Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come testare il microfono

di

Quando tenti di registrare un messaggio audio attraverso il microfono del tuo computer, il volume ti sembra troppo basso? Quando effettui una conversazione su Skype, chi è dall’altra parte non riesce a sentire bene quello che dici? Forse faresti bene a verificare il corretto funzionamento del microfono che usi sul tuo computer.

Come dici? Non sai come testare il microfono? Nessun problema, ti do una mano io. Leggi i suggerimenti che sto per darti e provvedi a testare subito il tuo microfono con tutti i programmi in cui lo usi più spesso. Se c’è un problema di volume o amplificazione, riuscirai a sistemarlo in quattro e quattr’otto. Garantito!

Prenditi dunque qualche minuto di tempo libero e concentrati sulla lettura delle indicazioni che trovi qui sotto. Sono sicuro che in men che non si dica riuscirai a risolvere tutti i tuoi problemi e che, addirittura, qualora necessario sarai anche pronto e ben felice di spiegare a tutti i tuoi amici bisognosi e desiderosi di ricevere una dritta analoga come fare per poter testare il microfono del loro computer. Che ne dici, scommettiamo?

Indice

Come testare il microfono del PC

A dispetto di quanto potrebbe sembrare, testare il microfono del PC è un’operazione estremamente semplice: prima di procedere, a meno che il microfono non sia integrato nella webcam oppure nella scheda audio del computer, assicurati che risulti correttamente acceso e collegato alla porta più opportuna.

Come provare il microfono su Windows 10 e successivi

Come provare il microfono su Windows 10 e successivi

Sui computer dotati di Windows 10 e versioni successive del sistema operativo Microsoft (es. Windows 11) è possibile provare comodamente il funzionamento del microfono direttamente dal pannello delle impostazioni audio. Per accedere a quest’ultimo, fai clic destro sul pulsante Start di Windows (l’icona della bandierina che si trova a sinistra della barra delle applicazioni), seleziona la voce Impostazioni dal menu che compare e, giunto alla nuova finestra, clicca prima sull’icona di Sistema e poi sulla voce Audio.

Fatto ciò, individua la sezione Input e assicurati che nel menu Scegli dispositivo di input/Microfono sia selezionato il nome del tuo microfono oppure della scheda audio alla quale esso è connesso, altrimenti regola il summenzionato menu in maniera opportuna.

A questo punto, prova a parlare e verifica che la barra di controllo denominata Prova il microfono/Volume, posta subito sotto il menu di selezione del dispositivo di input, si colori quando c’è rumore e si “svuoti” quando, invece, c’è silenzio.

Qualora il nome del tuo microfono non dovesse affatto comparire nella lista dei dispositivi collegati al computer, potresti averlo disabilitato inavvertitamente: per ovviare al problema, se impieghi Windows 10, clicca sulla voce Gestisci dispositivi audio, individua il nome della scheda audio/microfono all’interno della sezione Dispositivi di input, clicca su di esso e poi sul bottone Abilita, per attivarlo.

Se, invece, utilizzi Windows 11, clicca sul pulsante Altre impostazioni audio situato in fondo alla pagina, seleziona la scheda Registrazione dalla finestra che compare, fai clic destro sul nome del microfono oppure della scheda audio alla quale è collegato e seleziona la voce Abilita dal menu contestuale che compare.

Come testare il microfono

Come prova ulteriore, prova a registrare la tua voce impiegando il Registratore vocale, che puoi richiamare dal menu Start di Windows (se non ce l’hai, puoi scaricarlo gratuitamente dal Microsoft Store): dopo averlo aperto, clicca sul simbolo del microfono e inizia a parlare, per avviare la registrazione; in seguito, premi sul pulsante Stop, per interrompere l’acquisizione dell’audio e poi sul bottone Play, per riascoltarti.

Qualora dovessi renderti conto che il microfono funziona in maniera corretta ma che una o più applicazioni non riescono ad accedervi, potresti dover autorizzare questi ultimi all’uso del dispositivo: per farlo, apri nuovamente le Impostazioni di Windows così come ti ho mostrato in precedenza, raggiungi le sezioni Privacy/Privacy e sicurezza > Microfono e assicurati che le levette corrispondenti alle diciture Consenti alle app di accedere al microfono e Consenti alle app desktop di accedere al microfono si trovino su Attivato, altrimenti fallo tu.

