Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come sapere se ti hanno messo in pausa su Facebook

di

Da qualche tempo a questa parte, hai notato che i tuoi post di Facebook hanno meno interazioni da parte dei tuoi contatti? Le tue Storie sul celebre social network vengono visualizzate da un numero inferiore di amici rispetto al solito e sospetti che alcuni di loro abbiano disabilitato la visualizzazione di alcuni tuoi contenuti?

Se le cose stanno così e, dunque, ti stai domandando come sapere se ti hanno messo in pausa su Facebook, devi sapere che sei capitato nel posto giusto al momento giusto! Nella guida di oggi, infatti, ti illustrerò nel dettaglio cos’è questa funzionalità di Facebook e come renderti conto (anche se non puoi averne la certezza assoluta) se qualcuno dei tuoi contatti sta preferendo non visualizzare ciò che pubblichi.

Detto ciò, mettiti bello comodo, presta attenzione a tutti i suggerimenti che ti fornirò nei prossimi capitoli e cerca di metterli in pratica per raggiungere il tuo intento. Arrivato a questo punto, non mi resta che augurarti una buona lettura!

Indice

Informazioni preliminari

Logo Facebook

Su Facebook è disponibile una funzionalità che consente di mettere in pausa, per la durata di 30 giorni, la visualizzazione dei post provenienti da specifici utenti nel feed delle notizie. Questo significa che, se un utente ha abilitato tale funzionalità sui tuoi post, questi non verranno mostrati nel suo feed sul celebre social network.

Ovviamente, riuscire a capire se un utente ti ha messo in pausa non è un’operazione semplice, in quanto non esiste alcun metodo ufficiale per scoprirlo. Quello che però puoi fare è raccogliere degli “indizi” e cercare di capire, in questo modo, se tale funzionalità è stata effettivamente attivata sui tuoi post.

Lo stesso discorso vale anche per le Storie di Facebook: devi sapere, infatti, che è possibile bloccare la visualizzazione di quelle provenienti da determinati utenti a tempo indefinito, fino a quanto non si sceglie di riattivarle.

Anche in questo caso, come intuibile, non ci sono strumenti certi al 100% per sapere se qualcuno ha bloccato i tuoi contenuti, ma ti darò ugualmente alcuni consigli che ti permetteranno di “indagare” sulla cosa e capire se qualcuno ha deciso di non vedere più le tue Storie su Facebook.

Come sapere se ti hanno messo in pausa su Facebook

Adesso che hai ben chiaro come funziona la “pausa” dei post e delle Storie su Facebook, vediamo insieme come è possibile rendersi conto se qualcuno ha attivato questa funzionalità e, pertanto, non vede più alcuni dei contenuti che pubblichi sul celebre social network.

Post nel feed

Reazioni su Facebook

Come ti ho già anticipato nel precedente capitolo, la pausa dei post di un utente consente di non visualizzarli più dal feed di Facebook per 30 giorni. Purtroppo, non avendo degli strumenti ufficiali che ti consentano di capire esattamente se qualcuno sta facendo uso di questa funzionalità, dovrai fare delle supposizioni.

Innanzitutto, ti consiglio di prendere in considerazione i post più recenti che hai pubblicato e che pensi che siano stati messi in pausa da uno o più utenti: se i tuoi post ricevevano sempre delle interazioni (commenti o reazioni) da determinati amici e, adesso, questo non accade più, i contenuti in questione potrebbero essere stati messi in pausa.

Ricordati però che questa è una tua considerazione! È possibile che gli amici in questione non abbiano interesse nell’interagire con i post che hai pubblicato oppure, semplicemente, non li abbiano visti o, ancora, siano impegnati in altro e non abbiano effettuato proprio l’accesso a Facebook di recente (a tal proposito, ti consiglio di leggere il mio tutorial su come sapere se una persona è connessa a Facebook).

