Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Software per masterizzare

di

Vorresti creare un DVD di backup per mettere al sicuro alcuni file di lavoro, ma non sai quale programma utilizzare? Devi realizzare un CD audio da ascoltare in auto, ma non conosci la procedura giusta per riuscirci? Se la risposta è affermativa, sono ben felice di comunicarti che sei capitato nel posto giusto, al momento giusto. Qui sotto, infatti, trovi una selezione di quelli che, a mio modesto avviso, rappresentano i migliori software per masterizzare attualmente disponibili per Windows e macOS.

Che tu voglia creare un semplice dischetto di dati, clonare un DVD o masterizzare un file immagine che hai scaricato da Internet, troverai sicuramente ciò di cui hai bisogno. Te l’assicuro. Come dici? Temi di non riuscire a usare questi strumenti perché non sei molto pratico in fatto di informatica? Ma non devi preoccuparti, davvero. Contrariamente alle apparenze e al di là di quel che tu possa pensare, i programmi segnalati in questo tutorial sono alla portata di chiunque. Basta solo avere un minimo di attenzione e di concentrazione e il gioco è fatto, puoi fidarti.

Prenditi, dunque, qualche minuto libero solo per te, mettiti seduto ben comodo e dedicati alla lettura di questa guida per scoprire, scaricare e impiegare i software per la masterizzazione che ritieni possano fare maggiormente al caso tuo. Sono certo che, alla fine, potrai dirti soddisfatto dei risultati raggiunti e che, addirittura, sarai pronto a consigliare i tuoi amici che necessitano di una “dritta” analoga. Ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per tutto!

Indice

Software per masterizzare CD

Cerchi dei software per masterizzare CD, o anche DVD e Blu-Ray, contenenti dati di vario genere? Allora puoi affidarti alle soluzioni che ho provveduto a segnalarti qui sotto. Sono certo che sapranno soddisfarti.

Masterizza disco (Windows)

Screenshot che mostra come masterizzare con Windows 10

Il primo software per masterizzare al quale puoi rivolgerti, se hai l’esigenza di creare CD, DVD o Blu-Ray con file di vario tipo all’interno, è quello incluso direttamente in Windows, che si chiama Masterizza disco. Si tratta, infatti, di una funzione presente “di serie” nei sistemi operativi più recenti di casa Microsoft e che risulta facilissima da usare da parte di chiunque.

Per servirtene, inserisci nel masterizzatore collegato al computer un dischetto vuoto; dopodiché se stai usando Windows 10 o successivi, clicca sul messaggio di notifica di AutoPlay, mentre se stai usando una versione precedente di Windows, attendi la comparsa automatica dell’omonima finestra. In seguito, seleziona l’opzione Masterizzare file su disco e, se necessario, premi sul pulsante OK per passare alla schermata di masterizzazione.

Se dopo aver inserito il dischetto vuoto nel masterizzatore non accade nulla, provvedi tu ad avviare “manualmente” il tool per la masterizzazione. Per cui, accedi a Esplora File facendo clic sulla relativa icona (quella con la cartella gialla) presente sulla barra delle applicazioni, seleziona la voce Questo PC che trovi nella barra di sinistra nella finestra mostrata sul desktop e fai doppio clic sopra l’icona del dischetto situata in corrispondenza della sezione Dispositivi e unità, a destra.

A prescindere da quanto fatto in precedenza, si aprirà una nuova finestra tramite la quale dovrai digitare il titolo che intendi assegnare al dischetto nel campo Titolo del disco e dovrai indicare come intendi utilizzare il CD, scegliendo tra una delle seguenti opzioni: Come un’unità di memoria flash USB (per creare un dischetto compatibile esclusivamente con i sistemi Windows, a partire dalla versione XP, su cui si possono copiare e cancellare i file come sulle chiavette USB, a patto però che vengano usati CD riscrivibili) oppure Come un lettore CD/DVD (per creare un CD standard compatibile con tutti i computer e i dispositivi).

Dopo aver fatto la tua scelta, fai clic sul pulsante Avanti e trascina nella finestra che si apre tutti i file che intendi masterizzare sul dischetto, dopodiché clicca sul bottone Scrivi su disco che si trova in alto, imposta il nome e la velocità di masterizzazione del CD (se non hai esigenze particolari, puoi anche lasciare i parametri già impostati) e clicca su Avanti per dare il via al processo di scrittura dei dati.

