Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come stampare un PDF protetto

di

Stai avendo a che fare con un PDF protetto tramite password e sei disperato perché non sai come stamparne il contenuto? Direi allora che sei capitato nel posto giusto, al momento giusto. Oggi, infatti, voglio presentarti delle ottime soluzioni che permettono di far fronte alla situazione in questione, in maniera rapida e, come si suol dire, indolore.

Più precisamente, si tratta di strumenti per stampare un PDF protetto funzionanti sia da computer, sotto forma di software per Windows, macOS e Linux e di servizi online fruibili dalla finestra del browser, che da smartphone e tablet, quindi come app per dispositivi Android e per iPhone e iPad, accessibili direttamente in mobilità. Un’altra cosa importante da sottolineare è che preservano tutte il contenuto originale dei documenti, ovvero non modificano i testi, non inseriscono watermark e non alterano in altri modi i PDF sbloccati.

Allora, che mi dici? Sei pronto a passare all’azione? Sì? Benissimo! Prenditi, dunque, cinque minuti di tempo libero, scegli una delle soluzioni che sto per consigliarti e scopri come servirtene grazie alle indicazioni che trovi di seguito. Scommetto che resterai stupito dalla semplicità con cui riuscirai a fare tutto!

Indice

Informazioni preliminari

Tanti loghi PDF

Prima di entrare nel vivo del tutorial, andandoti a spiegare come stampare un PDF protetto, ci sono alcune informazioni preliminari che è mio dovere fornirti, per permetterti di avere le idee perfettamente chiare al riguardo.

Devi sapere che esistono due tipi di protezione per i file PDF: una è quella detta user password, la quale vieta l’apertura dei documenti se non si inserisce la password giusta, e un’altra è quella detta owner password, che consente di visualizzare il contenuto dei PDF senza però offrire la possibilità di modificarlo o stamparlo (che è la tipologia di password con cui hai a che fare tu adesso).

La prima può essere scovata solo tramite attacco brute-force, ovvero tentando tutte le combinazioni di caratteri possibili, e quest’operazione può richiedere tantissimo tempo, mentre la seconda è abbastanza semplice da rimuovere e solitamente sono sufficienti soltanto pochi secondi per riuscirci.

Una volta rimossa la password dal PDF, si può poi procedere con la stampa in maniera analoga a come si fa con qualsiasi altro documento, sia da computer che da mobile, come ti ho spiegato in dettaglio nelle mie guide su come stampare dal computer alla stampante e come stampare da cellulare (che è valida anche per i tablet).

Come stampare un PDF protetto da password

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, possiamo finalmente entrare nel vivo del tutorial. Per cui, se hai bisogno di intervenire su dei file molto pesanti e/o che includono delle informazioni sensibili, per stampare un PDF protetto da password ti consiglio di rivolgerti a delle soluzioni offline.

Qui sotto, dunque, trovi elencati alcuni programmi per computer, funzionanti con i sistemi operativi Windows, macOS e Linux, che potrebbero fare al caso tuo.

QPDF (Windows/macOS/Linux)

Come stampare un PDF protetto

Il primo software che ti consiglio di provare per stampare un PDF protetto è QPDF, che è compatibile con Windows, macOS e Linux. Funziona solo da linea di comando, non ha un’interfaccia grafica, ma ti assicuro che è molto più facile da usare di quello che immagini. Inoltre, è completamente gratis e di natura open source.

Per scaricarlo sul tuo computer, se stai impiegando Windows, collegati alla pagina di SourceForge che lo ospita e seleziona il collegamento relativo alla versione del programma più adatta al sistema operativo che utilizzi: qpdf-x.x.x-bin-mingw64.zip (se usi una versione di Windows a 64 bit) oppure qpdf-x.x.x-bin-mingw32.zip (se usi una versioni di Windows a 32 bit).