Detto ciò, per verificare le interazioni ricevute, puoi innanzitutto aprire il Centro notifiche nella schermata principale di Facebook, premendo sull’icona della campanellina che trovi in alto a destra (sia nell’app per smartphone e tablet che nella versione Web).

Se tra le notifiche ce n’è una che riguarda l’interazione di quell’utente in un tuo post recente, è possibile che in realtà non ti abbia messo in pausa. Se non trovi alcuna interazione, è possibile che non sia semplicemente più visibile nel centro notifiche e pertanto è necessario effettuare una ricerca più accurata.

A questo punto, quindi, devi verificare i commenti e le reazioni su tutti i tuoi post recenti. Per quanto riguarda i commenti, guarda sotto al post se ce ne sono alcuni da parte dell’utente in questione. Nell’eventualità, premi anche sulla dicitura Visualizza altri commenti, per espanderne la visualizzazione.

Sotto il post, inoltre, sono presenti i nomi di chi ha lasciato delle reazioni: quello che devi fare è premere su questa dicitura e, nella scheda Tutte della schermata che ti viene mostrata, visualizzare l’elenco completo degli utenti che ti hanno lasciato una reazione.

Oltre a questi suggerimenti, puoi fare ben poco per sapere se ti hanno messo in pausa su Facebook, ma sono sicuro che i consigli che ti ho fornito nei precedenti paragrafi potranno esserti utili per farti un’idea sulla situazione. Ti ricordo, infine, che se volessi saperne di più su come mettere in pausa i post su Facebook postati da altri utenti, puoi consultare questo mio tutorial dedicato all’argomento.

Storie

Storie Facebook

Anche le tue Storie di Facebook possono essere disabilitate dai tuoi contatti in modo da non poterle più vedere. Così come ti ho spiegato nel capitolo iniziale, anche in questo caso puoi solo fare delle ricerche per capire se un tuo amico ha disabilitato le tue Storie su Facebook, non potrai mai averne la certezza al 100% (a meno di non curiosare nelle impostazioni del suo account, chiaro, ma non sarebbe qualcosa di lecito!).

Innanzitutto, puoi verificare se recentemente ci sono state interazioni sulle tue Storie di Facebook da parte di quello specifico utente che pensi ti abbia messo “in pausa”: ad esempio, se ha lasciato o meno dei commenti alle tue Storie.

Per verificare ciò, non devi fare altro che aprire la chat di Messenger con l’utente in questione (sia dall’app ufficiale che tramite la piattaforma Web dedicata) e verificare se è presente la dicitura (nome utente) ha risposta alla tua storia. Se tale dicitura è relativa a una tua Storia pubblicata recentemente, è possibile che il tuo amico non le abbia disabilitate.

Ovviamente, un commento a una tua Storia non è un elemento determinante per fare il punto della situazione. In tal caso, puoi verificare se ci sono state altre tipologie di interazioni (come la risposta a sondaggi) oppure abbia in generale visto le tue Storie.

Entrambe le informazioni sono presenti nella stessa sezione e la procedura da effettuare è la medesima a prescindere da dove tu stia utilizzando questo social network. Pertanto, nella schermata principale di Facebook, fai tap sul riquadro che raccoglie le tue Storie e soffermati sulla prima.

Nella schermata che ti viene mostrata, su smartphone e tablet, premi sulla dicitura Visualizzazioni in basso, mentre da Web trovi le statistiche nell’area laterale di destra. Nell’elenco di utenti che hanno visualizzato la tua Storia, individua quello che pensi abbia disabilitato questo genere di contenuti. Sono presenti anche le risposte a sondaggi, indicando il nome di chi ha votato per un’opzione rispetto a un’altra.

Se non trovi in quest’elenco l’utente di Facebook che stai cercando, allora c’è una possibilità che abbia disabilitato la visualizzazione delle tue Storie. Ti ricordo però che non è detto che effettivamente tu debba arrivare a questa conclusione perché, data la breve durata di una Storia (24 ore), è più probabile che semplicemente non l’abbia vista!

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.