Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come zippare un video

di

Devi spedire via e-mail un filmato privato ad un tuo parente ma non sai come fare perché il file è troppo pesante per essere inviato come allegato? Non disperare, c’è un modo per riuscirci senza ricorrere a YouTube o ad altri siti di condivisione video che potrebbero mettere a repentaglio la privatezza dei tuoi contenuti.

Per riuscire nell’impresa, infatti, ti basta inserire il tuo filmato in un archivio in formato ZIP. Come dici? Sembra essere interessante e vorresti allora saperne di più? Detto, fatto. Se mi dedichi qualche minuto del tuo prezioso tempo, infatti, posso spiegarti, in quattro e quattr’otto, come zippare un video. Ti anticipo già che, contrariamente a quel che tu possa pensare, si tratta di un’operazione estremamente semplice da compiere e per la messa a segno della quale non è assolutamente necessario essere dei maghi dell’informatica.

Un’altra possibile soluzione alla cosa potrebbe poi essere quella di comprimere il tuo filmato usando dei software ad hoc, in modo tale da ridurne il peso e, se necessario, cambiarne anche il formato. Se l’argomento ti interessa, trovi spiegato anche questo nelle righe successive. Ora però basta chiacchierare e passiamo all’azione. Ti auguro, come mio solito, buona lettura e ti faccio un grandissimo in bocca a lupo per tutto. Are you ready?

Indice

Creare un file ZIP con un video

Stai usando Windows o macOS e vorresti sapere quali strumenti usare per riuscire a creare un file ZIP contenente il tuo video? Allora prosegui pure nella lettura. Qui di seguito, infatti, trovi indicati quelli che a mio modesto avviso rappresentano i migliori strumenti della categoria e le relative istruzioni d’uso.

Gestore archivi predefinito (Windows)

Come zippare un video

Se stai usando Windows, il primo tra gli strumenti utili per zippare un video che ti suggerisco di prendere in considerazione è il gestore di archivi compressi predefinito dell’OS. Probabilmente non ne eri a conoscenza ma devi sapere che i sistemi operativi di casa Redmond includono “di serie” uno speciale tool grazie al quale, appunto, è possibile comprimere e decomprimere i file nel formato ZIP.

Per servirtene per il tuo scopo, tutto quello che devi fare e selezionare il file video relativamente al quale ti interessa andare ad agire, farci clic destro sopra, scegliere l’opzione Invia a dal menu che si apre e poi la dicitura Cartella compresa. Così facendo, verrà subito creato un archivio compresso in formato ZIP nella medesima posizione del file d’origine e contenente il filmato che avevi scelto di comprimere.

Utility Compressione (macOS)

Come zippare un video

Anche su macOS è presente uno strumento predefinito per la gestione degli archivi: Utility Compressione. Grazie ad esso è possibile creare file ZIP partendo da file video, audio, PDF ecc. e decomprimere i principali formati di archivi compressi.

Per usarlo, individua il file video relativamente al quale desideri intervenire, selezionalo, facci clic destro sopra e seleziona l’opzione Comprimi dal menu contestuale che si apre. Fatto ciò, verrà immediatamente generato un archivio compresso in formato ZIP nella medesima posizione del file d’origine, con all’interno il video che volevi zippare.

7-Zip (Windows)

Come zippare un video

Anche 7-Zip è un ottimo strumento da prendere in considerazione per riuscire a zippare i file video (e non solo). Nel caso in cui non ne avessi mai sentito parlare, trattasi di un celebre software per, appunto, zippare filmati, immagini e documenti vari in maniera semplice e veloce. Supporta i formati ZIP, 7z, XZ, BZIP2, GZIP, TAR e WIM in fase di compressione e tutti i principali formati di archivi compressi in lettura (ZIP, 7Z, RAR, ARJ, CAB, CHM ecc.). È completamente gratis ed è solo per Windows.

Per usarlo, recati sul sito Web ufficiale del programma e fai clic sul link Download post in corrispondenza della voce 64-bit x64 o 32-bit x86 (a seconda alla versione di Windows installata sul tuo PC). A download completato, apri il file .exe ricavato e, nella finestra che compare sul desktop, fai clic sui pulsanti , Install e Close per portare a termine il setup di 7-Zip.