A download ultimato, apri l’archivio ZIP che contiene QPDF ed estraine il contenuto in una cartella qualsiasi, dopodiché apri quest’ultima, tieni premuto il tasto Shift sulla tastiera, fai clic destro sulla cartella bin in essa presente e seleziona la voce Apri finestra di comando qui dal menu che compare, in modo da far aprire il Prompt dei comandi e indirizzare quest’ultimo verso la cartella che contiene QPDF.

Ora che visualizzi la finestra del Prompt dei comandi sul desktop, impartisci questo comando e premi il tasto Invio sulla tastiera del computer: qpdf --decrypt input.pdf output.pdf (al posto di input.pdf devi inserire il percorso completo e il nome del file PDF da sbloccare e al posto di output.pdf devi inserire il percorso completo e il nome del file PDF che desideri ottenere come output, ovvero il PDF in versione sbloccata).

Se vuoi fare prima, puoi anche digitare questo comando: qpdf --decrypt. Adesso, trascina il PDF da sbloccare nella finestra del Prompt dei comandi di Windows e premi il tasto Invio. In questo modo, il percorso e il nome del file verranno inseriti automaticamente nel comando. Per specificare nome e percorso del PDF di output puoi ripetere la stessa operazione cambiando nome del documento (in questo modo il file di output verrà salvato nella stessa cartella di quello di origine).

Se utilizzi macOS, invece, per scaricare QPDF devi procurarti il manager di pacchetti Homebrew (che è anch’esso gratuito e open source) e installare il software tramite quest’ultimo. Per riuscirci, apri il Terminale, selezionando la relativa icona (quella con la finestra nera e la riga di codice) che trovi nella cartella Altro del Launchpad, e impartisci questo comando, seguito dalla pressione del tasto Invio sulla tastiera del Mac e dall’immissione della password del tuo account utente sul computer: /usr/bin/ruby -e “$(curl -fsSL https://raw.githubusercontent.com/Homebrew/install/master/install)”.

In seguito, installa QPDF, impartendo questo comando, sempre seguito dalla pressione del pulsante Invio: brew install qpdf. A installazione avvenuta, per usare il programma, in modo da poter stampare un PDF protetto con Mac, digita questo comando e poi premi sempre il tasto Invio: qpdf --decrypt input.pdf output.pdf (al posto di input.pdf devi inserire il percorso completo e il nome del PDF da sbloccare e al posto di output.pdf devi inserire il percorso completo e il nome del PDF di output).

Anche nel caso di macOS, se vuoi fare prima, puoi digitare questo comando: qpdf --decrypt. Successivamente, trascina il PDF da sbloccare nel Terminale di macOS e premi il tasto Invio. In questo modo, il percorso e il nome del file verranno inseriti automaticamente nel comando.

Portable PDF Unlocker (Windows)

Come stampare un PDF protetto

Se stai usando Windows, un altro strumento al quale puoi rivolgerti per stampare un PDF bloccato è Portable PDF Unlocker, un programma gratuito che, come suggerisce il nome, non richiede installazioni per funzionare e permette di rimuovere facilmente le owner password dai PDF.

Per scaricarlo sul tuo computer, collegati alla pagina di SourceForge che lo ospita e clicca sul collegamento Portable PDF Unlocker x86 x64 x.x.7z.

A download completato, apri il pacchetto 7z appena ottenuto, estraine il contenuto in una cartella qualsiasi e avvia l’eseguibile Portable PDF Unlocker.exe presente al suo interno.

A questo punto, non ti resta altro da fare se non prendere il PDF da sbloccare, trascinarlo nella finestra di Portable PDF Unlocker e attendere qualche secondo, affinché il software faccia il suo lavoro.

Quando la barra di avanzamento verde arriverà al termine della sua corsa (dovrebbe volerci poco), otterrai una versione sbloccata del tuo PDF, che avrà il suffisso unpw.pdf nel suo nome e verrà salvata nella stessa cartella del PDF di origine.

Come stampare un PDF protetto online

Ti interessa capire come stampare un PDF protetto online, vale a dire senza scaricare nuovi programmi sul tuo PC? Allora puoi affidarti ai servizi online, funzionanti direttamente dal browser, che ho provveduto a segnalarti qui di seguito.

