Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come disattivare il roaming

di

Hai organizzato un bel viaggetto all’estero, ben contento della cosa hai già iniziato a preparare la valigia quando tutto a un tratto ha cominciato a frullarti nella mente una domanda: come disattivare il roaming sul cellulare (o sul tablet, se hai una SIM con connessione dati attiva in uso su quest’ultimo) per non incappare in costi extra? Domanda lecita, anzi di più. Se vuoi, posso fornirti io tutte le spiegazioni di cui hai bisogno e, credimi, è decisamente molto più semplice di quel che tu possa pensare.

Partendo dunque dal presupposto che si tratta di un’operazione alla portata di tutti, anche di chi, un po’ come te, non si reputa esattamente un grande esperto in fatto di telefonia e nuove tecnologie, per riuscirci non devi far altro che accedere alle impostazioni dello smartphone in tuo possesso ed intervenire da li, più precisamente dalla sezione dedicata alla connessione dati. Le modifiche apportate saranno applicate all’istante ma il mio consiglio resta comunque quello di provvedere alla cosa prima di giungere in “terra straniera” onde evitare, a prescindere, di dover sostenere eventuali sovrapprezzi dettati da dimenticanze e tempistiche sbagliate.

Allora? Che ne diresti di mettere le chiacchiere da parte e di passare finalmente all’azione? Si? Grandioso! Suggerisco dunque di non perdere ulteriore tempo prezioso e di iniziare immediatamente a darci da fare. Mettiti bello comodo, afferra il tuo dispositivo e segui le istruzioni che sto per fornirti. Qui sotto trovi spiegato come procedere su Android, su iOS ed anche su Windows Mobile. Ah, quasi dimenticavo… per completezza d’informazione, prima di ogni altra cosa provvederò a spiegarti più in dettaglio di che cosa stiamo parlando (quindi che cos’è il roaming) ed in quali casi esatti è previsto il pagamento di somme aggiuntive rispetto a quanto già previsto in Italia dalla tariffa e dalle opzioni attive con il gestore di riferimento.

Indice

Che cos’è il roaming

Ok, con questo tutorial andremo a scoprire che cosa occorre fare per riuscire a disattivare il roaming ma… esattamente di che cosa si tratta? Prima di entrare nel vivo della questione cerchiamo dunque di schiarirci le idee al riguardo.

Il roaming, detta in soldoni, è ciò che si verifica quando la tua linea mobile, su cellulare o su tablet, si appoggia ad altri operatori con lo scopo di effettuare chiamate o navigare in Internet. Questo avviene quando la rete dell’operatore principale, quello con cui hai attivato una data tariffa e/o offerta nel tuo territorio (presumibilmente l’Italia), non è disponibile.

A questo proposito occorre fare delle fondamentali distinzioni. Una volta entrato in azione, il roaming può suddividersi in: roaming voce, che si verifica quando il telefonino si appoggia ad altri operatori per effettuare telefonate, e roaming dati, che si ha quando avviene la navigazione su Internet; c’è poi il roaming nazionale, ovvero quello che avviene nello stesso territorio di riferimento dell’operatore principale, ed il roaming internazionale, che si verifica quando si è all’estero ed il proprio gestore deve appoggiarsi ad altri operatori per offrire servizi quali voce e dati. In Italia, fra gli operatori principali, vale a dire TIM, TreVodafone e Wind, soltanto Tre utilizza il roaming dati nazionale. L’azienda fornisce infatti ai propri clienti solo una copertura del segnale UMTS (3G e 4G), mentre la connessione GPRS (2.5G) viene fornita da operatori (Wind e TIM).

