Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come ricaricare HYPE con Postepay

di

Dopo aver letto la mia guida su come registrarsi su HYPE, non solo sei riuscito ad aprire il tuo conto su questa piattaforma ma anche a richiedere la carta fisica che permette di pagare nei negozi e prelevare in contanti presso un qualsiasi ATM. Tutti i tuoi tentativi di effettuare una ricarica HYPE utilizzando la tua Postepay, invece, non hanno dato l’esito sperato e, per questo motivo, vorresti nuovamente il mio aiuto per riuscire nel tuo intento.

Le cose stanno così, dico bene? Allora lasciati dire che oggi è il tuo giorno fortunato! Con questa guida, infatti, ti spiegherò come ricaricare HYPE con Postepay fornendoti tutte le indicazioni del caso. Prima però sarà mia premura indicarti quali sono i costi di commissione applicati per ogni singola operazione e quali sono i limiti di ricarica imposti dal servizio.

Come dici? È proprio quello che volevi sapere? Allora non perdiamo altro tempo in chiacchiere e passiamo sùbito all’azione. Coraggio: mettiti comodo, prenditi tutto il tempo che ritieni opportuno e dedicati alla lettura dei prossimi paragrafi. Segui attentamente le indicazioni che sto per darti, prova a metterle in pratica e ti assicuro che, in men che si dica, riuscirai a ricaricare il tuo conto HYPE. Buona lettura! Maggiori informazioni su HYPE

Indice

Costi per ricaricare HYPE con Postepay

HYPE

Prima di entrare nel vivo di questo tutorial e spiegarti, per filo e per segno, come ricaricare HYPE con Postepay, potrebbe esserti utile sapere quali sono i costi per effettuare una ricarica utilizzando la celebre carta ricaricabile di Poste Italiane.

Per prima cosa, devi sapere che puoi ricaricare il tuo conto utilizzando una qualsiasi carta del circuito Visa (compresa Postepay) o MasterCard emessa in Italia e con il protocollo 3D Secure attivo (a tal proposito, potrebbe esserti utile la mia guida su come attivare 3D Secure), a patto che la carta in questione non sia già collegata a un altro conto HYPE.

Per quanto riguarda i costi di ricarica, se hai attivato un conto HYPE Start (il conto gratuito di HYPE), a ogni singola ricarica effettuata con una carta di credito/debito viene applicata una commissione di 0,90 euro.

Se, invece, hai attivato HYPE Plus (il conto a pagamento di HYPE che ha un costo di 1 euro/mese) oppure HYPE Premium (9,90 euro/mese), sarai contento di sapere che puoi effettuare ricariche a costo zero fino al 30 giugno 2020 e, successivamente, usufruire di 3 ricariche gratuite al mese. Superato tale limite, ogni ricarica ha un costo di 0,90 euro. Per maggiori informazioni, puoi dare un’occhiata alla mia guida su come passare da HYPE a HYPE Plus.

Maggiori informazioni su HYPE PlusMaggiori informazioni su HYPE Premium

Infine, ti segnalo che è possibile effettuare un massimo di due ricariche al giorno e che il limite di ricarica giornaliero utilizzando una carta di credito/debito è di 250 euro.

Come ricaricare conto HYPE con Postepay

Ricarica HYPE con Postepay

Fatta la doverosa premessa iniziale sui costi di ricarica, sei pronto per ricaricare il conto HYPE con Postepay. Tutto quello che devi fare è avviare l’app del servizio per dispositivi Android o iPhone, collegare la Postepay da utilizzare per la ricarica al tuo conto HYPE e indicare l’importo da ricaricare.

Per procedere, prendi il tuo smartphone, avvia l’app di HYPE e, se ancora non lo hai fatto, accedi al tuo conto inserendone la password nel campo apposito. Fatto ciò, premi sul pulsante +, in alto a destra, seleziona l’opzione Con altra carta e, nella schermata Ricarica HYPE, specifica i dati della tua Postepay.

Inserisci, quindi, i dati richiesti nei campi Nome carta, Numero carta, Data di scadenza e CVV (il codice di tre cifre riportato sul retro della Postepay) e fai tap sul pulsante , in alto a destra, per collegare la carta in questione al tuo conto HYPE.

