Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come verificare PEC

di

Ti sono stati forniti alcuni indirizzi di posta certificata e, prima di utilizzarli, vorresti verificare la loro validità? Nessun problema. Se gli indirizzi in questione fanno capo ad aziende, professionisti o enti della Pubblica Amministrazione, puoi rivolgerti ad alcuni siti che permettono di risalire agli intestatari degli indirizzi PEC attingendo a dei database pubblici.

Se invece hai bisogno di verificare gli indirizzi PEC di alcuni privati cittadini, mi spiace dirtelo, ma le cose si fanno più complicate. Per gli indirizzi PEC dei privati, infatti, non esistono dei database pubblici (non ne esistono di liberamente consultabili da tutti, almeno) e, quindi, se si vuole risalire agli intestatari di questi ultimi bisogna andare un po' per tentativi sfruttando motori di ricerca e social network.

Fin qui tutto chiaro? Bene, allora se vuoi approfondire l'argomento e vuoi scoprire come verificare PEC, continua a leggere. Qui sotto dovresti riuscire a trovare tutte le informazioni di cui hai bisogno. Vedremo prima come risalire agli intestatari delle PEC aziendali e professionali, poi come risalire agli intestatari delle PEC pubbliche (relative alla Pubblica Amministrazione) e, infine, vedremo come cercare gli intestatari degli indirizzi PEC privati… o almeno come tentare una ricerca che abbia una minima possibilità di successo. Buona lettura e buona ricerca!

Vai subito a ▶︎ Verificare PEC di professionisti e imprese | Verificare PEC della Pubblica Amministrazione | Verificare PEC di privati cittadini | Verificare stato PEC

Verificare PEC di professionisti e imprese

Se vuoi verificare PEC di un'impresa o di un professionista (es. un avvocato), puoi rivolgerti a INI PEC: si tratta di un sito patrocinato dal Ministero per lo Sviluppo Economico che permette di cercare gli indirizzi PEC di professionisti e imprese, nonché di verificare questi ultimi risalendo ai rispettivi intestatari.

Per risalire all'intestatario di un indirizzo PEC (e quindi verificare la sua autenticità), collegati alla pagina principale di INI PEC e seleziona la scheda Professionisti o Imprese, a seconda del tipo di indirizzo che intendi verificare.

Come verificare PEC

A questo punto, digita l'indirizzo PEC di cui desideri scoprire l'intestatario nel campo Indirizzo PEC, ricopia il codice di sicurezza che si trova in basso a sinistra nell'apposito campo di testo e clicca sul pulsante Cerca PEC per ottenere l'esito della ricerca.

Se l'indirizzo PEC da te digitato è valido, vedrai una pagina con tutti i dati relativi al suo intestatario: codice fiscale, categoria professionale di appartenenza, Provincia di provenienza, numero di iscrizione all'ordine ecc. Se invece l'indirizzo risulta non valido, vedrai un messaggio di errore.

Come verificare PEC

Qualora l'indirizzo PEC non risultasse valido, se conosci il nome della persona o dell'impresa a cui questo dovrebbe essere intestato, puoi provare a recuperare il recapito corretto sfruttando gli altri campi di ricerca di INI PEC.

Torna quindi sulla pagina principale del sito, seleziona la scheda Professionisti o Imprese a seconda del tipo di indirizzo che intendi trovare e compila i campi relativi a nome e cognome (nel caso dei professionisti) o alla denominazione (nel caso delle imprese) per trovare l'indirizzo PEC di tuo interesse.

Verificare PEC della Pubblica Amministrazione

Se vuoi verificare un indirizzo PEC relativo a un ufficio o un ente della Pubblica Amministrazione (es. Università, Regioni, Comuni, Forze di Polizia ecc.), collegati al sito Internet IPA (Indice delle Pubbliche Amministrazioni) che, come suggerisce abbastanza facilmente il nome, permette di scoprire tutti i recapiti delle Pubbliche Amministrazioni italiane.

Per verificare la validità di un indirizzo PEC con IPA, collegati alla pagina principale del sito, clicca sul riquadro Per pec-cecpac e digita l'indirizzo di cui vuoi scoprire l'intestatario nel campo di testo che compare in basso. A questo punto, clicca sul pulsante Cerca e dovrebbe comparire la pagina con l'esito della ricerca.

