Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come creare ISO

di

Hai deciso di raccogliere il contenuto di alcuni vecchi CD su un hard disk? Allora ti consiglio di creare delle immagini ISO dei tuoi dischetti, in questo modo potrai conservarli tutti in maniera ordinata senza perdere tempo a suddividerli in cartelle.

Le immagini ISO sono degli “archivi” non compressi, definiti per l’appunto file immagine, che includono al loro interno tutti i dati presenti sui CD o i DVD dai quali sono stati generati. Sono molto facili da realizzare e possono essere usate sia direttamente (mediante la creazione di unità CD/DVD virtuali sul computer) sia come punto di partenza per masterizzare nuovi dischetti.

Con la guida di oggi, vedremo dunque come creare ISO utilizzando alcuni software gratuiti disponibili per Windows e Mac OS X. Sono tutti estremamente intuitivi e funzionano con tutti i tipi di CD e DVD. Scopriamoli in dettaglio.

Creare file ISO su Windows

Ci sono tantissime applicazioni che permettono di creare immagini ISO su Windows. Tra le più semplici da utilizzare ti segnalo cdrtfe che è gratuita, open source e portatile: la puoi utilizzare su qualsiasi computer, anche da una chiavetta USB, senza eseguire alcun processo d’installazione.

Per scaricare cdrtfe sul tuo PC, collegati al sito Internet del programma e clicca prima sulla voce Donwload che si trova nella barra laterale di sinistra e poi sul collegamento cdrtfe 1.5.3portable .zip presente nella pagina che si apre. A download completato, apri quindi il file cdrtfe-xxportable.exe e fai click prima sul bottone […] per selezionare la cartella in cui estrarre il software e poi su Extract per avviarne l’estrazione.

Ad operazione completata, apri la cartella cdrtfe-xxportable, avvia l’eseguibile cdrtfe.exe contenuto in essa e traduci l’interfaccia del programma in italiano selezionando la voce Italian dal menu Extras > Language.

A questo punto, inserisci nel PC il dischetto da cui intendi ottenere l’immagine ISO, seleziona la scheda Immagine del CD di cdrtfe e metti il segno di spunta accanto alla voce Crea immagine. Clicca dunque sul pulsante Scegli per selezionare la cartella in cui salvare il file ISO e pigia su Avvio per avviare la creazione del file immagine.

Mettendo il segno di spunta accanto all’opzione Continua in caso di errore non recuperabile puoi fare in modo che il file ISO venga creato anche se il dischetto presenta dei settori danneggiati e risulta parzialmente illeggibile, mentre selezionando la voce Modalità clone puoi fare in modo che nell’immagine vengano comprese anche le informazioni in subcanale del CD/DVD.

Creare file ISO su Mac

Se utilizzi un Mac puoi creare ISO utilizzando Utility Disco, un’applicazione per la gestione dei dischi inclusa “di serie” nel sistema operativo OS X.

Per scoprire come funziona, avvia Utility Disco selezionando la sua icona dalla cartella Altro del Launchpad, dopodiché seleziona l’icona del CD/DVD (non quella del masterizzatore) dalla barra laterale di sinistra e pigia sul bottone Nuova immagine che si trova in alto a destra.

Nella finestra che si apre, seleziona la voce Master DVD/CD nel menu Formato immagine, la voce nessuna nel menu a tendina Codifica e scegli la cartella in cui salvare l’immagine ISO cliccando sulla freccia collocata accanto alla voce Situato in.

Per finire, clicca sul pulsante Salva, attendi che il file immagine venga creato e rinominalo in modo che la sua estensione passi da .cdr a .iso.

Come utilizzare i file ISO

Una volta ottenuti, potrai utilizzare i tuoi file ISO “montandoli” in delle unità CD/DVD virtuali sul PC oppure masterizzandone il contenuto su altri dischetti.

Nel primo caso puoi affidarti ad applicazioni come WinCDEmu su Windows o alla funzione DiskImageMounter di Mac OS X: ti ho spiegato tutto nel mio tutorial su come montare file ISO. Nel secondo caso, invece, puoi ricorrere a delle utility incluse “di serie” sia in Windows che in Mac OS X. Maggiori informazioni a riguardo sono disponibili nella mia guida su come masterizzare ISO.