercare l’indirizzo PEC di cui vuoi verificare l’autenticità tra virgolette (es. “nome.cognome@pec.it”): se l’indirizzo è valido ed è stato pubblicato su un blog, un forum o qualsiasi altra pagina Web, dovresti essere in grado di rintracciarlo e quindi di verificare la sua autenticità.

Un altro tentativo che puoi fare è cercare su Facebook l’indirizzo PEC: nel caso (abbastanza remoto) in cui l’intestatario dell’indirizzo PEC avesse inserito quest’ultimo nelle informazioni pubbliche, il suo nominativo comparirà automaticamente fra i risultati della ricerca.

Come verificare PEC Agenzia Entrate

verificare pec agenzia entrate

Vuoi verificare di avere inserito correttamente il tuo indirizzo PEC sul sito dell’Agenzia delle Entrate, in modo da ricevere le notifiche relative ad atti e avvisi? Allora leggi con attenzione, ti aiuto a eseguire la procedura. Prima di continuare, però, ti devo ricordare che per accedere all’area riservata avrai bisogno dello SPID.

Recati sulla pagina ufficiale dell’Agenzia delle Entrate e fai clic sul pulsante Area riservata (riconoscibile grazie anche all’icona di un lucchetto aperto). Nella pagina successiva fai clic su Accedi alla nuova area riservata, dopodiché fai clic su Entra con SPID.

Visualizzerai un menu a tendina, scegli il servizio SPID in tuo possesso (in questo caso userò PosteID) e, nella pagina successiva, inserisci nome utente e password cliccando su Entra con SPID. Per quanto riguarda PosteID puoi anche accedere più rapidamente, inquadrando il QR Code nella pagina con l’app PosteID.

Terminata l’identificazione con PosteID avrai effettuato l’accesso all’area riservata e potrai vedere il tuo nome e cognome in alto a destra con il codice fiscale. Fai ora clic su Profilo utente e, nella pagina successiva (precisamente in basso a destra), fai clic sulla voce Gestisci PEC notifica atti.

Fai clic su Comunica e inserisci l’indirizzo PEC nel riquadro apposito, poi seleziona la spunta a l’indirizzo PEC comunicato è intestato al richiedente (qualora sia tu a effettuare la procedura) oppure seleziona l’indirizzo PEC comunicato è intestato a uno dei soggetti di cui all’articolo 12, comma 3 qualora tu sia un coniuge, parente o affine entro il quarto grado. Al termine, clicca sul pulsante Salva in basso per concludere la procedura. Maggiori info qui.

Come verificare PEC PA

come verificare pec pa

Se vuoi verificare un indirizzo PEC relativo a un ufficio o un ente della Pubblica Amministrazione (es. Università, Regioni, Comuni, Forze di Polizia ecc.), puoi farlo tramite il sito Internet IPA (Indice delle Pubbliche Amministrazioni) che, come suggerisce abbastanza facilmente il nome, permette di scoprire tutti i recapiti delle Pubbliche Amministrazioni italiane.

Per verificare la validità di un indirizzo PEC con IPA, collegati alla pagina principale del sito, inserisci l’indirizzo PEC e poi fai clic sul pulsante Ricerca per visualizzare i risultati in basso.

Se la ricerca ha dato esito positivo, puoi visualizzare tutte le informazioni relative all’ente o l’ufficio a cui fa capo l’indirizzo PEC che hai digitato cliccando sulle icone collocate accanto al suo nome (es. l’icona dei due palazzi per visualizzare tutti i riferimenti sull’ente, come la categoria di appartenenza, la sede e quant’altro).

In caso di esito negativo, puoi provare a risalire all’indirizzo corretto di un ente tornando sulla pagina principale di IPA, cliccando sulla voce Ricerca Domicili Digitali Ente. Nella pagina successiva compila i campi all’area geografica o Denominazione, digitando (o selezionando) i termini di ricerca necessari a trovare l’ente o l’ufficio di tuo interesse.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.