Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come decriptare un file

di

Creare dei file protetti e dimenticare la password impostata per aprirli può capitare a tutti. Altrettanto di frequente succede di ricevere dei documenti via email o di scaricare degli archivi da Internet e scoprire solo in seguito che c’è bisogno di una parola chiave apposita per aprirli, una password di cui ovviamente non si è al corrente. E allora? Come fare in circostanze di questo tipo? Semplice, anzi di più: basta utilizzare degli strumenti appositamente adibiti allo scopo ed è fatta. Se la cosa ti interessa, continua pure a leggere questa mia guida dedicata, appunto, a come decriptare un file per schiarirti subito le idee al riguardo.

Come ti dicevo, per far fronte ad una situazione quale quella di cui sopra è possibile ricorrere all’impiego di alcuni appositi programmi che consentono di scardinare le protezioni di varie tipologie di file, dai documenti di Office agli archivi compressi, in maniera abbastanza facile e veloce. Come dici? Ne avresti proprio bisogno? Allora prenditi cinque minuti di tempo libero e lascia che ti presenti quelli che a parer mio sono i migliori illustrandotene, ovviamente, anche il funzionamento.

Ti va’? Si? Grandioso. Al bando le ciance e cominciamo immediatamente a metterci all’opera. Posizionati ben comodo dinanzi il tuo fido computer ed inizia a concentrarti sulla lettura di tutto quanto riportato qui di seguito. Alla fine, ne sono certo, potrai dirti ben contento e soddisfatto di quanto appreso. Sei pronto? Si? Benissimo. Ti auguro, come al solito, buona lettura e ti faccio un grande in bocca al lupo per tutto.

Indice

Free Word and Excel password recovery Wizard (Windows)

Screenshot di FREE Word and Excel password recovery Wizard

I documenti di Office, ed in particolar modo quelli di Word ed Excel, sono tra i file protetti con cui potresti trovarti più spesso ad avere a che fare non conoscendone le password necessarie ad aprirli. In questo caso, il suggerimento che mi sento di darti è quello di affidarti all’uso di Free Word and Excel password Recovery Wizard, un ottimo programma a costo zero per Windows che permette di svelare le password dei file in questione in base a due tipi di attacchi: quello brute force, che tenta di scoprire le parole chiave carattere per carattere provando varie combinazioni, e quello dizionario, che permette di svelare le password di senso compiuto usando i termini inclusi in un file dizionario.

Per servirtene, collegati innanzitutto alla pagina di download del programma e clicca sul collegamento Download FREE Word and Excel password recovery Wizard 2.1.15 (1.4 Mb). A scaricamento ultimato, estrai in una qualsiasi posizione del computer l’archivio ZIP ottenuto dopodiché apri il file .exe contenuto al suo interno.

Adesso, clicca su Esegui, poi su Si e successivamente su Next. Seleziona quindi la voce I accept the agreement e clicca ancora su Next per quattro volte di seguito dopodiché premi su Install e per concludere pigia su Finish.

Una volta visualizzata la finestra del programma sul desktop, pigia sul pulsante Next collocato in basso a destra e poi premi sul bottone Browse e seleziona il file Word o Excel da sbloccare. Successivamente premi su Next per quattro volte consecutive ed infine avvia la ricerca della password facendo clic su Go.

A procedura ultimata, se tutto è andato per il verso giusto dovrebbe aprirsi una finestra con all’interno la password necessaria per poter decriptare il tuo file.

Se poi sei certo del fatto che la password del file che è tua intenzione decriptare risulta essere composta da parole di senso compiuto (in lingua inglese), puoi trovare la chiave d’accesso anche recandoti nella sezione Select Approach del software. Premi poi sul bottone Brute Force Attack per selezionare il file del dizionario inglese che vuoi che il programma utilizzi ed avvia la procedura di recupero della password premendo su Next e su Go.