Per quel che concerne invece il roaming internazionale, bisogna fare ancora un’altra distinzione tra roaming nei Paesi dell’Unione Europea e roaming nel resto del mondo. Nel primo caso, a partire dal 15 giugno 2017 è possibile telefonare, mandare SMS e navigare su Internet in egual maniera a quanto è possibile fare su base quotidiana in Italia, usando tariffe e promo già attive a livello nazionale. L’unica cosa da considerare è che alcuni piani tariffari comprensivi di bundle e/o traffico dati particolarmente corposi fuori dal territorio nazionale potrebbero essere limitati dagli operatori stessi onde evitare abusi. Per quanto riguarda invece il roaming al di fuori dell’Unione Europa, va pagato (ed è anche molto salato!).

Per maggiori dettagli riguardo le varie tipologie di roaming, i costi da sostenere ed anche le eventuali tariffe che è possibile sfruttare al di fuori dell’UE, ti consiglio di leggere il mio articolo dedicato all’argomento mediante cui, appunto, ho provveduto a parlarti della cosa con dovizia di particolari.

Disattivare il roaming

Capito per bene che cos’è il roaming vediamo adesso come fare per disattivarlo sullo smartphone o sul tablet. Per riuscirci, segui le istruzioni ad hoc per le principali piattaforme per device mobile che trovi proprio qui di seguito.

Su Android

Vorresti capire come disabilitare il roaming sul tuo dispositivo Android? Ti spiego subito come procedere. Tutto ciò che devi fare latro non è che accedere alla schermata dello smartphone o del tablet in cui risultano raggruppate tutte le app, recarti in Impostazioni (l’icona a forma di ruota di ingranaggio), pigiare sulla dicitura Altro (o Altre reti) presente sotto la voce Wireless e reti (o sotto quella Connessioni di rete) e disabilitare l’opzione Roaming dati/Roaming dati nazionale nella sezione Reti mobili del pannello. Successivamente pigia su OK per confermare l’esecuzione dell’operazione.

Come disattivare il roaming

Se non riesci a deselezionare l’opzione relativa al roaming molto probabilmente è perché la connessone dati risulta disabilitata. Per rimediare, attivala apponendo il segno di spunta accanto alla voce Connessione dati che trovi sempre nella sezione Reti mobili delle impostazioni di Android oppure richiamano il centro notifiche del dispositivo e pigiando poi sull’icona di Conn. dati (quella con le due frecce) affinché diventi clorata.

Nota: Tenendo conto il fatto che in circolazione ci sono diverse versioni di Android e che spesso i produttori di smartphone applicano delle personalizzazioni al sistema operativo e che non conosco esattamente marca, modello e versione dell’OS da te impiegati, le indicazioni che ti ho appena fornito potrebbero risultare leggermente differenti per il tuo dispositivo. In altri termini, i menu a cui accedere ed i passi da compiere son sempre gli stessi ma le voci possono differire leggermente.

Su iOS

Se stai usando un iPhone oppure un iPad, puoi agire andando a disattivare il roaming recandoti innanzitutto nella home screen del dispositivo e pigiando sull’icona di Impostazioni (quella con la ruota di ingranaggio). Devi poi selezionare la voce Cellulare nella schermata che si apre, pigiare su Opzioni dati cellulare e portare su OFF l’interruttore che trovi accanto alla voce Roaming dati. Fatto!

Come disattivare il roaming

Se non riesci a visualizzare l’opzione Roaming dati nelle impostazioni di iOS molto probabilmente è perché sul tuo dispositivo attualmente non risulta abilitata la connessione dati cellulare. Per rimediare e quindi per procedere alla disattivazione del roaming, attiva momentaneamente la rete dati sul tuo dispositivo. Per riuscirci, recati in Impostazioni > Cellulare e porta su ON l’interruttore presente accanto alla voce Dati cellulare. In alternativa, richiama il centro di controllo effettuando uno swipe dal basso verso l’alto o, se stai usando iPhone X, dall’angolo in alto a destra verso il basso e pigia sul simbolo dell’antenna in modo tale che diventi di colore verde.