Adesso, individua il file video presente sul tuo PC che vuoi zippare, facci clic destro sopra, seleziona la voce 7-Zip dal menu contestuale che si apre e scegli l’opzione Aggiungi all’archivio.

Nella finestra che andrà ad aprirsi sul desktop, seleziona zip come tipo di archivio da creare dal menu a tendina Formato dell’archivio e indica il livello di compressione che vuoi usare dal menu a tendina Livello di compressione. Per concludere, clicca sul pulsante OK e il tuo file ZIP verrà subito generato nella stessa posizione del file d’origine.

Se lo ritieni necessario, puoi anche aggiungere una password al file ZIP, in modo tale da proteggerlo da accesso indesiderati. Per riuscirci, prima di avviare la creazione dell’archivio compresso, digita la parola segreta che vuoi usare nei campi appositi annessi alla sezione Crittografia (in basso a destra).

WinRAR (Windows)

Come zippare un video

Sempre se stai usando Windows, un altro strumento che ti invito a considerare per zippare un video è WinRAR. Si tratta, infatti, di uno tra i gestori di archivi compressi più rinomati presenti su piazza. Permette di creare file ZIP e RAR partendo da varie tipologie di file, filmati compresi, e di aprire praticamente ogni genere di archivio compresso (RAR, ZIP, 7-Zip, ACE, CAB, GZip, TAR ecc.). È a pagamento (costa 36,54 euro), ma si può scaricare anche in una versione gratuita che ad ogni avvio mostra un avviso che invita ad acquistarne una licenza entro 40 giorni (trascorsi i quali il programma continua però a funzionare ma mostra gli inviti all’acquisto della licenza in maniera più insistente).

Per scaricare WinRAR sul tuo PC, recati sul sito Internet del programma e pigia sul bottone Preleva che trovi in corrispondenza alla versione del software per Windows a 64 bit oppure a 32 bit (a seconda della variante del sistema operativo che stai usando) che trovi nella parte in alto della sezione Ultima versione.

A scaricamento completato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sul desktop, clicca sui pulsanti e Installa. Seleziona poi le tipologie di file che desideri aprire in maniera automatica con WinRAR e clicca sui bottoni OK e Chiudi per portare a conclusione la procedura di setup.

A questo punto, individua il filmato presente sul tuo computer che vuoi includere in un file ZIP, facci clic destro sopra e seleziona, dal menu contestuale che si apre, l’opzione Aggiungi ad un archivio.

Nella finestra che ora vedi comparire sul desktop, seleziona l’opzione ZIP in corrispondenza della sezione Formato archivio, scegli il metodo di compressione che preferisci dal menu a tendina Metodo di compressione e clicca sul pulsante OK. L’archivio ZIP generato verrà salvato nella stessa posizione del file d’origine.

Se vuoi proteggere il file ZIP con una password, prima di avviare la creazione del file ZIP pigia sul bottone Imposta Parola chiave e digita la parola segreta che vuoi usare nei campi appositi annessi all’ulteriore finestra che si apre.

Keka (macOS)

Come zippare un video

Possiedi un Mac e cerchi un’alternativa all’utility predefinita per zippare un video? Allora ti consiglio vivamente di prendere in considerazione Keka. È gratis, consente di creare archivi ZIP ma anche 7z, TAR, GZIP, BZP2, DMG e ISO e di aprire archivi compressi in svariati formati. Ha una bella interfaccia utente e funziona mediante un semplice drag-and-drop. Da notare che è eventualmente disponibile in una variante a pagamento (costa 3,49 euro) acquistabile dal Mac App Store per supportare e premiare il lavoro degli sviluppatori.