Infine, individua il nome dell’applicazione problematica nella lista che compare su schermo e assicurati che la levetta corrispondente sia impostata su Attivato, per fornire al software in questione l’accesso al microfono.

Come testare il microfono del Mac

Come testare il microfono del Mac

Anche su Mac puoi testare il funzionamento del microfono direttamente dalle Preferenze di sistema, alle quali puoi accedere cliccando sul simbolo dell’ingranaggio situato sul Dock: giunto alla finestra dedicata, fai clic sull’icona di Suono e raggiungi la scheda Ingresso, mediante l’apposita voce posta in alto.

Ora, seleziona il nome del tuo microfono/scheda audio dalla lista dei dispositivi per l’ingresso audio, impostane il volume usando l’apposita barra di regolazione e prova a parlare: se il microfono funziona correttamente, i piccoli rettangoli che compongono la barra Livello di ingresso dovrebbero colorarsi al suono della tua voce. Infine, assicurati che la casella Muto corrispondente alla barra Volume di uscita sia selezionata (onde evitare il fastidioso effetto eco) e indica se utilizzare la riduzione di rumore ambientale oppure no, qualora l’opzione fosse disponibile.

Come ulteriore test, puoi provare a registrare la tua voce usando l’applicazione Memo vocali, che puoi avviare mediante l’apposita icona residente nel Launchpad del sistema operativo: dopo aver aperto il programma, clicca sul pulsante Registra, in modo da avviare l’acquisizione della voce e inizia a parlare. Quando hai finito, premi sui pulsanti Fine e Play, per riascoltarti.

Come testare il microfono del Mac

Se il microfono funziona correttamente ma alcuni programmi non riescono ad accedervi, potresti dover fornire manualmente le autorizzazioni d’uso per il dispositivo: per riuscirci, apri nuovamente le Preferenze di sistema di macOS, clicca sull’icona di Sicurezza e Privacy e seleziona la scheda Privacy, situata in alto.

Ora, per sbloccare la modifica delle impostazioni, premi sul simbolo del lucchetto serrato visibile in basso a sinistra, immetti la password del Mac e dai Invio; per concludere, fai clic sulla voce Microfono posta nella barra laterale di sinistra e apponi il segno di spunta in corrispondenza del nome dei programmi per i quali abilitare l’uso del dispositivo.

Come testare il microfono su Skype

Come testare il microfono su Skype

Dopo aver configurato in maniera opportuna il microfono sul tuo computer, vuoi accertarti che esso funzioni correttamente anche su Skype per computer? Nulla di più semplice: è sufficiente intervenire dalle impostazioni di quest’ultimo software, con una procedura valida sia su Windows, che su Mac.

Dunque, per iniziare, apri il programma in questione, richiamandolo dal menu Start di Windows oppure dal Launchpad di macOS, effettua l’accesso al tuo account (se necessario) e clicca in seguito sul pulsante (…), posto in alto a sinistra, subito accanto al tuo nome.

Ora, seleziona la voce Impostazioni dal menu che compare, clicca sulla sezione Audio e video residente nella barra laterale della nuova finestra che va ad aprirsi e scorri in basso la schermata successiva, fino a individuare la dicitura Microfono.

A questo punto, accertati che accanto a quest’ultima voce sia specificata l’opzione Dispositivo di comunicazione predefinito oppure il nome del microfono da usare (altrimenti fallo tu) e prova a pronunciare qualche parola: se il microfono funziona correttamente, vedrai l’indicatore sottostante riempirsi, quando parli o vi sono rumori e svuotarsi, quando sei in silenzio.

Se desideri impostare manualmente il volume del microfono, sposta su OFF la levetta posta accanto alla voce Regola automaticamente le impostazioni del microfono e intervieni, come più ritieni opportuno, sulla barra di regolazione che compare subito dopo. Infine, serviti del menu collocato accanto alla voce Cancellazione del rumore per selezionare il grado di “isolamento” rispetto ai rumori circostanti.

Quando hai finito, clicca sulla voce Effettua una chiamata di prova gratuita, in modo da verificare il funzionamento del microfono durante le conversazioni vocali e/o le videoconferenze e segui le istruzioni della voce guida: in genere, tutto ciò che devi fare è pronunciare un messaggio vocale subito dopo aver ascoltato il “bip” e attendere che la registrazione venga riprodotta.