Finder (macOS)

Finder

Stai cercando un software per masterizzare con Mac? Beh, allora puoi usare, anche in tal caso, la funzione già inclusa nel sistema operativo e accessibile direttamente dal Finder. Come si fa? Te lo spiego subito.

Tanto per cominciare, inserisci nel masterizzatore collegato al Mac il dischetto vuoi che vuoi usare, dopodiché se visualizzi una finestra che ti chiede quale operazione preferisci compiere fai clic sulla voce Apri Finder e premi sul pulsante OK.

Se non compare nessuna finestra di cui sopra, apri “manualmente” il Finder facendo clic sulla relativa icona (quella con la faccina che sorride) che trovi sulla barra Dock e, nella finestra che si apre, clicca sull’icona del dischetto presente nella sezione Dispositivi della barra laterale di sinistra.

A questo punto, trascina tutti i file che vuoi scrivere sul disco all’interno della finestra visualizzata, dopodiché clicca sul menu File in alto a sinistra e seleziona l’opzione Masterizza [nome disco] da quest’ultimo oppure schiaccia il pulsante Masterizza collocato in alto a destra.

Infine, digita il nome da assegnare al disco nel campo di testo Nome disco, utilizza il menu a tendina Velocità di masterizzazione per scegliere la velocità di scrittura che desideri e fai clic sul pulsante Masterizza per avviare la procedura di masterizzazione.

Se hai necessità di realizzare più copie dello stesso disco, prima di avviare la scrittura dei dati spunta l’opzione Salva cartella di masterizzazione in, in modo da poter riprendere tutti i file dalla cartella in questione senza doverli selezionare nuovamente.

Software per masterizzare CD audio

Hai necessità di creare un dischetto musicale? Allora faresti bene a prendere in considerazione i software per masterizzare CD audio che ho provveduto a segnalarti qui sotto.

Windows Media Player (Windows)

Screenshot che mostra come masterizzare con Windows 10

Tra i migliori software per masterizzare con Windows 10 e altre versioni, sia precedenti che successive, del sistema operativo Microsoft c’è sicuramente Windows Media Player.

Sì, hai letto bene! Forse non tutti lo sanno, ma il celebre lettore lettore multimediale di casa Microsoft, che è gratuito e preinstallato su tutti i sistemi operativi Windows (ad eccezione delle edizioni “N”), consente non solo di gestire e ascoltare la propria libreria musicale, ma anche di masterizzare CD audio in formato standard.

Per servirtene per il tuo scopo, fai clic sul pulsante Start (quello con la bandierina di Microsoft) che trovi sulla barra delle applicazioni e seleziona il collegamento a Windows Media Player presente nel menu che si apre. Se non riesci a trovare Windows Media Player tra i programmi installati sul PC, è perché il software è stato disattivato nelle impostazioni del sistema: per abilitarlo, segui le istruzioni che ti ho fornito nella mia guida su come scaricare Windows Media Player.

Ora che visualizzi la finestra di Windows Media Player sul desktop, inserisci nel masterizzatore collegato al computer un dischetto vuoto, fai clic sulla scheda Masterizza situata in alto a destra e trascina i brani da inserire nella tua compilation nella barra che si trova sempre a destra. Puoi inserire nel dischetto sia i brani presenti nella libreria musicale di Windows Media Player che file “esterni”. In tutti i casi, questi verranno scritti sul CD nell’ordine in cui li disponi.

Dopo aver effettuato i passaggi di cui sopra, premi sull’icona dei menu che si trova in cima (quella con la finestra con i segni di spunta azzurri) e verifica che la voce CD audio sia selezionata (altrimenti provvedi tu), dopodiché clicca nuovamente sull’icona dei menu, seleziona la voce Altre impostazioni di masterizzazione e definisci la velocità di masterizzazione dal menu a tendina Velocità di masterizzazione.

In conclusione, premi sul pulsante OK e avvia la creazione del tuo dischetto, facendo clic sul bottone Avvia masterizzazione che si trova in alto a destra.

In alternativa, puoi anche creare un normale disco dati con MP3 o file di altro tipo (non compatibile con gli impianti stereo “tradizionali”), lasciando tale opzione attiva nel menu di Windows Media Player, anziché selezionare quella relativa ai CD audio.

