Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come generare un codice a barre

di

Sei alla ricerca di un modo semplice e veloce per creare dei codici a barre da usare a scopo di test ma al momento non sei ancora riuscito a trovare nessuna soluzione gratuita all’altezza del compito? Probabilmente non hai cercato bene, perché io conosco diversi servizi che secondo me fanno proprio al caso tuo.

Come si chiamano? Come funzionano? Calma, c’è tempo per spiegarti tutto in dettaglio. Leggi questa mia guida dedicata a come generare un codice a barre e avrai tutte le informazioni che cerchi in men che non si dica. Rimarrai stupito da quanta poca fatica bisogna fare per ottenere barcode di ogni genere, posso assicurartelo sin da subito.

Allora? Si può sapere che cosa ci fai ancora li impalato? Prenditi qualche minuto di tempo libero tutto per te, mettiti bello comodo e concentrati sulla lettura delle informazioni che trovi proprio qui di seguito. Vedrai, alla fine, potrai dirti ben felice e soddisfatto di quanto appreso! Non mi resta che augurarti una buona lettura!

Indice

Codifico di GS1 Italy

Codico

Se devi generare codici a barre per fini professionali, non puoi che rivolgerti a Codifico, il generatore di codici a barre offerto da GS1 Italy, vale a dire una delle 115 organizzazioni non profit GS1 attive in 150 Paesi nel mondo che promuovono l’utilizzo degli standard GS1, nonché l’unica organizzazione autorizzata a rilasciare prefissi aziendali e codici a barre GS1 (EAN) in Italia.

Entrando più nel dettaglio, GS1 Italy è un’organizzazione non profit che sviluppa standard globali per la comunicazione tra imprese in svariati settori: largo consumo, sanitario, bancario, nella logistica e nella Pubblica Amministrazione. È nata nel 1978, l’anno dopo il lancio del sistema di identificazione standard GS1 (ex EAN) in Europa: all’epoca l’organizzazione si chiamava Indicod ed era formata da 60 imprese associate. Oggi GS1 Italy riunisce 35.000 imprese di beni di largo consumo e aiuta a migliorare i rapporti tra aziende, associazioni, istituzioni e consumatori.

Globalmente, sono 6 miliardi i codici GS1 che vengono scansionati ogni giorno, 100 milioni i prodotti che hanno un codice GS1 e circa 2 milioni le aziende che usano i codici GS1. Capirai, dunque, l’importanza di adottare questo standard anche per la tua attività: qui entra in gioco Codifico.

Codifico è un servizio online molto semplice da usare, funzionante direttamente dal browser (sono consigliati Chrome e Firefox), che permette di assegnare i numeri EAN (ricevuti con l’iscrizione al sistema GS1) ai propri prodotti a peso fisso, assegnare i codici UPC a 12 cifre per gli USA (funzione disponibile solo per le aziende che hanno già un prefisso UPC), codificare imballi e cartoni (sia con GTIN/EAN-13 sia con ITF-14), generare barcode EAN-8 (solo per per le aziende a cui sono stati assegnati questi codici), generare i barcode facilmente senza dover calcolare il check digit, scaricare le immagini dei barcode per la stampa delle etichette, archiviare le anagrafiche dei prodotti (con marca, tipo confezione, quantità e dimensione), mantenere traccia dei numeri EAN assegnati, importare ed esportare in massa le anagrafiche come file Excel, scegliere se assegnare gli EAN manualmente o automaticamente.

Codifico non presenta costi aggiuntivi ed è compreso nella quota annuale di licenza d’uso del sistema GS1. Per accedere al servizio, dunque, ti basta collegarti alla pagina ufficiale, cliccare sul pulsante Accedi a Codifico e inserire le credenziali di accesso che hai ricevuto via email. Se hai smarrito le tue chiavi di accesso, oppure la tua azienda si è iscritta al sistema GS1 Italy prima del 2017, contatta il customer service di GS1 Italy o manda un’email a codifico@gs1it.org.