Per effettuare il download di Keka, recati sul sito Internet dell’applicazione e pigia sul bottone Scarica vx.x.xx. A download ultimato, apri il pacchetto .dmg ottenuto e sposta l’icona di Keka nella cartella Applicazioni di macOS. Successivamente, fai clic destro su di essa e seleziona la voce Apri dal menu contestuale, in modo tale da aprire il programma andando ad aggirare le limitazioni che Apple impone verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Una volta visualizzata la schermata di Keka sulla scrivania, per creare un archivio compresso contenente il tuo filmato fa’ così: seleziona il formato ZIP dal menu a tendina posto in alto a destra, regola le relative impostazioni tramite i menu e le voci disponibili e trascina nella finestra del programma il video che vuoi comprimere, in corrispondenza della scritta Rilascia qui per comprimere. Verrà dunque generato un archivio compresso in formato ZIP nella medesima posizione del file d’origine. Et voilà!

Programmi per zippare un video

Come ti dicevo a inizio articolo, per condividere facilmente i tuoi filmati puoi anche scegliere di effettuarne la compressione ricorrendo all’uso di appositi software capaci, appunto, di ridurne le dimensioni e se necessario di cambiare anche il formato. Se la cosa ti interessa, qui sotto trovi quindi indicati i migliori programmi di questo tipo che a mio avviso faresti bene a considerare.

HandBrake (Windows/macOS/Linux)

Come zippare un video

Tra i migliori software per comprimere file video su Windows e macOS (oltre che su Linux), ti segnalo HandBrake. Si tratta di un programma gratuito e open source in grado di adempiere impeccabilmente allo scopo in questione, in modo tale da permettere di riprodurre senza problemi i propri filmati su vari dispositivi.

Per scaricare HandBrake sul tuo PC, visita il sito Internet del programma e, se stai usando Windows, clicca sul collegamento Download (64 bit) situato sotto l’icona con la bandierina di Windows. A download ultimato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che vedi comparire sullo schermo, clicca sui pulsanti e Next (per due volte di fila). Successivamente, pigia sui bottoni Install e Finish per ultimare il setup e avvia il programma mediante il collegamento che è stato aggiunto sul desktop o tramite il menu Start.

Se, invece, stai usando macOS, pigia sul link Download (Intel 64bit) situato sotto l’icona con il Finder, sul sito Internet del programma. A scaricamento avvenuto, apri il pacchetto .dmg ricavato e trascina l’icona di HandBrake nella cartella Applicazioni di macOS. In seguito, facci clic destro sopra, seleziona la voce Apri dal menu contestuale e poi clicca sul pulsante Apri, in modo tale da aprire l’applicazione andando però ad aggirare le limitazioni di Apple nei confronti degli sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Adesso, a prescindere dal sistema operativo usato, seleziona il video che vuoi comprimere mediante la finestra che si è aperta sullo schermo, pigia sul bottone Presets in alto a destra e scegli, dal menu che si apre, il profilo di compressione di tuo interesse oppure il device di destinazione.

Se lo ritieni necessario, puoi apportare ulteriori personalizzazioni al filmato (es. regolare la risoluzione, le impostazioni relative all’audio ecc.) andando ad intervenire sulle impostazioni annesse alle schede al centro della finestra.

Infine, clicca sul bottone Browse posto in basso, seleziona la posizione sul tuo computer in cui salvare il file di output e fai clic sul pulsante Start Encode/Start collocato in alto a sinistra, in modo tale da avviare il processo di compressione.

Video to Video Converter (Windows)

Come zippare un video

Video to Video Converter è un rinomato software gratuito per soli sistemi operativi Windows tramite il quale si possono generare filmati compressi, selezionando appositi profili pronti all’uso, da riprodurre sulle più disparate tipologie di dispositivi. È molto facile da usare e non necessita di installazioni.

Per scaricarlo, recati sul sito Internet ufficiale del programma, pigia sul bottone Download e sulla voce Click here to download ZIP archive. A download completato, estrai l’archivio ZIP ricavato e avvia l’eseguibile vv.exe contenuto al suo interno.

Nella finestra che a questo punto compare sul desktop, seleziona l’Italiano come lingua da usare per l’interfaccia del programma mediante il menu a tendina apposito e pigia sul bottone OK. Trascina poi il filmato da comprimere nel riquadro bianco al centro della finestra di Video to Video Converter e scegli il profilo di conversione di tuo interesse.

