Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come creare un gioco con Unreal Engine

di

Unreal Engine è visto da molti come un motore grafico in grado di realizzare giochi dal comparto tecnico “spaccamascella”. D’altronde, nel corso del tempo non sono stati pochi i titoli di spessore che si sono affidati proprio alla soluzione offerta da Epic Games (la software house che sta anche dietro il celebre Fortnite) come loro motore.

Non mi riferisco solamente al mondo PC: basti vedere “Days Gone”, sviluppato da Bend Studio e pubblicato da Sony Interactive Entertainment (originariamente uscito come esclusiva PS4, poi arrivato anche su piattaforma Windows). Insomma, se stai approcciando anche tu a questa materia, comprendo perfettamente il motivo per cui tu voglia imparare come creare un gioco con Unreal Engine, dunque ti darò una mano.

Realizzare un progetto degno di nota con questo motore grafico, tuttavia, non è esattamente semplice. Bisogna mettersi di buona lena, studiare ed esercitarsi tanto. Ciò detto, in questo tutorial mi appresto a illustrarti le basi del motore grafico di Epic Games, spiegandoti come avvalertene per muovere i tuoi primi passi. Se sei pronto, qui sotto sono presenti tutte le indicazioni del caso. Non mi resta che augurarti buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per il tuo progetto!

Indice

Informazioni preliminari

Unreal Engine Logo

Prima di scendere nel dettaglio della procedura su come creare un gioco con Unreal Engine, ritengo possa interessarti saperne di più in merito a quest’ultimo.

Come già detto, Unreal Engine è uno dei motori grafici più popolari dell’industria videoludica mondiale: pensa che, spesso, le tech demo realizzate per mostrare il potenziale dell’hardware di console e PC vengono realizzate proprio mediante questo engine.

Per intenderci, nel 2020 Epic Games ha lasciato molti giocatori a bocca aperta, svelando una prima demo dell’Unreal Engine 5, che dovrebbe essere rilasciato nel 2021. La demo “Lumen in the Land of Nanite” girava su PS5 ed era pensata per mostrare cosa si può fare con l’hardware della console di nona generazione di Sony.

Insomma, Unreal Engine è un motore grafico all’avanguardia in termini di comparto tecnico. Certo, anche soluzioni come Unity consentono di dar vita a titoli niente male, ma in genere gli appassionati di videogiochi sono soliti “associare” l’Unreal Engine a un motore grafico “all’ultimo grido” da questo punto di vista.

Ciò è ovviamente un vantaggio non di poco conto, ma comporta anche delle possibili “limitazioni”. Infatti, mentre soluzioni come Unity in genere richiedono requisiti minimi tutto sommato “trascurabili” per molti utenti e tipologie di utilizzo, Unreal Engine ha invece delle requisiti un po’ più elevati, se si vuole usarlo come si deve.

Visto che non sono in pochi a voler realizzare titoli dall’ottimo comparto tecnico con questo motore grafico, ci tengo dunque a esplicitare i requisiti consigliati da Epic Games (li trovi di seguito).

  • Sistema operativo: Windows 10 a 64-bit;
  • Processore: Quad-core Intel o AMD da 2,5 GHz o più prestante;
  • RAM: 8GB;
  • Scheda video e DirectX: GPU compatibile con DirectX 11 o DirectX 12.

Insomma, chiaramente in questi casi è sempre bene disporre di un prestante PC da gaming per riuscire a svolgere tutto come si deve. In ogni caso, ti ricordo che per riuscire a creare un gioco ci vuole molta dedizione.

Unreal Engine 5 Demo

Infatti, nonostante al giorno d’oggi sia effettivamente possibile scaricare e usare gratuitamente strumenti particolarmente potenti come l’Unreal Engine, ti ricordo che i videogiochi rappresentano un medium dalle mille sfaccettature.

Non è un caso che le grandi software house mettano in campo budget milionari per riuscire a realizzare i propri tripla AAA. Non basta saper usare un motore grafico: le figure professionali coinvolte in un videogioco vanno dallo sviluppatore al compositore musicale, passando per game designer e molto altro.

Ci tenevo a precisarlo, in quanto non sono in pochi coloro che si approcciano a strumenti come l’Unreal Engine pensando di riuscire a padroneggiarli dopo aver seguito un singolo tutorial.