Se, invece, non sei ancora iscritto al sistema GS1 Italy, clicca sul link Non sei ancora utente del sistema GS1? Iscriviti ora per iniziare a usare i codici a barre per i tuoi prodotti, scegli un’opzione tra Associazione Industrie Beni di Consumo, Associazione Distribuzione Moderna e Contratto di servizio e segui le semplici indicazioni su schermo per inoltrare la tua domanda di iscrizione.

Una volta ultimata l’iscrizione, riceverai un foglio Excel con i 1.000 numeri univoci e autentici per la creazione dei codici EAN-13 per i prodotti a peso fisso, il numero di identificazione dell’azienda nel sistema GS1 in tutto il mondo (grazie al quale l’azienda potrà sviluppare i codici per gli imballi/cartoni, i codici per i pallet e i codici per le entità fisiche GS1 GLN), le credenziali per accedere alla tua area privata e a Codifico, il certificato in inglese di appartenenza al sistema GS1, tre verifiche gratuite per essere certi che la stampa dei codici GS1 sia corretta e leggibile, la partecipazione gratuita ai corsi sulla codifica GS1 di base e la guida pratica per l’uso corretto dei codici GS1.

Insomma, il servizio Codifico di GS1 Italy si tratta anche di un’ottima soluzione che puoi mettere in pratica se vuoi generare un codice a barre per Excel. Per tutti i dettagli sul funzionamento di Codifico, ti invito a consultare il manuale presente sul sito ufficiale: lo puoi scaricare cliccando sul link Scarica collocato sotto la voce Codifico: manuale utente.

Come creare un codice a barre gratis

Se il tuo obiettivo è quello di creare un codice a barre gratis con il tuo smartphone o tablet, tutto quello che devi fare è prendere in considerazione le soluzioni che ho preparato per te qui di seguito. Sicuramente troverai qualche strumento che fa al caso tuo.

Binary Eye (Android)

Come creare un codice a barre gratis

Se cerchi un’app per Android che ti consenta di creare dei codici a barre facilmente e in modo completamente gratuito, ti consiglio allora di dare uno sguardo all’app Binary Eye. Si tratta di un’app semplice da utilizzare, senza pubblicità, senza micro-transazioni e, soprattutto, open source (il che assicura l’assenza di contenuti lesivi per la privacy).

Puoi scaricarla sul tuo smartphone o tablet Android direttamente dal Play Store, facendo clic sul tasto Installa, oppure da store alternativi. Dopo che hai scaricato e installato l’app sul tuo dispositivo, avviala facendo tap sulla sua icona che trovi in home screen o nel drawer.

All’avvio di Binary Eye ti viene richiesto l’accesso alla fotocamera del dispositivo. Si tratta di un permesso che puoi concedere, se vuoi utilizzare la funzionalità di scansione dei codici; in caso contrario puoi anche negare il consenso se il tuo obiettivo è soltanto quello di generare codici a barre.

Fatto ciò, nella schermata principale di quest’app, fai tap sull’icona + e, tramite il menu a tendina in alto, seleziona la tipologia di codice a barra che vuoi generare (ad esempio EAN 8 o EAN 13). Sposta poi la barra relativa alla grandezza in pixel del codice a barre generato e digita poi il numero da assegnare, nella casella Contenuto.

Adesso, non ti resta che premere sull’icona > in basso per generare il codice a barre, che puoi salvare sul tuo dispositivo Android tramite l’icona del dischetto in alto oppure copiarlo nella clipboard, tramite l’icona delle pagine sovrapposte.

Barcode Generator (iOS/iPadOS)

Barcode Generator

Se vuoi generare dei codici a barre tramite il tuo iPhone o iPad, puoi affidarti all’app Barcode Generator: si tratta di un’app gratuita e senza pubblicità che consente di generare codici a barre di tantissimi formati (EAN-8, EAN-13, ISBN, QR Code, ecc.).

Per utilizzarla, fai tap su questo link direttamente dal tuo dispositivo Apple, così da reindirizzarti direttamente sulla scheda di Barcode Generator sull’App Store. Fatto ciò, fai tap sul tasto Ottieni e sblocca il download e l’installazione tramite il Face ID, il Touch ID o la password dell’ID Apple.

