Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come risalire dal codice a barre

di

Sei curioso di scoprire informazioni su un prodotto utilizzando semplicemente il codice a barre? Magari intendi usare il codice a barre per trovare un prodotto identico a uno che ti hanno regalato o che hai acquistato molto tempo fa e di cui non ricordi più il produttore, o magari vuoi recuperarne il prezzo online. Ma è davvero possibile tutto questo avendo il solo codice a barre? Ebbene, la risposta è sì e, se vuoi, in questa guida ti spiegherò tutto quello che c’è da sapere sull’argomento.

Se vuoi sapere come risalire dal codice a barre a informazioni quali l’identità di un prodotto, l’azienda produttrice o addirittura i suoi prezzi di vendita al pubblico, puoi riuscirci senza troppi problemi. Pensa che probabilmente hai già tutti gli strumenti che ti servono in tasca. Esatto, mi sto riferendo proprio al tuo smartphone, ma come avrai modo di leggere in questa mia guida, non è il solo strumento che può tornare utile per risalire dal codice a barre.

Non ti resta, dunque, che dedicare qualche minuto alla lettura di questo tutorial, in modo da scoprire le soluzioni che hai dalla tua e adoperarle al meglio. Sarai così perfettamente in grado di risalire a un prodotto, al suo produttore e/o al suo prezzo partendo dal solo codice a barre. Sei pronto per iniziare? Bene, allora non mi resta altro che augurarti buona lettura e buona scansione!

Indice

Informazioni preliminari

Cosa è un codice a barre

Prima di risalire a informazioni su un prodotto tramite codice a barre, credo sia importante mettere in chiaro di cosa si tratta e che tipo di informazioni può contenere.

Ebbene, questa codifica grafica, inventata nel 1950, è ad oggi ancora popolare per la sua versatilità ed economicità. Infatti, grazie al codice a barre (detto anche bar code o barcode) è possibile rappresentare dati tramite linee parallele di diverso spessore alternate a spazi, in modo tale da assegnare a queste barre e spazi dei codici numerici direttamente interpretabili dai processori.

Il codice a barre viene infatti decodificato da appositi lettori (lettori ottici o lettori di codici a barre) per riportare l’informazione in un formato più immediato da leggere, come i numeri per l’appunto.

Questa “traduzione” del codice a barre da parte di appositi lettori, può oggi essere fatta anche da smartphone e tablet, a patto che siano muniti di apposite app. Avere uno smartphone o un tablet non è l’unico modo, però, per riuscire in questo intento, perché sul Web esistono anche alcuni specifici database liberamente consultabili per risalire, tramite codice a barre, a un prodotto, al suo produttore o anche al prezzo.

In questa guida ti aiuterò, dunque, a capire come risalire dal codice a barre a tutte le informazioni citate poc’anzi. I risultati, purtroppo, non sono garantiti al 100% (ad es. i codici a barre alfanumerici non sempre si riescono a identificare correttamente), in ogni caso le percentuali di successo sono abbastanza alte e trovi tutte le informazioni di cui hai bisogno qui sotto. Se, invece, vuoi approfondire come funzionano i codici a barre, consulta il mio articolo dedicato all’argomento.

Come risalire dal codice a barre al prodotto

Usare il codice a barre per risalire al produttore

Bene, è arrivato il momento di passare all’azione e ricavare informazioni utili risalendo dal codice a barre di un prodotto. In questo primo capitolo ti spiegherò come puoi risalire a un prodotto a partire dal suo codice a barre. Esistono metodi differenti per riuscirci, come servizi online e specifiche applicazioni per smartphone e tablet: eccone alcuni tra i più interessanti.

Google (Web)

Risalire dal codice a barre con Google

Il punto di riferimento di tutte le ricerche su Internet, non di rado considerato alla stregua di un vero e proprio oracolo, anche nel caso della ricerca dei codici a barre l’alleato numero uno è ancora una volta Google. Il motore di ricerca di Mountain View è preciso e affidabile anche quando si cercano informazioni partendo dai barcode.