No: nessuno ti spiegherà effettivamente come creare un gioco completo come quello a cui stai pensando. Dovrai metterti d’impegno e utilizzare il tuo codice originale, per non parlare di musica, modelli 3D e così via.

Insomma, capisci bene che, soprattutto se sei da solo, il tempo richiesto per raggiungere il tuo obiettivo sarà elevato (fidati, anche ponendosi obiettivi “bassi” e cercando di realizzare un semplice gioco completo, dovrai comunque prendere tutto molto seriamente).

In ogni caso, questo non significa che non sia possibile, impiegando il giusto tempo, realizzare delle piccole “perle”, anche senza budget, mediante l’utilizzo di Unreal Engine. Infatti, in questo campo la creatività conta molto e ci sono delle persone che, spesso portando avanti il progetto per anni, sono riuscite a realizzare delle produzioni valide.

Insomma, mi sembrava giusto avvisarti: ovviamente questa guida, come d’altronde tutte quelle presenti online, non può insegnarti a utilizzare in modo completo il motore grafico di Epic Games. Tuttavia, può fornirti delle indicazioni utili per comprendere come iniziare ad approcciarti a questo mondo in modo “rapido” e divertente.

Come creare un gioco con Unreal Engine 4

Ora che sei a conoscenza della situazione generale, direi che è arrivato il momento di entrare “nel vivo” del tutorial. Infatti, di seguito puoi trovare le indicazioni che ti aiuteranno a prendere confidenza con il motore grafico di Epic Games. Non importa se vuoi usare il 3D o il 2D: cercherò di indirizzarti verso contenuti che possono risultarti utili.

Come installare Unreal Engine

Epic

In primis, ti segnalo che per scaricare Unreal Engine su Windows ti basta collegarti al portale ufficiale di Unreal Engine e premere sul pulsante DOWNLOAD NOW relativo alla versione dell’engine che preferisci (). Così facendo, otterrai il file EpicInstaller-[versione]-unrealEngine.msi. Non ti resta, dunque, che aprire quest’ultimo e seguire le indicazioni proposte dall’installer (in genere basta premere sui pulsanti Installa e ).

Per quel che riguarda, invece, macOS, una volta premuto sul pulsante DOWNLOAD NOW otterrai il file EpicInstaller-[versione]-unrealEngine.dmg. Per procedere, ti basta avviare quest’ultimo e trascinare Epic Games Launcher nella cartella Applicazioni.

Una volta aperto per la prima volta l’Epic Games Launcher, che tra l’altro è anche il programma che ti consente di accedere ai giochi e allo store di Epic Games, dovrai effettuare il login con il tuo profilo per iniziare.

Dopodiché, non ti resta che recarti nella scheda Unreal Engine, presente sulla sinistra e portare a termine il download dell’ultima versione del motore grafico, premendo sull’apposito pulsante presente in alto a destra e attendendo il termine dello scaricamento.

Creare un gioco 3D con Unreal Engine

Impara Unreal Engine

Lo so: probabilmente la tua volontà è quella di creare un gioco 3D dal comparto tecnico all’avanguardia. Ho già illustrato nel capitolo preliminare il fatto che questo richiede molto tempo e che ovviamente questo tutorial non può spiegarti come creare il tuo titolo dei sogni, ma posso comunque indicarti come iniziare a prendere confidenza sin da subito con Unreal Engine e fornirti le giuste indicazioni per iniziare.

In questo caso, ha poco senso indicarti come realizzare un gioco 3D fatto da zero, ma ritengo sia più utile partire da un preset proposto direttamente da Epic Games, dato che i creatori dell’Unreal Engine conoscono meglio di tutti il motore grafico. Molti utenti fanno infatti l’errore di iniziare con un ambizioso progetto creato da zero, perdendo poi la voglia di portarlo avanti in men che non si dica.

Epic Games mette a disposizione dei sample gratuiti che si possono modificare (creando dunque di fatto un gioco 3D completo, anche se realizzato solamente per imparare), quindi non vedo perché non partire da questi ultimi, che tra l’altro possono risultare divertenti da provare e “stimolanti” per la tua creatività.

