Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come usare iSight come videosorveglianza

di

Ti piacerebbe scoprire quello che succede nella tua stanza mentre tu non ci sei? Per fortuna non c’è bisogno di acquistare una IP camera solo per questo. Se hai un Mac, puoi sfruttare la sua webcam integrata (la iSight) e trasformare il computer in un vero e proprio strumento di videosorveglianza.

Che tu ci creda o no, tutto quello di cui hai bisogno è un software che istruisca la telecamera del Mac in modo che si attivi quando vengono rilevati dei movimenti o dei rumori sospetti. E io ne conosco almeno un paio che potrebbero fare al caso tuo.

Chiaramente non parliamo di applicazioni ultra-professionali, le quali richiederebbero un esborso notevole di denaro e l’utilizzo di videocamere installate ad-hoc, ma di applicazioni dal prezzo modesto che possono essere utilizzate anche dai principianti. Se sei interessato e vuoi sapere come usare iSight come videosorveglianza, continua a leggere.

La prima applicazione che ti consiglio di provare è Periscope Pro che permette di sorvegliare casa con la webcam del Mac e salvare le registrazioni sia in locale che su Dropbox (in modo da potervi accedere facilmente da remoto). Include il supporto alle telecamere IP esterne e permette di personalizzare molti parametri, in primis il framerate e la risoluzione dei filmati da registrare.

La registrazione può essere continua (opzione sconsigliata se non si vuole riempire subito l’hard disk di video inutili!) oppure attivata in maniera intelligente quando la webcam rileva dei movimenti o dei suoni nei paraggi.

Periscope Pro ha un prezzo standard di circa 20 euro ma non di rado è soggetto a promozioni che permettono di portarselo a casa pagando la metà o addirittura meno (qualche giorno prima di Natale 2014 è stato offerto a 1,99 euro e 8,99 euro). È inoltre disponibile una versione di prova gratuita della app che puoi scaricare collegandoti al suo sito Web e cliccando sul pulsante verde Try it for free. Per installarla sul computer trascina la sua icona dal pacchetto dmg che hai scaricato alla cartella Applicazioni di OS X, mentre per acquistare la versione completa puoi rivolgerti direttamente al Mac App Store.

Ad installazione completata, per usare iSight come videosorveglianza devi avviare Periscope Pro e impostare le preferenze per la registrazione dei video. Clicca quindi sul pulsante Motion e scegli quando far partire le riprese.

  • Continuous – registra tutto ininterrottamente.
  • Motion detection – registra solo quando vengono rilevati movimenti nei paraggi.
  • Audio detection – registra solo quando vengono rilevati dei suoni nei paraggi.
  • Motion + Audio detection – registra solo quando vengono rilevati movimenti e suoni nei paraggi contemporaneamente.

Ti segnalo inoltre che spostando l’indicatore della barra verde collocata accanto alla voce Detection Threshold puoi regolare il livello di intensità del suono o del movimento che deve far scattare la registrazione.

Come usare iSight come videosorveglianza

Dopo aver regolato i parametri relativi all’avvio delle registrazioni, puoi entrare nelle impostazioni avanzate della app (cliccando sull’icona dell’ingranaggio o premendo cmd+,) e scegliere risoluzione/framerate dei video da salvare sul Mac. Se non sai bene dove mettere le mani, lascia attive le impostazioni di default.

Inoltre, dallo stesso pannello, puoi attivare il caricamento automatico delle riprese su Dropbox che – se hai un account con abbastanza spazio a disposizione – ti permetterà di controllare quello che succede in casa anche da remoto. Basta mettere la spunta sull’opzione Copy video clips to Dropbox folder.

Compiuto anche questo passaggio puoi avviare la videosorveglianza della tua camera tornando nella schermata iniziale di Periscope Pro e pigiando sul bottone Power (quello che sta al centro).

Se vuoi nascondere la finestra e l’icona dell’applicazione dalla barra Dock, clicca sulla voce Candid camera collocata in alto a destra. Successivamente potrai ripristinare la finestra del software richiamandolo dal Launchpad di OS X.

La registrazione avviene anche quando il Mac è con lo schermo spento ma non è completamente nascosta, nel senso che ad un occhio attento viene segnalata dalla presenza del classico LED verde della iSight.

Come usare iSight come videosorveglianza

Per visualizzare tutte le registrazioni effettuate in automatico da Periscope Pro, richiama la finestra principale della app e clicca sull’icona del ciak. Si aprirà una finestra con sulla destra la miniatura di tutte le riprese, a sinistra il player per riprodurle e in basso i pulsanti per visualizzarle nel Finder o eliminarle.

Se Periscope Pro ti sembra troppo sofisticato o troppo costoso per le tue esigenze, puoi acquistare SpyCam che è prodotto dalla stessa software house e dispone di funzioni più basilari: non rileva movimenti e suoni ma registra video a intervalli di tempo regolari e permette di caricarli su Dropbox.

La versione completa costa 8,99 euro ma è disponibile anche in una versione di prova gratuita. Vale la pena darle un’occhiata.