Devi sapere che grazie ai numeri posti sotto le barre nere verticali di un codice a barre, è possibile effettuare delle ricerche su Google per identificare in breve tempo il prodotto.

Curioso di provare? Beh, allora collegati subito alla pagina principale di Google, munisciti di un codice a barre e digita la serie numerica corrispondente nella barra di ricerca, quindi schiaccia il tasto Invio della tastiera per avviare la ricerca.

I risultati mostrati identificano il prodotto con immagini e link a pagine e articoli dedicati, pertanto è semplice scoprire informazioni di base come qual è il prodotto, ma anche il produttore e il prezzo relativo.

Il mio suggerimento, quindi, è quello di “investigare” i risultati di ricerca se non riesci subito a capire di che prodotto si tratta. Tuttavia, nella stragrande maggioranza dei casi i risultati di Google tramite codice a barre sono quasi sempre molto esaustivi.

Online barcode reader (Web)

Risalire dal codice a barre con Online barcode reader

Un servizio alternativo a Google, anch’esso gratuitamente disponibile online è Online barcode scanner. Il suo utilizzo è simile a quello di uno scanner di codici a barre, con la differenza che va caricata una foto del codice per essere processata dal servizio. È anche possibile specificare un URL al prodotto per effettuare una ricerca.

Utilizzarlo è semplicissimo, dopo esserti collegato alla pagina principale del servizio, clicca sul bottone Scegli file, accanto alla dicitura Upload a file, quindi naviga nelle cartelle del tuo computer fino all’immagine con il codice a barre da “scansionare”. Nel caso in cui non disponessi di un’immagine ma invece hai un link a una foto del prodotto che mostra il codice a barre, copia e incolla il link nel box accanto alla scritta Or enter a URL.

Dopo questi semplici passaggi, ecco che cliccando sul tasto Start ti viene mostrata una nuova pagina con le informazioni sul codice a barre inserito. Ricorda soltanto di fornire al servizio immagini di buona qualità, preferibilmente il meno sfocate possibili.

QR Barcode Scanner (Android/iOS/iPadOS)

Proseguire con la ricerca Web dall'app QR Barcode Reader

Se sei in cerca di uno strumento tascabile e sempre a disposizione per scansionare codici a barre (ma anche codici QR), allora ho quello che fa al caso tuo. Mi sto riferendo all’applicazione QR Barcode Scanner, disponibile per Android (anche su store alternativi) e iPhone/iPad. Di base gratis, ma con banner pubblicitari (poco invasivi, rimovibili a pagamento).

L’applicazione è scaricabile seguendo la solita procedura. Apri, dunque, lo store del tuo telefono, cercala al suo interno, selezionala dai risultati della ricerca (oppure premi direttamente sui link che ti ho fornito poc’anzi, se stai leggendo direttamente dal tuo dispositivo mobile) e premi sul pulsante Installa/Ottieni. Se usi iPhone o iPad, potrebbe esserti chiesto di verificare la tua identità tramite Face ID, Touch ID o password.

Una volta aperta, l’applicazione potrebbe richiedere il consenso di utilizzo della camera e l’accesso ai file multimediali del tuo dispositivo, quindi fai tap su Consenti e inizia subito a scansionare.

Da questo momento infatti, la fotocamera del tuo dispositivo funge esattamente da lettore di codice a barre, per cui inquadrandone uno puoi immediatamente avviare la scansione. Per scansionare codici già fotografati o salvati in Galleria, puoi premere l’icona con le montagne stilizzate, in alto al centro, e sfogliare gli album di immagini salvate nel dispositivo. Dopo aver fatto tap su una di esse, l’applicazione procede alla scansione.