Come verificare PEC

Se la ricerca ha dato esito positivo, puoi visualizzare tutte le informazioni relative all'ente o l'ufficio a cui fa capo l'indirizzo PEC che hai digitato cliccando sulle icone collocate accanto al suo nome (es. l'icona dei due palazzi per visualizzare tutti i riferimenti sull'ente, come la categoria di appartenenza, la sede e quant'altro).

In caso di esito negativo, puoi provare a risalire all'indirizzo corretto di un ente tornando sulla pagina principale di IPA, cliccando sul riquadro relativo alla categoria, all'area geografica o alla ricerca alfabetica e digitando (o selezionando) i termini di ricerca necessari a trovare l'ente o l'ufficio di tuo interesse.

Verificare PEC di privati cittadini

Come ampiamente sottolineato in apertura del post, verificare la PEC di un privato cittadino è molto più complesso che verificare la PEC di un'impresa o un professionista. Questo perché i privati cittadini non sono obbligati a registrare i propri recapiti di posta certificata e non esistono degli elenchi pubblici per reperire questi ultimi. Per essere precisi, un elenco degli indirizzi PEC dovrebbe essere contenuto nell'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (che pian piano sta sostituendo l'Indice Nazionale delle Anagrafi), ma riguarderà solo coloro che hanno indicato un indirizzo PEC come proprio domicilio digitale e sarà accessibile solo da parte di pubbliche amministrazioni, gestori ed esercenti di pubblici servizi.

Per risalire all'intestatario di un indirizzo PEC privato, dunque, bisogna industriarsi un po' e sfruttare i (pochi) mezzi che si hanno a disposizione, vale a dire motori di ricerca e social network. Il primo suggerimento che mi sento di darti in tal senso, per quanto banale possa apparire, è andare su Google e cercare l'indirizzo PEC di cui vuoi verificare l'autenticità tra virgolette (es. "nome.cognome@pec.it"): se l'indirizzo è valido ed è stato pubblicato su un blog, un forum o qualsiasi altra pagina Web, dovresti essere in grado di rintracciarlo e quindi di verificare la sua autenticità.

Come verificare PEC

In caso di mancato successo con Google, puoi provare a cercare l'indirizzo PEC in tuo possesso su Pipl: un motore di ricerca di informazioni personali che, partendo da un nome, un indirizzo email o un numero di telefono, permette di scoprire tutte le informazioni su una persona (compresi i suoi recapiti) attingendo dai database di vari siti e social network.

Utilizzare Pipl è davvero un gioco da ragazzi: non devi far altro che collegati alla sua pagina iniziale e digitare l'indirizzo PEC da verificare nel campo Name, Email, Username or Phone. Se la ricerca andrà a buon fine, visualizzerai una scheda completa dell'intestatario dell'indirizzo PEC da te digitato con tutte le informazioni personali di quest'ultimo.

Come verificare PEC

Un altro tentativo che puoi fare – se i primi due non vanno a buon fine – è collegarti a Facebook e cercare l'indirizzo PEC da verificare nel campo di ricerca del social network. Nel caso (abbastanza remoto) in cui l'intestatario dell'indirizzo PEC avesse utilizzato quest'ultimo per registrarsi a Facebook, il suo nominativo comparirà automaticamente fra i risultati della ricerca.

Come verificare PEC

Verificare stato PEC

Come sicuramente ben saprai, gli indirizzi di posta certificata hanno una scadenza (solitamente annuale) e, se non si rinnovano, vengono chiusi. Se tu non ricordi la data di scadenza del tuo indirizzo PEC e hai paura che possa diventare inaccessibile da un momento all'altro, collegati al sito Internet del tuo provider di posta certificata e accedi al pannello di gestione del tuo account. Ad esempio, se hai una PEC Aruba, collegati al sito PEC.it ed effettua l'accesso usando il modulo di login collocato nella barra laterale di sinistra.

Come verificare PEC

A questo punto, dovrebbe aprirsi la pagina di gestione della casella PEC con tutte le informazioni relative allo stato di quest'ultima e la sua scadenza. Se la casella risulta in scadenza, clicca sul pulsante per rinnovarla, effettua il pagamento e non rischierai più la sospensione e la conseguente chiusura del tuo indirizzo.

Nota: di norma vengono inviate delle email di notifica quando una casella PEC è in scadenza, quindi non dovrebbe esserci bisogno di verificare "manualmente" la scadenza del proprio indirizzo. In ogni caso, sempre meglio essere prudenti e fare una verifica personale di tanto in tanto!