Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per videosorveglianza

di

Vorresti dare un’occhiata a ciò che accade in casa tua mentre sei fuori e sei alla ricerca di qualche software che ti consenta di fare ciò sfruttando la webcam del computer o, ancor meglio, una telecamera IP (come quelle che ti ho suggerito nella mia guida all’acquisto) da installare in una o più stanze della tua abitazione? Sì? Beh, allora perché non dai sùbito uno sguardo ai programmi per videosorvglianza che trovi indicati proprio qui di seguito? Ce ne sono davvero per tutti i gusti!

Nelle righe successive, infatti, trovi elencati quelli che, a mio modesto parere, rappresentano i migliori software attualmente presenti sulla piazza, grazie ai quali è possibile monitorare ciò che accede nel campo visivo della webcam del computer o della telecamera installata (o da installare); il tutto in maniera semplice e al tempo stesso veloce, anche gratis.

Detto ciò, suggerirei di non perdere ulteriore tempo prezioso in chiacchiere e andare alla scoperta dei programmi di cui sto per parlarti. Sono sicuro che, alla fine, potrai dirti più che soddisfatto e che, in caso di necessità, sarai anche pronto e ben disponibile a consigliare tutti i tuoi amici desiderosi di ricevere qualche “dritta” sull’argomento. Che ne dici, scommettiamo?

Indice

Programmi per videosorveglianza su PC

Cominciamo da una rassegna di programmi per videosorveglianza su PC compatibili con tutte le principali edizioni di Windows (e, in alcuni casi, anche altri sistemi operativi).

AtHome Camera

AtHomeCamera

Se sei alla ricerca di programmi per videosorveglianza gratis in italiano, ti consiglio di provare AtHomeCamera. Si tratta un software che consente di utilizzare la webcam collegata al computer come telecamera di sorveglianza, offrendo l’opportunità di programmare le operazioni.

Tieni conto, però, che per funzionare, AtHome Camera richiede l’uso di un dispositivo “satellite”, come un altro PC o anche uno smartphone/tablet, visto che il programma è disponibile anche sotto forma di app per Android e iOS/iPadOS. Ci tengo a dirti, inoltre, che il software è disponibile anche per Mac (come spiegato più avanti).

Per avvalerti di AtHome Camera, devi innanzitutto scaricare l’applicazione dedicata alla gestione della videosorveglianza sul computer e poi installare il programma che permette di sfruttare la webcam del PC “satellite”. Per procedere, quindi, provvedi a installare il programma per la gestione della videosorveglianza collegandoti al suo sito ufficiale, cliccando sulla dicitura Download posta in alto e poi premendo sul pulsante AtHomeCamera Vx.x.x, che si trova in corrispondenza della voce Windows.

A download ultimato, estrai in una posizione qualsiasi l’archivio ZIP scaricato e apri il file .exe presente all’interno di quest’ultimo. Adesso, nella finestra che si è aperta, fai clic sul bottone , clicca sul pulsante Next per quattro volte consecutive e, quindi, premi sui bottoni Install e Finish. Se durante l’installazione ti viene chiesto di aggiungere il programma alle eccezioni del firewall, acconsenti, perché altrimenti AtHome Camera non funzionerà nel modo corretto.

Nella finestra principale del software, poi, clicca sulla voce Register now situata in basso a destra e compila il modulo che vedi a schermo, fornendo il tuo numero di telefono o e-mail e password, in modo tale da creare un account gratuito. Dopo aver spuntato la casella riguardante l’accettazione delle condizioni d’uso del servizio, fai clic sul pulsante Register.

Ora provvedi a installare AtHome Video Streamer, il programma che offre la possibilità di usare la webcam del PC “satellite” come dispositivo di videosorveglianza. Collegati, dunque, a questa pagina pagina e fai clic sul pulsante AtHome Video Streamer Vx.x.x posto in corrispondenza della sezione Windows.

A scaricamento ultimato, apri l’archivio ZIP che hai ottenuto, estraine il contenuto in una cartella qualsiasi e avvia il file .exe contenuto al suo interno. Clicca, dunque, sul pulsante e fai clic sui pulsanti Next per cinque volte consecutive e poi su Install e Finish. Se dovesse essere necessario, concedi all’applicazione i permessi necessari per funzionare senza le restrizioni imposte dal firewall.

