Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come creare un VoIP su Telegram

di

Da un pò di tempo a questa parte stai utilizzando con particolare soddisfazione la celebre app di messaggistica istantanea Telegram: apprezzi molto la sua ricca dotazione di funzionalità e, soprattutto, la possibilità di accedere ai numerosi gruppi tematici e ai contenuti da essi offerti.

Tuttavia, sei un pò preoccupato all’idea di condividere con troppa leggerezza informazioni personali e, in particolare, il tuo numero di telefono. Nell’intento di trovare una soluzione a questa situazione, hai quindi appreso della possibilità di entrare in possesso di un numero di telefono virtuale da utilizzare in tutti quei casi per i quali reputi necessario proteggere maggiormente la tua privacy.

A questo punto, però, vorresti approfondire meglio la questione e capire bene come creare un VoIP su Telegram: l’ideale sarebbe poter fare riferimento a una guida che ti indichi anche delle soluzioni affidabili e funzionali. Ebbene, oggi è proprio il tuo giorno fortunato: infatti, ti basterà dedicare soltanto qualche minuto del tuo prezioso tempo alla lettura dei prossimi paragrafi e potrai apprendere facilmente la procedura per ottenere un numero alternativo da aggiungere a Telegram. Come dici? Non vedi l’ora di verificare di persona? Perfetto! In questo caso, passiamo subito ai fatti. A me non rimane che augurarti buona lettura e buon proseguimento!

Indice

Come creare un VoIP su Telegram

banner telegram

Prima di illustrarti come creare un VoIP su Telegram da un punto di vista operativo, credo sia importante illustrarti preventivamente la logica generale del procedimento che ti esporrò dettagliatamente di seguito.

Come forse già saprai, VoIP è l’acronimo di Voice over IP: questi termini definiscono brevemente una complessa tecnologia che permette di realizzare una conversazione telefonica sfruttando qualsiasi rete dati basata su protocollo IP (tipicamente Internet), avvalendosi di appositi codec che eseguono la conversione da analogico a digitale e viceversa.

Anche la celebre app di messaggistica istantanea Telegram ha introdotto, ormai da alcuni anni, questo tipo di tecnologia all’interno delle sue funzionalità: è possibile, infatti, eseguire chiamate mediante protocollo VoIP, sia personali che di gruppo.

Una delle funzioni più interessanti e utili presenti all’interno di Telegram è quella che permette di registrarsi con più account, ai quali può essere associato un numero virtuale privato VoIP facilmente ottenibile ricorrendo ad appositi servizi. Devo avvisarti, però, che in molti casi si tratta di utenze con prefisso internazionale.

In questo modo, ad ogni modo, è possibile proteggere la privacy evitando di fornire il proprio numero reale, ad esempio quando si desidera accedere a gruppi dei quali non si conosce con certezza l’origine. Alcuni di questi servizi sono a pagamento, ma non è particolarmente difficile reperirne anche di gratuiti, come ti mostrerò a breve.

Come creare un VoIP su Telegram gratis

talkatone numero virtuale

L’idea di poter disporre di un numero fittizio privato, alternativo a quello personale ti sta intrigando parecchio? Allora ti farà piacere sapere che l’operazione è fattibile anche senza spendere un euro. Come? Te lo dimostro subito.

Per capire come creare un VoIP su Telegram gratis è necessario innanzitutto dotarsi di un numero di telefono virtuale internazionale associato in maniera univoca al proprio profilo.

Ci sono vari servizi adatti a questo scopo, ma per questo tutorial ho utilizzato l’app Talkatone Free Texts Calls & Phone Number, che è gratuita (con presenza di annunci e acquisti in app) ed è compatibile sia con dispositivi Android (verifica anche su store alternativi se il tuo device non ha i servizi Google) che con iOS/iPadOS.

Per poterne disporre, ti basterà collegarti ai link sopra indicati e premere sul pulsante Installa/Ottieni, ma se sei in possesso di un iPhone/iPad ti verrà richiesta in aggiunta la verifica dell’identità tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

A seguire, avvia Talkatone premendo sulla sua icona, quindi premi il pulsante Sign up situato in basso a destra della schermata iniziale. L’utilizzo dell’app è consentito solo ai maggiori di 16 anni: se, dunque, rispetti il suddetto requisito, premi sulla voce Continue all’interno della notifica che informa della condizione in oggetto.

A questo punto puoi scegliere di associare il tuo profilo Google o Facebook premendo il rispettivo pulsante: in tal modo verrai reindirizzato al relativo modulo di autenticazione. In alternativa, puoi digitare il tuo indirizzo email nel campo sottostante, facendo tap successivamente sul bottone Continue, al fine di creare un account ex novo: questa procedura comporta l’invio di un messaggio di posta elettronica all’indirizzo specificato contenente un codice che dovrai immettere nella successiva schermata dell’app.