In questo contesto, un preset che ritengo molto ben fatto è Vehicle Game. In parole povere, si tratta di un videogioco 3D dal comparto tecnico tutto sommato gradevole che consente di prendere confidenza con i tool offerti dall’Unreal Engine 4 per realizzare un racing game.

Vehicle Game è un progetto già completo di suo, che puoi però aprire con l’editor di Unreal Engine per “spulciare” gli elementi utilizzati e comprendere come sono stati realizzati. Il sample è stato realizzato da Epic Games ed è completamente gratuito.

Usare sample Unreal Engine

Per scaricarlo, avvia dunque l’Epic Games Launcher, premi sulla voce Unreal Engine, presente sulla sinistra, fai clic sulla scheda Impara, scorri la pagina verso il basso e premi sul riquadro di Vehicle Game, che si trova nella sezione Game. Dopodiché, premi prima sul tasto Free e poi su quello Crea progetto.

Ti verrà dunque richiesto di digitare il nome del progetto, selezionare la cartella in cui salvarlo, confermare eventualmente la versione dell’Unreal Engine da utilizzare (puoi lasciare l’ultima disponibile) e premere sul pulsante Crea.

Partirà dunque il download del progetto (il peso in genere è di 1,4GB). Una volta terminato lo scaricamento, puoi chiudere l’Epic Games Launcher. Apri, dunque, Unreal Engine, attendendo che venga effettuata l’inizializzazione.

Dopodiché, premi sul pulsante More, presente nella sezione Recent Projects, per accedere al sample che hai installato in precedenza. A questo punto, seleziona VehicleGame e fai clic sul tasto Open Project.

Comparirà quindi a schermo l’editor. Non farti “spaventare”: il programma inizialmente offre un “tour” delle possibilità offerte, quindi ora ti verrà spiegato tutto. Se non conosci l’inglese, non farti problemi: sono qui proprio per aiutarti in questa prima parte iniziale (conta però che conoscere l’inglese sarà di fondamentale importanza più avanti).

Editor Unreal Engine 4

Avrai notato che in alto a destra è comparsa l’icona del cappello di laurea. Premi prima su quest’ultima e poi sul pulsante Next per iniziare a prendere confidenza con l’interfaccia dell’Unreal Engine.

La prima schermata ti spiegherà che l’editor è composto da vari pannelli. Questi possono essere spostati, bloccati, chiusi e così via: in parole povere, è possibile personalizzare la schermata del progetto nel modo che si preferisce. Nel caso tu faccia “sparire” qualcosa per sbaglio, puoi ripristinarlo mediante l’opzione Windows, presente in alto a sinistra.

La finestra principale, ovvero quella in cui stai vedendo la pista del gioco, si chiama Level Editor. Quest’ultima è l’elemento principale di Unreal Engine: ti servirà per testare il gioco, creare livelli, posizionare gli elementi ed essenzialmente sistemare tutto.

Per muoverti in 3D all’interno del gioco, ti basta tenere premuto il pulsante destro del mouse e utilizzare i classici tasti WASD. Puoi provare subito: vedrai che potrai spostarti all’interno della pista. Bastano dei movimenti del mouse per andare, ad esempio, verso l’alto o verso il basso. Premi sul tasto Next per continuare.

Gli elementi presenti all’interno dello scenario vengono chiamati Actors da Unreal Engine. I pulsanti presenti in alto a destra del Level Editor servono, ad esempio, per spostare, ruotare e scalare quanto presente all’interno del tuo gioco. Fai clic sul pulsante Next per continuare.

Muovere telecamera Unreal Engine 4

I tasti presenti in alto a sinistra servono invece per gestire la scena (Viewport). In parole povere, puoi impostare il modo in cui vengono mostrati gli elementi. Ad esempio, puoi scegliere una visuale cinematografica oppure disabilitare le luci e molto altro. Ricordati di premere sul tasto Next per continuare.

Ora il programma ti illustrerà il Modes Panel, che dispone di una selezione di tool per l’editor. Da qui puoi cambiare la modalità di funzionamento del Level Editor, ad esempio per piazzare come si deve nuovi elementi nel mondo di gioco oppure per realizzare paesaggi e molto altro. Fai clic sul pulsante Next per avanzare.