Advanced Archive Password Recovery (Windows)

Come decriptare un file

Quante volte ti sei trovato al cospetto di archivi ZIP e RAR protetti dai quali non sei riuscito ad estrarre i file perché non ricordavi la password? Scommetto tante, ed è per questo che voglio consigliarti Advanced Archive Password Recovery. Trattasi di un programma per OS Windows in grado di adempiere allo scopo in questione sfruttando il tipo di attacco denominato brute force. È gratis ma in tale variante consente di scovare password fino a quattro caratteri, per quelle più lunghe occorre passare alla versione a pagamento.

Per servirtene, provvedi in primo luogo a collegarti alla pagina di download del programma presente sul sito Internet di Softpedia pigia sul pulsante Download collocato in alto, fai clic su External Mirror 1 ed attendi che il download di Advanced Archive Password Recovery venga avviato.

A scaricamento completato, apri il file .exe ottenuto in modo tale da dare il via alla procedura d’installazione. Nella finestra che si apre, clicca quindi su Next, su Accept, poi nuovamente su Next per due volte di fila e per concludere su Install. Successivamente clicca su Si e poi sul pulsante Finish per terminare il setup.

Ora che visualizzi la finestra del programma sul desktop, clicca sul pulsante Open annesso alla stessa e seleziona l’archivio compreso relativamente al quale desideri intervenire dopodiché premi su Start e aspetta che il software termini il suo lavoro. A procedura ultimata, vedrai apparire su schermo un’ulteriore finestra con all’interno una spunta verde e la password dell’archivio scovata, in corrispondenza della dicitura Password for this file.

Qualora poi dovesse venirti in mente qualche dettaglio facente riferimento la password da individuare per decriptare il file, potrai affinare la ricerca così da ridurre i tempi necessari per l’identificazione sfruttando le schede disponibili nella finestra principale del programma.

Appnimi PDF Unlocker (Windows/Mac)

Come decriptare un file

Altra situazione in cui potresti trovarti con una certa frequenza è quella di dover decriptare un file in formato PDF senza conoscerne la password di apertura. Per un caso del genere, il mio consiglio è quello di usare Appnimi PDF Unlocker. Trattasi di un programma commerciale (ma fruibile in versione di prova, quella che ho impiegato io per redigere questo post) per Windows e Mac che permette di “scovare” le password dei documenti PDF usando le modalità forza bruta e dizionario.

Per usarlo, collegati in primo luogo al sito del programma e clicca sul bottone Download for Windows (se quello che stai usando è un computer Windows) oppure su Download for Mac (se stai impiegando un Mac).

A scaricamento ultimato, se stai usando Windows estrai l’archivio compresso ottenuto in una qualsiasi pozione sul computer ed avvia il file .exe contenuto al suo interno. Clicca poi su Si, su Next e su I Agree. Successivamente pigia su Install e per concludere premi su Finish.

Se invece stai utilizzando un Mac, estrai in una qualsiasi posizione sul tuo computer l’archivio compresso scaricato e trascina l’icona dell’applicazione che era presente al suo interno nella cartella Applicazioni di macOS. Dopodiché fai clic destro sull’icona del programma e scegli Apri per due volte consecutive in modo tale da aprire il programma andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple nei confronti degli sviluppatori non autorizzati.

Adesso, a prescindere dal sistema operativo impiegato, nella finestra di Appnimi PDF Unlocker che ti viene mostrata, digita il tuo nome nel campo Full Name che sta in basso ed il tuo indirizzo di posta elettronica nel campo Email dopodiché clicca sul pulsante Get Free License Key per ottenere via mail un codice apposito per provare gratuitamente il programma. Incolla quindi il codice di licenza ottenuto nel campo sotto la voce License Key e premi su Activate.

Clicca ora sul bottone Select File e seleziona il PDF da decriptare dopodiché serviti dei menu in alto per impostare la modalità d’azione dell’attacco da usare (Brute Force), per regolare le impostazioni relative al dizionario delle parole chiave (Dictionary) e per intervenire sulle impostazioni relative alla lunghezza della presunta password, al tipo di caratteri usati ecc. (Options).