Ci siamo! Ora tutto ciò che devi fare è avviare il programma, concedergli l’accesso alla webcam e al microfono del computer, fare clic sul pulsante Add Camera e completare i campi di testo Camera CID, Username e Password con le informazioni che vedi nella finestra principale di AtHome Video Streamer aperta sull’altro computer. Per concludere, poi, clicca sul pulsante OK.

Altri programmi per videosorveglianza su PC

Programmi per videosorveglianza

Ci sono altri programmi per videosorveglianza gratis che meritano di essere presi in considerazione. Ne trovi elencati alcuni proprio qui sotto.

  • TeboCam (Windows) — è un’applicazione gratuita per la videosorveglianza che permette di trasformare la webcam del PC in un sistema anti-furto e anti-intrusione molto valido. Una volta avviato e configurato a dovere, rileva i movimenti nell’ambiente circostante, avvertendo l’utente con delle email, nelle quali vengono allegate delle foto di quello che sta accadendo in casa. Il software si integra inoltre con Dropbox ed è in grado di pubblicare le riprese della webcam online e di stampare sulle istantanee che scatta la data e l’orario esatti in cui sono state realizzate le immagini. TeboCam è disponibile solo ed esclusivamente per Windows.
  • iSpy (Windows) — si di un software open source che permette di usare webcam, IP camera e microfoni collegati al computer per realizzare un sistema antifurto casalingo. Grazie a questo software, che forse non è estremamente semplice da usare ma è potente come pochi, è possibile configurare e controllare da remoto tutte le telecamere installate in casa, ricevere avvisi via SMS e email quando si verificano delle intrusioni e visualizzare le riprese effettuate dal sistema di sicurezza tramite YouTube (in modalità privata). iSpy è disponibile soltanto per Windows.

Programmi per videosorveglianza su Mac

Adesso, passiamo al versante Mac e andiamo a vedere, quindi, quali sono alcuni dei migliori software per la videosorveglianza disponibili per i computer della “mela morsicata”.

Periscope Pro

Periscope Pro

Se utilizzi un Mac, puoi prendere in considerazione Periscope Pro. Si tratta di un’applicazione per videosorvegliare casa con la webcam del proprio computer e salvare le registrazioni sia in locale che su Dropbox (in modo da potervi accedere facilmente da remoto).

Include il supporto alle telecamere IP esterne e permette di personalizzare molti parametri, in primis il framerate e la risoluzione dei filmati da registrare. È una soluzione a pagamento (costa 21,99 euro), ma può essere utilizzata a costo zero per un periodo di prova.

Per avere la trial di Periscope Pro, recati sul sito Web del programma, fai clic sul pulsante verde Try it for free e apri il pacchetto .dmg scaricato. Dopodiché trascina l’icona di Periscope Pro nella cartella Applicazioni del Mac e, dopo esserti recato in quest’ultima, fai clic destro sull’icona del programma e fai clic sul pulsante Apri per due volte di seguito. Questa operazione va fatta soltanto al primo avvio di Periscope Pro e serve semplicemente a “scavalcare” le restrizioni imposte da macOS verso i programmi che provengono da fonti non certificate.

Dopo aver installato Periscope Pro, concedi all’applicazione l’accesso alla webcam e al microfono, facendo clic per due volte sul bottone OK; dopodiché avvia il programma, clicca sul pulsante Try Now (per confermare l’intenzione di usare la versione di prova) e definisci le preferenze riguardanti la registrazione dei video.

Fai quindi clic sul pulsante Continuos e seleziona quando avviare le riprese con la webcam: Continuous, per registrare tutto senza interruzioni; Motion detection, per registrare solo quando vengono rilevati dei movimenti; Audio detection, per avviare le registrazioni soltanto quando vengono rilevati dei suoni, oppure Motion + Audio detection, per registrare quando vengono rilevati movimenti e suoni.

Volendo, puoi definire anche la “sensibilità” del programma, per quanto concerne il livello di intensità dei movimenti e dei suoni che devono far “scattare” le registrazioni: basta spostando il cursore presente sulla barra verde situata accanto alla dicitura Detection Threshold.