Su Windows Mobile

Se invece quello che stai utilizzando è un dispositivo Windows Mobile, quello che devi fare per riuscire a disattivare il roaming è accedere all’elenco delle app, pigiare su Impostazioni, selezionare la voce Rete cellulare, individuare la dicitura Opzioni dati in roaming e scegliere l’opzione non collegare in roaming dal menu sottostante.

Come disattivare il roaming

Tieni presente che se non riesci a visualizzare le voci di cui sopra molto probabilmente è perché non hai abilitato la connessione dati sul tuo dispositivo. Per riuscirci, recati in Impostazioni > Rete cellulare e seleziona Si dal menu che trovi sotto la voce Rete dati.

In caso di problemi

Pur avendo seguito pedissequamente le indicazioni che ti ho fornito nelle precedenti righe non sei ancora risulto a disabilitare la funzione di roaming sul tuo dispositivo? Lo avevi già disabilitato ma ti sei comunque ritrovato a dover sostenere dei costi inattesi? Cerchiamo allora di far fronte anche a questo!

Nel primo caso, vale a dire se per un motivo o per un altro non sei ancora riuscito a disattivare il roaming sul tuo dispositivo, il consiglio che posso darti è quello di provare a dare uno sguardo alle apposite pagine Internet di supporto presenti sui siti ufficiali di Apple (clicca qui), dei vari produttori di smartphone e tablet Android (es. Samsung, Huawei, Lenovo ecc.) e di Microsoft (clicca qui) in base a marca e modello del device in tuo possesso.

Come disattivare il roaming

Puoi provare a dare uno sguardo anche sulle pagine dedicate alla configurazione dei dispositivi presenti sui siti Web dei gestori telefonici nazionali (TIM, Tre, Vodafone e Wind) su cui sono presenti guide passo-passo al riguardo.

Come disattivare il roaming

Un’altra cosa che puoi fare è quella di effettuare una ricerca mirata in rete, ad esempio usando Google, digitando una keyword del tipo disattivare roaming nome dispositivo (al posto di nome dispositivo devi inserire il marca e modello esatti dello smartphone o del tablet in tuo possesso), e consultare i vari risultati di ricerca. Molto spesso è possibile trovare i link a forum dedicati all’argomento con indicazioni dettagliate fornite da altri utenti che si sono trovati a dover far fronte alle tue stesse difficoltà.

Come disattivare il roaming

Nel secondo caso, ovvero se eri riuscito a disattivare io roaming sul tuo dispositivo ma ti sei comunque ritrovato a dover sostenere dei costi aggiuntivi, non posso far altro se non consigliarti di metterti in contatto con il servizio clienti del tuo gestore e di chiedere delucidazioni al riguardo all’operatore con il quale ti ritroverai a parlare. Se non sai come fare, qui sotto trovi i link alle mie guide sull’argomento con tutte le istruzioni del caso.

Tieni infine presente che in alcune circostanze, nonostante la disattivazione del roaming, potrebbero esserti addebitate alcune somme per il traffico effettuato da sistemi come l’A-GPS. In tal caso, puoi procedere così come indicato qui di seguito.

Come disattivare il roaming

  • iOS – Puoi disattivare la localizzazione da GPS, Wi-Fi e rete cellulare accadendo alla home screen, pigiando sull’icona di Impostazioni (quella con la ruota di ingranaggio), selezionando la voce Privacy dalla schermata che si apre, pigiando su Localizzazione e impostando su OFF l’interruttore principale o scegliendo singolarmente per quali app permettere il rilevamento della posizione geografica e per quali invece no.
  • Android – Puoi disattivare la localizzazione tramite la rete mobile accedendo alla schermata del dispositivo in cui risultano raggruppate tutte le applicazioni, facendo tap sull’icona di Impostazioni (quella con la ruota di ingranaggio), selezionando Accesso alla posizione (o Posizione) e rimuovendo la spunta dalla voce Posizione Wi-Fi e rete mobile (o Precisione elevata).