Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per bloccare chiamate

di

Ultimamente stai ricevendo chiamate da un numero sconosciuto che continua a disturbarti nelle ore più disparate? I call center ti hanno “preso di mira” e ti tempestano di telefonate per proporti una marea di presunte offerte? Se hai risposto in modo affermativo ad almeno una di queste domande, devi urgentemente installare sul tuo cellulare delle app per bloccare chiamate. Oppure preferisci che il tuo telefono continui a squillare in continuazione? No, vero? Allora prenditi qualche minuto di tempo libero e dai un’occhiata alle applicazioni contro lo spam telefonico che sto per proporti.

Le soluzioni che sto per consigliarti sono tutte gratuite e sono alquanto efficaci per contrastare le chiamate moleste. Come dici? Pensi di non poter cimentarti in questa “impresa” perché non sei particolarmente bravo con gli “aggeggi” elettronici? Puoi stare tranquillo, perché se seguirai scrupolosamente i miei consigli, riuscirai a raggiungere il tuo obiettivo senza particolari difficoltà.

Che ne dici allora? Sei interessato a sapere come bloccare le chiamate indesiderate sul tuo smartphone? Se la tua risposta è affermativa, mettiti bello comodo, prenditi qualche minuto di tempo libero tutto per te e metti in atto i consigli che sto per darti. Vedrai, dopo la lettura di questo articolo potrai finalmente dire addio alle chiamate moleste provenienti da call center e da altri disturbatori seriali!

Indice

App per bloccare contatti e numeri noti

App per bloccare chiamate

C’è un numero che non ti da pace e che vorresti bloccare? Allora prova le soluzioni che sto per consigliarti, grazie alle quali potrai respingere in automatico tutte le chiamate ricevute da quest’ultimo.

Blocco chiamate di Android

Prima di vedere nel dettaglio quali sono le app di terze parti da installare sul tuo smartphone, vorrei mostrarti  come utilizzare il blocco chiamate incluso di default su Android per porre fine alle chiamate moleste provenienti dai tuoi contatti o dai numeri non salvati in rubrica che ti chiamano in continuazione.

Per bloccare uno dei tuoi contatti, apri l’applicazione Rubrica (su alcune versioni di Android è chiamata anche Contatti) e seleziona il nominativo della persona che vuoi bloccare. Fai quindi tap sull’icona della matita, pigia sul simbolo (…) situato in alto a destra e, nel menu che si apre, fai tap sull’opzione Tutte le chiamate a segreteria per impedire al contatto selezionato di disturbarti nuovamente.

In alternativa, apri il dialer (la schermata in cui si compongono i numeri di telefono), pigia sul pulsante Menu/Altro collocato in alto a destra e seleziona la voce Impostazioni dal menu che si apre. Vai quindi nel menu Altre impostazioni > Blocco chiamate > Chiamata vocale e blocca i contatti indesiderati dalla schermata che compare. Se vuoi bloccare un numero che non è fra i tuoi contatti, salvalo in rubrica e ripeti le operazioni che ti ho appena suggerito di attuare per bloccare le chiamate.

Come bloccare un numero

Se disponi di uno smartphone Android aggiornato ad Android 6.0 Marshmallow (e versioni successive), puoi bloccare i numeri anche direttamente nella cronologia delle chiamate.

Per compiere quest’operazione, apri la app Telefono, fai tap sulla scheda Chiamate e, non appena hai individuato il numero da bloccare, pigia su di esso tenendo il dito premuto per qualche secondo. Nel menu che si apre, fai quindi tap sull’opzione Blocca numero e il numero selezionato verrà aggiunto alla blacklist.

Se hai uno smartphone Samsung, la procedura per bloccare un numero potrebbe essere leggermente diversa. Per bloccare un numero, potresti dover avviare la app Telefono, pigiare sul pulsante Altro collocato in alto a destra e selezionare la voce Impostazioni dal menu che si apre.

Successivamente, dovresti poter andare su Rifiuto chiamate > Elenco bloccati e selezionare un numero dalla rubrica, selezionare un numero dal registro delle chiamate o digitare “manualmente” il numero da bloccare.

App per bloccare chiamate

In caso di ripensamenti, puoi sbloccare un numero bloccato sul tuo smartphone seguendo la procedura inversa a quella illustrata in precedenza. Seleziona quindi il contatto bloccato nelle impostazioni del dialer e pigia sull’opzione di sblocco presente nel menu che si apre.

In alternativa, vai nella app Rubrica/Contatti, seleziona il contatto da sbloccare, pigia prima sull’icona della matita, poi sul pulsante (…) e rimuovi il segno di spunta dall’opzione Tutte le chiamate a segreteria.

Blocco chiamate di iPhone

Anche iPhone offre una pratica funzione per bloccare le chiamate provenienti dai numeri indesiderati. Lascia che te la illustri nel dettaglio.

