Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come rimuovere protezione PDF

di

Devi stampare un documento PDF che ti è arrivato via email ma, al momento in cui provi a dare il comando di stampa, ti viene chiesto di inserire una password e quindi non riesci a completare l’operazione? Hai dimenticato la parola segreta che avevi impostato per proteggere alcuni PDF realizzati per lavoro e non sai come sbloccarli? Non disperare, o almeno non ancora!

Utilizzando i software, i servizi online e le app che sto per consigliarti in questa mia guida, molto probabilmente potrai rimuovere la protezione dai PDF e riappropriarti dei tuoi documenti digitali anche se hai dimenticato la password necessaria a visualizzarli, stamparli o modificarli.

Il risultato è garantito per i PDF protetti contro la stampa e la modifica (ovvero quando si parla di owner password), mentre ci vuole un po’ più di fatica per scovare le password dei documenti che sono protetti contro gli accessi non autorizzati (con quella che viene chiamata user password). In tutti i casi, tieni però presente che rimuovere la protezione dai documenti PDF di cui non sei il legittimo proprietario può rappresentare una grave violazione, pertanto non mi assumo alcuna responsabilità circa l’utilizzo che farai delle indicazioni presenti in questo tutorial. Chiaro? Bene, allora cominciamo.

Indice

Informazioni preliminari

Lucchetto

Prima di entrare nel vivo del tutorial, andandoti quindi a spiegare come rimuovere la protezione dai PDF, è mio dovere fare alcune precisazioni al riguardo.

Come ti accennavo a inizio guida, i file in formato PDF possono essere protetti sfruttando due tipologie di password differenti: quella che ne impedisce la stampa e la modifica, chiamata owner password, e quella che ne vieta l’apertura, denominata user password.

Comprendere la differenza in questione e, dunque, individuare il tipo di password applicata al documento di tuo interesse è fondamentale per capire quali strumenti utilizzare per poter procedere con lo sblocco del PDF. Esistono infatti numerosi software, servizi online e app adibiti allo scopo, ma difficilmente essi sono in grado di agire su entrambe le tipologie di protezioni, anche perché hanno un livello di vulnerabilità molto diverso.

Più precisamente, la owner password solitamente si riesce a bypassare nel giro di qualche istante, mentre la user password presenta maggiori difficoltà e può essere scovata solo sfruttando la tecnica del “brute forcing”, ossia tentare tutte le combinazioni di caratteri possibili fino a trovare la parola chiave esatta: un processo che può richiedere anche diverse ore per essere portato a termine (se non giorni, nel caso delle password più lunghe) e mette a dura prova il processore del computer.

Come rimuovere protezione PDF

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, veniamo al nocciolo vero e proprio della questione e andiamo a scoprire quali sono i software di cui ci si può avvalere per riuscire a rimuovere la protezione dei PDF. Qui di seguito trovi indicati quelli che a parer mio rappresentano i migliori della categoria. Mettili subito alla prova!

QPDF (Windows/macOS/Linux)

QPDF

Il primo software per rimuovere la protezione dai PDF che ti suggerisco di prendere in considerazione è QPDF. È gratuito, di natura open source e funziona su Windows, macOS e Linux. Permette di aggirare la owner password e può essere sfruttato solo da riga di comando, in quanto non dispone di un’interfaccia grafica.

Per scaricare il software sul tuo PC, se stai usando Windows, recati sulla pagina per il download di QPDF presente sul sito di SourceForge e clicca sul pulsante Download Latest Version posto in alto a sinistra.

A scaricamento ultimato, estrai in una posizione a piacere l’archivio ZIP ottenuto e avvia QPDF mediante il Prompt dei comandi, indirizzandolo direttamente verso la cartella contenente il programma. Se non sai come fare, procedi in questo modo: tieni premuto il tasto Shift sulla tastiera del computer, fai clic destro sulla cartella bin che si trova nella cartella in cui hai estratto QPDF e seleziona la voce Apri finestra di comando qui dal menu visualizzato.

Ora che visualizzi la finestra del Prompt dei comandi sullo schermo, digita la stringa qpdf --decrypt input.pdf output.pdf (al posto di input.pdf e output.pdf devi immettere il percorso completo del PDF da sbloccare e del file di output da ottenere; puoi ottenere il percorso completo di un file semplicemente trascinando quest’ultimo nella riga di comando) e schiaccia il tasto Invio. Successivamente, otterrai una versione sbloccata del PDF nella cartella da te scelta per il file di output.

Se stai usando macOS, invece, per scaricare e installare il programma devi affidarti a Homebrew, un gestore di pacchetti gratuito e open source che consente di installare vari tipi di software tramite il Terminale. Per cui, provvedi in primo luogo ad aprire il Terminale, selezionando la relativa icona (quella con la finestra nera e la riga di codice) che trovi nella cartella Altro del Launchpad.