Nella schermata principale dell’app, premi sul tasto Generate Barcode e, nella casella Enter your data, inserisci il numero del codice a barre. Tramite la casella in basso, invece, tap su di essa e usa il selettore per scegliere la tipologia di codice a barre (ad esempio EAN13Code). Infine, premi sul tasto Create, per generare il codice a barre.

Puoi salvare una copia dei codici a barre premendo sul tasto Save e poi accedere all’elenco di tutti i codici a barre salvati facendo tap sul pulsante Saved Data. Tramite questa sezione puoi facilmente stampare o esportare nella galleria immagini di iOS/iPadOS i codici a barre generati.

Altre app per creare codici a barre

smartphone

Oltre all’app che ti ho suggerito nel capitolo precedente, devi sapere che sullo store degli smartphone e tablet Android (Play Store), così come in quello di iPhone e iPad (App Store), puoi trovare tantissime alternative gratuite, freemium o a pagamento per riuscire a generare un codice a barre.

Devi però fare attenzione a cosa scarichi sul tuo dispositivo, sia perché potresti ritrovarti un’app molto invasiva in termini di pubblicità mostrata, sia perché potresti esporre i tuoi dati personali a pericoli sulla sicurezza.

In linea generale, quindi, anche se ci sono moltissime soluzioni a cui puoi attingere per creare i tuoi codici a barre su smartphone e su tablet, il mio consiglio è quello di valutare al meglio la qualità dell’app in base ai permessi che ti vengono richiesti per essere utilizzate e alle recensioni che leggi nelle pagine dei profili delle app stesse.

Se vuoi comunque approfondire l’argomento con alcune soluzioni che puoi utilizzare per raggiungere il tuo obiettivo, così come leggere maggiori informazioni sui codici a barre, ti consiglio la lettura di questo mio tutorial dedicato appunto a questi argomenti. In alternativa, puoi sempre adoperare una delle soluzioni online che trovi nel prossimo capitolo, così da non dover installare nulla sul tuo dispositivo!

Come generare un codice a barre online

Non vuoi installare alcuna app sul tuo telefono/tablet o sul tuo PC? In questo caso, puoi utilizzare uno dei tantissimi tool per generare codici a barre. Trovi tutto ciò che ti serve nei prossimi capitoli.

Online Barcode Generator

Come generare un codice a barre

Se hai bisogno di generare un codice a barre per scopi semi-professionali e/o di test, non posso che consigliarti di visitare il sito Internet Online Barcode Generator. Si tratta di un servizio online in lingua inglese (ma molto facile da usare) che permette di creare codici a barre usando varie codifiche e applicando numerose personalizzazioni a essi. Tutto a costo zero.

Per realizzare un codice a barre con Online Barcode Generator, non devi far altro che collegarti all’home page del sito e selezionare lo standard da utilizzare dal menu a tendina Barcode. Ad esempio, se vuoi generare codice a barre ISBN, seleziona la corrispondente voce ISBN dal menu a tendina Barcode.

Compila quindi i campi che trovi in corrispondenza delle voci Contents, Options e Additional parameters con tutti i dettagli del codice a barre che intendi creare e clicca sul pulsante Make Barcode per generare il tuo codice a barre.

Una volta visualizzato il codice a barre ottenuto (nella parte bassa della pagina), potrai scegliere di salvare quest’ultimo sul tuo computer in vari formati di file cliccando sulle voci EPS, PNG e JPEG. Come vedi, tutto molto facile e veloce. Proprio come ti avevo promesso!

Generatore online di codici a barre

Come generare un codice a barre

Altro servizio da prendere in considerazione è Generatore online di codice a barre. Non è molto dissimile dalla soluzione che ti ho già proposto nel capitolo precedente, ma offre un più ampio margine di scelta in fatto di formati disponibili per il download. Ad ogni modo, provalo e scopri subito se fa al caso tuo.

