Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come funziona PlayStation Now

di

Hai appena notato che ora PlayStation Now, il servizio di Sony che permette di giocare a un vasto catalogo di titoli in streaming tramite abbonamento, è incluso nel piano PlayStation Plus Premium. In parole povere, Sony ha deciso di unire le due sottoscrizioni, che prima risultavano indipendenti: scelta certamente non di poco conto.

In questo contesto, dunque, sei alla ricerca di indicazioni su come funziona PlayStation Now, dato che non hai ben capito come si sviluppa in questo contesto il servizio di cloud gaming di Sony. Lo capisco perfettamente: la proposta della casa madre di PlayStation è più variegata che mai, quindi può effettivamente subentrare un po’ di “confusione”. In ogni caso, non preoccuparti: sei arrivato nel posto giusto.

Infatti, in questa sede mi appresto ad analizzare l’integrazione di PlayStation Now in PlayStation Plus, spiegando in che modo funziona il tutto e ponendo il focus su come risulta possibile divertirsi con il servizio di cloud gaming di casa Sony (che è poi la questione più importante). Insomma, a me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e soprattutto buon divertimento!

Indice

PlayStation Now: prezzo

PlayStation Now prezzo

Prima di iniziare a spiegarti come funziona PlayStation Now, mi sembra importante effettuare un rapido preambolo relativo al servizio in generale, ponendo il focus sui prezzi.

Ebbene, il costo del PlayStation Now è storicamente stato di 9,99 euro al mese (24,99 euro ogni 3 mesi o 59,99 euro all’anno), ma il 22 giugno 2022 è la data rappresentativa del cambiamento in Europa. A cosa mi riferisco? Come già accennato in apertura, Sony ha unito PlayStation Now a PlayStation Plus. Più precisamente, il servizio di cloud gaming è adesso integrato nel piano PlayStation Plus Premium, proposto a 16,99 euro al mese, 49,99 euro ogni 3 mesi o 119,99 euro all’anno. Questo significa che, se stai cercando di usufruire di una prova gratuita di PlayStation Now, dovresti più che altro dare un’occhiata al mio tutorial su come avere PlayStation Plus gratis.

Che cos’è PlayStation Plus Premium? Si tratta del piano più costoso tra quelli previsti dalla sottoscrizione PlayStation Plus, che include tutti i vantaggi classici di quest’ultimo (due giochi al mese, archiviazione cloud per i giochi, sconti esclusivi e accesso al multigiocatore online), un catalogo di centinaia di giochi scaricabili per PS4 e PS5, versioni di prova a tempo limitato di alcuni giochi e, per l’appunto, l’accesso in streaming nel cloud a titoli per PS1, PS2, PS3, PSP e PS4 (in modo simile a quanto avveniva con il PS Now “classico”).

Qui entra in gioco la questione “vecchi” utenti, spiegata da Sony sulla pagina ufficiale dedicata a PlayStation Now. L’integrazione è stata così architettata: i vantaggi dell’abbonamento “classico” Now vengono inclusi in PlayStation Plus Premium, quindi l’abbonamento “classico” PlayStation Plus che e la sottoscrizione “classica” PlayStation Now sono stati convertiti in PS Plus Premium. Chiaramente tutto è stato gestito informando i diretti interessati, quindi ogni giocatore ha potuto valutare le sue scelte (se si vogliono mantenere i vantaggi di PS Now, bisogna ovviamente puntare al piano Premium di PlayStation Plus).

Passaggio da PS Now a PS Plus

Da quali piattaforme si può giocare in streaming? Da PS4, PS5 o PC. Per quel che concerne i requisiti, basta una buona connessione a Internet, per la precisione una connessione a 5 Mbps o superiore (almeno 15 Mbps per la risoluzione 1080p), un account PlayStation Network e chiaramente di un abbonamento attivo (potresti voler dare un’occhiata alla mia guida su come pagare su PlayStation Store, se non hai mai configurato un metodo di pagamento valido). Questo perché i giochi non vengono eseguiti sulla console PlayStation o sul PC, bensì fatti girare su un apposito computer presente nelle strutture di proprietà di Sony.