Ora che visualizzi la finestra del Terminale sulla scrivania, per installare Homebrew, digita il comando /usr/bin/ruby -e "$(curl -fsSL https://raw.githubusercontent.com/Homebrew/install/master/install)", seguito dalla pressione del tasto Invio sulla tastiera del Mac e dall’immissione della password di amministrazione del computer. In seguito, per installare QPDF, digita il comando brew install qpdf, seguito sempre dalla pressione del tasto Invio.

Ad installazione ultimata, digita nella finestra del Terminale il comando qpdf --decrypt input.pdf output.pdf (al posto di input.pdf e output.pdf devi digitare i percorsi dei file di input e output; puoi ottenere il percorso completo di un file semplicemente trascinandolo nella riga di comando), premi il tasto Invio e otterrai una versione senza password del PDF.

PDFCrack (Windows/macOS)

Come rimuovere protezione PDF

Se, invece, la tua necessità è quella di sbarazzarti della user password con cui sono protetti i PDF in tuo possesso, il miglior software gratuito che permette di raggiungere questo scopo è PDFCrack. È disponibile sia per Windows che per macOS e funziona anch’esso solo da linea di comando, in quanto non ha un’interfaccia grafica, ma non è difficilissimo da usare.

Per scaricare il programma sul tuo computer, se stai usando Windows, visita il relativo sito Web e fai clic sul collegamento Download(pdfcrack-xx.zip, xxk) posto a destra.

A download ultimato, apri l’archivio ZIP ottenuto ed estraine il contenuto in una cartella a piacere. Successivamente, richiama il Prompt dei comandi, cliccando sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) situato nella parte in fondo a sinistra della barra delle applicazioni, digitando “prompt” nel campo di ricerca visualizzato e selezionando il collegamento pertinente dal menu che si apre.

Una volta visualizzata la finestra del Prompt dei comandi sullo schermo, digita il comando CD "[cartella PDFCrack]" (al posto di [cartella PDFCrack] devi inserire il percorso completo della cartella in cui hai estratto PDFCrack) e schiaccia il tasto Invio sulla tastiera del computer. In seguito, immetti il comando pdfcrack "file.pdf" (al posto di file.pdf devi inserire il percorso completo e il nome del file da decifrare) e schiaccia nuovamente il tasto Invio.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, PDFCrack comincerà ad attaccare il PDF per individuarne la password. Quando l’avrà scovata, ti sarà mostrata la scritta found user-password, insieme alla parola segreta necessaria per poter aprire il documento.

Se stai usando macOS, invece, per scaricare il programma visita la pagina per il download che trovi sul sito Internet di SourceForge e fai clic sul bottone Download Latest Version presente in alto.

A download ultimato, apri l’archivio tar.gz ottenuto ed estraine il contenuto in una posizione a piacere. In seguito, richiama il Terminale, selezionandone l’icona (quella con la finestra nera e la riga di codice) che trovi nella cartella Altro del Launchpad, e immetti il comando cd [cartella PDFCrack] (al posto di [cartella PDFCrack] devi inserire il percorso completo della cartella in cui hai estratto PDFCrack), dopodiché schiaccia il tasto Invio sulla tastiera. In seguito, digita il comando make f Makefile, seguito sempre dalla pressione del tasto Invio.

Dopo aver effettuato i passaggi di cui sopra, apri una nuova finestra del Terminale, impartisci il comando [cartella PDFCrack]/pdfcrack -u "file.pdf" (al posto di [cartella PDFCrack] devi inserire il percorso completo della cartella in cui hai estratto PDFCrack e al posto di file.pdf devi inserire il percorso completo e il nome del file da decifrare), premi il tasto Invio e potrai conoscere la password del PDF.

Come rimuovere protezione PDF online

Non vuoi o non puoi scaricare nuovi programmi sul tuo computer e ti piacerebbe quindi che ti suggerissi qualche servizio online tramite il quale poter rimuovere la protezione dei PDF agendo direttamente dalla finestra del browser? Detto, fatto: trovi segnalate le migliori soluzioni di questo tipo proprio qui sotto.

iLovePDF

iLovePDF

Il primo servizio Web utile per rimuovere la protezione dai PDF che ti consiglio di provare è iLovePDF. Non richiede registrazione, funziona da tutti i browser e su tutti i sistemi operativi e consente di intervenire sui file PDF modificandoli, convertendoli ed effettuando varie altre operazioni… anche sbloccandoli, intervenendo sui file protetti da owner password, mentre nel caso di quelli protetti in apertura occorre digitare la relativa password per crearne una copia sbloccata. Da notare che non consente di caricare file con un peso superiore ai 100 MB e che tutela la privacy degli utenti rimuovendo entro poche ore i documenti che vengono caricati sui suoi server. Un’altra cosa da tenere presente è che è gratis, ma sottoscrivendo uno dei piani a pagamento (a partire da 6 euro/mese) è possibile fruire di funzioni extra, come la possibilità di caricare file fino a 1 GB.

Per utilizzare il servizio, recati sulla relativa home page, clicca sul pulsante Seleziona PDF file e scegli il PDF presente sul tuo computer relativamente al quale ti interessa andare ad agire. In alternativa, puoi trascinare il documento di tuo interesse nella finestra del navigatore oppure puoi effettuarne l’upload dal tuo account Google Drive o Dropbox, facendo clic sugli appositi pulsanti.

