Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come si installa e si usa Google Meet Grid View

di

Google Meet è una delle piattaforme che utilizzi più frequentemente per tenerti in contatto con amici, colleghi e parenti. Apprezzi tantissimo la soluzione ideata da “Big G”, ma non puoi ignorare alcuni suoi difetti: uno su tutti l’impossibilità di vedere i partecipanti in un’unica griglia, come avviene su altre piattaforme di videoconferenza.

Recentemente, però, sei venuto a sapere che esiste una soluzione di terze parti in grado di risolvere questo problema: Google Meet Grid View. Questa estensione per Chrome, compatibile anche con i browser Edge e Opera, parrebbe risolvere il problema appena descritto, almeno su computer (non è compatibile con smartphone e tablet) e, dunque, ti piacerebbe tanto scoprire come installarla e utilizzarla.

Se le cose stanno così, ti trovi nel posto giusto al momento giusto! Nei prossimi paragrafi di questo tutorial, infatti, avrò modo di spiegarti nel dettaglio come si installa e si usa Google Meet Grid View. Ti garantisco che non c’è nulla di complicato in tutto ciò: devi solo seguire i passaggi che sto per mostrarti e tutto andrà per il meglio. Ti auguro buona lettura e buon divertimento!

Indice

Che cos’è Google Meet Grid View e a cosa serve

Google Meet Grid View

Prima di addentrarci nel vivo dell’articolo, vedendo come si installa e come si usa Google Meet Grid View, direi che è doveroso spiegarti innanzitutto che cos’è e a cosa serve, anche se te l’ho già anticipato nelle battute introduttive della guida.

In sostanza, Google Meet Grid View è un estensione compatibile con Google Chrome, Microsoft Edge e Opera, mediante la quale è possibile aggiungere delle funzioni extra alla versione Web di Google Meet.

Cosa permette di fare? Diverse cose: consente di abilitare la visualizzazione a griglia in Google Meet, mettere in primo piano chi sta parlando, nascondere i partecipanti che hanno la videocamera disattivata e molto altro ancora.

Se sei incuriosito da questo utilissimo add-on, non devi fare altro che continuare a leggere: nei prossimi paragrafi trovi spiegato come provvedere a installarlo e utilizzarlo.

Solo una precisazione prima di cominciare: Google Meet Grid View è un software di terze parti e non un prodotto ufficiale di Google. Questo significa che, nonostante non ci siano motivi per dubitare sul buon operato dei suoi sviluppatori, essa potrebbe rappresentare un potenziale rischio per la privacy, in quanto per funzionare richiede l’accesso ai dati di Meet. Inoltre, sempre perché si tratta di una soluzione non ufficiale, potrebbe smettere di funzionare o avere problemi in qualsiasi momento. Insomma: usala solo se ti serve davvero e, quando non ti serve più, disinstalla l’estensione.

Come si installa Google Meet Grid View

Installare Google Meet Grid View

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, andiamo subito al sodo e vediamo come si installa Google Meet Grid View. Ti anticipo che la procedura da seguire è praticamente la stessa sia su Google Chrome che su Microsoft Edge. Solo su Opera è leggermente diversa.

La prima cosa che devi fare se usi Chrome o Edge, dunque, è recarti su questa pagina del Chrome Web Store. Assicurarti poi di aver effettuato l’accesso al tuo account Google (non è necessario se stai agendo da Edge) e clicca clicca prima sul pulsante Aggiungi e poi sul bottone Aggiungi estensione, che è presente nel riquadro comparso a schermo.

Se stai agendo da Opera, invece, dopo esserti recato sulla pagina del Chrome Web Store che ospita l’estensione (e che ti ho linkato poc’anzi), fai clic sul bottone verde Aggiungi e poi sul pulsante OK presente nel riquadro comparso a schermo. Nella nuova scheda che si apre nel browser, fai clic sui bottoni Installa e Sì, installa e attendi che la procedura d’installazione venga completata.

Come si usa Google Meet Grid View

Google Meet Grid View

Ora possiamo finalmente vedere come si usa Google Meet Grid View. In buona sostanza, tutto ciò che devi fare è avviare una conferenza su Meet, o prendere parte a una conferenza organizzata da un’altra persona, e utilizzare le varie funzioni dell’estensione, la quale viene riconosciuta e attivata in automatico dallo stesso Meet.

Recati, quindi, sulla pagina principale di Google Meet e accedi al tuo account Google (se non l’hai ancora fatto), cliccando sul pulsante Accedi collocato in alto a destra e compilando il modulo di login con i tuoi dati di accesso.

Avvia, dunque, una riunione di Google Meet cliccando sul bottone Nuova riunione e selezionando la voce Avvia una riunione immediata. Concedi poi a Google Meet l’accesso al microfono e alla webcam del tuo computer, cliccando sui pulsanti Consenti che compaiono a schermo, e clicca sul bottone Partecipa.

Per invitare altri utenti alla conferenza, clicca poi sul bottone Copia info partecipazione presente nel riquadro apertosi a schermo e invia loro il link alla videochat via e-mail o tramite una piattaforma di messaggistica istantanea (es. WhatsApp o Telegram).

Se, invece, devi unirti a una conferenza già avviata e della quale ti è stato fornito il codice, inserisci quest’ultimo nell’apposito campo di testo (a fianco il tasto “Nuova riunione”), clicca sul pulsante Partecipa e attendi di essere accettato nella riunione. Se ti è stato fornito un link d’invito, invece, ti basta cliccare su quest’ultimo e premere sul bottone Partecipa.

Fatto ciò, puoi avvalerti di Google Meet Grid View. Passando con il cursore sull’icona della griglia quadrata (in alto a destra), puoi apporre il segno di spunta sulle varie opzioni disponibili: Mostra solo partecipanti con videocamera, per mostrare nella griglia solo coloro che hanno la webcam attiva; Evidenzia chi sta parlando, per evidenziare il partecipante che parla; Includi te stesso nella griglia, per includere anche te stesso all’interno dell’interfaccia di Meet e così via.

Per attivare la visualizzazione a griglia, poi, non devi fare altro che cliccare sull’icona in questione (che diventerà una griglia quadrata sbarrata) e il gioco sarà fatto: tutti i partecipanti verranno disposti sulla griglia, la cui visualizzazione è stata resa possibile dall’aggiunta dell’estensione Google Meet Grid View nel browser in uso. Comodo, vero?

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.