Se vuoi, puoi anche recarti nelle impostazioni di Periscope Pro (facendo clic sull’icona dell’ingranaggio o premendo cmd+,), così da poter selezionare la risoluzione e il framerate dei video da salvare in locale, attivare il caricamento automatico delle riprese su Dropbox (per riuscirci bisogna spuntare la casella Copy video clips to Dropbox folder) e così via. Per avviare la videosorveglianza, poi, ricordati di recarti di nuovo nella schermata iniziale di Periscope Pro e cliccare sul pulsante Power, situato al centro.

Altri programmi per videosorveglianza su Mac

AtHome Camera

Se la soluzione appena menzionata non è stata di tuo gradimento, dai un’occhiata a questi altri programmi per videosorveglianza su Mac. Sono sicuro che ti saranno utili.

  • AtHome Camera (macOS) — si tratta della stessa applicazione di cui ti ho parlato qualche riga più su, che permette di usare la webcam del PC per videosorvegliare la propria abitazione o il proprio ufficio. Ti ricordo che, per avvalertene, devi scaricare l’applicazione dedicata alla gestione della videosorveglianza su un altro computer (non è disponibile una versione per Mac) oppure su un dispositivo mobile.
  • AirBeam Pro (macOS) — si tratta di un’applicazione a pagamento che costa 4,49 euro e che, per poter essere impiegata, non richiede alcun tipo di configurazione. Infatti, al primo avvio, cerca in maniera automatica gli altri Mac, iPhone e iPad con su installata l’applicazione e che risultano collegati alla stessa rete Wi-Fi: una volta trovati, inizia a trasmettere il video. È anche possibile trasformare il proprio Mac in un dispositivo di sorveglianza e controllare il tutto dall’iPhone o iPad servendosi dell’app companion AirBeam. AirBeam Pro è disponibile solo per macOS (oltre che, come ti ho già accennato, per iPhone e iPad).

Programmi per videosorveglianza da remoto

Se sei alla ricerca di programmi per videosorveglianza da remoto, puoi sfruttare varie soluzioni adatte allo scopo, tra cui i pannelli per la gestione delle IP camera e addirittura alcuni servizi online di videosorveglianza da remoto, fruibili direttamente dal browser. Trovi tutto spiegato qui sotto.

Pannelli di gestione delle IP camera

Camera IP

Se hai acquistato una IP camera, magari una di quelle elencate nella guida all’acquisto che ho dedicato a questa tipologia di dispositivi, puoi avvalerti del pannello di gestione della stessa per accedere alle registrazioni e controllare cosa succede nell’ambiente che hai deciso di videosorvegliare. Di solito, dopo aver acquistato e installato una o più telecamere IP, bisogna procedere con la loro configurazione seguendo le indicazioni del produttore (in genere sono contenute nella guida in linea, in un manuale e/o in un CD/DVD presenti nella confezione d’acquisto).

Dopo aver collegato la telecamere IP in tuo possesso all’alimentazione elettrica, accedi dunque alla rete wireless creata dalla stessa usando un qualsiasi dispositivo (es. PC, smartphone o tablet) e, tramite il pannello di configurazione, impostane l’accesso a Internet. Fatto ciò, dovresti poter disporre del codice identificativo univoco della telecamera, chiamato CID, e il nome utente e la password da utilizzare per vedere le riprese: basta immettere questi dati nel pannello d’accesso annesso al programma o all’app fornita dal produttore della IP camera per poter avere il controllo sulla stessa.

Purtroppo non posso scendere troppo nei particolari, in quanto i passaggi da seguire variano in base alla telecamera IP in proprio possesso. In ogni caso, dai un’occhiata al manuale d’uso della IP camera in tuo possesso per fugare ogni dubbio o, se preferisci, cerca su Internet “come collegare [marca e modello della tua telecamera IP] a Internet”, così da avere maggiori informazioni .

Puoi farti un’idea dei passaggi da effettuare leggendo l’approfondimento in cui mostro nel dettaglio come configurare la telecamera Hive View. Già che ci sei, leggi anche gli approfondimenti in cui spiego come funzionano le telecamere IP e come vedere le telecamere IP da Internet: ti saranno sicuramente di aiuto.

