Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come togliere il logo dell’’operatore

di

Acquistare un cellulare brandizzato da un operatore telefonico può permettere di risparmiare non poco sui nuovi modelli appena usciti sul mercato. Per brandizzato, nel caso in cui non ne fossi a conoscenza, si intende uno smartphone che presenta il logo del gestore sulla cover e/o un firmware (ovvero il programma che fa funzionare il dispositivo) personalizzato. Stesso discorso vale per il tema grafico. I cellulari brandizzati da un dato gestore sono altresì “settati” per usare tutti i suoi servizi, senza bisogno di ulteriori configurazioni.

Molti utenti trovano tuttavia piuttosto fastidiosa la presenza del brand, come appena descritto, sulla scocca del dispositivo oltre che eventuali riferimenti interni allo stesso. La soluzione più logica, in situazioni del genere, sarebbe quella di attenersi a quanto recitato da un vecchio detto: prevenire è meglio che curare, quindi di prediligere l’acquisto di un dispositivo senza alcun brand. Quando però “la frittata è fatta”, vale a dire ad acquisto già avvenuto, cercare una soluzione alla cosa appare più che lecito. E allora? Esiste un sistema per togliere il logo dell’operatore dallo smartphone? Beh, direi proprio di si. Se la cosa ti interessa, continua a leggere questa mia guida dedicata giust’appunto all’argomento.

Con questo tutorial di oggi desidero infatti rispondere, in maniera semplice ma al tempo stesso esaustiva, alla domanda di cui sopra andandoti a spiegare come riuscire nell’impresa in tutti i casi precedentemente descritti. Per quel che concerne la cancellazione del logo dalla cover, i passaggi da compiere sono piuttosto semplici ed alla portata di tutti. Per il resto, occorre avere un minimo di esperienza in più in fatto di device mobile oltre che una buona dose d’accortezza. Nulla di impossibile comunque. Ora però basta chiacchierare e mettiamoci all’opera. Ti auguro, come mio solito, buona lettura e ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per tutto.

Indice

Alcune info utili

Prima di spiegarti come fare per riuscire a togliere il logo dell’operatore dal tuo cellulare, mi sembra doveroso fare alcune precisazioni riguardo la pratica, messa in atto da parte della quasi totalità dei gestori telefonici (italiani e non), di applicare il proprio brand al dispositivo. Trovi maggiori dettagli al riguardo proprio qui di seguito.

Che cos’è uno smartphone brandizzato?

Come togliere il logo dell’'operatore

Innanzitutto, quando si parla di cellulare con il logo, dunque brandizzato, si fa riferimento, come anticipato in apertura, ad un dispositivo personalizzato dall’operatore che lo vende mediante l’applicazione del proprio brand sulla scocca e/o in seguito all’installazione di un firmware e di varie alte personalizzazioni “sotto il cofano”, come nel caso del tema grafico o della disponibilità di alcune app proprietarie preinstallate.

Solitamente, gli smartphone con il logo del gestore sono inoltre preconfigurati per poter essere impiegati con i servizi offerti da quest’ultimo senza che l’utente debba metter mano alle impostazioni del dispositivo, come invece è opportuno fare nel caso degli smartphone non brandizzati e che non si configurano in maniera automatica al momento dell’inserimento della SIM.

Vale poi la pena sottolineare il fatto che, sebbene si tratti di una pratica ormai quasi in disuso, l’acquisto di uno smartphone brandizzato potrebbe implicare l’obbligo di utilizzare la scheda SIM dell’operatore che lo ha commercializzato.

Quali sono i vantaggi e quali gli svantaggi?

Come togliere il logo dell’'operatore

Parliamo ora di vantaggi e svantaggi. Solitamente gli smartphone con il logo dell’operatore hanno un costo decisamente ben più conveniente rispetto a quelli senza brand, anche di un centinaio d’euro.

