Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Migliori cloud mining

di

Dopo settimane di titubanza passate a informarti sul Web e a fare domande a conoscenti che già lo fanno, hai deciso di entrare nel mondo del mining di criptovalute: un’avventura nuova che può essere entusiasmante se la intraprendi più con la curiosità che con il desiderio di diventare ricco. Come si dice, il viaggio vale più della meta.

Dopo aver approfondito il funzionamento del mining (magari anche grazie al mio tutorial dedicato all’argomento) e aver aperto il tuo wallet, hai fatto ulteriori ricerche e ti sei imbattuto nel cloud mining: un’interessante tecnologia che mette a disposizione la potenza di server remoti per poter minare criptovalute. Vorresti dunque saperne di più e, se possibile, conoscere alcune aziende affidabili che offrono questo tipo di servizio, perché la cosa ti sembra abbastanza interessante.

Detto, fatto: in questa guida trovi alcuni tra i migliori cloud mining testati da me e classificati in base a parametri specifici: solidità, serietà e pagamenti. Come avrai avuto già modo di comprendere, infatti, il mondo del mining non è sempre facile e la scarsa affidabilità di alcuni attori lo rende ancora più caotico. Se, dunque, sei pronto a immergerti in questo nuovo mondo e conoscere alcuni siti ragionevolmente affidabili dai quali iniziare, continua a leggere questa guida: trovi tutto qui sotto.

Indice

Cos’è il cloud mining e come funziona

migliori cloud mining

Prima di decidere se acquistare un servizio di cloud mining, vuoi essere certo di che cosa eventualmente comprerai? Allora cerchiamo di capire, innanzitutto, cos’è il cloud mining e come funziona.

Minare criptovalute è un’operazione costosa perché richiede un’imponente potenza di calcolo che viene garantita da hardware e da software specifici, il cui prezzo si esprime in migliaia di euro ognuno. Considera anche che un unico server non dà molti benefici perché i miner professionisti ne mettono a disposizione diverse decine in cascata. Inoltre, questo hardware ha bisogno di molta energia elettrica per funzionare e per essere raffreddato e, periodicamente, occorre effettuare costose manutenzioni. I costi di queste attività possono essere esorbitanti.

Se tutto ciò è fuori dal proprio budget, è possibile ricorrere al cloud mining, ovvero al noleggio di capacità di calcolo messa a disposizione da aziende che di server ne hanno molti (le cosiddette server farm) e, dunque, ne mettono a disposizione alcuni al pubblico, in cambio ovviamente di un compenso economico.

Acquistare capacità di calcolo online, quindi usare un servizio cloud mining, non è tuttavia economico. In genere nessun investimento che possa rivelarsi profittevole lo è.

Quando usi il cloud mining, di fatto stai prendendo a noleggio una capacità di calcolo – ovvero hardware e software specifici — detta anche potenza di hashing, che serve a risolvere i calcoli utili alla chiusura di un blocco della blockchain (il “libro mastro” decentralizzato condiviso tra tutti gli utenti su cui si basano le transazioni di criptovalute) e quindi a “liberare” criptovalute. Se desideri rivedere i concetti base del mining, ti consiglio di dare un’occhiata al mio tutorial su come funziona Bitcoin.

Il cloud mining, dunque, mette a disposizione di diverse persone potenza di calcolo e software dedicati al mining e queste, pagando una somma di denaro, potranno partecipare alle attività di calcolo necessarie a estrarre criptovalute.

Esistono cloud mining per diverse criptovalute, perché il Bitcoin è sì la valuta virtuale per antonomasia, ma non è certo l’unica: ce ne sono migliaia, e in questa guida te ne parlo più in dettaglio.

I migliori cloud mining

migliori cloud mining

Stai cominciando a essere impaziente? Non riesci più a resistere alla tentazione di cominciare la tua avventura di minatore virtuale? Ti chiedo ancora qualche minuto prima di farti indossare gli stivaloni e di lasciarti impugnare pala e piccone (tutti altrettanto virtuali).

