Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come cambiare IP del PC

di

Stavi scaricando alcuni file da un servizio di hosting, ma sei stato bloccato all’improvviso perché il tuo IP ha superato il limite massimo di download giornalieri? Hai provato a guardare i video presenti su un sito Internet americano, ma non ci sei riuscito perché il tuo indirizzo IP, riconosciuto come italiano, si trova in una zona geografica non supportata? Ci vorrebbe proprio un modo per cambiare l’indirizzo IP del PC, e anche velocemente.

Per tua fortuna, ho sotto mano diverse soluzioni adatte proprio a questo scopo: si tratta di servizi online e applicazioni, sia gratis che a pagamento, che consentono di navigare in rete “camuffando” l’indirizzo IP del proprio computer (o per meglio dire del proprio modem) in uno, al massimo due, clic. Come dici? La cosa ti interessa ma non sei molto pratico in fatto di informatica e nuove tecnologie? Beh, ma che problema c’è? Le soluzioni per cambiare l’IP del PC che sto per suggerirti di utilizzare possono infatti essere sfruttate senza particolari difficoltà anche da chi, un po’ come te, non si reputa esattamente uno “smanettone”. Puoi quindi stare del tutto tranquillo!

Se sei dunque intenzionato a scoprire come cambiare l’IP del PC utilizzando queste soluzioni, ti suggerisco di prenderti qualche minuto di tempo libero e di seguire le indicazioni che sto per darti. Sono sicuro che resterai sorpreso dalla facilità con cui si può compiere un’operazione del genere. Che ne dici, scommettiamo? Beh, ad ogni modo, arrivati a questo punto non mi resta che lasciarti al tutorial e augurarti una buona lettura.

Indice:

Cenni preliminari

Prima di fornirti tutte le spiegazioni del caso sul come fare per cambiare l’indirizzo IP del PC mi sembra doveroso fare alcune importanti precisazioni. Che cos’è questo famoso IP di cui i tuoi amici tecnologici parlano tanto? Di che cosa si tratta, con esattezza? Facciamo un po’ di chiarezza.

L’indirizzo IP altro non è che una sorta di “targa” numerica che va ad identificare in maniera univoca tutti i dispositivi connessi ad una rete. Gli indirizzi IP possono essere dinamici, ossia che cambiano ad ogni connessione, o statici, vale a dire fissi.

Gli indirizzi IP possono inoltre essere sia interni, ovvero quelli che il router assegna a ciascun dispositivo che fa parte della rete locale (es. 192.168.1.1192.168.1.2 ecc.), che esterni (detti anche globali), cioè quelli che identificano in maniera univoca una connessione ed è comune a tutti i dispositivi che ne fanno uso (es. 2.2323.x.x66.249.x.x ecc.).

Andando a modificare l’indirizzo IP si possono dunque “ingannare” i siti Web, far credere loro di essere utenti diversi o di abitare in altri Paesi da quello effettivo da cui parte la connessione. È un’operazione utile, dal momento in cui permette di bypassare le restrizioni e le censure che alcuni servizi online e siti Web applicano ai contenuti offerti al pubblico.

Per identificare il tuo attuale indirizzo IP – sia dinamico che statico, sia interno che esterno – ti basta leggere le indicazioni che ti ho fornito nella mia guida su come trovare indirizzo IP in cui ho provveduto a spiegarti come riuscirci, accedendo ai settaggi del dispositivo in uso o ad alcuni appositi servizi Web.

Come cambiare IP del PC tramite servizi online

Proxy Site

Ora che hai le idee più chiare riguardo l’indirizzo IP e la sua natura, possiamo finalmente passare all’azione vera e propria ed andare a scoprire che cosa bisogna fare per poterlo cambiare sul computer in uso.

Cominciamo da una soluzione super-semplice: se vuoi cambiare l’IP del PC e camuffare il tuo attuale indirizzo senza scaricare o installare software sul tuo computer, collegati subito al proxy online Proxy Site che permette di navigare online usando indirizzi IP esteri, a scelta fra server europei o statunitensi.

Per utilizzarlo, digita l’indirizzo della pagina Web che vuoi visitare con l’IP camuffato nell’apposita barra posta al centro dello schermo e clicca sul pulsante arancione Vai.

Il servizio integra anche tutta una serie di opzioni avanzate mediante cui è possibile cambiare il server dal quale risultare collegati, la possibilità di abilitare gli script o i cookie.

Puoi anche decidere di sottoscrivere un abbonamento Premium che ti dà accesso a un servizio VPN dedicato. Se la cosa ti interessa, puoi cliccare qui per leggere l’apposita pagina Web relativa ai prezzi presente sul sito Internet di Proxy Site.

Tieni comunque presente che soluzioni di proxy online, come quella che abbiamo appena visto insieme sono molto immediate, ma anche piuttosto limitate. Ad esempio, a causa della loro lentezza non consentono di fruire correttamente di contenuti video in streaming.

Principalmente, quindi, questi proxy via Web servono solo per camuffare la propria identità (e la propria provenienza geografica) su siti Web, social network o servizi online che non richiedono un particolare “sforzo” di banda.

Servizi online alternativi

Un altro servizio gratuito di Web Proxy che ti consiglio di prendere in seria considerazione è FilterBypass che presenta dei comodi pulsanti di accesso rapido a servizi come YouTube, Facebook e Twitter. Il suo funzionamento, inoltre, non è dissimile da quello di Proxy Site.

