Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Scopri le migliori offerte sul canale Telegram ufficiale. Guarda su Telegram

App per Arduino

di

Hai scoperto che l'elettronica è la tua passione e ultimamente hai speso diverso tempo a provare vari Sketch con il tuo Arduino. Finora hai fatto tutto da computer, ma ti stai chiedendo se c'è la possibilità di utilizzare o di programmare Arduino anche tramite dispositivi mobili. Ebbene, ti dico che la risposta è sì. Infatti, in questa mia guida ti illustrerò quelle che sono le app per Arduino che puoi scaricare liberamente sia per dispositivi Android che per dispositivi iOS/iPadOS.

Nel corso di questo mio articolo ti mostrerò delle applicazioni che ti torneranno utili per programmare Arduino direttamente dal tuo smartphone/tablet, poi ti farò vedere anche un'app che ti dà la possibilità di controllare da remoto Arduino e infine ti spiegherò come puoi fare per creare tu stesso un'app per Arduino.

Insomma, c'è “tanta carne al fuoco”, come si suol dire. Detto ciò, direi che possiamo ora entrare nel vivo di questa guida. Prenditi, dunque, tutto il tempo che ti serve e continua a leggere questo mio post. Sono certo che alla fine riuscirai a usare Arduino anche tramite il tuo dispositivo mobile. Non mi resta altro che augurarti una buona lettura!

Indice

App per programmare Arduino

In questa parte andremo a vedere insieme quelle che sono le app per programmare Arduino. In particolar modo queste applicazioni ti daranno la possibilità di scrivere un programma e di caricarlo direttamente su Arduino oppure di controllare da remoto Arduino, in modo tale da avere sempre tutto monitorato anche mentre sei a distanza. Buona continuazione.

ArduinoDroid (Android)

arduinodroid

La prima app per programmare Arduino da smartphone e tablet di cui ti voglio parlare è ArduinoDroid. Quest'applicazione è disponibile solo per dispositivi Android (anche su store alternativi) e ora ti spiego brevemente come funziona e cosa puoi ottenere grazie ad essa.

Prima di procedere, devi necessariamente sapere che per poter collegare una scheda Arduino a uno smartphone/tablet devi anche disporre dei giusti cavi. Questo perché le schede Arduino sono pensate primariamente per essere configurate tramite PC, infatti, in genere vengono vendute assieme al cavo USB Tipo-B (che si collega ad Arduino) a USB Tipo-A oppure al cavo micro USB a USB Tipo-A. Ad ogni modo, l'altra estremità del cavo è sempre una USB Tipo-A e quasi tutti i telefoni Android, come sicuramente già sai, sono dotati di porta USB Tipo-C. Con questo in mente, va da sé che avrai bisogno di un adattatore da USB Tipo-A a USB Tipo-C per poter collegare direttamente la scheda Arduino al tuo dispositivo mobile.

Syntech Adattatore da USB C a USB [2 pezzi], Conversione da Thunderbol...
Vedi offerta su Amazon

Dopo tutte queste doverose premesse, effettua pure il collegamento tra la scheda Arduino e il tuo dispositivo mobile (l'app puoi utilizzarla anche senza effettuare in un primo momento il collegamento alla scheda Arduino) e, una volta che hai scaricato e installato l'app, aprila e ti dovresti ritrovare da subito davanti a un breve tutorial iniziale che ti spiega tutte le principali caratteristiche dell'applicazione. Fai tap sul simbolo della freccia verso destra che trovi in basso a destra per proseguire nel tutorial.

Appena ti ritrovi nella schermata principale dell'applicazione (concedile i permessi richiesti), puoi cominciare a scrivere il tuo Sketch oppure puoi fare tap sul simbolo dei tre puntini in alto a destra, scegliere la voce Sketch, poi quella Examples e selezionare nell'elenco proposto uno Sketch già precompilato. Tra questi ci sono Sketch per far lampeggiare i LED, per riprodurre una suoneria, per controllare un LED tramite pulsante e moltissimi altri ancora.