Prima di procedere sono necessarie alcune considerazioni: nel proporti i migliori cloud mining ho creato degli indici per la loro valutazione complessiva. Il mondo delle criptovalute è pieno di truffatori e di volatilità. Ci sono exchange (piattaforme per l’acquisto e la vendita di valute virtuali) che sono stati hackerati e alcuni altri sono letteralmente spariti nel giro di poche ore. Allo stesso modo, quando si parla di cloud mining, la serietà non è sempre garantita. Anche tra questi le sparizioni sono tutt’altro che rare. Gli indici che ho preso in considerazione sono.

  • Solidità: Questo indice risponde alla domanda “da quanto tempo esiste questo servizio?”. Certo, non è una garanzia assoluta ma, in un mondo soggetto a molte rapide variazioni, la longevità è un parametro rilevante. Ricorda anche che il Bitcoin è nato nel 2009, la longevità di un servizio di cloud mining si esprime quindi in pochi anni.
  • Serietà: L’assistenza ai clienti è vitale, soprattutto quando si pagano cifre di tutto rispetto per usufruire di un servizio. Pretendere che un cloud mining sia sempre operativo senza interruzioni può essere utopico, ma che i problemi vengano risolti in breve tempo è molto importante, così come lo è che i clienti ricevano risposte precise e rapide.
  • Riscossione: I pagamenti, ovvero la possibilità di riscuotere le criptovalute che hai minato, sono altrettanto importanti. Tra i servizi cloud mining c’è di tutto un po’. Alcuni pagano soltanto in una criptovaluta, anche se diversa da quella che hai minato, alcuni hanno procedure lunghe e macchinose per il versamento di quanto ti è dovuto. Anche qui snellezza nelle procedure e rapidità sono importanti. Puoi decidere di investire una somma in criptovalute oggi perché la sua quotazione è favorevole ma, se questa verrà accreditata sul tuo wallet tra diversi giorni, i tuoi piani possono essere scombussolati.

Non ho preso in considerazione né il costo dei singoli servizi né le spese che applicano al momento in cui vuoi prelevare le criptovalute che hai contribuito a estrarre, perché sono variabili e ogni servizio le applica secondo logiche proprietarie. Un buon servizio ha ragionevolmente un costo più elevato, lascio quindi a te le considerazioni che vorrai fare in merito alle tariffe applicate.

Ci sono altre misure di sicurezza che puoi adottare prima di optare per un cloud mining, qui te ne elenco qualcuna ma, qualsiasi sia la tua scelta, non mi assumo responsabilità.

Un buon indicatore di serietà e di solidità sono le pagine social del fornitore di cloud mining che intendi scegliere: sono aggiornate con regolarità? I commenti degli utenti sono perlopiù positivi o no?

Ci sono altre due verifiche che puoi fare: La prima è visitare Reddit, il più grande “forum” del mondo in cui ci sono tantissime sezioni tematiche dedicate agli argomenti più disparati (i subreddit), tra cui anche le criptovalute. Se vuoi sapere qualcosa su un determinato servizio, ti basta cercare su Reddit il suo nome (o fare una ricerca su Google usando come termini [nome servizio] site:reddit.com). In pochi istanti avrai a disposizione il parere di decine, in alcuni casi centinaia di utenti (al 90% in lingua inglese), che ti aiuteranno sicuramente a farti un’idea di come stanno le cose fare al caso tuo.

Anche in questo caso, però, valuta bene ciò che leggi; c’è sempre qualcuno che esprime malcontento, occorre comprendere se è giustificato.

Un’altra risorsa che puoi consultare è il sito bitcoinmagazine.com, molto competente e sempre aggiornato sul vasto mondo delle criptovalute. Quasi certamente su questo sito troverai recensioni, notizie e considerazioni sul cloud mining per il quale propendi.

