Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

TomTom per Android

di

Sono sempre di più le persone che rinunciano all’acquisto di un navigatore per auto in favore di uno smartphone, che con le giuste applicazioni può svolgere lo stesso compito in maniera egregia. TomTom, noto produttore di sistemi di navigazione satellitare, questo lo sa molto bene e, per affrontare la questione, ha lanciato da ormai diversi anni alcune ottime app di navigazione.

Hai un dispositivo Android e vorresti sapere come usare al meglio questi applicativi? Beh, allora mi sa tanto che sei capitato nel posto giusto al momento giusto! Nelle prossime righe, infatti, avrò modo di spiegarti come adoperare al meglio TomTom per Android, così da trasformare il tuo smartphone (o tablet) in un navigatore da auto completo di mappe offline, indicazioni vocali, informazioni sul traffico e molto altro ancora.

Allora, si può sapere che ci fai ancora lì impalato? Forza e coraggio: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti occorre per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cerca di attuare le "dritte" che ti darò. Ti auguro buona lettura e buon viaggio!

Indice

Informazioni preliminari

TomTom

Prima di entrare nel vivo di questa guida e vedere, nel dettaglio, come scaricare e utilizzare la versione di TomTom per Android, permettimi di darti alcune informazioni preliminari che ti saranno sicuramente utili per proseguire.

Innanzitutto, ci tengo a dirti che esistono varie app sviluppate da TomTom e che è possibile scaricare su Android (e non solo), tra cui TomTom Autovelox, che permette di verificare la presenza di autovelox e avere informazioni in tempo reale sul traffico, e TomTom Sports che, invece, consente di tracciare la propria attività sportiva. Poi ce ne sono anche altre: per l’elenco completo di tutte le altre app sviluppate da TomTom, consulta questa pagina del Play Store).

Nei prossimi paragrafi di questa guida, comunque, io mi concentrerò sull’app TomTom Navigatore GPS che, come puoi facilmente intuire dal suo nome, è stata ideata con l’obiettivo di trasformare gli smartphone e i tablet in veri e propri navigatori GPS.

Ti anticipo già che l’app offre informazioni sul traffico in tempo reale, segnala la presenza di tutor e autovelox (fissi e mobili) e include anche una funzione che consente di usare le mappe offline in maniera gratuita, tuttavia prevede un limite di utilizzo di 75 km al mese. Per abbattere questo limite e disporre di km illimitati, è necessario sottoscrivere un abbonamento che parte da 5,99 euro/mese.

Se fin qui ti è tutto chiaro, direi di non perdere altro tempo in chiacchiere e di passare subito all’azione. Sei d’accordo? Bene, allora procediamo!

TomTom per Android gratis

Vediamo, dunque, come ottenere TomTom per Android gratis. Nelle prossime righe, oltre a spiegarti come effettuare il download dell’app, ti illustrerò il suo funzionamento e, già che ci sono, ti indicherò come sfruttarla offline, scaricando le mappe in locale.

Download di TomTom per Android

Scaricare TomTom su Android

Se vuoi effettuare il download di TomTom per Android, il primo passo che devi compiere è avviare il Play Store (facendo tap sull’icona del triangolo colorato che si trova nella schermata Home o nel drawer, cioè la schermata in cui si trovano le icone di tutte le applicazioni installate).

Dopodiché digita "tomtom navigatore gps" nel campo di ricerca posto nella parte superiore della schermata e seleziona la prima occorrenza che viene trovata. In alternativa, se stai leggendo quest’articolo direttamente dal dispositivo sul quale intendi installare l’app di TomTom, fai tap su questo link, così da recarti direttamente sulla sua pagina di download della stessa.

Successivamente, fai tap sul pulsante verde Installa visibile a schermo, attendi che l’app venga installata e, a procedura ultimata, premi sul pulsante Apri, così da avviarla.

Come usare TomTom per Android

TomTom per Android

Una volta che avrai portato a termine il download dell’app e l’avrai avviata, puoi iniziare a usare TomTom per Android. Prima di procedere, però, concedile tutti i permessi necessari per funzionare correttamente, premendo sulla voce Consenti per quattro volte consecutive.

Attendi, poi, qualche istante affinché l’app si metta in comunicazione con i server remoti e pigia sul pulsante Inizia subito che si trova in basso, al centro dello schermo. A questo punto, ti verranno illustrate alcune delle funzioni principali di TomTom per dispositivi Android, come ad esempio le mappe offline e le informazioni sul traffico: fai tap sula voce Ignora, se desideri saltare la visione del tutorial.