Una volta che davanti ai tuoi occhi c'è lo Sketch completo, fai tap sul simbolo del fulmine in alto per iniziare la compilazione dello Sketch. Attendi giusto qualche istante fino a che non visualizzi la scritta Compilation finished. Ora, prima di caricare il programma sulla scheda Arduino, devi naturalmente accertarti che ci sia il collegamento con il cavo che va dalla scheda Arduino al tuo smartphone/tablet.

Un'ultima operazione prima di caricare lo Sketch su Arduino, è quella di verificare che tipo di scheda è stata impostata nell'app di ArduinoDroid. Per impostazione predefinita, ArduinoDroid utilizza come riferimento una scheda Arduino UNO. Ad ogni modo, se ne utilizzi una differente, ti basta pigiare sul simbolo dei tre puntini in alto a destra, fare tap su Settings, poi su Board Type, selezionare la voce Arduino e scegliere poi il modello di scheda Arduino in tuo possesso.

A questo punto, pigia sul simbolo della freccia rivolta verso il basso che trovi in alto a destra per iniziare a caricare lo Sketch all'interno di Arduino. Attendi quindi qualche istante finché non visualizzi la scritta Uploading finished. Fatto ciò, lo Sketch dovrebbe essersi caricato e dovrebbe già essere funzionante.

Come forse sai meglio di me, esistono in commercio molte schede simili ad Arduino che contengono però al loro interno altri microprocessori. Ci tengo a informarti che questa applicazione di cui ti ho appena parlato funziona adeguatamente soltanto con schede Arduino, questo significa che l'utilizzo con schede differenti potrebbe non essere garantito.

ELEGOO Advanced Starter Kit per progetti per Principianti con Kit di a...
Vedi offerta su Amazon
Arduino Nano Every (Single Board)
Vedi offerta su Amazon

Arduino IoT Cloud Remote (Android/iOS)

arduino

Un'altra app che ti voglio far conoscere è Arduino IoT Cloud Remote e questa è disponibile sia per Android (anche su store alternativi) che per iOS e ora ti spiego in breve a cosa serve e come puoi utilizzarla.

Anzitutto, devi sapere che questa applicazione serve principalmente per controllare le Internet of Things da remoto. Questo vuol dire che l'app ti offre la possibilità di controllare luci, tapparelle, impianto di irrigazione e quant'altro in completa comodità dal tuo smartphone/tablet mentre sei fuori casa. Ovviamente, tutti questi dispositivi devono essere collegati a una scheda Arduino via cavo o wireless. L'applicazione, come forse hai già intuito, non ti permette di configurare uno Sketch per Arduino, ma solo di controllare da remoto schede Arduino già configurate e caricate su Arduino Cloud.

In altre parole, tutte le configurazioni necessarie dovranno essere dapprima eseguite da PC attraverso il portale Web di Arduino Cloud e poi, in un secondo momento, accedere con lo stesso account tramite app per continuare a gestire il tutto da remoto.

Detto tutto ciò, una volta che hai scaricato e installato l'app, aprila e completa il breve tutorial iniziale scorrendo lo schermo da destra verso sinistra e pigia infine sul pulsante CONTINUE. Ora l'app ti chiede di effettuare l'accesso o di registrarti. Se non hai ancora un account, puoi registrarti velocemente pigiando su Sign Up in alto a destra e utilizzando un account Google, un account GitHub, un account Facebook o un ID Apple. A questo punto, scegli uno username, metti il segno di spunta per accettare le policy e pigia su Create account.

Una volta all'interno dell'app, non dovrai fare altro che consultare la dashboard nella pagina principale e selezionare la funzione che desideri utilizzare tra quelle che hai precedentemente configurato attraverso il portale Web Arduino Cloud.

L'app ti permette inoltre di configurare il tuo smartphone come dispositivo IoT, facendolo diventare un apparecchio che invia dati al Cloud di Arduino. Questa caratteristica può tornare molto utile per automatizzare diversi processi domotici.