Soluzioni del genere sono incredibilmente comode, molto più dei software, ma ti faccio notare che hanno due criticità: possono presentare dei limiti di upload (quindi non permettono di elaborare file più grandi di un determinato quantitativo di MB) e non consentono di avere un controllo diretto sui documenti caricati sui loro server. I gestori di tali servizi promettono la cancellazione dei file caricati sui loro server entro qualche ora dall’upload, ma noi non possiamo sapere se le promesse vengono effettivamente mantenute (dobbiamo fidarci, insomma).

In base a quanto affermato poc’anzi, ti sconsiglio di ricorrere a degli strumenti online — e più in generale a delle soluzioni su cui non puoi avere un controllo diretto — se devi sbloccare dei PDF che contengono numeri di carte di credito, informazioni personali e altri dati sensibili.

Online2PDF

Online2PDF

Online2PDF è un ottimo servizio online che puoi prendere in considerazione per stampare un PDF protetto. È gratuito ed è in grado di agire senza il benché minimo problema sui documenti a cui è applicata la password contro stampa e modifica. Consente inoltre di editare i PDF in vari modi e di convertirli in formati differenti. Va tuttavia tenuto conto del fatto che non consente di caricare più di 20 file per volta, che la dimensione massima consentita per i singoli documenti è pari a 100 MB e che quella complessiva non deve superare i 150 MB. Per quel che concerne il discorso privacy, il servizio rimuove i file caricati sui suoi server entro poche ore dall’upload.

Per potertene servire per il tuo scopo, raggiungi la home page di Online2PDF e trascina il file da sbloccare sul pulsante Seleziona i file oppure clicca su quest’ultimo e seleziona il documento di tuo interesse “manualmente”.

Ad upload avvenuto, fai clic sul bottone Converti e attendi qualche secondo, dopodiché partirà il download automatico di una copia non protetta dei PDF. Se il download non viene avviato automaticamente, puoi forzarlo tu selezionando il collegamento Passa al download manuale che vedi comparire.

Altre soluzioni per stampare un PDF protetto online

PDF Candy

Cerchi altre soluzioni fruibili via Web per rimuovere la protezione per la stampa applicata ai tuoi file PDF? Allora prova le soluzioni alternative appartenenti alla categoria in questione che ho provveduto a includere nell’elenco qui sotto.

  • PDF Candy– servizio Web gratuito e che non richiede registrazione, il quale consente di intervenire sui documenti PDF in vari modi, anche rimuovendo la protezione contro la stampa. Non applica limitazioni per quanto riguarda il peso massimo dei file e tutela la privacy degli utenti rimuovendo i documenti caricati sui suoi server entro poche ore.
  • PDF2GO — si tratta di un altro tool online a costo zero tramite cui è possibile rimuovere la owner password dai PDF su di esso caricati, oltre che intervenire sui documenti in questione in vari altri modi: convertendoli, comprimendoli, unendoli ecc. Da notare che non permette di caricare file aventi una dimensione maggiore di 50 MB. Per aumentare questo limite, bisogna registrare un account oppure passare alla versione a pagamento (con costi a partire 5,50 euro/mese), la quale consente di fruire anche di altri vantaggi. Riguardo il discorso privacy, invece, questa viene tutelata in quanto tutti i file caricati sul servizio vengono eliminati dopo 24 ore.
  • Sejda — ulteriore soluzione Web per rimuovere la protezione contro la stampa dai PDF, la quale offre anche altri strumenti per intervenire sul formato di documenti in questione. È gratis, consente di caricare documenti fino a 200 pagine con una dimensione massima di 50 MB e di effettuare fino a tre operazioni per ora. Per aggirare queste limitazioni e sbloccare altre funzioni extra, bisogna sottoscrivere uno dei piani a pagamento (con prezzi a partire da 5 dollari/settimana).