Per bloccare un numero su iPhone, recati nel menu Impostazioni di iOS (l’icona dell’ingranaggio che si trova in home screen) e seleziona le voci Telefono > Contatti bloccati presente nella schermata che si apre. Pigia quindi sull’opzione Aggiungi, seleziona il contatto da bloccare e il gioco è fatto.

Bloccare contatti iPhone

Se il numero da bloccare non è ancora incluso nella rubrica del tuo iPhone, apri il dialer (l’icona della cornetta che si trova in home screen), seleziona la scheda Recenti e individua, nella lista delle chiamate recenti, il recapito che vuoi aggiungere alla black list.

A questo punto, fai tap sull’icona (i) che si trova accanto al numero che vuoi bloccare, pigia sull’opzione Blocca contatto presente nella schermata che si apre e dai conferma dell’operazione pigiando sul pulsante Blocca contatto che compare in basso.

App per bloccare chiamate

In caso di ripensamenti, per sbloccare un contatto bloccato in precedenza, recati nel menu Impostazioni > Telefono > Contatti bloccati di iOS, fai uno swipe da destra verso sinistra sul contatto da sbloccare e pigia sul pulsante rosso Sblocca che compare di lato.

App per bloccare le chiamate dei call center

App per bloccare chiamate

Ogni giorno vieni tempestato da chiamate di call center e altri seccatori? Niente panico! Esistono delle app gratuite che permettono di bloccare le chiamate provenienti da tutti i numeri “molesti” in maniera automatica: basta installarle e, grazie a dei database di numeri “fastidiosi” aggiornati quotidianamente, tutte le chiamate provenienti da call center, truffatori e altri seccatori noti vengono respinte automaticamente.

TrueCaller (Android/iOS)

App per bloccare chiamate

TrueCaller è una delle migliori app per bloccare chiamate che sono presenti sulla piazza. Questa soluzione gratuita, rispetto alle funzioni di blocco chiamate incluse di default su Android e iPhone, è decisamente più potente visto che è in grado di bloccare anche i numeri provenienti da truffatori, operatori call center e altri “seccatori” abituali, grazie al database costantemente aggiornato che complica la vita soprattutto agli operatori di telemarketing.

Attenzione: per installare TrueCaller sul tuo dispositivo devi creare un account e accettare le condizioni del servizio che, fra le altre cose, prevedono che chiunque può venire a conoscenza del tuo numero di telefono e gli utenti registrati possono persino risalire al tuo nome partendo grazie al tuo numero. Pertanto, prima di utilizzare questo servizio, leggi attentamente i termini del servizio (disponibili in inglese) sul sito ufficiale di TrueCaller.

Se hai deciso di utilizzare questo servizio, scarica l’app di TrueCaller disponibile per dispositivi Android e  iOS e, a download completato, fai tap sul pulsante Apri per avviarla, oppure pigia sulla sua icona che comparsa in home screen. Ad applicazione avviata, pigia sul pulsante verde Inizia, consenti all’app di accedere ai tuoi contatti, alle tue chiamate e ai tuoi SMS, digita il tuo numero di cellulare nel campo Inserisci il tuo numero… e conferma l’operazione facendo tap sul pulsante Continua.

Adesso attendi la chiamata da parte di un bot (non rispondere alla chiamata) e prosegui con la registrazione del tuo account inserendo il tuo nome e cognome nei campi appositi e decidendo se autenticarti tramite il tuo indirizzo e-mail o, se preferisci, tramite il tuo account Facebook o Google. Una volta che avrai eseguito l’accesso, ti verrà proposto un breve video-tutorial: pigia tre volte sull’opzione Avanti e poi su Capito per saltarlo e segui le istruzioni che sto per darti al fine di utilizzare la app al meglio.

Android

Se vuoi utilizzare TrueCaller per bloccare i numeri di call center e operatori di telemarketing su Android, fai tap sul simbolo e, nel menu che si apre, fai tap sull’opzione Impostazioni (l’icona dell’ingranaggio). Nella schermata che compare, fai tap sull’opzione Blocca e sposta su ON gli interruttori che si trovano accanto alle voci Blocca gli spammer arcinoti e Blocca Numeri Privati. Finalmente non riceverai più chiamate moleste da parte di numeri anonimi.

Se, invece, vuoi utilizzare la funzione blacklist di TrueCaller per bloccare un qualsiasi altro numero, fai tap sull’icona dello scudo grigio situato nella schermata iniziale dell’app (in alto a destra), pigia sul simbolo (+) e, nel menu che compare, scegli una delle opzioni disponibili: Blocca un mittente di SMS, Blocca una serie numerica, Blocca numero.