Così facendo, il tuo smartphone invierà dati come la posizione GPS, dati relativi alla luminosità e molto altro. Per abilitare questa funzione, ti basta pigiare sul simbolo con le tre linee in alto a sinistra, premere poi su Phone as Device, attendere qualche istante e fare poi tap su Set your phone. A questo punto l'app ti chiede l'accesso a diversi permessi, ad esempio quello di accedere alla posizione, e tu procedi pure concedendoli tutti e il tuo smartphone dovrebbe subito cominciare a inviare dati al Cloud di Arduino.

Per maggiori informazioni su come funziona l'applicazione e su come utilizzare il Cloud di Arduino, ti invito a visitare la pagina del sito ufficiale di Arduino.

Creare app per Arduino

arduinoide

Il tuo obiettivo è quello di creare un'applicazione tutta tua per poi pubblicare la tua idea sul Web? Benissimo, allora sei finito proprio nel posto giusto al momento giusto, perché qui di seguito ti farò vedere come creare app per Arduino.

Si tratta sicuramente di un'operazione un po' complessa che richiede sostanzialmente due fasi: una di programmazione attraverso l'IDE di Arduino da PC e l'altra di progettazione dell'app attraverso un tool apposito. Inoltre, affinché tu possa controllare la scheda Arduino da smartphone/tablet è necessario utilizzare un modulo Bluetooth da collegare alla scheda Arduino oppure collegare lo smartphone via cavo alla scheda.

DSD TECH HM-19 Modulo Bluetooth 5.0 BLE con Chip CC2640R2F per Arduino...
Vedi offerta su Amazon
AZDelivery HC-05 HC-06 Modulo Bluetooth Wireless Modulo ricetrasmettit...
Vedi offerta su Amazon

Dopo che hai correttamente effettuato tutti i collegamenti sulla scheda Arduino e su eventuali circuiti esterni, il primo passaggio da fare è quello di scaricare l'IDE di Arduino, il programma che ti permette di scrivere e caricare uno sketch su Arduino. Questo significa che dovrai dapprima accedere a questa pagina del sito ufficiale di Arduino e scaricare sul tuo computer la versione di Arduino IDE adatta al tuo sistema operativo tra quelle proposte nel menu sulla destra, sotto alla voce Download options. Una volta scaricato il file, aprilo ed esegui l'installazione di Arduino IDE.

A questo punto, puoi cominciare a scrivere lo sketch da caricare sulla tua scheda Arduino e in questo caso lo dovrai fare attraverso il linguaggio C che si utilizza per scrivere programmi per Arduino, più l'aggiunta di tutte le stringhe che permettono di gestire gli input e gli output delle periferiche. Un esempio di sketch per Arduino, potrebbe essere quello che permette di accendere e spegnere dei LED attraverso degli appositi pulsanti e puoi trovare sulla pagina Github di Esperienze elettroniche (di cui ti parlerò anche più avanti per i suoi ottimi tutorial dedicati ad Arduino).

Una volta che hai completato lo sketch su Arduino IDE, collega pure la scheda Arduino tramite l'apposito cavo USB al computer e verifica che il tutto funzioni correttamente attraverso la funzione di Monitor seriale che trovi nel menu Strumenti nella barra in alto. Carica poi il tutto sulla scheda Arduino, andando alla voce Sketch dal menu in alto e cliccando poi su Carica. Se tutto è andato per il verso giusto, puoi passare alla parte di configurazione dell'app vera e propria.

arduinoapp

Per cominciare, la piattaforma che ti consiglio di utilizzare per creare un'app per Arduino è MIT App Inventor. In sintesi, grazie a questo sito Internet, puoi creare un'app utilizzando una semplice interfaccia di tipo grafico e direttamente online. Questo significa che sia per la parte di progettazione grafica, che per la parte di programmazione vera e propria, non dovrai digitare alcuna riga di codice, ma dovrai solamente usare l'interfaccia di MIT App Inventor da browser. Ad ogni modo, è giusto dirti che con questo metodo riuscirai solamente a progettare applicazioni per Android e non per iOS/iPadOS.