Come testare il microfono del cellulare

Provare il funzionamento del microfono su smartphone e tablet è oltremodo semplice: basta usare una delle tante applicazioni dedicate all’acquisizione di note vocali e controllare che la propria voce venga effettivamente acquisita.

Come provare il microfono del telefono Android

Come testare il microfono del cellulare

Se il tuo è uno smartphone dotato di sistema operativo Android, verifica innanzitutto se vi sono registratori vocali preinstallati direttamente dal produttore: per esempio, sui dispositivi Pixel di Google, sugli Xiaomi, sui Samsung e sugli HUAWEI, l’app in questione è già disponibile e prende il nome di Registratore o Registratore vocale.

Qualora sul tuo dispositivo non fosse presente alcuna applicazione per registratore vocale, puoi scaricare quella che più ti aggrada dal Play Store, oppure dal market alternativo presente sul tuo device, avendo sempre cura di verificare le recensioni lasciate dagli altri utenti, onde evitare di scaricare software ricco di banner invasivi, spyware o altri elementi indesiderati.

Ad ogni modo, una volta aperta l’app in questione, consenti l’accesso al microfono (se necessario) rispondendo affermativamente all’avviso che compare sullo schermo e avvia la registrazione della tua voce premendo sull’apposito pulsante, solitamente avente la forma di un cerchio rosso. Quando hai finito, fai tap sul bottone Stop e premi in seguito su Play, in modo da riascoltare la registrazione.

Se il microfono funziona correttamente ma vi sono delle app che non riescono ad accedervi, potresti dover fornire i permessi necessari direttamente dalle Impostazioni di Android, alle quali puoi accedere facendo tap sul simbolo dell’ingranaggio presente nella schermata Home oppure nel drawer del dispositivo.

Adesso, raggiungi la sezione Privacy/Protezione privacy > Gestione autorizzazioni/Tutti i permessi (o simili, il percorso preciso varia in base alla versione di Android in uso), seleziona la voce Microfono, premi sul nome dell’app per la quale consentire l’accesso al microfono e apponi il segno di spunta accanto alla voce Consenti sempre oppure Consenti mentre l’app è in uso, residente nel pannello che compare in seguito.

Come testare il microfono dell’iPhone

Come testare il microfono dell'iPhone

Per testare il microfono dell’iPhone puoi usare l’app Memo Vocali, disponibile “di serie” sul telefono e accessibile mediante l’icona residente nella schermata Home oppure nella Libreria app di iOS; se l’hai eliminata in passato, puoi scaricarla gratuitamente dall’App Store.

Una volta aperta l’applicazione, fai tap sul cerchio rosso per avviare la registrazione della voce e poi sul simbolo stop, per interromperla; infine, tocca il pulsante Play per riascoltare la tua voce e verificare il corretto funzionamento del microfono.

Se, nonostante il test sia andato a buon fine, noti che una o più app non riescono ad accedere al microfono, potresti doverne autorizzare l’uso dalle Impostazioni di iOS: apri queste ultime facendo tap sul simbolo dell’ingranaggio situato nella schermata Home oppure nella Libreria app, fai tap sulle voci Privacy e Microfono e assicurati che la levetta corrispondente al nome dell’app di tuo interesse si trovi su ON, altrimenti impostala tu.

In caso di problemi

In caso di problemi

Se i test che hai effettuato poc’anzi non hanno restituito il risultato sperato, potresti dover effettuare alcune operazioni aggiuntive, per migliorare la resa dell’audio in ingresso: per esempio, se il microfono del tuo smartphone sembra non funzionare dopo essere entrato in contatto con sabbia, polvere o altri agenti che potrebbero averlo sporcato, puoi seguire le indicazioni che ti ho fornito nelle mie guide su come pulire il microfono del cellulare e come aggiustare il microfono del cellulare, le quali potrebbero tornarti estremamente utile.

Se, invece, la tua problematica riguarda principalmente il computer oppure un programma specifico, ti consiglio di leggere la mia guida su come alzare il volume del microfono, nella quale ti ho fornito chiare indicazioni sul da farsi.

Ancora, se il microfono “problematico” non è integrato sul computer, sullo smartphone oppure sul tablet, ma si trova a bordo di un paio di auricolari con cavo oppure di cuffie Bluetooth, prova a verificare che il dispositivo risulti correttamente collegato al computer: se non sai come fare, consulta i miei tutorial su come collegare le cuffie al PC, come collegare le cuffie Bluetooth e come attivare il microfono delle cuffie.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.