Dopo aver fatto ciò, inserisci Nome (First) Cognome (Last) ed età (Age) nel modulo che ti viene proposto, fai tap sul simbolo sottostante per identificare il genere, quindi pigia sul pulsante Done. Nella schermata successiva, fai tap sul box a fianco della voce I consent per apporvi il segno di spunta (in modo da accettare i termini di servizio e la politica sulla privacy) dopodiché premi sulla dicitura I accept.

Ora puoi procedere all’ottenimento del numero virtuale: fai tap sul pulsante Get My location e, in men che non si dica, ti verrà proposta un’utenza. In questa fase puoi anche scegliere di cambiarla pigiando sulla dicitura choose a different one, o confermarla premendo sul pulsante Continue.

Successivamente ti verrà notificata l’impossibilità a effettuare chiamate al servizio di emergenza americano 911: premi sulla voce OK per proseguire e, infine, pigia sul pulsante Consenti per permettere all’app di accedere ai tuoi contatti. La schermata seguente mostra nuovamente il tuo nuovo numero virtuale accanto alla dicitura My Number: memorizzalo o trascrivilo su un foglio di carta (l’app non permette di copiare).

aggiunt anumero virtuale Telegram

Per procedere, apri l’app Telegram (se non hai ancora provveduto, in questa guida ti mostro come scaricare e installare Telegram, ma anche come effettuare la prima configurazione del servizio), quindi premi il pulsante ☰ collocato in alto a sinistra e sfiora la freccia verso il basso situata alla destra del tuo nome profilo.

Fai tap, a seguire, sull’opzione Aggiungi account ivi presente e inserisci il numero fornito dall’app Talkatone immettendo il prefisso USA +1 nel primo campo. Per concludere, premi la freccia collocata in basso a destra e pigia sulla voce OK all’interno della notifica che richiede il permesso di far leggere a Telegram il registro delle chiamate. A seguire, conferma l’autorizzazione premendo il pulsante Consenti.

inserimento codice telegram

Telegram invierà automaticamente un SMS al numero da te comunicato contenente un codice che andrà digitato nella schermata successiva dell’app. Per reperire tale codice, dunque, apri nuovamente l’app Talkatone lasciando in sospeso Telegram: la schermata principale mostrerà subito il messaggio appena recapitato e dovrai semplicemente premere sulla sua anteprima per aprirlo e leggere per intero la sequenza numerica.

Per completare la registrazione del numero su Telegram, recati nuovamente sulla finestra dell’app che hai lasciato aperta, digita il codice visualizzato su Talkatone e, nella schermata che segue, inserisci Nome e Cognome, quindi pigia sul simbolo della freccia in basso a destra: a partire da questo momento potrai gestire messaggi, chat vocali, chiamate, videochiamate e adesioni ai vari gruppi con il tuo nuovo numero di telefono virtuale.

Per passare da un numero all’altro dovrai semplicemente premere di nuovo il simbolo ☰, sfiorare la freccia verso il basso come visto nei paragrafi precedenti e pigiare sull’account che desideri utilizzare.

Fatto questo, sei libero di effettuare chiamate su Telegram selezionando il contatto di tuo interesse e premendo sull’icona della cornetta.

Altre soluzioni per creare un VoIP su Telegram

Nextplus numero virtuale

L’app di cui ti ho appena parlato non ti ha convinto del tutto e vorresti considerare altre soluzioni per creare un VoIP su Telegram? Nessun problema, esistono diverse alternative a cui puoi fare riferimento, alcune gratuite e altre a pagamento, ma ho selezionato per te qui di seguito quelle che reputo più affidabili e funzionali.

  • Nextplus Free SMS Text + Calls — si tratta di un’app gratuita (con presenza di annunci e possibilità di acquisti in-app), compatibile con device Android e iOS/iPadOS. Permette, dunque, di ottenere un numero secondario internazionale che può essere utilizzato come metodo di verifica anche su Telegram
  • Burner Private Phone Line for Text and Calls — se sei alla ricerca di un numero di telefono di un Paese diverso dagli Stati Uniti, con questa app puoi scegliere fra ben 40 nazioni in tutto il mondo. È disponibile per smartphone e tablet Android e iPhone. Per ottenere il numero virtuale occorre pagare 1,99 $: puoi usufruire, comunque, di una prova gratuita di 7 giorni per testare il servizio
  • Hushed — ecco un’altra app a pagamento che consente di accedere a un numero di telefono alternativo con opzione di scelta fra 4 Paesi. È compatibile con Android e iPhone/iPad. Anche in questo caso il servizio è a pagamento, con costi a partire da 0,99 $
  • Telos — se preferisci un numero di telefono virtuale italiano, in tal caso ti consiglio di affidarti a questa app compatibile con dispositivi Android e iPhone/iPad. Il numero può essere ottenuto gratuitamente, dopodiché per poter chiamare o inviare SMS sulla rete tradizionale è necessario sottoscrivere un piano fra quelli proposti, con costi a partire da 2,09 euro
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.