Come stampare un PDF protetto da smartphone e tablet

Se non hai il computer a tua disposizione e necessiti di stampare un PDF protetto da smartphone e tablet, sono ben lieto di informati che puoi riuscirci ricorrendo all’uso di alcune applicazioni.

Si tratta di soluzioni facilissime da usare, disponibili sia per Android che per iOS/iPadOS. Per saperne di più, continua a leggere: trovi indicate quelle che ritengo essere le migliori della categoria proprio qui di seguito, unitamente alle relative istruzioni d’impiego.

iLovePDF (Android/iOS/iPadOS)

iLovePDF

La prima tra le app per sbloccare un PDF che ti invito a prendere in considerazione è iLovePDF. È disponibile per Android e iOS/iPadOS e consente di effettuare operazioni di vario genere sui PDF che gli vengono dati “in pasto”, quindi non solo permette di sbloccarli per la stampa, ma anche di convertirli, ruotarli, firmarli ecc. È gratis, ma propone acquisti in-app per sottoscrivere il piano a pagamento del servizio (al costo di 5,99 euro/mese oppure di 48,99 euro/anno), il quale consente di rimuovere gli annunci pubblicitari e di usufruire di altre funzionalità extra.

Per scaricare e installare l’applicazione, se stai usando Android visita la relativa sezione del Play Store e fai tap sul pulsante Installa (se hai un device senza servizi Google, puoi prelevare l’app da store alternativi). Se stai usando iOS/iPadOS, invece, accedi alla relativa sezione di App Store, sfiora il pulsante Ottieni, poi quello Installa e autorizza il download tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. In seguito, avvia l’app sfiorando la relativa icona che è stata aggiunta alla schermata home.

Ora che visualizzi la schermata principale di iLovePDF, accedi alla sezione Strumenti sfiorando la voce apposita dal menu che trovi lateralmente su Android e in basso su iOS/iPadOS, fai tap sul bottone Sblocca e seleziona il PDF sul quale andare ad agire.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, fai tap sul bottone Sblocca PDF comparso in basso e attendi che il procedimento di sblocco venga avviato a portato a termine. Quando poi ti verrà mostrata la scritta Completato! sul display, potrai premere sul pulsante Vai al file per accedere alla versione sbloccata del documento.

Altre soluzioni per stampare un PDF protetto da smartphone e tablet

PDF Utilities

Cerchi altre soluzioni tramite cui poter stampare i tuoi PDF protetti da password da smartphone e tablet? Se le cose stanno così, puoi valutare di rivolgerti alle altre app utili allo scopo che ho provveduto a includere nell’elenco qui sotto. Spero vivamente siano in grado di soddisfarti.

  • PDF Utilities (Android) — app gratuita e funzionante solo su Android che permette di rimuovere la protezione per la stampa dai file in formato PDF, ma anche di editare i documenti rimuovendo e aggiungendo pagine.
  • Sblocca PDF (Android) — app per soli device Android che consente di rimuovere la password applicata ai documenti PDF senza necessitare di connessione a Internet, diversamente da molte altre soluzioni appartenenti alla stessa categoria. È gratis, ma propone acquisti in-app (al costo di 2,19 euro) per accedere a tutte le funzioni offerte.
  • PDF it All Document Converter (iOS/iPadOS) — app gratuita per iPhone e iPad per apportare modifiche di vario tipo ai file PDF e tramite cui si può anche rimuovere la password che protegge contro la stampa e la modifica. È facilissima da usare e di base è gratis, ma consente di intervenire su un massimo di due documenti al giorno: per aggirare questa limitazione occorre effettuare acquisti in-app (con prezzi a partire da 3,49 euro/mese).

Attenzione: sbloccare un PDF che contiene informazioni private, su cui non si è autorizzati a intervenire, può comportare una grave violazione della privacy o, in alcuni casi, perfino il compimento di un reato. Questa guida è stata scritta a mero scopo illustrativo, pertanto non mi assumo alcuna responsabilità in merito all’uso che potrebbe essere fatto delle informazioni in essa presenti.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.