Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come zippare un file

di

Quando si stanno muovendo i primi passi nel mondo del computer, una delle prime cose che è bisogna imparare è come zippare un file per racchiuderlo in un archivio compresso e poterlo gestire, masterizzare o inviare via email più facilmente. Peccato però che la maggior parte dei programmi per effettuare quest’operazione abbia un’interfaccia non molto amichevole che può mettere in difficoltà chi non è ancora molto pratico di PC.

Proprio per questo ho dunque deciso di redigere un tutorial dedicato all’argomento. Se la cosa ti interessa (e considerando il fatto che ora sei qui e stai leggendo queste righe direi proprio di si), ti suggerisco di non perdere ulteriore tempo prezioso e di iniziare subito a concentrarti sulle informazioni riportate di seguito. Nelle seguenti righe andrò infatti ad indicarti (ed esplicarti) quelli che ritengo essere i migliori nonché più semplici software appartenenti alla categoria in oggetto. Ce ne sono sia per Windows che per Mac e sono tutti gratis.

Per completezza d’informazione, sarà mia premura indicarti anche come compiere l’operazione in questione sfruttando le risorse “di serie” e come riuscire nell’impresa agendo dal browser Web, senza dover scaricare alcunché sul computer. Sono sicuro che alla fine potrai dirti ben contento e soddisfatto di quanto appreso e che, addirittura, in caso di necessità sarai pronto a fornire utili indicazioni sul da farsi a tutti i tuoi amici interessanti al medesimo argomento. Sei pronto? Si? Grandioso. Procediamo! Buon “lavoro”.

Indice

Zippare un file su Windows

Vuoi scoprire come zippare un file e stai usando un PC Windows? Allora affiliati ad uno degli strumenti appositamente adibiti allo scopo che trovi qui di seguito. Sono molto semplici da usare anche per chi, un po’ come te, non si reputa propriamente uno “smanettone”. Fidati!

Hamster ZIP Archiver

La prima tra le risorse per zippare un file su Windows di cui voglio parlarti è Hamster ZIP Archiver, un programma gratuito per la creazione e l’apertura degli archivi nel formato in oggetto (oltre che in formato 7Z) disegnato per gli utenti alle prime armi. La sua grafica curata e le sue opzioni semplificate consentono a tutti di archiviare documenti in file ZIP senza alcun tipo di problema. E con tutti, intendo davvero tutti!

Per potertene servire, il primo passo che devi compiere è collegarti al sito Internet di Hamster ZIP Archiver e cliccare sul pulsante Download for free per scaricare il programma sul tuo PC.

A download completato, apri il file eseguibile  appena scaricato (es. hamsterarc_v.x.x.x.xx.exe) e clicca su Si, su OK e su Avanti per quattro volte consecutive. Per concludere pigia su Fine. Se durante il setup alcune voci sono scritte con dei caratteri poco comprensibili, non ti preoccupare, è normale.

Come zippare un file

Adesso che visualizzi la finestra del programma sul desktop puoi finalmente passare all’azione vera e propria. Tutto quello che devi fare è trascinare i file che vuoi comprimere nella finestra di Hamster ZIP Archiver e rilasciarli in corrispondenza della dicitura Create a new archive… che vedi apparire. In alternativa, fai clic in un punto qualsiasi della parte destra della finestra del software e seleziona “manualmente” i file su cui vuoi intervenire dalla nuova finestra che si apre.

Digita ora il nome che intendi assegnare all’archivio nel campo di testo in alto collocato accanto all’icona della matita, premi sul bottone Create ed indica la posizione in cui desideri salvare l’archivio compresso che sta per essere generato. La durata della procedura di creazione dell’archivio dipende dal peso dei file da comprimere e dalla potenza del PC in uso.