Per iniziare, recati dunque su questa pagina e clicca su Create Apps!, in alto. A questo punto ti viene chiesto di effettuare l'accesso tramite il tuo account Google. Una volta fatto, clicca sul pulsante I accept the terms of service!, in basso, per proseguire. Ora dovresti ritrovarti già all'interno della piattaforma e dovrebbe da subito comparirti una schermata che ti illustra alcune funzioni del sito. Clicca pure su Continue, in basso a sinistra, per procedere.

Se ti viene più comodo, a questo punto potresti cliccare su English in alto a destra e selezionare Italiano. Ora, per cominciare a progettare la tua app, clicca su New Folder in alto a sinistra per creare una prima cartella e scegli il nome da darle. Dopodiché clicca su New Project e scegli anche in questo caso il nome da dare al tuo progetto.

Ora puoi finalmente cominciare a costruire la tua applicazione. Come puoi notare, nel menu di sinistra puoi selezionare i vari elementi grafici da inserire come pulsanti, menu a tendina e quant'altro. Per inserirli ti basta sfruttare la funzione di drag and drop rilasciando l'elemento nel punto che ti interessa nello smartphone che vedi a centro pagina.

Per programmare, invece, la parte di backend, clicca su Blocchi in alto a destra e seleziona la funzione che ti interessa dal menu di sinistra. Puoi trovare, ad esempio, Controllo, Logica, Colori e molte altre funzioni. Anche in questo caso è sufficiente trascinare il blocco a centro pagina, compilare i valori e incastrare eventuali altri blocchi “a mo' di puzzle” per aggiungere le funzioni all'app.

Continuando il discorso della programmazione dell'applicazione che ti permette di accendere e spegnere i LED attraverso la pressione di un pulsante, ti consiglio di vedere questo interessante video su YouTube del canale Esperienze elettroniche che ti dà alcune idee pratiche su come progettare sia la parte grafica che la parte di programmazione. Non si tratta di operazioni estremamente difficili, devi soltanto prestare un po' di attenzione a tutti i passaggi per non commettere degli errori.

Una volta che hai finito la parte di configurazione, per provare l'app, ti consiglio di scaricare un'altra app sul tuo smartphone Android che si chiama MIT AI2 Companion, che serve proprio a provare le applicazioni direttamente su smartphone. Una volta che l'hai scaricata e installata, aprila e torna ora per un attimo sul PC su MIT App Inventor. Da qui clicca su Connetti dal menu in alto e poi seleziona AI Companion. Prendi ora visione del codice che ti viene mostrato, inseriscilo nell'app e pigia su Connect with code. Dopo un breve caricamento, dovresti visualizzare da subito la tua app dal tuo smartphone. Ha funzionato? Benissimo! Aspetta però, non è finita qua!

Se hai provato la tua app e hai visto che tutto funziona perfettamente, è arrivato il momento di creare il pacchetto di installazione dell'applicazione con estensione .apk. Per farlo, torna sul PC, clicca su Compila dal menu in alto e seleziona Android App (.apk). Attendi quindi che la compilazione arrivi al termine e clicca poi sul pulsante Download .apk now per scaricare il file nel tuo computer.

Complimenti! Hai creato la tua applicazione! Arrivato a questo punto non ti resta altro che trasferire il file con estensione .apk dal tuo computer al tuo smartphone Android. Se hai bisogno di supporto in quest'ultima fase, dai un'occhiata alla mia guida su come trasferire file da PC a telefono.

Per ulteriori chiarimenti e approfondimenti, ti invito a visitare questa pagina del sito di MIT App Inventor nella quale troverai diversi tutorial utili.

In qualità di affiliati Amazon, riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei effettuati tramite i link presenti sul nostro sito.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.