C’è da affrontare in modo serio anche il discorso dei costi, che è una nota dolente comune alle risorse per il cloud mining e cambiano frequentemente. Stesso discorso vale sulle tasse applicate ai prelievi. Da una parte non è del tutto impossibile che alcune piattaforme ne approfittino un po’, dall’altra parte è vero che più criptovalute vengono estratte, più il mining richiede sforzi e investimenti. Se deciderai di minare sul cloud, consulta quotidianamente la pagina delle tariffe del servizio a cui hai dato la tua preferenza.

Costi e tasse sono molto importanti. Infatti, quando si parla di truffe nel mondo del cloud mining, queste sono principalmente di due tipi: la prima – la più classica – è quella in cui i proprietari del sito scompaiono nel nulla quando ritengono di avere guadagnato abbastanza e, fino a quel momento, provvedono comunque a distribuire denaro ai propri clienti. Una specie di schema Ponzi.

Il secondo dei metodi truffaldini più diffusi è proprio legato ai costi. Per qualche giorno va tutto bene ma poi, di colpo, scopri che i tuoi guadagni sono inferiori ai costi che sono stati applicati, incredibilmente lievitati nel giro di poche ore. Quindi hai comprato capacità di calcolo, questa ha prodotto dei decimali di criptovalute ma, quando vuoi prelevare i tuoi soldi ti accorgi che, dedotte le tasse al prelievo e costi non del tutto chiari, il tuo saldo è molto vicino allo zero.

Quando ti aggiri nel mondo dei cloud mining devi tenere conto di due principi che possono sembrarti esagerati ma che sono di grande utilità: ogni servizio cloud ha almeno una pecca e la truffa è sempre dietro l’angolo. È un mondo indisciplinato e, essendo la maggior parte delle aziende di mining ubicate tra Russia e Cina, ogni azione legale tu volessi eventualmente intraprendere è, con ogni probabilità, destinata a fallire.

Tutto ciò si riduce a due semplici regole: informati bene e comincia investendo pochi euro. Se fosse davvero tanto facile guadagnare con le criptovalute, il numero di ricchi o super-ricchi crescerebbe a dismisura!

Fatte tutte queste doverose considerazioni, se sei ancora convinto di voler “tentare la fortuna” e cimentarti con il cloud mining, lascia che ti consigli alcuni siti che ho provato e che, nel momento in cui scrivo (non mi assumo alcuna responsabilità se le cose in futuro dovessero cambiare) si sono ragionevolmente affidabili.

BeMine

migliori cloud mining

La prima piattaforma di cloud mining che ti propongo è BeMine, che puoi usare tramite browser, quindi sul Web e anche da dispositivi Android (ma non iOS). Non è la più popolare delle piattaforme ma risponde in modo sufficiente ai parametri di solidità, serietà e riscossione.

Risale al 2018 e ha base tra la Russia, la Siberia e il Kazakistan. Ciò che la rende interessante è la possibilità di compiere acquisti che comportano spese contenute e questo può essere assimilato a un test. Permette di minare Bitcoin e consente prelievi a partire da 0.005 BTC (161 euro al momento in cui sto scrivendo questo articolo), applicando una tassa pari al 3% che BeMine trattiene per sé.

Fino a qui tutto regolare e nella norma: il versamento viene effettuato sul tuo Wallet e il servizio di assistenza è efficiente e ragionevolmente rapido. Ci sono però degli aspetti a cui occorre fare attenzione.

Il contratto meno esoso in termini economici, chiamato Bitmain Antimner 17+, prevede un esborso di 61 dollari mensili (52 euro circa) ma non permette prelievi. Benché questo aspetto sia chiaramente indicato sul sito, appare decisamente fumoso. In pratica serve ad accumulare almeno in parte i soldi necessari alla sottoscrizione di un altro contratto, il cui costo varia dai 210 dollari al 298 dollari al mese (da 178 euro a 253 euro).

Riassumendo tramite gli indici di valutazione che ho creato.