Come zippare un file

Ti faccio poi notare che prima di dare il via alla creazione dell’archivio ZIP puoi anche intervenire sulle impostazioni relative a quest’ultimo in modo tale da regolare il livello di compressione, scegliere se criptare l’archivio ecc. Per riuscirci, pigia sul bottone con il foglio e l’ingranaggio che trovi nella parte in alto a destra della finestra del programma dopodiché serviti delle opzioni su schermo.

Come zippare un file

Gli archivi creati con questo software possono essere aperti e “scompattati” con Hamster ZIP Archiver stesso o con qualsiasi altro programma per la gestione degli archivi compressi che supporti i file ZIP.

Funzione “di serie”

Non ti va di ricorrere all’uso di strumenti di terze parti per comprimere i tuoi file in un archivio ZIP? Non c’è problema, puoi affidarti allo strumento disponibile “di serie” su tutti i sistemi oprativi Windows. Certo, è piuttosto scarno in fatto di opzioni (praticamente sono inesistenti!) ma se non hai pretese particolari può andare più che bene.

Per potertene servire tutto ciò che devi fare altro non è che individuare i file presenti sul tuo computer che intendi includere nell’archivio ZIP, selezionarli, facci clic destro sopra e selezionare Invia a > Cartella compressa dal menu contestuale che si apre.

Come zippare un file

Così facendo, verrà subito generato un archivio in formato ZIP nella medesima posizione dei file d’origine. L’archivio compresso avrà lo stesso nome del primo file compresso. Se vuoi, puoi modificarlo facendo clic destro sul nome dell’archivio, selezionando Rinomina dal menu che compare, digitando il nome che vuoi assegnarli e schiacciando il tasto Invio sulla tastiera del computer.

Zippare un file su Mac

Utilizzi un Mac e ti piacerebbe capire quali risorse hai dalla tua per zippare un file? Allora prosegui pure nella lettura. Qui sotto trovi infatti indicati software e funzioni di serie di cui puoi avvalerti per riuscire nel tuo intento su macOS.

Keka

La prima risorsa per macOS che voglio invitarti a mettere alla prova per zippare un file è Keka. Si tratta di un’applicazione che consente di creare archivi in formato ZIP ma anche in formato 7Z, TAR, GZIP, BZIP2, DMG, ISO. Supporta altresì l’estrazione dei file. È gratis (ma su Mac App Store è disponibile in versione a pagamento per supportare il lavoro degli sviluppatori), open source e molto facile da usare.

Mi chiedi come fare per potertene servire? Te lo indico subito. In primo luogo, collegati al sito Internet dell’applicazione e clicca sul pulsante Scarica vx.x.x, in modo tale da eseguire il download del programma sul tuo Mac. A scaricamento ultimato, apri il pacchetto .dmg appena ottenuto e trascina la sua icona nella cartella Applicazioni di macOS.
Come zippare un file

Ad operazione completata, per usare Keka, avvia quest’ultimo e clicca prima sul pulsante Apri e poi su Give home access e Give access to Keka. Successivamente seleziona l’opzione ZIP dal menu a tendina posto nella parte in alto a destra della finestra più piccola (nel caso in cui se ne apparissero due) del programma e regola (se vuoi) i parametri relativi alla compressione.

Come zippare un file

Per concludere, individua i file che intendi comprimere, selezionali, facci clic destro sopra e scegli, dal menu contestuale che si apre, la voce Send to Keka. Così facendo, verrà subito creato un archivio compreso in formato ZIP nella medesima posizione dei file d’origine.

Gli archivi creati con questa applicazione possono essere scompattati con Keka stesso o con qualsiasi altro programma per la gestione degli archivi compressi che supporti i file ZIP.

Come zippare un file

Se vuoi modificare la posizione in cui i file ZIP creati con Keka vengono salvati ed intervenire su altre impostazioni relative la procedura di compressione dei file, recati in Keka > Preferenze… tramite la barra dei menu e seleziona la scheda Compression nella finestra che si apre.