A questo punto, inserisci l’importo della ricarica nel campo Importo (minimo 1 euro e massimo 250 euro) e premi sul pulsante Conferma, dopodiché assicurati che tutti i dati riportati a schermo siano corretti, verifica il costo totale della ricarica (Totale operazione) e premi sul pulsante Conferma ricarica.

Nella schermata Verifica 3D Secure, fai tap sulla voce Prosegui, inserisci nel campo apposito il codice di 6 cifre che ti è stato inviato tramite SMS al numero di telefono associato alla tua Postepay e premi sul pulsante Prosegui, per effettuare la verifica della tua carta. Se tutto è andato a buon fine, visualizzerai la scritta “La verifica 3D Secure è stata effettuata“: premi, quindi, sul pulsante Torna ad HYPE, per completare l’operazione e ricaricare il tuo conto.

Verifica carta con HYPE

Ti sarà utile sapere che se ricarichi HYPE con una carta di pagamento, compresa Postepay, l’importo ricaricato sarà subito accreditato sul tuo conto. Per visualizzare il nuovo saldo disponibile su HYPE, seleziona l’opzione Home, collocata nel menu in basso, e individua la voce Puoi spendere, in alto a sinistra.

Nella sezione I tuoi movimenti, invece, puoi visualizzare tutti i movimenti effettuati in uscita e in entrata, comprese le ricariche eseguite e i relativi importi. Per approfondire l’argomento, ti lascio alla mia guida su come funziona HYPE.

Infine, ti segnalo che dopo aver effettuato la prima ricarica di HYPE utilizzando una Postepay, quest’ultima rimarrà collegata al tuo conto. Per le ricariche future non sarà necessario nuovamente inserire i dati della carta in questione ma sarà sufficiente premere sul pulsante +, selezionare l’opzione Con altra carta, scegliere la Postepay e indicare l’importo da ricaricare. Semplice, vero?

Come ricaricare carta HYPE con Postepay

Come ricaricare carta HYPE

Se ti stai chiedendo come ricaricare carta HYPE con Postepay, devi sapere che non c’è distinzione tra ricaricare il proprio conto e la carta fisica di HYPE. Infatti, quest’ultima è associata al conto e “preleva” automaticamente il denaro disponibile, sia per pagare acquistare effettuati nei negozi fisici che per prelevare in contanti presso un qualsiasi sportello ATM.

Se, quindi, hai la necessità di pagare con HYPE in negozio o prelevare con HYPE, tutto quello che devi fare per effettuare una ricarica è seguire le indicazioni che ti ho fornito nei paragrafi precedenti. Se, invece, stai leggendo queste righe a titolo informativo e non hai ancora richiesto gratuitamente la tua carta fisica, potrebbe esserti utile la mia guida su come fare la carta HYPE.

Altre soluzioni per ricaricare HYPE

Altre soluzioni per ricaricare HYPE

Oltre a ricaricare HYPE con Postepay, devi sapere che esistono altre soluzioni per aggiungere denaro al proprio conto. Come accennato nelle righe iniziali di questa guida, puoi effettuare una ricarica anche utilizzando una qualsiasi carta dei circuiti Visa e MasterCard, a patto che questa sia stata emessa in Italia e sia stato attivato il protocollo 3D Secure.

Se, invece, ti stai chiedendo se è possibile ricaricare HYPE gratis, l’unica soluzione disponibile è quella di richiedere denaro a un altro utente (es. un familiare o un amico che ha un conto HYPE). In tal caso, è necessario avviare l’app di HYPE, accedere alla sezione Pagamenti e selezionare l’opzione Richiedi denaro.

In alternativa, accedendo alla sezione Ricarica HYPE e scegliendo l’opzione Con Bonifico, puoi visualizzare le coordinate bancarie del tuo conto HYPE e, successivamente, effettuare una ricarica tramite bonifico bancario (potrebbe esserti addebitato il costo per l’invio di un bonifico se la tua banca lo prevede).

Infine, ti segnalo che è possibile anche ricaricare in contanti presso una filiale Banca Sella (è necessario richiedere un bonifico bancario, senza alcun costo di commissione) o presso un punto vendita abilitato (la lista completa qui).

In tal caso, è possibile effettuare una ricarica minima di 20 euro e massima di 150 euro (con un limite giornaliero di 200 euro) e viene applicata una commissione di 2,50 euro per gli utenti HYPE Start e 2 euro per gli utenti HYPE Plus. Per saperne di più, ti lascio alla mia guida su come ricaricare HYPE.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.