In altre circostanze, il vantaggio deriva invece dal fatto che l’acquisto del dispositivo viene proposto insieme alla sottoscrizione di particolari offerte relative al traffico telefonico ed a quello dati e che, tirando le somme, consentono di risparmiare non poco rispetto al dover comprare un cellulare senza logo ed attivando una promozione a parte. La modalità più diffusa è quella del pagamento rateale vincolato all’accettazione di uno specifico piano tariffario in cui risulta compresso anche la rata dell’acquisto.

Per quel che concerne gli svantaggi, estetica a parte, nel caso in cui l’operatore di turno metta mano al firmware del dispositivo ci si può ritrovare impossibilitati ad installare alcuni specifici aggiornamenti rilasciati invece per gli altri smartphone non brandizzati, senza contare la presenza, in alcuni casi, di software di sistema particolarmente invasivi ed inutili che risultano difficili (se non addirittura impossibili) da rimuovere. Anche l’interfaccia può poi rivelarsi assai diversa rispetto a quella dei cellulari senza logo.

Togliere il logo dell’operatore dalla scocca dello smartphone

Come togliere il logo dell’'operatore

Veniamo ora al nocciolo vero e proprio della questione. Per quel che concerne il logo impresso direttamente sulla scocca dello smartphone, se ti da fastidio vederlo puoi rimuoverlo, come anticipato in apertura, in maniera piuttosto semplice. Vediamo subito in che modo è bene procedere.

Tutto ciò di cui hai bisogno per riuscire nell’impresa altro non è che una normalissima gomma bianca (di quelle che si usano per cancellare la matita) unitamente ad un po’ di olio di gomito ed una minima dose di pazienza e di accortezza. Quello che devi fare, in pratica, è semplicemente strofinare la gomma sulle fastidiose scritte presenti sulla scocca del tuo dispositivo, cercando di andare abbastanza veloce e di spingere a sufficienza provvedendo però al contempo ad evitare di danneggiare il dispositivo.

Tieni presente che per la rimozione di ciascun logo occorrono circa una quindicina di minuti. Cerca dunque di compiere quest’operazione quando hai un minimo di tempo libero e soprattutto cerca di portare pazienza in corso d’opera.

Prima di cimentarti nell’attività di rimozione del logo, ti suggerisco inoltre di posizionarti su una superficie piana e ben illuminata e di porre sotto il tuo dispositivo un panno morbido (es. in microfibra o in camoscio) in modo tale che durante la procedura di cancellazione questo faccia attrito con il cellulare evitando dunque che possa scivolare via in maniera inavvertita.

Sempre prima di dare il via alla procedura sopra descritta di eliminazione del brand dell’operatore, ti consiglio vivamente di proteggere lo schermo del tuo cellulare in modo tale da evitare che i residui della gomma e quelli del logo possano sporcarlo. Per fare ciò, puoi applicare un po’ di pellicola trasparente (quella che si utilizza in cucina per la conservazione dei cibi, per intenderci) che è in grado di aderire bene al display ed evita dunque che eventuali impurità vadano a rovinarlo. Completata la procedura di cancellazione del logo, potrai poi rimuovere tranquillamente la pellicola.

Ad operazione ultimata e quindi una volta rimosso il logo, se in corrispondenza di quest’ultimo è presente un leggero alone, non preoccuparti: dopo tutto quel lavoraccio fatto con la gomma è cosa abbastanza normale. Dovrebbe andar via semplicemente strofinandoci un po’ il dito sopra. In caso contrario, inumidisci un panno morbido con un po’ d’acqua, rimuovi eventuali eccessi di liquido e passalo delicatamente in corrispondenza dell’alone da rimuovere.

Tieni comunque presente che quella che ti ho appena descritto è la pratica più, per così dire, innocua per quel che concerne la rimozione dei loghi dalla cover. La gomma bianca non è abrasiva motivo per cui lo smartphone, sebbene sottoposto all’azione di quest’ultima, non dovrebbe (il condizionale in determinate circostanze è d’obbligo!) subire danni.