La sezione in basso a sinistra dell’editor si chiama Content Browser. Qui puoi gestire tutti i file legati al tuo progetto, dagli asset ai suoni. Per fartela breve, si tratta un po’ dell’Esplora File di Unreal Engine: puoi rinominare, aggiungere, rimuovere e in generale sistemare tutto ciò che ti serve. Fai clic sul tasto Next per continuare.

Quello che il programma ti sta indicando ora è il Details Panel. Quest’ultimo ti fornisce tutti i dettagli del caso sull’elemento che hai selezionato. Da qui puoi gestire parecchie opzioni relative agli Actors, ad esempio spostarli, ruotarli e molto altro. Premi sul pulsante Next per avanzare.

In alto a destra fa capolino il World Outliner, che raggruppa in modo ordinato tutti gli Actors presenti nel tuo gioco. Puoi selezionare gli elementi e modificarli direttamente da qui. Fai clic sul tasto Next per continuare.

Asset Unreal Engine

Di default, nel World Outliner vengono mostrati solamente nome e tipo dell’oggetto, ma puoi premere sull’icona della freccia verso il basso, che si trova in alto a destra, per ottenere ulteriori informazioni, ad esempio relative ai layer. Premi sul pulsante Next per avanzare.

In alto c’è la Toolbar. Epic Games ha posizionato qui i principali strumenti relativi all’editor. Da qui puoi salvare, avviare il gioco ed eseguire tutte le operazioni più comuni che torneranno utili durante lo sviluppo del titolo. Premi sul tasto Next per continuare.

La Menu Bar rappresenta ovviamente la sezione dove puoi gestire le classiche opzioni offerte da un po’ tutti i programmi. Ad esempio, puoi caricare progetti oppure salvare quello attuale. Premi sul pulsante Next per avanzare.

Alcuni pulsanti dispongono di una sezione aggiuntiva che consente di ottenere maggiori dettagli relativi alla funzionalità associata. In questo caso, il programma consiglia di spostare il cursore del mouse sopra all’icona della rotazione e premere Ctrl+Alt. In questo modo, comparirà a schermo una finestra con ulteriori indicazioni.

Premi sul tasto Next per continuare: il “tour” dell’interfaccia di Unreal Engine è finito. Ora sai a cosa servono un po’ tutti gli elementi dell’editor. Fai, dunque, clic sul pulsante Home e il programma ti consiglierà di seguire molti altri tutorial (se chiudi la finestra, puoi accedere nuovamente ai tutorial dal percorso Help > Tutorials).

Tutorial Unreal Engine

C’è di tutto, dalle basi dell’interfaccia al codice, passando per le animazioni e molto altro. Tutti i tutorial sono però in inglese: ti avevo avvertito, è necessario conoscere bene questa lingua per usare come si deve Unreal Engine. Infatti, oltre a questi utili tutorial interni, che ovviamente ti consiglio di portare a termine per prendere confidenza con lo strumento, anche il portale dedicato alla documentazione è totalmente in inglese.

Perfetto, ora sai dove reperire un po’ tutto quello che ti serve per iniziare a creare il tuo gioco in 3D tramite Unreal Engine. In ogni caso, dopo averti spiegato l’interfaccia dell’editor, è arrivato il momento più divertente: utilizzare il sample che hai scaricato in precedenza. Premi, dunque, sul pulsante Play, presente in alto, sposta il mouse sopra al Level Editor e premi sopra quest’ultimo, in modo iniziare a giocare.

Ti basta utilizzare i pulsanti W, A, S e D per portare a termine il circuito realizzato da Epic Games. Come puoi vedere, si tratta semplicemente di un minigioco che “invita” a battere il proprio tempo record in un semplice tracciato che non richiede molto per essere completato.

In parole povere, hai già un titolo tutto sommato “completo” di suo. Questo ti consente, partendo ad esempio dal World Outliner, di analizzare il modo in cui sono stati predisposti gli elementi che hanno creato il gioco, così poi da sapere come gestire il tutto quando deciderai di creare il tuo gioco.

Ovviamente, le variabili in gioco sono molte e dunque non è possibile fornirti delle indicazioni precise: dovrai per forza seguire la documentazione e mettere in campo la tua creatività per realizzare il gioco che hai in testa. Ovviamente il Web poi sarà tuo “amico” (d’altronde, quale developer non effettua ricerche online, soprattutto all’inizio?).