Un’ulteriore alternativa che ti invito a provare è Hide.me. Si tratta di un servizio online gratuito che presenta caratteristiche praticamene analoghe e quelle della soluzione che ti ho suggerito nelle precedenti righe, consentendoti di accedere a uno dei server proxy disponibili.

Come cambiare IP del PC tramite programmi

TunnelBear

Se le soluzioni per cambiare l’IP del PC che ti ho suggerito nelle righe precedenti non hanno soddisfatto le tue necessità, ti consiglio di provare TunnelBear.

Si tratta infatti di un programma rapido e facile da usare, che permette di nascondere il vero indirizzi IP del proprio computer (ma anche dello smartphone o tablet) dietro un indirizzo IP estero.

Il servizio offerto da TunnelBear è gratuito fino a 500 MB di traffico al mese, si basa su una VPN, ossia una rete privata virtuale che nasconde l’IP dell’utente, e ne protegge l’identità; inoltre non richiede alcuna configurazione particolare per funzionare.

Se vuoi provarlo, collegati subito al sito Web di TunnelBear mediante il link che ti ho fornito poc’anzi e clicca sul pulsante Get Started, It’s Free per scaricare il programma sul tuo computer.

A scaricamento ultimato, se stai utilizzando un computer con su installato Windows, avvia il pacchetto d’installazione denominato TunnelBear-Installer.exe e clicca in sequenza su I AgreeInstall per completare il setup.

Ad operazione completata, crea il tuo account gratuito sul servizio facendo clic sulla voce Create a free account. Compila dunque il modulo che ti viene proposto indicando negli appositi campi di testo il tuo indirizzo email e la password che vuoi usare per accedere all’account, dopodiché pigia su Next e poi su Skip per raggiungere una schermata di riepilogo della tua registrazione.

Accedi alla tua casella di posta elettronica, clicca sul link di conferma ricevuto da parte di TunnelBear così da confermare il tuo account appena creato.

Torna quindi sul programma e fai clic sul pulsante Continue. Accetta l’eventuale installazione dei driver che ti vengono proposti (cliccando prima su OK e poi su Installa) e preparati a camuffare il tuo IP.

L’operazione è semplicissima da compiere: non devi far altro che scegliere un Paese (ad esempio Stati UnitiRegno Unito) dal menu a tendina collocato sulla destra, oppure scegliere una delle icone sulla mappa interattiva.

Ti apparirà quindi un messaggio per confermare la scelta del Paese; fai quindi clic sul pulsante Yes per confermare. Vedrai che il pulsante in alto a destra è passato automaticamente allo stato On, in attesa del completamento della configurazione del passaggio al nuovo IP. La navigazione può essere effettuata da qualsiasi browser: Internet Explorer, Chrome, Safari, Firefox ecc.

Quando vuoi disabilitare la connessione, fai clic sul pulsante in alto On, per cambiarlo in Off.

Come accennato in precedenza, puoi utilizzare TunnelBear non solo per cambiare IP del PC ma anche per fare lo stesso su smartphone e tablet essendo disponibile sotto forma di app mobile per iOS e per dispositivi Android e attivarlo in un paio di “tap”.

Tieni presente che anche TunnelBear è disponibile in versione a pagamento: sottoscrivendo un abbonamento è possibile ottenere un maggior quantitativo illimitato di di traffico dati. Per conoscere tutti i dettagli del caso, fai clic qui in modo tale da poterti subito collegare alla pagina Web di riferimento presente sul sito Internet del servizio.

Programmi alternativi

TunnelBear non fa per te o non ha saputo attirare in maniera particolare la tua attenzione? Allora dal subito un’occhiata a CyberGhost. Si tratta di un altro software da scaricare e installare sul computer che consente di cambiare l’IP del PC senza dover effettuare configurazioni particolari per poter farlo funzionare.

Basta scaricare il client del servizio sul proprio computer (è compatibile con Windows e macOS) e pigiare su un pulsante per cominciare a navigare usando un IP camuffato. Più semplice di così?

Altre soluzioni per cambiare IP del PC

Se non ti interessa apparire connesso da un altro Paese, puoi cambiare IP del PC anche semplicemente spegnendo e riaccendendo il tuo router. Difatti, se hai una connessione con IP dinamico e quindi che cambia ad ogni connessione, il tempo di riavviare il router e avrai un indirizzo nuovo di zecca che ti permetterà di superare tutti i blocchi e i limiti eventualmente incontrati nella navigazione precedente.

Se però il tuo router non ha un tasto per l’accensione e lo spegnimento, puoi riavviare l’apparecchio a livello software accedendo al suo pannello interno (basta collegarsi all’indirizzo 192.168.1.1192.168.0.1 o a quello personalizzato scelto in fase di configurazione iniziale con qualsiasi browser come ti ho spiegato anche nella mia guida su come entrare nel router) e trovare il pulsante virtuale da premere per il riavvio del router.

Tieni presente che questo di solito è situato nella sezione Amministrazione o Strumenti di sistema e basta cliccarci sopra affinché il dispositivo provveda a riavviarsi da solo e a ristabilire la connessione ad Internet nel giro di 30-40 secondi.