Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come mettere il Face ID su Instagram

di

Ci risiamo: hai prestato per qualche minuto l’iPhone a un amico e questo non ha perso l’occasione di ficcare il naso nel tuo account Instagram. Se vuoi un suggerimento, per evitare che ciò accada di nuovo, imposta un bel sistema di protezione per l’accesso all’app: sono sicuro che in questo modo riuscirai a risolvere.

Come dici? Ci avevi già pensato e, a tal proposito, ti piacerebbe capire se è possibile preservare l’accesso a Instagram tramite Face ID? Beh, la risposta è… nì! Mi spiego meglio: l’app ufficiale del noto social network fotografico (a differenza di WhatsApp, per esempio) non prevede il supporto diretto al Face ID, ma agendo dalle impostazioni del sistema operativo è possibile comunque bloccare gli accessi non autorizzati all’applicazione. E ti dirò di più: è possibile riuscirci non solo su iPhone, ma anche su alcuni dispositivi basati su Android.

In che modo? Continua a leggere e lo scoprirai! Posizionati bello comodo, prendi il tuo smartphone e inizia a mettere in pratica le istruzioni su come mettere il Face ID su Instagram che trovi proprio qui di seguito. Sono certo che, alla fine, potrai dirti ben contento e soddisfatto dei risultati ottenuti. Che ne dici, scommettiamo?

Indice

Informazioni preliminari

instagram

Prima di entrare nel vivo del tutorial, andandoti a illustrare come mettere il Face ID su Instagram, è mio dovere fornirti alcune informazioni preliminari al riguardo.

In primo luogo, tieni presente che il Face ID è un metodo di sblocco tramite riconoscimento facciale sviluppato da Apple e introdotto sul mercato con il lancio di iPhone X. È stato poi implementato nei successivi modelli di iPhone di fascia alta e sugli iPad Pro e, oltre che sbloccare il dispositivo, permette di autorizzare l’esecuzione di alcune operazioni senza dover digitare il codice di sblocco.

Il supporto al Face ID è stato poi implementato anche in alcune applicazioni, come ad esempio WhatsApp, al fine di impedire l’accesso alle stesse da parte di soggetti non autorizzati.

Ebbene, come accennato anche in apertura del post, al momento Instagram non offre supporto diretto al Face ID, tuttavia è possibile proteggere l’accesso all’app con un codice tramite una funzione apposita di iOS, la quale permette di regolare l’accesso alle applicazioni e bloccarlo dopo un determinato tempo di utilizzo. Certo, non è proprio come sbloccare l’accesso all’app in maniera diretta con il riconoscimento facciale, ma rappresenta comunque una buona alternativa.

Lo sblocco tramite riconoscimento di Instagram e altre app è invece disponibile su alcuni dispositivi Android, anche se in questo caso non è corretto parlare di “Face ID”, in quanto tecnologia proprietaria di Apple, diversa da quella implementata sui device del robottino verde. Tutto chiaro fin qui? Bene, allora proseguiamo.

Come si mette il Face ID su Instagram

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, direi che possiamo finalmente passare all’azione e andare a scoprire come mettere il Face ID su Instagram. Trovi spiegato tutto dettagliatamente qui di seguito.

Su iOS

Tempo di utilizzo iOS

Se possiedi un iPhone, come ti dicevo, mettere il Face ID su Instagram non è possibile. Puoi valutare, però, di usare una funzione alternativa inclusa nel sistema operativo dello smartphone Apple: Tempo di utilizzo.

Qualora non ne avessi mai sentito parlare, ti informo che è una funzione grazie alla quale si possono monitorare e limitare i tempi d’uso delle app in base alle rispettive categorie d’appartenenza. Servendotene, quindi, puoi limitare l’accesso giornaliero a Instagram bloccando l’app con un codice dopo un determinato numero di ore e/o di minuti di utilizzo, anche in specifici giorni della settimana.

Per configurare il funzionamento di Tempo di utilizzo con Instagram, prendi il tuo iPhone, sbloccalo, accedi alla home screen e fai tap sull’icona delle Impostazioni (quella a forma di ruota d’ingranaggio). Nella schermata che adesso visualizzi, sfiora la dicitura Tempo di utilizzo, seleziona l’opzione Utilizza codice “Tempo di utilizzo” e imposta il codice di quattro cifre che vuoi usare per bloccare l’accesso a Instagram.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, fai tap sulla voce Limitazioni app, sfiora la dicitura Aggiungi limitazione di utilizzo e immetti il codice impostato precedentemente. Nella nuova schermata visualizzata, fai tap sulla freccia che trovi in corrispondenza della categoria Social per espandere quest’ultima, seleziona Instagram dall’elenco proposto e sfiora la voce Avanti presente in alto a destra.