Ad upload avvenuto, fai clic sul pulsante Sbloccare PDF comparso in basso a destra. Se il PDF è protetto da user password, digita inoltre la password del file nel campo apposito visibile sullo schermo e fai clic sul pulsante Invia.

In seguito, verrà avviato in maniera automatica il download della versione sbloccata del file. Se questo non accade, puoi “forzare” lo scaricamento premendo sul pulsante Scarica i PDF sbloccati. In alternativa, puoi salvare il file di output sul tuo account Google Drive, su quello Dropbox oppure puoi condividerne l’URL con altri utenti, semplicemente facendo clic sugli appositi pulsanti a destra.

PDF Candy

PDF Candy

Un altro valido servizio online che puoi prendere in considerazione per riuscire nel tuo intento è PDF Candy. È gratis, funziona da qualsiasi browser e sistema operativo, non richiede registrazione e permette di intervenire sui documenti PDF in vari modi, convertendoli, dividendoli, alleggerendoli, sbloccandoli ecc. Non applica limitazioni per quanto riguarda il peso massimo dei file e tutela la privacy degli utenti rimuovendo i documenti caricati sui suoi server entro poche ore. Permette di agire sui file protetti da owner password, mentre per quelli protetti con user password occorre digitare prima la relativa chiave d’accesso, in modo tale da crearne poi una versione “libera”.

Per usare PDF Candy, recati sulla home page del servizio, clicca sul pulsante Aggiungi file e seleziona il PDF da sbloccare. In alternativa, puoi trascinare il documento direttamente nella finestra del browser. Puoi prelevare il file anche dal tuo account Google Drive o Dropbox, previo clic sulle apposite icone visibili su schermo.

Completata la procedura di upload del file, clicca sul bottone Sbloccare PDF. Se il PDF è protetto da user password, immetti nel campo Password che si trova in basso la password necessaria per sbloccare il PDF.

Per concludere, premi sul pulsante Scarica file, in modo tale da procedere con il download sul tuo PC della versione sbloccata del documento. In alternativa, puoi decidere di archiviare il file su Google Drive oppure su Dropbox, selezionando le relative icone.

Come rimuovere protezione PDF Android

PDF Tools

Stai usando uno smartphone o un tablet Android e vorresti capire come poter rimuovere la protezione dai PDF in questo caso specifico, senza dover passare per il computer? Beh, nulla di più semplice: rivolgiti all’app PDF Tools. Si tratta di una soluzione gratuita che consente di intervenire sui PDF in vari modi: unendoli, cancellando le pagine in essi presenti, dividendoli ecc. Offre altresì la possibilità di sbloccare i documenti protetti da password, in modo tale da crearne una copia libera.

Per scaricare e installare l’app sul tuo dispositivo, visita la relativa sezione del Play Store e premi sul pulsante Installa. Successivamente, avvia l’app, premendo sul bottone Apri comparso sullo schermo oppure selezionando la relativa icona che è stata appena aggiunta al drawer.

Una volta visualizzata la schermata principale dell’app, decidi se ricevere o meno annunci personalizzati (ti suggerisco di no), fai tap sul pulsante OK e accetta i termini di utilizzo, premendo sul bottone Accept and continue. Consenti quindi a PDF Tools di accedere a foto, contenuti multimediali e file sul dispositivo.

A questo punto, sfiora il pulsante Unlock PDF, seleziona il PDF relativamente al quale desideri andare ad agire, facendo tap sul bottone Select PDF Files, e, se stai agendo su un PDF protetto con user password, immetti la password impiegata per proteggere il file nel campo preposto.

In conclusione, fai tap sul segno di spunta situato in basso a destra e ti verrà restituita una copia senza password del tuo documento, che verrà salvata nella medesima posizione del file d’origine. È stato facile, vero?

Come rimuovere protezione PDF iOS/iPadOS

PDF Unlocker

Su iOS/iPadOS, ti consiglio di provare PDF Unlocker. È gratis e consente di creare copie non protette dei PDF, sia quelli protetti da owner password che da user password (in questo secondo caso fornendo prima la relativa parola segreta usata per proteggerli).

Per scaricare e installare l’app sul tuo dispositivo, accedi alla relativa sezione dell’App Store, premi sul pulsante Ottieni, quindi su quello Installa e autorizza il download mediante Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. Successivamente, fai tap sul bottone Apri comparso sullo schermo per avviare l’app oppure seleziona l’icona che è stata aggiunta in home screen.

Ora che visualizzi la schermata principale di PDF Unlocker, fai tap sul pulsante Start, poi su quello Choose File e seleziona il PDF su cui intendi intervenire, dopodiché sfiora il bottone Upload File.

A questo punto, premi sul pulsante Convert File. Se il PDF è protetto da user password, digita inoltre la password impiegata per proteggere il il file nel campo preposto. Infine, sfiora il pulsante bottone Download File e specifica la posizione in cui desideri salvare il file finale oppure l’app in cui intendi aprirlo.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.