In parole povere, sul dispositivo dell’utente viene fatto arrivare unicamente il flusso video del gioco e non bisogna quindi disporre di un hardware prestante per usufruire del servizio, ma piuttosto di una buona connessione a Internet. Infatti, i comandi vengono inviati in pochi millisecondi ai server remoti (la velocità varia a seconda della bontà della connessione in uso), e questi ultimi restituiscono a video la risposta, tutto in streaming e in diretta. Il giocatore ha quindi la sensazione di star giocando normalmente e non si accorge essenzialmente di nulla (se tutto funziona a dovere). In ogni caso, per maggiori dettagli potresti voler fare riferimento al portale ufficiale di PlayStation.

Al netto di questo, in questa sede sui modi in cui solitamente è possibile giocare in streaming con il servizio di Sony. Chiaramente questa tipologia di servizi è in continua evoluzione, quindi ti consiglio di prendere le indicazioni presenti in questa guida come puramente indicative, ma in realtà non dovresti avere troppi problemi nel raggiungere il tuo obiettivo.

PlayStation Now: giochi

PlayStation Now giochi

Per quanto riguarda il catalogo offerto da PlayStation Plus Premium (che ha integrato PS Now), il servizio ad abbonamento comprende centinaia di titoli per PlayStation, PlayStation 2, PlayStation 3, PlayStation Portable (PSP) e PlayStation 4, tranquillamente accessibili sia da PS4 che da PS5 e PC. Insomma, PlayStation Now può risultare interessante sia per effettuare del retrogaming che per dei titoli tutto sommato recenti.

Inoltre, il catalogo è chiaramente in continuo aggiornamento. Ti consiglio in ogni caso di tenere d’occhio il sito Web ufficiale di PlayStation Plus per maggiori dettagli, mentre d’ora in poi nel corso della guida approfondirò il funzionamento generale del servizio di cloud gaming di Sony.

Come funziona PlayStation Now su PlayStation

Come funziona PlayStation Now su PlayStation

Adesso che sei a conoscenza della questione del catalogo offerto in streaming da PlayStation Plus Premium (che ha integrato PS Now), mi sembra interessante spiegarti rapidamente come funzionano generalmente questa tipologia di servizi (ricordo, per completezza d’informazione, che nel campo del cloud gaming esistono anche soluzioni come Google Stadia, NVIDIA GeForce NOW e Xbox Cloud Gaming incluso in Game Pass). Ricordo che, lato console, il servizio è legato a PS4 e PS5. L’esempio più lampante non può che essere quello relativo al “classico” PlayStation Now, indicativo di quanto è semplice giocare in cloud da console PlayStation.

Ebbene, solitamente, dopo aver sistemato tutto a dovere a livello di abbonamento e configurazione della console (ho già spiegato la questione prezzi e requisiti nel primo capitolo del tutorial), ti basta semplicemente accendere la console, spostarti sul riquadro relativo a PS Now (o comunque all’app relativa al cloud), sfruttare il controller a tua disposizione e selezionare, navigando all’interno dei menu legati al catalogo del servizio, il gioco di tua scelta, premendo in seguito sul pulsante Avvia.

Se disponi di una buona connessione a Internet (e dunque puoi evitare possibili artefatti visivi e lag), tutto sarà poi identico all’esperienza classica (ergo, puoi giocare normalmente), fatta eccezione per l’eventuale lista d’attesa in cui potresti rientrare prima di poter giocare. Per fartela breve, potresti dover attendere qualche minuto per entrare in-game, visto che i computer utilizzati da Sony per il servizio di cloud gaming sono ovviamente disponibili in quantità limitata e potrebbero dunque già essere occupati da altri giocatori.

PlayStation Plus

In ogni caso, si tratta di un sistema comodo in quanto permette di non dover scaricare nulla e poter giocare “al volo”, consentendo anche di caricare i salvataggi in cloud, ma ovviamente potresti voler valutare di situazione in situazione se vale la pena passare per questa soluzione o se conviene scaricare il gioco in questione (tieni bene a mente il fatto che PlayStation Plus Premium consente anche di effettuare il “normale download” di determinati titoli).