  • Solidità: 6 / 10
  • Serietà: 7 /10
  • Riscossione: 8 / 10

Ti ricordo che questa è la mia esperienza e che ho seguito i due consigli che ho dato a te: mi sono documentato e ho investito poco. Non posso garantire la medesima serietà della piattaforma a fronte di investimenti più corposi.

StormGain

migliori cloud mining

Ti stai chiedendo se ci sono alternative più “light” che espongano a minori rischi? Domanda pertinente che merita una risposta adeguata.

StormGain è una piattaforma interessante che mette a disposizione anche un account di prova. Oltre al mining in cloud permette anche di fare trading di criptovalute e fornisce anche un servizio portafogli virtuale. Oltre a essere utilizzabile sul Web mette a disposizione dei propri utenti un’app per Android e iOS.

Appare un po’ controversa la questione mining: nasce come piattaforma per l’acquisto, la vendita e lo scambio di criptovalute e, successivamente, ha messo a disposizione un servizio di mining i cui proventi possono essere utilizzati per il trading e quindi non possono essere prelevati direttamente. Tuttavia, considerata la serietà della piattaforma e la semplicità d’uso dei servizi offerti, costituisce una buona palestra se desideri prepararti a dovere prima di immergerti nel profondo e complesso mare delle criptovalute.

Con StormGain può mancare un po’ la “magia del mining” ma è una piattaforma solida e seria: ha stretto sponsorship con la S.S. Lazio e con il Newcastle United FC, squadra di calcio della Premiere League inglese.

Il servizio di assistenza è garantito dalla apposita pagina del sito Web e anche mediante un apposito canale Telegram, ogni quesito viene risolto di norma entro 48 ore mentre, se vuoi prelevare i profitti delle tue attività di trading, i soldi ti verranno accreditati nel giro di 72 ore.

Le commissioni sono il 10% dei profitti realizzati, questione delicata che devi valutare di volta in volta. In ogni caso ti auguro di pagare commissioni corpose, ciò vorrebbe dire che hai realizzato utili davvero succulenti.

La piattaforma Stormgain permette di minare in cloud soltanto Bitcoin ma i profitti ti vengono riconosciuti in Tether, criptovaluta che si basa sul tasso di cambio del dollaro americano. Può sembrarti una cosa strana ma è una realtà diffusa e consolidata.

Siccome nulla è meglio della pratica, ti invito a creare il tuo account demo gratuito, giocare un po’, studiare e poi, se vorrai, passare all’azione, quella che libera endorfine.

  • Solidità: 9 / 10
  • Serietà: 9 /10
  • Riscossione: 6 / 10

Dai, Salvatore! Consigliami altre piattaforme tra le migliori cloud mining! Vorrei, ma non posso. Ne ho testate diverse altre e, nel caso in cui non si sono mostrate da subito truffe plateali, hanno palesato falle incredibili già durante i primi minuti di utilizzo. Ti rinnovo l’invito alla prudenza e valuta anche che, nel caso in cui tu abbia dubbi, il mero investire in criptovalute è una valida alternativa. Se vuoi approfondire l’argomento, ti consiglio questo tutorial.

Per aiutarti a soddisfare la tua curiosità, ritengo che un libro sia sempre un buon compagno. Ne ho selezionati alcuni, pieni di informazioni preziose che puoi leggere prima di iniziare a minare criptovalute e anche se hai già iniziato a farlo.

Bitcoin & Criptovalute: La Guida Completa e Aggiornata per Principiant...
Vedi offerta su Amazon
Criptovalute & Blockchain 2021: Manuale per Conoscere, Investire e Sca...
Vedi offerta su Amazon
BLOCKCHAIN 2021: Impara facilmente tutto l'indispensabile su Blockchai...
Vedi offerta su Amazon
Mastering Bitcoin: Traduzione italiana della guida completa al mondo d...
Vedi offerta su Amazon
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.