Per servirtene, collegati alla sua pagina principale e seleziona la tipologia di codice a barre da generare dal menu che trovi in corrispondenza della voce Scelta di codici a barre. Ad esempio, se vuoi generare codice a barre EAN 13, scegli il formato EAN 13 tra le opzioni che trovi nel menu Scelta di codici a barre.

Fatto ciò, puoi impostare anche tutte le proprietà compilando i campi e selezionando le opzioni che trovi sotto la dicitura Valore e le proprietà. Per concludere, fai clic sul bottone Creare codi a barre che si trova a destra e, nella nuova finestra del browser che a questo punto andrà ad aprirsi, seleziona il formato in cui intendi effettuare il download del barcode sul tuo computer. Facendo invece clic sulla dicitura Stampa di codici a barre puoi richiamare direttamente la funzione di stampa.

BarCodesInc

Come generare un codice a barre

Se invece ti interessa generare un codice a barre per ragioni meno professionali (ad esempio con il tuo nome, per divertirti con gli amici sui forum e sui social network) puoi avvalerti dell’uso di BarCodesInc.

Mi chiedi come si utilizza? Nulla di più semplice. Tanto per cominciare collegati all’home page del suo sito Web, digita il tuo nome (o qualsiasi altro testo che vuoi visualizzare nel codice a barre) nel campo Your text e fai clic sul pulsante Generate Barcode per ottenere il tuo barcode da condividere subito online con gli amici attraverso i link e i codici che compaiono cliccando sulla voce Link or embed this barcode.

Se invece vuoi scaricare sul tuo computer il barcode ottenuto sotto forma di immagine, fai clic sull’anteprima del codice a barre, fai clic destro sull’immagine del balcone nella nuova pagina Web che si apre e seleziona l’opzione per effettuare il salvataggio dell’immagine sul tuo computer. Il codice a barre verrà salvato come immagine in formato PNG.

Puoi anche personalizzare più in dettaglio il codice a barre da generare, cliccando sulla voce Advanced Options e impostando standard del codice a barre, dimensioni, font utilizzato, formato dell’immagine, ecc. tramite gli appositi menu.

Barcode.tec.it

Come generare un codice a barre

Cerchi una soluzione alternativa che ti consenta di generare un codice a barre direttamente dal browser Web? Bene, allora da’ subito uno sguardo al generatore di codici a barre di Barcode.tec.it e vedrai che non te ne pentirai. È gratis, semplice e offre anche alcune opzioni per la personalizzazione dei barcode.

Utilizzarlo è un vero e proprio gioco da ragazzi. Innanzitutto collegati alla pagina principale del servizio online e seleziona il tipo di codice a barre che ti interessa generare dal menu presente sulla sinistra. Compila ora il campo Dati a destra digitando i dati relativi al codice a barre e vedrai subito apparire un’anteprima del barcode sulla destra.

Ad esempio, se vuoi generare il codice a barre del codice fiscale, seleziona la voce Code-39 Full ASCII nella sezione Codici Lineari dal menu laterale. Nel campo Dati inserisci invece il codice fiscale per il quale vuoi generare il codice a barre.

Cliccando sull’icona a forma di ingranaggio puoi inoltre applicare eventuali personalizzazioni al codice a barre (ad esempio puoi selezionare il formato in cui salvare l’immagine, la risoluzione ecc.). Da qui, facendo clic sul menu Impostazioni sempre in alto a destra puoi selezionare le opzioni Colori e Avanzato per apportare ulteriori cambiamenti. A modifiche completate clicca sul bottone Chiudi in basso a destra.

Successivamente potrai scaricare il codice a barre sul tuo computer semplicemente facendo cilc sul pulsante Scarica. Se anziché effettuare il download del codice preferisci condividerlo in rete, clicca sull’icona con le due pagine collocata nella parte in alto a sinistra dell’anteprima, copia il collegamento che trovi sotto la dicitura Link per questa immagine del codice a barre e incollalo ove ritieni più opportuno.

Articolo realizzato in collaborazione con GS1 Italy.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.