Come funziona PlayStation Now su PC

Come funziona PS Now su PC

Come dici? Disponi di un PC e vorresti iniziare a giocare ai titoli inclusi in PlayStation Plus Premium da questa piattaforma? Ebbene, i requisiti minimi per il PS Now “classico” sono i seguenti (potresti voler dare un’occhiata ai miei tutorial su come vedere le caratteristiche di un PC e come vedere la velocità di una connessione a Internet).

  • Sistema operativo: Windows 10 o superiore;
  • Processore: Intel Core i3 2.0 GHz o superiore;
  • RAM: 2GB;
  • Spazio di archiviazione: 300MB;
  • Connessione a Internet: almeno 5 Mbps.

Insomma, come puoi notare, non è richiesto un computer particolarmente prestante. Per un’esperienza migliore, tuttavia, Sony consiglia i seguenti requisiti.

  • Sistema operativo: Windows 10 o superiore;
  • Processore: Intel Core i3 3,5 GHz, AMD A10 3,8 GHz o superiore;
  • RAM: 2GB;
  • Spazio di archiviazione: 300MB;
  • Connessione a Internet per flusso 1080p per giochi supportati: almeno 15 Mbps.

Oltre a questo, è necessario disporre di un controller compatibile per giocare: puoi scegliere tra il DualShock ufficiale di Sony e un controller di terze parti con Xinput (a tal proposito potresti voler approfondire il mercato di questa tipologia di accessori tramite le mie guide sui migliori controller per PC e sui migliori controller per PS4). Non posso purtroppo essere più preciso, visto che ogni modello di pad dispone di caratteristiche diverse e quindi ti consiglio di informarti per bene in tal senso.

Controller PC PS Now

In ogni caso, su PC solitamente la procedura per giocare in cloud gaming è molto simile a quella indicata nel capitolo relativo a PlayStation. La differenza principale è che bisogna scaricare un apposito client (scaricabile dal portale ufficiale di Sony e installabile mediante l’apposita procedura guidata), ovvero un programma dedicato, per accedere poi con il proprio account PSN, selezionare il gioco voluto e premere sul tasto Avvia, attendendo in seguito il proprio turno tramite la lista d’attesa (al netto di questo, bisogna fare tutto tramite controller, dato che mouse e tastiera sono supportati solamente per la navigazione dei menu, ma poi in-game bisogna passare per quel metodo di input).

Come disdire PlayStation Now

Come disdire PlayStation Now

Se, magari in seguito alla notizia dell’integrazione di PS Now in PS Plus Premium, hai deciso di disdire l’abbonamento a PlayStation Now (o la sottoscrizione associata), sei approdato nella parte giusta della guida, in quanto mi appresto a fornirti informazioni in tal senso.

A tal proposito, generalmente in questi casi mi sento di consigliarti di procedere da PC, ovvero da browser, in quanto è tutto un po’ più immediato. Per fare questo, collegati al sito ufficiale del PlayStation Store e premi sulla voce Accedi, presente in alto a destra. Dopodiché, inserisci l’ID di accesso (indirizzo email) e la password del tuo account PSN e premi sul tasto azzurro Esegui l’accesso. A questo punto, fai clic sull’icona del tuo account presente in alto a destra e seleziona la voce Gestione abbonamenti.

Adesso, seleziona l’abbonamento di tuoi interesse e premi sulla voce Disattiva rinnovo automatico collocata vicino ad esso, dando poi conferma. Insomma, non c’è nulla di complesso e puoi pur sempre fare riferimento ai miei tutorial specifici su come disdire PlayStation Now e come disattivare PlayStation Plus. Inoltre, potresti voler dare un’occhiata anche alle FAQ ufficiali di Sony.

In caso di dubbi o problemi

Assistenza PlayStation Now

Se hai dei dubbi relativi a PlayStation Now o hai incontrato dei problemi nell’uso del servizio, rivolgiti al centro assistenza di Sony collegandoti a questa pagina Web, premendo poi sul riquadro Abbonamenti e selezionando la sottoscrizione di tuo interesse.

Così facendo, compariranno a schermo tutti i post di supporto del caso. Nel caso in cui tu non riesca a risolvere da solo il problema, ti consiglio però di fare riferimento al mio tutorial su come contattare Sony, in modo che tu possa ottenere assistenza relativa alla tua specifica situazione da parte di esperti.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.