Clicca infine su Start ed attendi che il software individui la password corretta, la quale a procedura ultimata ti verrà mostrata nel campo adiacente la voce Recovered Password, nella parte in basso della finestra del programma.

Nota: Per poter funzionare, il software necessità di Java installato sul computer. Se sul tuo PC non è presente, leggi il mio tutorial su come installare Java per scoprire come fare per rimediare subito.

Hashcat (Windows/Mac/Linux)

Hashcat

Se le risorse per decriptare un file di cui ti ho parlato nelle precedenti righe non ti hanno soddisfatto, puoi prendere in considerazione l’utilizzo di una soluzione alternativa quale Hashcat. Si tratta di un programma gratuito e di natura open source che consente di scovare le password utilizzate per proteggere svariate tipologie di file sfruttando attacchi di tipo dizionario, brute force e altro ancora.

Funziona su Windows, Mac e Linux ma purtroppo non ha un’interfaccia grafica, bisogna dunque agire da linea di comando, il che lo rende un tantino più complesso da utilizzare da parte di chi non si reputa propriamente uno “smanettone”. Ad ogni modo, nulla di impossibile con un po’ di sano ed approfondito studio al riguardo.

Per effettuarne il download, collegati innanzitutto al sito Internet di Hashcat dopodiché se stai utilizzando Windows scarica l’archivio ZIP che contiene il software cliccando sul link Download relativo all’opzione hashcat binaries ed estraine il contenuto in una cartella qualsiasi.

Se invece stai usando un Mac, provvedi ad installare il manager di pacchetti Homebrew (dando il comando /usr/bin/ruby -e “$(curl -fsSL https://raw.githubusercontent.com/Homebrew/install/master/install)” nel Terminale) e procedi con l’installazione del software tramite il comando brew install hashcat.

Preoccupati poi di scovare l’hash, vale a dire l’identificativo, del documento da decriptare, poi copialo e salvalo in un file di testo. Provvedi dunque ad effettuare il download del file del dizionario che vuoi usare. In giro per il Web ve ne sono tantissimi, personalmente ti consiglio quello di rockyou (da estrarre dall’archivio zip al termine del download).

A questo punto, devi preoccuparti di scoprire la password del file. Nel caso in cui, ad esempio, il file da decriptare sia un documento Word, puoi riuscirci avviando il Prompt dei comandi di Windows o il Terminale di macOS e dando il comando hashcat -m <flag> –status -o output.txt <hash> <dizionario>, dove al posto di <flag> devi inserire il codice identificativo della versione di Office con cui è stato creato il documento da sbloccare, al posto di <hash> devi inserire il percorso completo del file txt in cui hai salvato l’hash del file Word, mentre al posto di <dizionario> devi inserire il percorso completo del file dizionario che hai scaricato in precedenza. Dopo qualche secondo di elaborazione, Hashcat comincerà la ricerca della password giusta.

Per ulteriori approfondimenti sul da farsi e per comprendere a pieno il funzionamento del programma, ti suggerisco vivamente di affidarti al forum ufficiale dello stesso oltre che di eseguire delle ricerche mirate su Google a seconda della tipologia di file relativamente alla quale è tua intenzione intervenire.

Altre risorse utili

Cerchi delle risorse alternative ai software di cui sopra per riuscire a decriptare un dato file? In caso di risposta affermativa, ti consiglio allora di dare uno sguardo al mio tutorial su come bypassare una password ed al mio post tutto incentrato sui programmi per bypassare una password tramite i quali ho provveduto ad indicarti ulteriori interessanti strumenti che possono tornare utili in tal senso.

Altre risorse ed indicazioni utili allo scopo puoi poi trovarle nei seguenti articoli: come trovare una password e come decriptare password. Mi raccomando, dagli almeno uno sguardo.