Ugolog

Ugolog

Ugolog, invece, è un’applicazione Web gratuita dedicata alla videosorveglianza che, senza installare alcun tipo di software sul computer, permette di usare la webcam per rilevare i movimenti nell’ambiente circostante. Consente di visualizzare direttamente dal browser quello che accade a casa e invia avvisi in caso di intrusioni, il tutto senza necessitare di configurazioni o conoscenze avanzate da parte dell’utente.

Prima di descriverti il suo funzionamento, ci tengo a dirti che funziona su tutti i principali browser, ma richiede l’uso del plugin Adobe Flash Player (necessario per adoperarlo). Il servizio è utilizzabile gratuitamente, ma per aumentare lo storage e il tempo di archiviazione delle registrazioni, bisogna sottoscrivere l’abbonamento, che parte da 9,95 dollari/mese.

Per avvalerti di Ugolog, recati sulla sua home page e clicca sul bottone Sign Up Now. Indica, quindi, il tuo indirizzo e-mail e la password che intendi usare (per due volte di seguito), usando gli appositi campi testuali visualizzati nella pagina. Successivamente, metti il segno di spunta sulla casella I agree to Terms and Conditions e fai clic sul pulsante Create new account.

Ora, fai clic sulla voce RECORD posta in alto a destra e, nella pagina che si apre, abilita Adobe Flash Player (se non sai come installare e attivare Flash Player, ti rimando agli approfondimenti che ti ho linkato, dove spiego il da farsi). Successivamente, concedi al servizio l’accesso alla webcam del computer, rispondendo in modo affermativo all’avviso che ti viene mostrato. A partire da questo momento, Ugolog effettuerà delle registrazioni tramite la webcam, nel caso in cui dovesse rilevare dei movimenti.

Per visualizzare le registrazioni, poi, non devi fare altro che cliccare sulla voce Video, in alto a sinistra, così da recarti nella gallery dove sono conservate. Se vuoi, salvale anche in locale, facendo clic sul pulsante Download, situato in alto a destra, e specifica il formato in cui esportare i video.

Altri programmi per videosorveglianza da remoto

Foto di una tastiera di un laptop

Dal momento che i programmi per videosorveglianza su PC e i programmi per videosorveglianza su Mac di cui ti ho parlato nelle righe precedenti offrono anche funzioni di videosorveglianza da remoto, se sei alla ricerca di altre soluzioni di questo tipo, valuta quelli che ho già menzionato nella guida: penso proprio che ti saranno utili.

App per videosorveglianza

AtHome Camera mobile

Concludo questa guida elencandoti alcune app per videosorveglianza che potrebbero possano tornarti utili, se intendi avere la tua abitazione sotto controllo anche da smartphone e tablet. Alcune di esse te le ho già menzionate nell’articolo, in quanto sono le versioni mobile di alcuni programmi per computer.

  • AtHome Camera (Android/iOS/iPadOS) — si tratta della variante mobile del programma di cui ti ho parlato in uno dei capitoli precedenti. Permette di trasformare i dispositivi Android e iOS/iPadOS in una sorta di centro di controllo delle telecamere remote. Va usata insieme al programma desktop o all’app companion AtHome Video Streamer (disponibile solo per Android), mediante la quale è possibile vedere telecamere da remoto di cui ti ho parlato a inizio articolo.
  • AirBeam Video Surveillance (iOS/iPadOS) — si tratta dell’app companion per dispositivi mobili del programma per Mac menzionato in uno dei capitoli precedenti. Permette di accedere alla fotocamera degli altri dispositivi Apple su cui è stata preventivamente installata l’applicazione e monitorare a distanza gli ambienti da controllare. Costa 4,49 euro.
  • Sorveglianza App (Android/iOS/iPadOS) — altra app appartenente alla categoria in oggetto, che consente di usare i propri dispositivi mobili a mo’ di sistemi di videosorveglianza domestica. Di base è gratis, ma è possibile effettuare acquisti in-app a partire da 1,09 euro per accedere a tutte le sue funzionalità.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.