Funzione “di serie”

Al pari di Windows, anche macOS include uno strumento, denominato Utility Compressione, che permette di zippare (oltre che di decomprimere) qualsiasi file al volo. Certo, non offre tante opzioni in fatto di personalizzazione e gestione degli archivi compressi generati come invece è in grado di fare Keka ma se non ti va di usare app di terze parti è sicuramente un’ottima alternativa.

Tutto ciò che devi fare per potertene servire altro non è che individuare i file che intendi inserire nell’archivio compresso, selezionarli, facci clic destro sopra e scegliere, dal menu contestuale che si apre, la voce Comprimi “nome file” (al posto di nome file trovi indicato il nome del file) se hai selezionato un solo elemento oppure quella Comprimi N elementi (al posto di N trovi indicato il numero di file selezionati) se hai selezionato più file.

Come zippare un file

Per impostazione predefinita, il file ZIP creato verrà salvato nella medesima posizione dei file d’origine. Se desideri modificare questo comportamento, richiama Utility Compressione tramite Spotlight, recati in Utility Compressione > Preferenze… tramite la barra dei menu e regola le impostazioni relative al funzionamento del tool tramite la finestra che vedi apparire sulla scrivania.

Come zippare un file

Da notare che il file generato avrà lo stesso nome del file d’origine (nel caso in cui tu abbia deciso di comprimere un singolo file) oppure verrà chiamato Archivio (se hai incluso nell’archivio ZIP più elementi). Se vuoi, puoi comunque modificarne il nome facendo clic destro sull’archivio, selezionando Rinomina dal menu che appare, digitando il nome che vuoi assegnargli e schiacciando il tasto Invio sulla tastiera del Mac.

Zippare un file online

Come ti dicevo in apertura, puoi zippare un file anche online, sfruttando appositi servizi Web. Usandoli diventa dunque possibile compiere l’operazione in questione direttamente e comodamente dalla finestra del browser, senza scaricare nulla sul PC (ad eccezione dell’archivio compresso generato, ovviamente). Per maggiori info continua a leggere.

ezyZIP

Vuoi zippare un file agendo via Web? Allora rivolgiti a ezyZip. Si tratta infatti di un servizio online a costo zero fruibile senza registrazione e da qualsiasi navigatore che consente di creare archivi in formato ZIP in pochi istanti. È sviluppato in HTML5 ed è estremamente veloce, molto più di altri strumenti simili.

Per usarlo, collegati alla sua pagina principale, fai clic sul pulsante Scegli file/Sfoglia… e seleziona gli elementi presenti sul tuo computer che intendi comprimere. Digita poi nel campo File name il nome che vuoi assegnare all’archivio.

Come zippare un file

Dopodiché fai clic sul pulsante Zip Files presente sulla destra e pigia sul bottone Save Zip File che sta in basso, in modo tale da effettuare il download sul tuo computer dell’archivio ZIP appena generato. Se non hai apportato modifiche alle impostazioni predefinite del browser, il file verrà salvato nella cartella Download delle computer.

Files2Zip

Files2Zip è una validissima alternativa a ezyZip. Proprio come il servizio di cui sopra, non richiede registrazioni, è basato sulla tecnologia HTML5 e funziona da qualsiasi browser Web. Provalo subito e vedrai che non te ne pentirai. Da notare che oltre che permettere di comprimere i file consente anche di decomprimerli.

Per zippare un file con Files2Zip, collegati alla pagina iniziale del servizio, trascina i file da includere nell’archivio nella finestra del browser oppure clicca sul bottone Browse per selezionarli  manualmente e pigia sul bottone Zip it! che vedi apparire in basso.

Come zippare un file

Così facendo verrà subito generato un archivio in formato ZIP. A procedura completata, fai clic sull’icona della freccia nella nuvola per scaricare l’archivio sul PC, sulla busta da lettere per spedirlo tramite posta elettronica oppure sull’icona di Dropbox per salvarlo sul tuo account Dropbox (previo login).