Musica/iTunes (macOS/Windows)

Musica masterizzazione CD

Tra le migliori soluzioni per masterizzare CD audio su computer rientrano a pieno titolo anche i software multimediali di casa Apple destinati ai Mac: Musica (su macOS 10.15 Catalina o versioni successive) e iTunes (su macOS 10.14 Mojave o versioni precedenti). Sono entrambi gratuiti e sono preinstallati su macOS. Da notare che iTunes è disponibile anche per Windows, ma in tal caso va preventivamente scaricato e installato, come ti ho spiegato nella mia guida sull’argomento.

Per potertene servire, inserisci un CD vuoto nel masterizzatore collegato al computer, dopodiché se stai usando macOS e puoi utilizzare Musica, avvia il programma selezionando la relativa icona (quella con la nota musicale) che trovi nella cartella Applicazioni e, una volta visualizzata la finestra del programma sullo schermo, fai clic destro sulla voce Playlist nella barra laterale di sinistra e scegli la voce Nuova playlist dal menu che compare.

Se stai usando iTunes, invece, avvia il programma selezionando sempre l’icona che trovi nella cartella Applicazioni di macOS oppure il collegamento apposito annesso al menu Start di Windows, dopodiché scegli l’opzione Musica dal menu a tendina in alto e procedi analogamente a come ti ho indicato poc’anzi per l’applicazione Musica.

A questo punto, a prescindere dal programma usato, assegna un titolo a piacere alla playlist digitandolo nel campo apposito in alto a destra. Provvedi quindi ad aggiungere alla playlist i brani presenti nella tua libreria musicale che vuoi masterizzare sul dischetto, facendoci clic destro sopra, selezionando la voce Aggiungi alla playlist dal menu contestuale e selezionando il titolo della playlist appena creata. In alternativa, puoi selezionare i brani e trascinarli sul nome della playlist nella barra laterale di sinistra.

Per concludere, fai clic destro sul titolo della playlist e seleziona la voce Masterizza playlist su disco dal menu che compare. Nella finestra che si apre, verifica che risulti seleziona l’opzione CD audio accanto alla dicitura Formato disco (altrimenti provvedi tu), scegli la velocità di masterizzazione e la distanza tra brani dai menu a tendina Velocità preferita e Distanza tra i brani e avvia la masterizzazione del dischetto, premendo sul bottone Masterizza.

Software per masterizzare DVD

Passiamo, adesso, ai software per masterizzare DVD. Qui sotto trovi segnalati quelli che, a mio modesto avviso, rappresentano i migliori della categoria.

ImgBurn (Windows)

ImgBurn

ImgBurn è uno dei più popolari software per masterizzare gratis disponibili su piazza. È disponibile solo per Windows e permette di masterizzare e copiare DVD, ma anche CD e Blu-Ray di qualsiasi genere. È facilissimo da usare e supporta la maggior parte dei masterizzatori presenti sul mercato.

Per effettuare il download del programma sul tuo computer, collegati al relativo sito Internet e fai clic sul collegamento Mirror 7 – Provided by ImgBurn (se il link non funziona, selezionane un altro).

A download completato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sul desktop, fai clic sui bottoni e Next. Successivamente, spunta la casella accanto alla voce I accept the terms of the License agreement e porta a termine il setup, premendo sui bottoni Next (per cinque volte di seguito), e Finish.

Per impostazione predefinita, l’interfaccia utente di ImgBurn è in lingua inglese, ma puoi tradurla in italiano scaricando un apposito file da Internet, che puoi ottenere recandoti nuovamente sul sito del programma e selezionando il collegamento Click Here posto in corrispondenza della voce Italian, nella sezione ImgBurn Translation Language Files. In seguito, estrai l’archivio ZIP ottenuto nella cartella C:\Program Files (x86)\ImgBurn\Languages di Windows.

Dopo aver effettuato i passaggi di cui sopra, inserisci nel masterizzatore collegato al PC un DVD vuoto e apri ImgBurn tramite l’apposito collegamento aggiunto al menu Start. Ora che sullo schermo visualizzi la finestra principale del software, fai clic sul pulsante Masterizza file e cartelle e premi sull’icona della cartella gialla oppure su quella con il foglio per selezionare cartelle e/o file da masterizzare sul DVD.

In seguito, definisci la velocità di scrittura aprendo la scheda Periferica e selezionandola dal menu a tendina Velocità di scrittura posto in basso e regola le altre impostazioni disponibili che possono eventualmente interessarti selezionando le altre schede.