A questo punto, puoi procedere andando a impostare il limite di utilizzo dell’applicazione, indicando ore e/o minuti tramite il menu preposto (il minimo è 0 ore e 1 minuto). Se vuoi definire anche i giorni della settimana in cui bloccare l’accesso all’app, fai tap sulla voce Personalizza giorni che compare in basso e intervieni sulle opzioni disponibili. Per confermare e applicare le modifiche, fai tap sulla voce Aggiungi situata in cima allo schermo.

A partire da questo momento, ogni volta che l’app di Instagram verrà aperta, una volta trascorso il numero di ore e/o di minuti definiti (nei giorni eventualmente indicati), verrà abilitato il blocco della stessa. Quando si verificherà ciò, sullo schermo dell’iPhone comparirà un apposito avviso indicante la cosa. Per chiuderlo, sarà sufficiente premere sul pulsante OK.

Di tanto in tanto, ti segnalo che sarà possibile prolungare di un minuto l’uso dell’applicazione, sfiorando il pulsante Richiedi più tempo mostrato all’avvio della stessa. Trascorso questo lasso di tempo, l’app risulterà nuovamente bloccata e non si potrà usare fin quando non si immetterà il codice di sblocco corretto.

Quando e se lo riterrai opportuno, potrai disattivare il blocco di Instagram tramite Tempo di utilizzo, recandoti nuovamente nella sezione Impostazioni > Tempo di utilizzo > Limitazioni app di iOS, selezionando la voce Instagram, digitando il codice impostato in precedenza, scegliendo l’opzione Elimina limitazione posta in basso e sfiorando la dicitura Elimina limitazione che trovi nel menu che compare.

Su Android

Blocco con riconoscimento facciale Huawei

Possiedi un dispositivo Android? Allora potresti poter bloccare l’accesso a Instagram (e altre app) tramite riconoscimento facciale usando una funzionalità predefinita del dispositivo. Dico potresti, poiché la funzione in oggetto non è disponibile su tutti i device con sistema di sblocco facciale. Io, ad esempio, ho un P40 di Huawei e questa funzione è inclusa.

Per verificare anche se il tuo smartphone offre una funzione del genere, prendilo, sbloccalo, accedi alla home screen e/o al drawer e seleziona l’icona delle Impostazioni (quella con la ruota d’ingranaggio).

Nella schermata successiva, recati nella sezione Dati biometrici e password (ti indico le voci presenti nel mio smartphone Huawei, ma sul tuo potrebbero essere leggermente diverse), quindi su Riconoscimento del viso, immetti il codice di sblocco del dispositivo (o configuralo, qualora non l’avessi ancora impostato), premi sulla voce per configurare il riconoscimento del viso e segui le indicazioni su schermo (devi farti inquadrare dalla fotocamera frontale del telefono per qualche secondo).

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, scegli di usare il riconoscimento del volto per sbloccare il dispositivo e per accedere al blocco app (attivando le relative levette e dando conferma) e aggiungi Instagram alla lista delle applicazioni da proteggere con il riconoscimento facciale, recandoti nel menu Impostazioni > Sicurezza > Blocco App del dispositivo e spostando su ON la levetta relativa a Instagram.

D’ora in avanti, ogni volta che avvierai Instagram, per accedere all’applicazione dovrai far riconoscere il tuo volto allo smartphone. Lo sblocco risulterà attivo fin quando non spegnerai lo schermo del dispositivo, quindi per bloccare nuovamente l’accesso a Instagram ti toccherà spegnere il display del telefono.

Qualora dovessi ripensarci, potrai disattivare il blocco dell’app tornando nel menu Impostazioni > Sicurezza > Blocco App e spostando su OFF la levetta relativa a Instagram.

Se lo smartphone Android che possiedi, pur supportando il riconoscimento facciale, non offre una funzione per bloccare l’accesso alle app tramite quest’ultimo, potresti ovviare alla cosa rivolgendoti ad alcune app di terze parti, adibite a tal scopo. Personalmente, però, ti sconsiglio di usarle.

Difatti è sempre bene evitare soluzioni di terze parti quando si tratta di funzioni “delicate” come il blocco delle app, in quanto potrebbero celare potenziali rischi per la privacy e, restando attive in background, spesso finiscono con l’appesantire il funzionamento generale del dispositivo.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.