Successivamente, ti verrà chiesto di scaricare una mappa: seleziona quella di tuo interesse (es. Italia, Europa meridionale, etc.) ed eventualmente espandi il menu, premendo sul pulsante Tutte le mappe, per visualizzare l’elenco di tutte quelle disponibili. Dopo aver selezionato una mappa, fai tap sul pulsante Scarica, così da avviarne il download.

Una volta che il download ella mappa sarà portato a termine (tieni conto che potrebbero volerci diversi minuti, visto il "peso" di ciascuna mappa), fai tap sul pulsante Successivo e poi premi sui pulsanti  o No, per consentire all’app di rilevare la posizione e monitorare l’uso delle altre applicazioni presenti sul device, così da aiutare TomTom a migliorare il servizio.

Ora, per cercare una destinazione, pigia sul pulsante Menu (l’icona con i tre puntini verticali posta in basso a sinistra), seleziona la voce Cerca dal menu che compare e, nel campo di ricerca posto in alto, digita l’indirizzo che desideri raggiungere. Una volta che questo verrà individuato dal servizio, pigia sul pulsante Guida, per avviare il navigatore.

Ti ricordo che puoi trovare i percorsi per raggiungere specifici indirizzi (es. Piazza Italia 1), le località in cui risiedono i tuoi Contatti (vengono importati automaticamente dalla rubrica) e i punti d’interesse, ovverosia i locali pubblici e le attività commerciali presenti nei paraggi.

Come già anticipato in precedenza, sulla mappa vengono evidenziati tutti i punti in cui sono presenti gli autovelox e vengono visualizzate le informazioni relative al traffico (disponibili solo se la connessione a Internet è attiva).

Per aggiungere un punto della mappa alla lista dei luoghi da memorizzare (Le mie posizioni), tieni premuto per un paio di secondi il dito sullo schermo, dopodiché pigia sul pulsante raffigurante i tre puntini verticali che compare sul display e seleziona la voce Aggiungi a Le mie posizioni dal menu che si apre.

Per rimuovere tutte le limitazioni e usufruire della versione completa del servizio, vai ancora una volta nel menu dell’applicazione e seleziona la voce Upgrade da quest’ultimo. Sono disponibili due tipi di sottoscrizione: quella da 5,99 euro/mese e quella da 19,99 euro/anno.

Come usare TomTom per Android senza connessione

Scaricare mappe offline con TomTom

Desideri usare TomTom per Android senza connessione? Per riuscirci, devi semplicemente scaricare le mappe di tuo interesse e poi pianificare il percorso, come ti ho già illustrato nel capitolo precedente del tutorial.

Se hai la necessità di scaricare una nuova mappa e non sai come fare, dopo aver avviato l’app di TomTom, premi sul pulsante Menu (l’icona dei tre puntini verticali posto in basso a sinistra), scorri fino in fondo la schermata visualizzata e pigia sul simbolo della rotellina.

Seleziona, dunque, la voce Mappe e, nella schermata che si apre, premi sulla voce Scarica una mappa. Pe concludere, fai tap sul nome della mappa di tuo interesse (es. Africa, Australia, etc.), pigia sul pulsante Scarica posto in basso a destra e attendi che il download venga portato a termine.

Alternative a TomTom per Android

Google Maps

Vorresti sapere se ci sono delle alternative a TomTom per Android da prendere in considerazione? Certo che sì! Di seguito ne trovi alcune che possono fare al caso tuo.

  • Google Maps — il celeberrimo servizio di mappe di Google può essere usato anche come navigatore, visto che fornisce istruzioni vocali sul percorso da seguire e offre anche informazioni circa il traffico e i sistemi di controllo elettronico della velocità attivi. Maggiori info qui.
  • Waze — uno dei migliori navigatori per dispositivi mobili attualmente in circolazione. È completamente gratis, funziona in maniera collaborativa (cioè con informazioni provenienti dagli stessi utenti) e, tra le altre cose, permette di ricevere e inviare informazioni in real time sul traffico, gli autovelox, i prezzi del carburante e molto altro ancora. Maggiori info qui.
  • HERE WeGo — famosissimo servizio di mappe completamente gratuito che fornisce informazioni dettagliate riguardanti i percorsi da effettuare in auto, con i mezzi pubblici, tramite i servizi di car sharing, etc.
  • Sygic — è un altro navigatore che ti consiglio di provare, in quanto è basato sulle mappe di TomTom. È utilizzabile gratuitamente per una settimana, poi bisogna acquistare uno dei pacchetti di mappe tra quelli disponibili per continuare a usarlo.

Per maggiori informazioni circa il funzionamento di questi e altri navigatori per Android, dai pure un’occhiata alla guida che ho dedicato all’argomento.