In conclusione, avvia la procedura di masterizzazione premendo sull’icona grande con la cartella e il dischetto che si trova in basso a sinistra e poi sul pulsante con il dischetto con la freccia blu e il foglio. Se vuoi fare in modo che a processo di scrittura ultimato il disco venga verificato, provvedi altresì a spuntare la casella Verifica che trovi in corrispondenza della sezione Destinazione.

Burn (macOS)

Burn macOS

Se stai usando macOS e cerchi un software per masterizzare che ti consenta di andare ad agire sui DVD, ti suggerisco vivamente di prendere in considerazione l’uso di Burn. Si tratta di un programma di masterizzazione gratuito e di natura open source, il quale permette di creare DVD video, ma anche CD audio, dischetti di dati e molto altro ancora. Non viene aggiornato da un bel po’ di tempo a questa parte, questo va detto, ma funziona comunque in maniera impeccabile.

Per effettuarne il download sul tuo Mac, recati sul sito Internet del programma e clicca sul collegamento Download Burn situato a destra.

A download ultimato, estrai l’archivio ZIP ottenuto in una posizione a piacere, trascina l’icona di Burn nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro su di essa e seleziona la voce Apri per due volte consecutive, in modo da avviare l’applicazione andando però ad aggirare le limitazioni volute da Apple nei confronti degli sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Una volta visualizzata la finestra di Burn, inserisci nel masterizzatore collegato al computer un DVD vuoto e seleziona la scheda relativa alla tipologia di disco che vuoi creare: Dati, Audio oppure Video. Scegli poi dal menu a tendina in alto a destra il formato del dischetto.

In seguito, clicca sul pulsante (+) situato in basso e seleziona i file che vuoi masterizzare. Fatto ciò, premi sul pulsante con la ruota d’ingranaggio presente a fondo schermata per apportare eventuali ulteriori regolazioni e assegna un nome al dischetto immettendolo nell’apposito campo in alto.

Per concludere, clicca sul pulsante Masterizza, scegli la velocità a cui masterizzare il dischetto dal menu a tendina apposito annesso all’ulteriore finestra che si apre, clicca nuovamente sul pulsante Masterizza e aspetta che la procedura di creazione del disco venga portata a termine.

Software per masterizzare ISO

I file immagine e più specificamente i file ISO, sono dei contenitori in cui vengono riversati tutti i dati che in origine erano ospitati da vari tipi di supporti, come ad esempio un CD, un DVD o un Blu-Ray. Se necessario, possono essere masterizzati su dei dischetti, in modo da riportarli alla loro forma originale. Se la cosa ti interessa, qui sotto trovi quindi segnalati i migliori software per masterizzare ISO.

Strumento predefinito di Windows

Masterizzazione file ISO macOS

Se cerchi un software per masterizzare i file ISO su Windows, sono felice di farti sapere che puoi avvalerti dello strumento predefinito del sistema operativo, che è facilissimo da usare.

Per potertene servire, inserisci nel masterizzatore collegato al computer un dischetto vuoto, dopodiché fai clic destro sull’icona del file ISO che vuoi masterizzare e scegli la voce Masterizza immagine disco dal menu che ti viene mostrato.

Nella finestra che a questo punto compare sul desktop, fai clic sul pulsante Masterizza e attendi che il processo venga portato a termine. Se lo ritieni necessario, puoi pure spuntare la casella accanto all’opzione Verifica il disco dopo la masterizzazione che permette di verificare l’integrità dei dati copiati sul dischetto al termine della masterizzazione.

Come alternativa, puoi usare l’ottimo ImgBurn, di cui ti ho già parlato prima.

Strumento predefinito di macOS

Masterizzazione file ISO macOS

Anche macOS dispone di uno strumento predefinito per la masterizzazione dei file immagine. Ti spiego subito in che modo utilizzarlo, è un gioco da ragazzi.

Tanto per cominciare, inserisci nel masterizzatore collegato al Mac un dischetto, dopodiché fai clic destro sull’icona del file ISO e scegli l’opzione Masterizza su disco dal menu che si apre.

Nella finestra cha compare, fai clic sulla freccia in alto a destra, indica la velocità di scrittura del disco dal menu Velocità e clicca sul bottone Masterizza. Puoi anche decidere quali operazioni eseguire a masterizzazione conclusa, intervenendo sulle opzioni annesse alla sezione Dopo la masterizzazione.

Come alternativa, puoi usare Burn, di cui ti ho parlato ampiamente prima.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.