Se lo ritieni necessario, puoi altresì intervenire sulla risoluzione e la qualità del file finale selezionando una delle opzioni nei menu a tendina Qualità e Dimensioni video, nella barra laterale di destra. Pigia poi sul bottone OK, indica la posizione sul tuo PC in cui salvare il file finale previo clic sull’icona della cartella (in basso a destra) e avvia il processo di compressione premendo sul bottone Converti (in alto).

Servizi online per zippare un video

Non vuoi o non puoi scaricare nuovi programmi sul tuo computer ma hai comunque la necessità di comprimere uno o più file video? Se i filmati in questione non sono particolarmente pensati e se hai a tua disposizione una connessione ad Internet attiva e funzionante, puoi compiere l’operazione in oggetto affidandoti a degli apposti servizi online. Quali? Quelli che trovi indicati ed esplicati nelle righe successive.

Media.io

Come comprimere file video

Il primo tra i servizi Web utili allo scopo che ti invito a prendere in considerazione è Media.io. Trattasi di un compressore video fruibile direttamente via Web, a costo zero e facilissimo da impiegare. Supporta tutti i più diffusi formati video ed è anche abbastanza veloce.

Per provarlo, recati sulla home page del servizio e trascina il video che vuoi comprimere nel box bianco a sinistra. In alternativa, fai clic sul pulsante [+] e seleziona il file video “manualmente”.

Serviti poi del menu a tendina Output size per regolare le impostazioni relative alla compressione, modifica (se lo ritieni opportuno) la risoluzione e il formato di output usando i menu a tendina Resolution e Output format e clicca sui pulsanti Compress e I Agree.

Aspetta che il video venga caricato ed elaborato, dopodiché clicca sul pulsante Download per effettuare il download del file finale sul tuo PC. È stato facile, vero?

VideoSmaller

In alternativa alla soluzione descritta nelle righe precedenti, ti invito a prendere in considerazione VideoSmaller. Trattasi di un altro servizio online gratuito, di facile utilizzo e in grado di adempiere in maniera impeccabile allo scopo in oggetto. Da notare che supporta solo i formati MP4, AVI, MPEG, MOV con un peso massimo pari a 500 MB.

Per servirtene, recati sulla home page del servizio, fai clic sul pulsante Cerca, seleziona il filmato presente sul tuo computer che desideri comprimere e, se è tua intenzione applicare un livello basso di compressione, spunta la casella accanto alla dicitura Use low compression level (best quality).

Se vuoi ridurre la risoluzione del filmato, scegli l’opzione che preferisci dal relativo menu a tendina (altrimenti lascia pure selezionata l’opzione Non scalare). Se poi vuoi rimuovere l’audio, spunta la casella accanto alla voce Remove audio from video.

Per concludere, fai clic sul pulsante Carica video posto in basso. A processo ultimato, ti verrà indicato di quanto è stato possibile ridurre le dimensioni del filmato e potrai procedere con il download del file compresso pigiando sul collegamento accanto alla voce Completed presente nella parte in alto della pagina.

App per zippare un video

E su smartphone e tablet? È possibile zippare un video? Ma certo! Per riuscirci, ti basta ricorrere all’uso di alcune apposite app, come quelle che ti ho segnalato qui di seguito. Provale subito, ce ne sono sia per Android che per iOS.

  • AndroZip (Android) – app gratuita sviluppata dalla software house AVG che consente di aprire, creare e gestire archivi ZIP in modo estremamente semplice. Riesce ad aprire anche altri formati di archivi compressi e include il supporto agli archivi crittografati.
  • Video Compress (Android) – app a costo zero che consente di comprimere i file video selezionando il livello della qualità finale. Da notare che permette di intervenire anche su altri tipi di file. È gratis, ma tramite acquisti in-app (al costo di 2,9o euro) si possono sbloccare funzioni aggiuntive.
  • Documents by Readdle (iOS) – rinomato file manager per iOS che consente anche di aprire e creare archivi ZIP in modo facilissimo. È gratis.
  • Gestione Video intelligente (iOS) – app gratuita grazie alla quale è possibile condividere video di grandi dimensioni sulle app per la messaggistica, sui social network o tramite posta elettronica.