In rete, comunque, si trovano anche altre metodiche utili allo scopo. Facendo una ricerca su Google è infatti possibile incappare in forum e siti di appassionati in cui si parla dell’argomento. Stesso discorso vale per YouTube. Utilizzando ad esempio una keyword del tipo “how to remove logo from phone” si trovano diversi filmati, come nel caso di questo, in cui vengono illustrate le pratiche più disparate, come l’uso di una piccola quantità di zucchero da cucina da strofinare con il dito direttamente sul brand. Certo, in tal caso il logo viene rimosso ma, come facilmente deducibile, i granelli di zucchero potrebbero anche danneggiare il cellulare graffiandolo.

In tutti i casi, quello che mi sento di raccomandarti è di cercare di stare ben alla larga da metodi improbabili e soluzioni “miracolose” che, credimi, anche ammesso che dovessero funzionare potrebbero compromettere irrimediabilmente la cover del tuo smartphone oltre che il dispositivo in generale andandone ad inficiare l’aspetto ed il buon funzionamento. Poi non venirmi a dire che non ti avevo avvisato.

Togliere il logo dell’operatore dal firmware dello smartphone

Vuoi togliere il logo dell’operatore dal firmware dello smartphone andando a rimuovere la fastidiosa schermata con il brand del tuo gestore visibile all’accensione del dispositivo ed altri eventuali riferimenti all’intero di quest’ultimo? Considerando che nella quasi totalità dei casi i dispositivi interessati sono quelli basati sulla piattaforma mobile Android, la pratica universalmente valida, a prescindere da marca e modello, per far fronte alla cosa consiste nell’andare ad eseguire il root, vale a dire sbloccare il cellulare.

Andando infatti ad eseguire il root su Android si diventa al 100% “padroni” del proprio dispositivo. Si possono dunque modificare i file del sistema operativo, si possono “spingere” le prestazioni del telefono alterandone i parametri hardware (es. la frequenza del processore) e si ottiene la possibilità di utilizzare applicazioni che normalmente non funzionerebbero.

La procedura, tienilo ben a mente, è completamente legale ma in molti casi va ad invalidare la garanzia del device su cui viene applicata. La cosa dipende essenzialmente dalle politiche del produttore di riferimento. Va poi messo in conto l’eventuale rischio di “brick”, ovvero di rottura dello smartphone, che pur essendo minimo va in ogni caso tenuto a mente. Devi quindi stare ben attento a seguire la procedura specifica per il tuo dispositivo che varia a seconda dello smartphone impiegato.

In linea di massima, le operazioni che devi intraprendere per riuscire nell’impresa sono le seguenti:

  1. Sbloccare bootloader, ovvero il software che fornisce al dispositivo tutte le istruzioni necessarie per avviare il sistema operativo in fase di accensione.
  2. Sostituire il software recovery incluso nel dispositivo con uno personalizzato che permette di sbloccare differenti versioni di Android.
  3. Installare una versione personalizzata di Android comprensiva degli strumenti necessari per avere i permessi di root.

Per ulteriori dettagli sul da farsi, puoi fare riferimento al mio tutorial su come effettuare il root su Android mediante il quale ho provveduto a parlarti dell’argomento con dovizia di particolari.

Da notare che in giro per il Web si trovano anche diverse guide, postate perlopiù su forum di appassionati, relative alla possibilità di toglie il logo dell’operatore dal cellulare all’accensione di quest’ultimo senza andare a rootare il dispositivo e senza rinunciare alla ROM brand, quindi senza perdere la garanzia.

Anche in tal caso, si tratta di guide che variano al variare della marca e del modello dello smartphone. Se la cosa ti interessa, prova dunque a fare qualche ricerca in rete, digitando su Google parole chiave del tipo “togliere il logo dell’operatore all’accensione dello smartphone”.