Se per una qualsiasi ragione decidi di sbloccare un numero che avevi inserito nella tua blacklist, fai tap sul simbolo (…) situato in alto a destra e, nel menu che si apre, pigia sull’opzione La mia lista di indesiderati, premi sul simbolo (-) collocato vicino a ogni numero bloccato e conferma l’intenzione di sbloccare il numero in questione facendo tap sull’opzione.

iPhone

App per bloccare chiamate

Se vuoi identificare le chiamate provenienti da call center e operatori di telemarketing su iOS, accedi al menu Impostazioni > Telefono > Blocco chiamate e identificazione e sposta su ON la levetta collocata accanto all’icona di TrueCaller. In questo modo autorizzerai la app a “leggere” i numeri delle chiamate in entrata e quindi ad avvisarti nel caso in cui si trattasse di seccatori o operatori di call center.

A questo punto, apri la app di TrueCaller, seleziona la scheda Indesiderati e pigia prima sull’opzione per attivare il filtraggio delle chiamate (se necessario) e poi sul pulsante Aggiorna ora per aggiornare la lista con i numeri dei seccatori noti (operazione che dovrai ricordarti di compiere di tanto in tanto per mantenere la tua black list aggiornata).

Missione compiuta! Da questo momento in poi, TrueCaller monitorerà tutte le chiamate in entrata e ti avviserà quando riceverai telefonate da call center o altri seccatori noti. Come dici? Vorresti bloccare automaticamente le chiamate ricevuti dai numeri presenti in black list? Nessun problema, si può fare anche questo.

Per attivare il blocco automatico delle chiamate provenienti da call center e altri seccatori, devi creare un contatto in rubrica con tutti i numeri presenti nella black list di TrueCaller e devi sfruttare la funzione di blocco chiamate di iOS per bloccare quest’ultimo.

Per creare il contatto con tutti i numeri presenti nella black list di TrueCaller, apri la app di TrueCaller, seleziona la scheda Home che si trova in basso a sinistra, fai tap sulla tua foto del profilo (in alto a sinistra), vai su Impostazioni > Maggiori seccatori e attiva la levetta relativa all’opzione Salva come contatto. Successivamente, vai nel menu Impostazioni > Telefono > Contatti bloccati di iOS, pigia sull’opzione Aggiungi e seleziona il contatto SECCATORE dalla rubrica del tuo iPhone.

Attenzione: procedendo in questo modo, tutti i numeri presenti nella black list di TrueCaller verranno aggiunti alla funzione di blocco di iOS come numeri singoli. Questo significa che per rimuoverli dalla black list di iOS e sbloccarli, dovrai selezionarli uno ad uno.

Should I Answer (Android/iOS)

Should I Answer 2019

Se hai scartato TrueCaller perché non hai voglia di rendere di pubblico dominio il tuo numero di telefono, devi assolutamente provare Should I Answer, un’app gratuita che non richiede né la registrazione né il tracciamento dei propri dati (compreso il proprio numero di cellulare). Questo servizio funziona molto bene e blocca tutte le chiamate che vengono originate da numeri ritenuti poco affidabili dalla community.

L’app è disponibile gratuitamente sia per Android e iOS, ma ci tengo a dirti che per quanto riguarda la versione per dispositivi Apple, la funzione di blocco chiamate è disponibile soltanto se si sottoscrive l’abbonamento, che parte da 1,99 euro/mese.

Dopo aver installato e avviato Should I Answer sul tuo dispositivo, concedile i permessi che le servono per funzionare nel modo corretto e scorri le schede informative che sono presenti nella sua schermata iniziale, in modo tale da vedere le principali funzionalità dell’applicazione.

Dopodiché, se usi Should I Answer per Android, fai tap sul pulsante Protezione attiva, così da bloccare direttamente le chiamate indesiderate che eventualmente riceverai (in questo caso dovrai acconsentire a impostare Should I Answer come app “Telefono” predefinita) o fai tap sul pulsante Protezione passiva, se desideri semplicemente vedere gli avvisi relativi alle chiamate spam.

Per quanto riguarda la versione per iPhone dell’app, invece, recati in Impostazioni > Telefono > Blocco chiamate e identificazione e sposta su ON l’interruttore posto in corrispondenza della voce ShouldIAnswer.

Così facendo, sia che tu utilizzi Android, sia che utilizzi iPhone, l’app inizierà a monitorare le chiamate, segnalandoti l’identità di possibili spammer. Ovviamente, riuscirà a fare ciò soltanto se il numero che ti assilla è stato già incluso nel database di Should I Answer.

Se sei interessato all’attivazione della funzione di blocco preventivo delle chiamate indesiderate, come mi sembra di capire, puoi attivarla nel seguente modo: su Android, fai tap sul pulsante (≡), pigia sulle voci Impostazioni > Blocco e spostare su ON le levette degli interruttori che si trovano accanto alle varie tipologie di chiamate che vuoi bloccare (es. segnalato da te come spamnumero straniero, etc.); Se usi la versione per iPhone, invece, pigia sull’icona della rotellina che si trova nell’angolo in alto a destra dello schermo e sposta su ON l’interruttore collocato accanto alla dicitura Block negative calls, presente nella schermata apertasi.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.