Salto Unreal Engine

Tuttavia, giusto per “stimolarti” un po’ a proseguire, ora ti mostro come modificare rapidamente questo sample divertendoti. Ebbene, avrai notato che, prendendo la strada a destra nell’unico bivio proposto dal percorso del gioco, è possibile effettuare un salto, che non sempre potrebbe andare molto bene.

La prima idea che mi è balenata in mente è dunque quella di realizzare una sorta di “modalità facile”, aggiungendo un “ponte” al titolo creato da Epic Games. In questo caso, il sample rende tutto molto semplice: per procedere, tieni premuto il pulsante destro del mouse sul Level Editor e sposta la telecamera, mediante i pulsanti WASD, nel luogo del salto.

Premi, dunque, sulla parte del terreno presente poco prima del salto, tieni premuto il pulsante sinistro del mouse sulla freccia verde e sposta l’elemento in modo da “coprire” il buco. Per intenderci, la freccia verde rappresenta l’asse Y, quella blu è l’asse Z e quella rossa è l’asse X.

Una volta che hai posizionato correttamente questo elemento, è giunto il momento di incrementare le sue dimensioni, in modo che l’utente possa passare con la macchina senza saltare. Dai dunque un’occhiata al Details Panel, presente in basso a destra. Dopodiché, digita 2 nel riquadro Z relativo all’opzione Scale e premi Invio.

In questo modo, raddoppierai la dimensione di questo elemento, consentendo all’utente di poter andare semplicemente dritto, senza doversi preoccupare della velocità per il salto. In ogni caso, è necessario anche recarsi nella sezione Collision e impostare l’opzione Collision Presets su Default, in modo che la macchina non passi attraverso al “ponte”. Premi, dunque, sul pulsante Play e vedrai che, se tutto è stato svolto correttamente, riuscirai a raggiungere l’altra parte senza problemi.

Ponte Unreal Engine

Perfetto, hai correttamente implementato un “ponte” all’interno di un gioco e sei riuscito a modificare il tuo primo titolo “completo” su Unreal Engine. Complimenti!

Creare un gioco 2D con Unreal Engine

Creare un gioco 2D Unreal Engine

Come dici? Hai intenzione di creare un gioco in 2D con Unreal Engine? Nessun problema: nonostante questo motore grafico sia conosciuto principalmente per progetti dal comparto tecnico particolarmente avanzato, in realtà può rappresentare un ottimo strumento anche per titoli di altro tipo.

Se hai intenzione di seguire la strada del 2D, ovviamente le indicazioni di base che ti ho fornito nel capitolo precedente risultano ugualmente valide, ma in questo caso ti consiglio di partire da un preset diverso. Più precisamente, ritengo possa risultarti utile il sample chiamato Unreal Stick Figure 2D (puoi accedere a quest’ultimo dal menu Epic Games Launcher > Unreal Engine > Impara > Legacy Samples).

Certo, forse utilizzare Unreal Engine per un titolo 2D può non rivelarsi la migliore delle mosse, dato che non sono in pochi coloro che preferiscono Unity per questo tipo di utilizzo, ma la scelta spetta a te e ovviamente è anche questione di gusti.

In ogni caso, oltre a prendere confidenza con il motore grafico mediante tutte le indicazioni che ho fornito in precedenza, risulta di fondamentale importanza mettere in campo la propria creatività e dedicare il giusto tempo al progetto.

Ti ricordo infatti che più avanti molto probabilmente dovrai cimentarti con la programmazione in C++, nonché con la realizzazione dei modelli. Insomma, creare un gioco tramite Unreal Engine non è una passeggiata, ma devi sapere che, partendo dagli strumenti che ti ho indicato ed effettuando qualche ricerca (ad esempio su YouTube), potrai effettivamente raggiungere il tuo obiettivo (ovviamente con la giusta dedizione).

Un esempio lampante è costituto da titoli come Bright Memory, realizzato da una sola persona con l’Unreal Engine 4 e particolarmente apprezzato dai giocatori PC (come dimostra la valutazione su Steam).

Insomma, spero di averti convinto ad approfondire questo interessante mondo. Per il resto, lasciami farti un ulteriore grosso in bocca al lupo per il tuo gioco!

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.