Al termine di questa operazione, puoi selezionare diverse opzioni, tra cui Product search e Web search: entrambe le funzioni sono utili per fare una ricerca online del prodotto. Dai pulsanti in alto, quello con il cursore per la scrittura e la stella, è possibile assegnare un nome al codice a barre e aggiungerlo ai preferiti.

Come vedi l’utilizzo di questo lettore di codici a barre è semplicissimo, ma se desideri provarne altri ti rimando al mio articolo dedicato, dove ti descrivo altre applicazioni simili e altrettanto pratiche.

Come risalire al produttore dal codice a barre

Risalire dal codice a barre al produttore

Se stai cercando un modo per risalire al produttore partendo dal codice a barre, posso anche in questo caso consigliarti dei metodi facili e immediati.

In realtà, gli strumenti che ti ho già suggerito adempiono perfettamente anche a tale scopo: è possibile, ad esempio, risalire al produttore anche utilizzando Google. Non a caso, per molti prodotti uno dei primi risultati è proprio quello ufficiale del produttore, da cui è possibile ottenere informazioni dettagliate.

Altro metodo efficace è quello di ricorrere a servizi Web o app per la scansione dei codici a barre, esattamente come ti ho spiegato per Online barcode reader da cui puoi caricare un’immagine di un codice a barre per poi avviare una ricerca Web, oppure come nel caso dell’app per Android e iOS, da cui poter fare la stessa cosa ma con la comodità di usare la fotocamera del proprio smartphone o tablet.

Tuttavia, esistono anche altre soluzioni che puoi prendere in considerazione, come quelle che trovi di seguito.

GS1 Italy – Ricerca per codice a barre (Web)

Risalire dal codice a barre al produttore con GS1 Italy

Uno strumento particolarmente potente e utile per risalire al produttore da un codice a barre è quello messo gratuitamente a disposizione dal sito ufficiale di GS1 Italy, l’associazione senza scopo di lucro orientata allo sviluppo di un sistema di standard progettati per migliorare l’efficienza della filiera domanda-offerta, tra cui proprio il codice a barre.

Dopo esserti collegato all’indirizzo che ti ho fornito, procedi dunque scrivendo nella barra di ricerca il numero corrispondente al codice a barre, quindi spunta con un clic del mouse il controllo Non sono un robot, segui le indicazioni a schermo (se richiesto, per confermare di essere un utente reale) e fai clic sul pulsante Cerca.

In breve tempo il sito ti restituirà il risultato della ricerca, più in basso, riportando in una tabella il numero GLN, il nome dell’azienda che ha codificato il prodotto e il codice GCP. Ed ecco fatto, niente di più semplice, non credi? Adesso non ti resta che cercare tutti i codici a barre che vuoi e individuare così il produttore, sotto la voce Azienda nella tabella dei risultati.

Come risalire al prezzo dal codice a barre

Come risalire dal codice a barre al prezzo

Dopo averti spiegato come risalire al prodotto e al produttore partendo dal codice a barre, per completezza adesso ti spiego anche come fare per risalire dal codice a barre al prezzo.

La procedura non è affatto difficile dato che arrivato a questo punto ti basta applicare i metodi che ti ho già descritto. Ad esempio, cercando il codice a barre digitandone il numero su Google, dopo aver identificato il prodotto puoi scriverne il nome sempre nella barra di ricerca dello stesso motore, con l’accortezza però di aggiungere il simbolo . Grazie all’inclusione di questo simbolo i risultati restituiti da Google saranno più attinenti al prezzo proposto dai siti di e-commerce.

Ovviamente niente ti vieta di provare la stessa tecnica di ricerca dopo aver identificato il prodotto tramite il servizio Online barcode reader, oppure utilizzando l’app di cui ti ho parlato. In entrambi i casi, dopo aver ottenuto il nome del prodotto, puoi eseguire una ricerca su Google aggiungendo il simbolo “euro”.

In alternativa, puoi cercare i prodotti di tuo interesse su siti di comparazione prezzi, come quelli di cui ti ho parlato nel mio tutorial dedicato al tema.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.